Ermopoli
L'antica città della conoscenza
  
    
Torna indietro   Ermopoli > Forum > Giardino Filosofico > Esperienze

 
 
Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Vecchio 24-10-2007, 18.02.31   #26
turaz
Richiesta Cancellazione
 
Data registrazione: 27-06-2007
Messaggi: 2,098
Predefinito

diciamo che sanno andare a "pizzicare" i punti in cui vedono "debolezza".
ecco perchè a mio avviso occorrerebbe un dialogo a 2 aperto che metta in "chiaro" alcune cose e che magari sia meglio farlo prima di confrontarsi con il "piccino".
turaz non è connesso  
Vecchio 24-10-2007, 18.17.06   #27
Uno
Amministratore
 
L'avatar di Uno
 
Data registrazione: 28-05-2004
Messaggi: 9,654
Predefinito

In effetti il discorso è andato fuori tema, questo lato sarà meglio continuarlo nell'altra discussione http://www.ermopoli.it/portale/showthread.php?p=41649
Uno non è connesso  
Vecchio 24-10-2007, 18.17.50   #28
dafne
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di dafne
 
Data registrazione: 24-09-2007
Messaggi: 3,603
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da turaz Visualizza messaggio
diciamo che sanno andare a "pizzicare" i punti in cui vedono "debolezza".
ecco perchè a mio avviso occorrerebbe un dialogo a 2 aperto che metta in "chiaro" alcune cose e che magari sia meglio farlo prima di confrontarsi con il "piccino".
dialogo a due certamente, in riferimento al confronto col piccino non credo vada bene. Ci sono concetti Turaz che per noi sono ovvi ma per loro incomprensibili.
mi spiego con un esempio (attenzione ho un bimbo di 8 e l'altro di 7, non sono piccolissimi)
parlando proprio con la psicoterapeuta che sta vedendo il più piccolo le ho detto, molto orgogliosa di me, che avevo cominciato a dire ai miei bimbi che devono essere più ordinati, perchè così la mamma non deve passare tanto tempo a mettere a posto e ha più tempo per giocare con loro.( Niente imposizioni quindi ma una spiegazione.)
ti sembra coplicato?
a me sembrava bellissimo essere riuscita a passare la regola dell'ordine in questo modo, cosi semplice e non impositiva
la tipa mi guarda e mi dice "non va bene" ci sono rimasta di sasso "non va bene -mi ripete- primo perchè non ha senso il tempo per i tuoi figli -glup- poi perchè, cos'è un ricatto? se metti in ordine sto con te se no no?
L'ordine è ordine, punto. se vuoi spiegare digli che è per stare meglio, nel pulito e basta"
ma non ne faccio una giusta? mi son detta...però è vero, non tutto è spiegabile a un bambino
Capisci cosa intendo?
dafne non è connesso  
Vecchio 30-10-2007, 11.04.03   #29
dafne
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di dafne
 
Data registrazione: 24-09-2007
Messaggi: 3,603
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da dafne Visualizza messaggio

quello che ancora oggi mi brucia un pochino però ragazzi è il fatto che se mio marito ci fosse probabilmente tutto questo non sarebbe successo

Tradotto:
quello che ancora mi brucia un pochino però ragazzi è il fatto che se mio padre ci fosse stato probabilmente tutto questo non sarebbe successo.

come cambiano i punti di vista cambiando il soggetto eh?
dafne non è connesso  
Vecchio 31-10-2007, 12.58.32   #30
dafne
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di dafne
 
Data registrazione: 24-09-2007
Messaggi: 3,603
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Ray Visualizza messaggio


Comunque non è che automaticamente se una maestra lo chiede il sostegno arriva. Non so come è nella tua regione, ti consiglio di informarti bene chi ha competenza su cosa, ma è probabile che per avere un sostegno serva una dichiarazion di handicap emesso da una commissione dell'azienda sanitaria locale (nei distretti sanitari ci sono le UOBA, unita operative bambini e adolescenti che hanno anche queste competenze).
Purtroppo in molti luoghi è prassi abusare di queste dichiarazioni per avere dei sostegni che altrimenti non sono previsti. In pratica, di fronte ad un disturbo per esempio del comportamento, per il quale NON E' PREVISTO NULLA, viene emesso certificato di handicap e così si può assegnare il sostegno (che a volte magari serve)... ma non è possibile che venga fatto senza l'approvazione dei genitori (a meno che il bambino non sia affidato a qualche ente, come il comune).

