Ermopoli
L'antica città della conoscenza
  
    
Torna indietro   Ermopoli > Forum > Tempio > Esoterismo

 
 
Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Vecchio 08-02-2005, 21.48.33   #1
Era
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Era
 
Data registrazione: 29-05-2004
Messaggi: 2,671
Predefinito

si dice che sia stato l' apostolo più amato da Gesù...
una figura rappresentata dalla chiesa sempre in negativo...
eppure...questo personaggio controverso mi ha sempre suscitato
un misto di perplessità curiosità e tenerezza....
quando il maestro gli dice :" fai quello che devi...e fallo in fretta"
riferendosi al tradimento...dimostra di sapere cosa lo aspetta..
e forse il compito di Giuda in quella vita era proprio
questo tradimento....quando ci penso....capisco quanto poco
sappiamo dell' Amore...

forse non sono riuscita ad esprimere quel che sento...
chissà..magari parlandone con voi..e con chi ne ha voglia..
capirò meglio anch'io
__________________
Dio mi conceda
la serenità di accettare
le cose che non posso cambiare
il coraggio di cambiare
quelle che posso cambiare
e la saggezza
di distinguere tra le une e le altre
Era non è connesso  
Vecchio 08-02-2005, 22.08.57   #2
Uno
Amministratore
 
L'avatar di Uno
 
Data registrazione: 28-05-2004
Messaggi: 9,241
Predefinito

E' tra gli apostoli quello che per certi versi viene subito alla mente per il suo compito, per quello che è il suo "tipo", ma se li osserviamo ognuno dei dodici più vicini (perchè non ci dimentichiamo che ne aveva altri 72 che lo seguivano) a lui esprimono ognuno una caratteristica che adesso si definirebbe psicologica ma è molto di più, per esempio Tommaso era il dubbioso, Giovanni il mistico, Pietro il "comandante" etc etc non l'ho poi studiati tanto bene

Se li vediamo nell'unità del gruppo la caratteristica di Giuda non è ne meglio ne peggio delle altre

Bella discussione Era
Uno non è connesso  
Vecchio 10-02-2005, 00.04.03   #3
Shanti
Partecipa agli eventi
 
L'avatar di Shanti
 
Data registrazione: 19-12-2004
Messaggi: 1,350
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Era
si dice che sia stato l' apostolo più amato da Gesù...
una figura rappresentata dalla chiesa sempre in negativo...
eppure...questo personaggio controverso mi ha sempre suscitato
un misto di perplessità curiosità e tenerezza....
quando il maestro gli dice :" fai quello che devi...e fallo in fretta"
riferendosi al tradimento...dimostra di sapere cosa lo aspetta..
e forse il compito di Giuda in quella vita era proprio
questo tradimento....quando ci penso....capisco quanto poco
sappiamo dell' Amore...

forse non sono riuscita ad esprimere quel che sento...
chissà..magari parlandone con voi..e con chi ne ha voglia..
capirò meglio anch'io
Era meglio di così non lo potevi esprimere... Ti capisco benissimo... Ti suscita perplessità, curiosità e tenerezza perchè guardi a lui senza giudizio e senza condanna. E li dove scrivi che forse il compito di Giuda era proprio quel tradimento sono completamente d'accordo con te. Quella di Gesù Cristo credo che sia stata una missione preparata da tempo, e se penso a Giuda che si è assunto un compito così...oneroso (ma forse non è la parola giusta) in questa missione come si fa non provare una sorta di Compassione? Quale enorme senso di colpa deve avere provato tanto da portarlo a un gesto così disperato come il togliersi la vita? E guarda adesso: la sua figura è sempre stata e verrà associata nei secoli dei secoli a quella del Traditore... Ma non da chi, come te, sa guardare oltre...


Guarda questo link se ti va, meno male che nella Chiesa ci sono dei personaggi che non lo raffigurano negativamente.
http://www.zammerumaskil.com/Giuda.html
Shanti non è connesso  
Vecchio 10-02-2005, 00.56.18   #4
Shanti
Partecipa agli eventi
 
L'avatar di Shanti
 
Data registrazione: 19-12-2004
Messaggi: 1,350
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Uno
(perchè non ci dimentichiamo che ne aveva altri 72 che lo seguivano)
Secondo voi può esserci una piccola, remota, infinitesimale ed eretica possibilità che i discepoli fossero 120? Ve lo chiedo perchè ho trovato questo:


Citazione:
-Forse vi siete contati... Siete centoventi. Mi avete seguito abbastanza a lungo per sapere che questo numero non è dovuto al caso: corrisponde a un luogo della geografia cosmica del Senza Nome, a un terzo della sua forza creativa che turbina senza tregua nel cerchio eterno.*

*Si allude qui alla geometria sacra nota agli Esseni: il numero 120 rappresenta un terzo dei gradi del cerchio, e si associa, a livello della sua Essenza, ad una delle Forze della Trinità cosmica.