Mi rendo conto che la materia è complicata, però me ne intendo, se serve chiedete, eventualmente apriamo un tread specifico, purtroppo può servire a molti.

Ah, ricordati che a volte la soluzione più facile è cambiare scuola... (se le cose dovessero farsi "strane" per il bambino non è facile, soprattuto se ha amici).

Ho riletto e sto post è una minestra... tanti argomenti e nessuno approfondito... bon sono qua (intendo per le questioni "burocratiche"... per il bambino siamo tutti qua)
Ciao Ray
scusami ma le cose mi stanno un pò sfuggendo di mano e ho bisogno di qualche chiarimento.
Mi ha appena chiamato la maestra dicendomi che ieri è stata spinta volontariamente dal piccolo e che ha dovuto riferirlo al Dirigente scolastico perchè è anche rimasta sotto osservazione (no comment)
Mi hai detto che non sono previste maestre di sostegno per problemi comportamentali giusto? e che per un'eventuale segnalazione ci vogliono le firme dei genitori. Dimmi se sbaglio. ( o dimmi dove andare a chiedere info..)
Ma se sta benedetta donna ha in mano un documento come quello (presumo, ci parlo alle quattro..) della caduta può saltare via la fase delle firme?
GRAZIE in anticipo
dafne non è connesso  
Vecchio 31-10-2007, 15.17.57   #31
dafne
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di dafne
 
Data registrazione: 24-09-2007
Messaggi: 3,603
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da dafne Visualizza messaggio


Bene, chiarita la storia (spero) veniamo alle motivazioni. Quel messaggio è li per dirmi qualcosa, qualcosa che mi irrita ma che non riesco a vedere in pieno.
Credo che ci siano due filoni principali in questo post, uno è nel presente, nella mia relazione con i miei bimbi che spesso, purtroppo, è coflittuale. Nel mio sentirmi "messa a nudo" dalle maestre, come se il loro commento avesse invaso un pezzo della mia intimità senza motivo.
In modo inconscio forse anche il mio non "sentirmi all'altezza" della situazione. E poi, timidamente affiora la sensazione di avere in carico un compito troppo gravoso con un pò di rancore verso chi quel compito se l'era preso assieme a me e poi se n'è lavato, diciamo così, le mani..
E poi l'altro è del passato,del mio trascorso di figlia, dei rapporti interpersonali carenti di calore "fisico", anche se l'affetto e l'amore c'è sempre stato...ma le emozioni erano segni di debolezza nella maggior parte dei casi per cui...si evitavano..oppure esplodevano in discussioni.
La rottura di quel minimo di equilibrio e la successiva perdita di qualsiasi punto di riferimento hanno fatto un bel gazzabuglio nell mia testolina...solidificato da messaggi per lo più di tipo ambivalente (ti voglio bene per come sei ma devi essere come ti dico io...ad es.)
gazzabuglio che oggi mi mette di fronte ai miei figli con armi improprie e che mi fanno reagire alle loro provocazioni (= richiesta di attenzione) in maniera a volte brutale..
Lasciati da parte sensi di colpa (beh quasi sempre...) e giudizi inutili sui miei genitori che hanno fatto ciò che potevano (anche perchè ripeto l'affetto c'è è innegabile) oggi mi ritrovo qui con un bambino che si è palesemente messo contro tutto e contro tutti e che vorrebbe andarsene (vado via dal mondo e da tutti...) ma che non se ne va perchè sente di non potercela fare da solo (cosa che se alimentata costituirà la base, se qualcosa ho capito, di una futura dipendenza futura dal fare casini per ricevere attenzione)
Per crescere lui devo crescere io, o forse, smettere di pensare che devo crescere e accorgermi che l'ho già fatto, devo solo rendermene conto.
Se qualcosa di quello che leggete vi dà occasione di darmi uno spunto un momento di riflessione ne sno felice, ancora non so bene quali e quanti sono i meccanismi falsati che ho memorizzato ma parlrne qui con voi (tag muro-del-pianto compresa ) è importante.
questo sento e penso
dafne non è connesso  
Vecchio 31-10-2007, 16.44.21   #32
Elle
Cittadino/a
 
L'avatar di Elle
 
Data registrazione: 11-04-2007
Messaggi: 166
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da dafne Visualizza messaggio
Credo che ci siano due filoni principali in questo post, uno è nel presente, nella mia relazione con i miei bimbi che spesso, purtroppo, è coflittuale. Nel mio sentirmi "messa a nudo" dalle maestre, come se il loro commento avesse invaso un pezzo della mia intimità senza motivo.
In modo inconscio forse anche il mio non "sentirmi all'altezza" della situazione. E poi, timidamente affiora la sensazione di avere in carico un compito troppo gravoso con un pò di rancore verso chi quel compito se l'era preso assieme a me e poi se n'è lavato, diciamo così, le mani..
E poi l'altro è del passato,del mio trascorso di figlia, dei rapporti interpersonali carenti di calore "fisico", anche se l'affetto e l'amore c'è sempre stato...ma le emozioni erano segni di debolezza nella maggior parte dei casi per cui...si evitavano..oppure esplodevano in discussioni.
La rottura di quel minimo di equilibrio e la successiva perdita di qualsiasi punto di riferimento hanno fatto un bel gazzabuglio nell mia testolina...solidificato da messaggi per lo più di tipo ambivalente (ti voglio bene per come sei ma devi essere come ti dico io...ad es.)
gazzabuglio che oggi mi mette di fronte ai miei figli con armi improprie e che mi fanno reagire alle loro provocazioni (= richiesta di attenzione) in maniera a volte brutale..
Lasciati da parte sensi di colpa (beh quasi sempre...) e giudizi inutili sui miei genitori che hanno fatto ciò che potevano (anche perchè ripeto l'affetto c'è è innegabile) oggi mi ritrovo qui con un bambino che si è palesemente messo contro tutto e contro tutti e che vorrebbe andarsene (vado via dal mondo e da tutti...) ma che non se ne va perchè sente di non potercela fare da solo (cosa che se alimentata costituirà la base, se qualcosa ho capito, di una futura dipendenza futura dal fare casini per ricevere attenzione)
Per crescere lui devo crescere io, o forse, smettere di pensare che devo crescere e accorgermi che l'ho già fatto, devo solo rendermene conto.
Se qualcosa di quello che leggete vi dà occasione di darmi uno spunto un momento di riflessione ne sno felice, ancora non so bene quali e quanti sono i meccanismi falsati che ho memorizzato ma parlrne qui con voi (tag muro-del-pianto compresa ) è importante.
questo sento e penso
Innanzitutto credo che dovresti semplicemente accettare gli aiuti che ti vengono proposti, sia psicologicamente sia nell'ambito scolastico, senza paragonare tuo figlio a cosa altro di male fanno altri bambini e quali sono le reazioni nei loro confronti differenti da quelle che ti si offrono.
Poi...poi dovresti mettere da parte l'orgoglio o il sentimento di offesa perchè ora come ora non servono nessuno dei due, se non ad affosarti oltre a farti perdere di vista l'obbiettivo primario che in questo momento è tuo figlio e non tu...
Poi certo verrai anche tu...per forza perchè c'è da lavorare per te stessa e con te stessa..ma non è un dovere che ti si sta assegnando solo a te dafne, ce lo abbiamo tutti ancora di più quando diventiamo genitori....
Elle non è connesso  
Vecchio 31-10-2007, 22.12.17   #33
Ray
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di Ray
 