........................................
-Mi vedrete come una spada... ovvero un incrocio di strade, il ferro della lancia del Senza Nome incrociato con la debolezza del corpo umano. Per questo mi amerete, ma per questo non mi capirete. Imparate dunque ad aprire gli occhi: da sempre porto appesi al collo cento otto grani*: chi mi riconoscerà si identificherà in essi e penetrerà il mio cuore, scavando dietro le mie parole.

* Allusione al rosario di 108 grani portato generalmente dagli iniziati esseni; il numero 108 corrisponde al 120 da cui sono stati sottratti i 12 apostoli. Ricordiamo che i cicli dei Rosa-Croce durano 108 anni, e che 108 sono i grani del rosario indù e di quello tibetano.
Shanti non è connesso  
Vecchio 10-02-2005, 12.40.27   #5
Uno
Amministratore
 
L'avatar di Uno
 
Data registrazione: 28-05-2004
Messaggi: 9,241
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da shanti
Secondo voi può esserci una piccola, remota, infinitesimale ed eretica possibilità che i discepoli fossero 120? Ve lo chiedo perchè ho trovato questo:
Ne è fatto riferimento nei vangeli se non erro (non chiedermi dove )
Prova a fare 108-72 e poi fai 72 diviso 3
Ricapitoliamo 12 il cerchio più stretto (e i tipi umani in senso più categorico)
120 il cerchio più largo ( e tipi umani già più definiti... Noguchi ne aveva catalogati anche più dandogli ad ognuno il nome di un animale che ne ricordava le caratterisctiche... ma in senso lato 120 sono un altro insieme..)
E le divisioni e moltiplicazioni che ti ho scritto sopra?
Qua non so come saltarne fuori (dal mio "cervello") ... c'è una legge matematica chiamata del terzo (che non è la legge del tre, ma una sua dipendenza in un certo senso) che alcuni hanno tentato di usare anche per giocare al lotto (con prevedibili scarsi risultati) che in pratica dice... non te la so descrivere...
comunque nel lotto per esempio su 90 numeri ce ne sono un terzo che riesce subito, un terzo che riesce dopo un pò e un terzo che non esce mai (a breve scadenza)
In pratica dei 120 gli ultimi 36 erano quelli che lo hanno seguito... che erano determinati tipi dell'insieme ma che in realtà non hanno appreso... non vorrei dire.. niente... ma insomma... ci siamo capiti
Uno non è connesso  
Vecchio 11-02-2005, 21.03.28   #6
Era
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Era
 
Data registrazione: 29-05-2004
Messaggi: 2,671
Predefinito

"gli ultimi 36 ...lo hanno seguito..ma che in realtà non hanno appreso"
scusa Uno ma non ho capito
__________________
Dio mi conceda
la serenità di accettare
le cose che non posso cambiare
il coraggio di cambiare
quelle che posso cambiare
e la saggezza
di distinguere tra le une e le altre
Era non è connesso  
Vecchio 12-02-2005, 03.05.35   #7
Shanti
Partecipa agli eventi
 
L'avatar di Shanti
 
Data registrazione: 19-12-2004
Messaggi: 1,350
Predefinito

Intendeva dire che non hanno appreso niente, ma non voleva dire "niente" nel senso che non voleva usare quella parola (niente). E' un po' più chiaro adesso? Sì scritto così sembra che voglia dire che Uno stesso non voleva dire niente nel senso che non voleva parlare... Anch'io subito ci ho messo un po'
Shanti non è connesso  
Vecchio 12-02-2005, 14.36.58   #8
Uno
Amministratore
 
L'avatar di Uno
 
Data registrazione: 28-05-2004
Messaggi: 9,241
Predefinito

si infatti.. forse l'ho incasinata....
lo faccio per il vostro bene... così vi sforzate di capire
Sto scherzando

Il niente in questo caso non significa niente assoluto.... però volevo descrivere un qualcosa che in confronto agli altri era poco... poco... praticamente niente...
Uno non è connesso  
Vecchio 12-02-2005, 21.31.05   #9
stellatea
Chiede le Vie
 
L'avatar di stellatea
 
Data registrazione: 21-12-2004
Messaggi: 8
Predefinito

Carissima Era,
il compito di Giuda sì, era quello di tradirlo come fece anche Pietro che negò di essere stato amico di Gesù il Nazareno.