Data registrazione: 10-08-2005
Messaggi: 7,218
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da dafne Visualizza messaggio
Ciao Ray
scusami ma le cose mi stanno un pò sfuggendo di mano e ho bisogno di qualche chiarimento.
Mi ha appena chiamato la maestra dicendomi che ieri è stata spinta volontariamente dal piccolo e che ha dovuto riferirlo al Dirigente scolastico perchè è anche rimasta sotto osservazione (no comment)
Mi hai detto che non sono previste maestre di sostegno per problemi comportamentali giusto? e che per un'eventuale segnalazione ci vogliono le firme dei genitori. Dimmi se sbaglio. ( o dimmi dove andare a chiedere info..)
Ma se sta benedetta donna ha in mano un documento come quello (presumo, ci parlo alle quattro..) della caduta può saltare via la fase delle firme?
GRAZIE in anticipo
La questione è un po' complicata, inoltre mi hai dato troppo pochi elementi per valutare la situazione specifica rischierei di dirti scemenze o cose inutili... così com'è posso darti informazioni di carattere generale, poi in realtà mi servirebbero degli elementi alcuni dei quali ti possono sembrare poco importanti ma non è così, tipo il tuo indirizzo e i rapporti che nella tua zona ci sono tra azienda sanitaria e comune.

In linea di massima le insegnanti di sostegno sono previste a supporto di bambini a cui è stato certificato un handicap. In caso di disturbi del comportamento o altri disagi di tipo psichico, più o meno passeggeri che siano, dato che non esistono attulmente formule che rispondano in modo specifico, in molte zone di Italia è prassi diffusa l'abuso della certificazione di handicap per fornire il sostegno necessario al bambino.
Come dire che un bambino avrebbe besogno di un supporto, questo supporto è previsto solo per altre situazioni e allora si certifica l'altra situazione e si accede al supporto.

E' chiaro che non è la scuola a poter stabilire che il supporto è necessario, in quanto non è titolata a farlo. Questo spetta ad una commissione medica e la procedura di solito parte dai distritti sanitari di competenza, nello specifico le UOBA che si occupano di bambini e adolescenti.
La scuola può segnalare il caso a vari enti. Anzi avrebbe il dovere di farlo quando si verificano determinate situazioni (per dire avrebbero il dovere di segnalare al Tribunale per i Minorenni i casi di sospetto abuso e/o violenza familiare... cosa che non avviene quasi mai perchè spesso hanno paura a prendersi la responsabilità di fare una segnalazione). La scuola comunque può segnalare la cosa sia all'azienda sanitaria che al comune che al tribunale per i minori... in questo caso, se di disturbo si tratta (posto che non possono certo fare una diagnosi) dovrebbero segnalare all'ASS.
Ovviamente il loro primo dovere è segnalare il problema ai genitori.

Se tu tu sei già rivolta a questi enti è una cosa, se invece ti sei rivolta a qualcuno in regime privato allora potrebbe (sottolineo potrebbe, dipende dal caso) essere sia utile che una buona mossa rivolgersi al distretto sanitario di competenza, chidere un appuntamento con uno/a psicologo/a del'età evolutiva, spiegare la situazione e da chi sei seguita e magari metterli in contatto.
Il distretto deve proporre delle soluzioni.

Bon, mi fermo per ora, voreri dire molte altre cose, magari poi scirvo qualcosa sulle maestre di sostegno, su quello che è il loro compito e ruolo e su quello che effettivamente fanno (dovrebbero fare)... anticipo che il compito principale è quello di favorire l'integrazione... non certo di fare il cane da guardia o che so io... comunque ne riparliamo. Intanto potresti informarti sul distretto sanitario di tua competenza (cosa che dipende dall'indirizzo) magari telefonando al centralino dell'azienda sanitaria locale (o su internet... "distrtto sanitario" e il nome della città).
Ray non è connesso  
Vecchio 01-11-2007, 14.43.21   #34
dafne
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di dafne
 
Data registrazione: 24-09-2007
Messaggi: 3,603
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Elle Visualizza messaggio
Innanzitutto credo che dovresti semplicemente accettare gli aiuti che ti vengono proposti, sia psicologicamente sia nell'ambito scolastico, senza paragonare tuo figlio a cosa altro di male fanno altri bambini e quali sono le reazioni nei loro confronti differenti da quelle che ti si offrono.
Poi...poi dovresti mettere da parte l'orgoglio o il sentimento di offesa perchè ora come ora non servono nessuno dei due, se non ad affosarti oltre a farti perdere di vista l'obbiettivo primario che in questo momento è tuo figlio e non tu...
Poi certo verrai anche tu...per forza perchè c'è da lavorare per te stessa e con te stessa..ma non è un dovere che ti si sta assegnando solo a te dafne, ce lo abbiamo tutti ancora di più quando diventiamo genitori....
Forse non hai letto bene
Ho seguito e sto seguendo tutte le indicazioni, tra cui mi sono affidata a un centro di consulenza di psicoterapia che sta facendo...poco.
Sul fatto che mio figlio è l'obiettivo primario non ci piove, certo è però che se ha degli atteggiamenti errati,(pieghe del carattere a parte) facilmente le ha apprese in casa...non posso intervenire sull'atteggiamento del padre, perchè come ho scritto più su non c'è, ma posso intervenire su di me perchè magari gesti che a me sembrano normali a lui (bimbo) scatenano reazioni esagerate.
Ora
orgoglio ferito nel sentirmi richiamata all'ordine? Forse si ma il problema davvero non è il mio orgoglio ma un meccanismo perverso che purtroppo ho già visto altrove in movimento (forse è qui che percepisci il mio attrito) quando un bambino viene additato e le maestre non se la sentono di gestire il problema.
Mi va di c.. che la maestra d'italiano ha un gran cuore e ci crede davvero che il bambino non ha problemi psicologici, perchè per altre sarebbe già stato messo alle corde.
Scusami sarà stupido ma questa cosa mi fa arrabbiare, parliamo tanto di tutela dei minori e poi li "molliamo" appena diventano difficili da gestire. Se hai notato mi ci sono messa in mezzo in quel noi.
Sta di fatto che non intendo continuare a vivere in questo minestrone e questi post aperti qui ti possono sembrare manifesti di orgoglio ferito o di richiesta di comprensione non è così, se appena appena riuscissi a sbrogliare il gazzabuglio che ho in testa cambierebero molte cose ne sono certa.
E a chi chiedere se non a degli amici?
dafne non è connesso  
Vecchio 01-11-2007, 16.17.56   #35
Elle
Cittadino/a
 
L'avatar di Elle
 
Data registrazione: 11-04-2007
Messaggi: 166
Predefinito

Forse non ho letto bene o forse ti ho comunicato qualcosa che a te non è piaciuto.
Elle non è connesso  
Vecchio 01-11-2007, 16.41.29   #36
Shanti
Partecipa agli eventi
 
L'avatar di Shanti
 
Data registrazione: 19-12-2004
Messaggi: 1,350
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da dafne
Ho seguito e sto seguendo tutte le indicazioni, tra cui mi sono affidata a un centro di consulenza di psicoterapia che sta facendo...poco.

[...]quando un bambino viene additato e le maestre non se la sentono di gestire il problema.
In genere lo psicoterapeuta che segue il bambino chiede di colloquiare privatamente con le maestre per suggerire una linea di comportamento. A mio figlio era bastato questo per risolvere il suo problema, cambiato l’atteggiamento delle maestre è cambiato anche il suo… Anche se mi rendo conto che dipende da caso a caso potrebbe essere utile, è un lavoro di squadra tra psicologo, genitore e maestre, ma prendere di punta il bambino secondo me peggiora la situazione (mi riferisco alla maestra spintonata che, da quanto ho letto, non mi è sembrata molto comprensiva anzi). E qui ti do ragione sul meccanismo che si può vedere in tutte le scuole: ci sono maestre che entrano per la prima volta in una classe magari dopo aver letto le valutazioni degli altri insegnanti fatte sugli alunni negli anni precedenti. Maestre che nemmeno hanno visto in faccia un bambino, ma iniziano con i pregiudizi, magari collegandolo alla scheda che hanno letto e assumendo da subito un atteggiamento errato.
Shanti non è connesso  
Vecchio 04-11-2007, 12.24.53   #37
dafne
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di dafne
 