Quante volte abbiamo subito un tradimento? O quante volte abbiamo tradito le aspettative di un nostro amico?

Ma è più IMPORTANTE capire la reazione che Giuda e Pietro ebbero: il primo non ha avuto fiducia nel perdono del suo amico, l'altro sì.

Bacio
stellatea non è connesso  
Vecchio 12-02-2005, 21.46.10   #10
Era
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Era
 
Data registrazione: 29-05-2004
Messaggi: 2,671
Predefinito

Giuda era un "ribelle" così come poteva essere Gesù...
che non era esattamente la dolcezza in persona
come ce lo descrivono...
Giuda aveva un ideale ...un sogno politico..forse passionale
era un diverso da Pietro..
forse in cuor suo ha anche accettato il perdono...oppure no..
non lo so...quello che credo è che il tormento e il rimorso
fosse troppo grande da sopportare...e proprio per quel che ha
scritto Uno sul "niente" che gli apostoli hanno imparato...
non si è visto parte di un "disegno" e si è impiccato...

a quanto pare è difficile perdonare...ma anche essere perdonati..
__________________
Dio mi conceda
la serenità di accettare
le cose che non posso cambiare
il coraggio di cambiare
quelle che posso cambiare
e la saggezza
di distinguere tra le une e le altre
Era non è connesso  
Vecchio 12-02-2005, 22.28.51   #11
Shanti
Partecipa agli eventi
 
L'avatar di Shanti
 
Data registrazione: 19-12-2004
Messaggi: 1,350
Predefinito

Non avevo mai preso in considerazione il fatto che i 12 apostoli esprimessero ognuno le caratteristiche tipologiche dell'uomo... Interessante, da approfondire sicuramente.
Citazione:
Originalmente inviato da Uno
lo faccio per il vostro bene... così vi sforzate di capire
Sto scherzando
Avrei dovuto immaginarlo! Ragazze occhio agli...agguati
Shanti non è connesso  
Vecchio 13-02-2005, 14.24.37   #12
Uno
Amministratore
 
L'avatar di Uno
 
Data registrazione: 28-05-2004
Messaggi: 9,241
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da stellatea
Ma è più IMPORTANTE capire la reazione che Giuda e Pietro ebbero: il primo non ha avuto fiducia nel perdono del suo amico, l'altro sì.
Anche questa affermazione non è male... ci può far ragionare su una cosa....
perdono.... c'è chi perdona e chi deve essere perdonato...
chi perdona "deve" farlo perchè l'altro lo percepisca?
chi deve essere perdonato, da chi deve essere perdonato?
Uno non è connesso  
Vecchio 13-02-2005, 14.32.57   #13
Uno
Amministratore
 
L'avatar di Uno
 
Data registrazione: 28-05-2004
Messaggi: 9,241
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da shanti
Non avevo mai preso in considerazione il fatto che i 12 apostoli esprimessero ognuno le caratteristiche tipologiche dell'uomo... Interessante, da approfondire sicuramente.
Certo che se il futuro del pianeta (per fare un esempio) dovesse essere nelle mani della tua reattività saremmo in buone mani
ci hai messo 5 giorni per accorgerti di una cosa....
però ti devo dar atto che almeno te ne sei accorta... di molte cose che scrivo (soprattutto in altri forum) ho la sensazione che non siano neanche lette...
Uno non è connesso  
Vecchio 13-02-2005, 22.34.46   #14
Shanti
Partecipa agli eventi
 
L'avatar di Shanti
 
Data registrazione: 19-12-2004
Messaggi: 1,350
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Uno
ci hai messo 5 giorni per accorgerti di una cosa....
però ti devo dar atto che almeno te ne sei accorta...
Cosa vuoi che siano cinque giorni? Hai visto quanto ci ho messo per i 12 apostoli e le tipologie umane? Sì che me ne sono accorta ma... soltanto ultimamente... Sono sempre nella nebbia della confusione e ogni tanto c'è qualche sprazzo...ma ho speranza che prima o poi si diraderà...