Data registrazione: 24-09-2007
Messaggi: 3,603
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Elle Visualizza messaggio
Forse non ho letto bene o forse ti ho comunicato qualcosa che a te non è piaciuto.
Elle
mi hai comunicato qualcosa che non mi è piaciuto. ..
non ho scisso il tuo messaggio da un messaggio che mi arriva spesso da chi mi sta vicino, un messaggio che mi fa sempre male ma a cui non riesco mai a ribattere...farlo con te è stato fin troppo facile avrei dovuto fermarmi un nano secondo prima di partire con la digitata selvaggia....sono davvero dispiaciuta..
ecco, non so se può servire farti capire cos'è successo ma..ci provo (anche perchè non è ancora chiarissimo neanche a me..)
I miei in casa hanno stabilito un bel pò di anni fa che sono una che se ne frega,un'orgogliosa, incapace di provare dolore vero per un tempo superiore ai dieci minuti e che appena può fa spallucce fregandosene delle proprie responabilità, non riescono proprio a vedere la parte di me che si macera, tra l'altro spesso inutilmente, per ogni aggettivo mossa e pensiero che venga da loro e neanche conoscono la persona che si preoccupa per gli altri perchè spesso, mi sto accorgendo, io stessa la nascondo ai loro occhi...vai a sapere perchè.....quel tuo "metti da parte l'orgoglio e il sentimento d'offesa" è finito su quel nervo scoperto come un getto d'alcool, lo so avrei dovuto fermarmi e sbollire, c'era qualcosa che stonava in quanto scrivevo, ho letto la tua risposta ma non ho risposto a te...
Forse è semplicemente tempo di ammettere che sono orgogliosa si.. ma anche che non so cosa sia l'orgoglio... lo associo con l'indifferenza verso gli altri e il mettersi al di sopra di tutti...ma l'orgoglio può anche essere positivo, essere orgogliosi di una cosa buona che si ha fatto per esempio...essere troppo orgogliosi e farsi umiliare forse sono due facce della stessa medaglia e io oscillo tra le due senza riuscire a comprendere il vero significato di nessuna delle due..
va beh sto uscendo dal seminato, il succo del discorso è che mi spiace di aver fatto partire il pungiglione senza rendermi conto che non era te che volevo colpire.
dafne non è connesso  
Vecchio 20-11-2007, 11.47.57   #38
dafne
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di dafne
 