Oggi ho trovato questo in un libro che sto leggendo in questi giorni (Nubi di passeri) non so se ce l'hai tra gli aforismi del sito, ma se non è sincronicità questa...
Citazione:
La conoscenza può essere d'intralcio. L'ignoranza può liberare. Capire quando è il momento di sapere e quando invece no è altrettanto importante che brandire una spada fulminea.
Suzume-no-kume (1434)
Dalla nebbia mi arriva una voce lontana che mi sussurra: "Ma...sei proprio sicura che ci azzecca...?" Mah...

Citazione:
Originalmente inviato da Uno
di molte cose che scrivo (soprattutto in altri forum) ho la sensazione che non siano neanche lette...
Non credo che non siano lette, penso piuttosto che non siano ri-lette. Io a volte devo rileggere i tuoi post, e non solo i tuoi ovviamente, più e più volte... Non perchè non sia chiaro quello che scrivi, lo è fin troppo, ma per quanto mi riguarda sono io che ci metto un po'a capire e questo l'ho già detto... Forse chi legge lo fa un po' superficialmente a volte, e allora magari ti dà l'impressione che non l'abbia proprio fatto...

...........................

Tornando ai nostri apostoli ero convinta che fosse Giovanni il preferito di Gesù. A questo proposito avrei un'altra...ehm... eresia da raccontare... Ma questa non ho mai controllato se fosse scritta da qualche parte, mi è stata rivelata da un'amica esperta nell'Arte del Sognare e letture dell'Akasha quindi bisogna darle il valore che si crede... Ha a che fare con Lazzaro... e Giovanni, ma prima di sbilanciarmi per non essere bruciata sul rogo o lapidata, domando: mai sentito niente di un possibile... legame trai due?
Shanti non è connesso  
Vecchio 13-02-2005, 23.17.12   #15
Uno
Amministratore
 
L'avatar di Uno
 
Data registrazione: 28-05-2004
Messaggi: 9,241
Predefinito

Non ne so niente... so che quella di Lazzaro non è stata una resurrezione normale
Uno non è connesso  
Vecchio 13-02-2005, 23.40.41   #16
Shanti
Partecipa agli eventi
 
L'avatar di Shanti
 
Data registrazione: 19-12-2004
Messaggi: 1,350
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Uno
Non ne so niente... so che quella di Lazzaro non è stata una resurrezione normale
Infatti... A quel tempo le iniziazioni avvenivano in tre giorni durante i quali il discepolo sembrava... morto... Tutto il corpo si raffreddava... rimaneva caldo soltanto il punto sopra il capo... Quella di Lazzaro pare sia stata l'ultima iniziazione con questo metodo, dopodichè Gesù Cristo l'ha semplificata di molto... Lazzaro ha poi preso il nome di Giovanni, il suo apostolo...
Prima di lapidarmi riferisco solo ciò che mi è stato detto... niente di più e niente di meno...
Shanti non è connesso  
Vecchio 14-02-2005, 11.33.03   #17
Era
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Era
 
Data registrazione: 29-05-2004
Messaggi: 2,671
Predefinito

accipicchia Uno....hai proprio ragione..uso poco la testa

12 apostoli che rappresenterebbero le tipologie umane....
dovevo arrivarci da sola
e pensare che 12 sono i fiori TIPOLOGICI di Bach....
rappresentanti le 12 tipologie umane

me le merito:
__________________
Dio mi conceda
la serenità di accettare
le cose che non posso cambiare
il coraggio di cambiare
quelle che posso cambiare
e la saggezza
di distinguere tra le une e le altre
Era non è connesso  
Vecchio 14-02-2005, 14.06.00   #18
Uno
Amministratore
 
L'avatar di Uno
 
Data registrazione: 28-05-2004
Messaggi: 9,241
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da shanti
Citazione:
Originalmente inviato da Uno
Non ne so niente... so che quella di Lazzaro non è stata una resurrezione normale
Infatti... A quel tempo le iniziazioni avvenivano in tre giorni durante i quali il discepolo sembrava... morto... Tutto il corpo si raffreddava... rimaneva caldo soltanto il punto sopra il capo... Quella di Lazzaro pare sia stata l'ultima iniziazione con questo metodo, dopodichè Gesù Cristo l'ha semplificata di molto... Lazzaro ha poi preso il nome di Giovanni, il suo apostolo...
Prima di lapidarmi riferisco solo ciò che mi è stato detto... niente di più e niente di meno...
Si infatti per la resurrezione è così... adesso che mi ci fai pensare forse ho letto da qualche parte la storia di Lazzaro-Giovanni... comunque non è rilevante.. potrebbe esserlo solo al fine di comprendere che avendo lui (Giovanni) ricevuto un'iniziazione completa classica, era il più mistico del gruppo dei 12 e lo si evince anche dai suoi scritti
Uno non è connesso  
Vecchio 14-02-2005, 14.41.58   #19
Uno
Amministratore
 
L'avatar di Uno
 
Data registrazione: 28-05-2004
Messaggi: 9,241
Predefinito

Era...
Caspita è arrivata anche lei... ho buone speranze per il futuro..

------------------------------------------------------------
Allora... è passato un giorno solo....(dal mio rimarco, dall'originale di Stella 2 giorni) ma facciamo un esperimento... vediamo se duplicandolo ci vogliono meno di 5 giorni
Citazione:
Originalmente inviato da Uno
Citazione:
Originalmente inviato da stellatea
Ma è più IMPORTANTE capire la reazione che Giuda e Pietro ebbero: il primo non ha avuto fiducia nel perdono del suo amico, l'altro sì.
Anche questa affermazione non è male... ci può far ragionare su una cosa....
perdono.... c'è chi perdona e chi deve essere perdonato...
chi perdona "deve" farlo perchè l'altro lo percepisca?
chi deve essere perdonato, da chi deve essere perdonato?
----------------------------------------------------------------------------

Citazione:
La conoscenza può essere d'intralcio. L'ignoranza può liberare. Capire quando è il momento di sapere e quando invece no è altrettanto importante che brandire una spada fulminea.
Suzume-no-kume (1434)
Io direi anche che può essere bene "ignorare di conoscere" anche se di solito la falsa umiltà fa dire:"So di non sapere"... sembra uguale.... ma c'è un'abisso.....
Uno non è connesso  
Vecchio 14-02-2005, 21.34.21   #20
Era
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Era
 
Data registrazione: 29-05-2004
Messaggi: 2,671
Predefinito

"chi perdona deve farlo perchè l' altro percepisca..............?"
no..chi perdona lo fa al di là di ciò che l' altro percepisce...
chi perdona...non vede l' altro come un nemico...ma come
un' anima che fa parte del tutto...

"chi deve essere perdonato da chi deve essere perdonato.......?"
anche qui...si tratta di anime....probabilmente deve perdonarsi da se..

e va bene sarà una fesseria....ma è l' unico modo che conosco...
per stare in pace con me (quando ci riesco) e con il mondo...
vedere l' altro come un' Anima in crescita...e non solo come persona


__________________
Dio mi conceda
la serenità di accettare
le cose che non posso cambiare
il coraggio di cambiare
quelle che posso cambiare
e la saggezza
di distinguere tra le une e le altre
Era non è connesso  
Vecchio 14-02-2005, 23.14.58   #21
aerdna
Pensa di allungare la permanenza
 
L'avatar di aerdna
 
Data registrazione: 24-12-2004
Residenza: Selvena GR
Messaggi: 9
Predefinito

il perdono?è sicuramente il miglior segno d'amore..il saper perdonare?beh,dono divino....
aerdna non è connesso  
Vecchio 14-02-2005, 23.31.46   #22
Shanti
Partecipa agli eventi
 
L'avatar di Shanti
 
Data registrazione: 19-12-2004
Messaggi: 1,350
Predefinito

Questa discussione sta diventando un labririnto per me... E se ci vogliamo mettere pure la nebbia... Io mi sto seriamente preoccupando...
Citazione:
Originalmente inviato da Uno
Citazione:
Originalmente inviato da stellatea
Ma è più IMPORTANTE capire la reazione che Giuda e Pietro ebbero: il primo non ha avuto fiducia nel perdono del suo amico, l'altro sì.
Anche questa affermazione non è male... ci può far ragionare su una cosa....
perdono.... c'è chi perdona e chi deve essere perdonato...
chi perdona "deve" farlo perchè l'altro lo percepisca?
chi deve essere perdonato, da chi deve essere perdonato?
Io vedo questo post per la prima volta. Mi era sfuggito comepletamente. Ho letto solo quello subito sotto. E il bello è che ho sproloquiato mezz'ora sul fatto che forse i tuoi post vengono letti superficialmente e poi io per prima non ho nemmeno letto quello. Chiedo venia ma davvero non l'avevo proprio visto. Sul perdono si può fare una discussione immensa... Lo metterei perfino tra le basi dell'insegnamento del Cristo... Lo metterei anche tra una delle ragioni e degli scopi della vita stessa...


Citazione:
chi perdona "deve" farlo perchè l'altro lo percepisca?
Per me perdonare significa cancellare come con un colpo di spugna la "colpa" di chi crediamo ci abbia fatto un torto...come se non fosse proprio successo... Non esiste dire "ti perdono" e poi pensare" ma non dimentico..." quello non è perdonare secondo me, anzi è continuare a tenere la persona legata perchè trovo impossibile che essa alla fine non lo percepisca... Mettere una pietra sopra un evento del genere, senza invece "cancellarlo" è come rafforzare il senso di colpa e al tempo stesso ergersi a "giudice benevolo" che compie pure un atto presuntuoso nei confronti del colpevole.

Citazione:
chi deve essere perdonato, da chi deve essere perdonato?
Sì Era penso che hai ragione quando dici che deve perdonarsi da sè, ma questo lo trovo molto, ma molto più difficile... Bisognerebbe prima accettare i propri errori per perdonarsi...
Shanti non è connesso  
Vecchio 14-02-2005, 23.45.18   #23
Era
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Era
 
Data registrazione: 29-05-2004
Messaggi: 2,671
Predefinito

bisognerebbe capire chi si E'
__________________
Dio mi conceda
la serenità di accettare
le cose che non posso cambiare
il coraggio di cambiare
quelle che posso cambiare
e la saggezza
di distinguere tra le une e le altre
Era non è connesso  
Vecchio 15-02-2005, 16.55.24   #24
Uno
Amministratore
 
L'avatar di Uno
 
Data registrazione: 28-05-2004
Messaggi: 9,241
Predefinito

Uhum...
in psicologia sarebbero tutte risposte interessanti ed è vero che come dice Shanti ci si potrebbe fare una discussione immensa...
ma visto che lo stiamo affrontando in esoterismo il discorso cambia.... poi accostandolo a Gesù.... vediamo.... un aiutino...
"Perdonali perchè non sanno cosa stanno facendo"

che dite forse il "perdono" in senso esoterico ha un'altro significato?
Uno non è connesso  
Vecchio 16-02-2005, 17.09.14   #25
Shanti
Partecipa agli eventi
 
L'avatar di Shanti
 
Data registrazione: 19-12-2004
Messaggi: 1,350
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Uno
"Perdonali perchè non sanno cosa stanno facendo"
Ho sempre pensato che intendesse dire: perdona loro poiché non sono consapevoli... Poi non so... Ricordo che diceva anche a chi gli domandava quante volte perdonare rispondeva: settanta volte sette...

Citazione:
Originalmente inviato da Uno
che dite forse il "perdono" in senso esoterico ha un'altro significato
Questa è difficile... Mi butto con una delle mie castronerie... aspettando lumi... Parlando di dissoluzione... della colpa... può avere a che fare con il... solve...? ohmy222.g:
Shanti non è connesso  
 


Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire nuovi messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare files
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice vB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Vai al forum

Discussioni simili
Discussione Autore discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Cristianesimo Uno Tradizioni Spirituali ed Esoteriche 38 27-06-2007 20.04.34


Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 20.36.12.




Powered by vBulletin Copyright ©2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd.
Questo sito non è, nè può ritenersi assimilabile ad una testata giornalistica, viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità del materiale. Pertanto, non è un prodotto editoriale sottoposto alla disciplina della l. n. 62 del 2001. Il materiale pubblicato è sotto la responsabilità dei rispettivi autori, tutti i diritti sono di Ermopoli.it che incoraggia la diffusione dei contenuti, purchè siano rispettati i seguenti principi: sia citata la fonte, non sia alterato il contenuto e non siano usati a scopo di lucro. P.iva 02268700271