Data registrazione: 24-09-2007
Messaggi: 3,603
Predefinito

scuola
atto secondo scena terza
ho colloquiato con garbo con la psico-cosa, le ho esposto le mie perplessità sul meccanismo maestre-nano-castigo, le ho comunicato di come le signore fossero piuttosto seccate per la mia non-presenza alla riunione con lei (lei=psico-cosa) e di come quell'incidente provocato alla maestra dal piccolo mi fosse stato fatto pesare pesantemente...
bon
per la serie devo imparare a contare prima di arrabbiarmi la psico-cosa si è dimostrata molto attenta ai segnali, mi ha detto che in maniera assoluta io non devo essere presente ai colloqui tra lei e le maestre perchè sono incontri tra professionisti, io non c'entro con l'educazione scolastica (in pratica mi ha detto che le maestre sono loro e che loro devono trovare un modo per dialogare e costruire con mio figlio e viceversa), si è anche seccata un pò per quella eccessiva sottolineatura del fatto che la maestra caduta aveva scelto di non andare al Pronto Soccorso, cito le sue parole" non ci ha fatto un favore, certo ha evitato delle seccature, ma se ha deciso di non farsi vedere è stato perchè probabilmente non c'era nulla da far vedere, non inneschiamo il meccanismo del -mihaifattounfavore-che non fa bene a nessuno" ...il nano? ho provato a portarlo mercoledi scorso dalla psico-cosa, era molto triste "ma sto facendo il bravo.." la frase è stata colta dalla psico che mi ha detto che davvero sospendiamo gli incontri perchè non vuole in alcun modo che il piccolo viva gli incontri come una punizione, anzi, visto che ha un problema di autostima meglio trovare un'altra strada, ce penseremo.
Sta di fatto che a scuola e a casa ultimamente è più tranquillo, forse che il far cadere la maestra lo ha davvero scioccato, forse che la sua mamma è un filino meno paturniosa forse...chi lo sa..ma per il momento tutto tace e le giornate passano con qualche attrito in meno.
Risolto? Non credo, ma un passo in avanti lo abbiamo fatto e...io ho imparato che per passare da A a C ci sta in mezzo la B ...un pò più di calma e un pò meno pregiudizi.
e avanti!
dafne non è connesso  
Vecchio 06-12-2007, 15.51.00   #39
dafne
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di dafne
 
Data registrazione: 24-09-2007
Messaggi: 3,603
Predefinito Mitico!!

Ragazzi condivido con voi anche questo..
atto terzo scena prima
la psico-cosa va a scuola l'altro giorno e mi chiama al cellulare (facendomi gelare il sangue nelle vene perchè aveva detto che mi avrebbe chiamato solo in caso di problemi) e mi racconta felice e gioiosa che le maestre sono tranquille, che il bimbo ha ancora "i suoi momenti" ma si sta impegnando, stà ottenendo ottimi risultati e nel complesso è più gestibile (evvvai..qui ragazzi vi dico....GRAZIE ) Cmq tutto sereno, l'unica cosa è che la maestra di matematica vorrebbe più ordine.
Bon, alla sera vedo il piccolo e gli sciorino tutti i miei complimenti (aò, quando ce vò ce vò) ad un certo punto gli dico "l'unica cosa dovresti essere più ordinato in matematica" e il mitico nano mi risponde così

"eh no mamma!!! o faccio il bravo o sono ordinato!!!"




oddio credevo di morire l'altra sera...
e mi ribadisce
"STO GIA' FACENDO IL BRAVO!!" (sottotitolo non rompere mamma)
eh cosa cips gli vuoi dire?

MA CHE HA RAGIONE!!!
ieri sera poi, ciliegina, mi guarda con i suoi occhioni grandi e mi dice
"mamma, la maestra mi ha detto che te lo dirà personalmente quanto sono bravo"


Batuffolo
dafne non è connesso  
Vecchio 06-12-2007, 16.50.16   #40
Uno
Amministratore
 
L'avatar di Uno
 
Data registrazione: 28-05-2004
Messaggi: 9,654
Predefinito

a te e al batuffolo
Uno non è connesso  
Vecchio 06-12-2007, 22.13.58   #41
stella
Organizza eventi
 
L'avatar di stella
 
Data registrazione: 09-04-2006
Messaggi: 2,225
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da dafne Visualizza messaggio
Bon, alla sera vedo il piccolo e gli sciorino tutti i miei complimenti (aò, quando ce vò ce vò) ad un certo punto gli dico "l'unica cosa dovresti essere più ordinato in matematica" e il mitico nano mi risponde così

"eh no mamma!!! o faccio il bravo o sono ordinato!!!"




oddio credevo di morire l'altra sera...
e mi ribadisce
"STO GIA' FACENDO IL BRAVO!!" (sottotitolo non rompere mamma)
eh cosa cips gli vuoi dire?

MA CHE HA RAGIONE!!!
i


Batuffolo
Mitico veramente !!!!! Ha proprio ragione il tuo cucciolo !!!

stella è connesso ora  
Vecchio 06-12-2007, 22.48.25   #42
Era
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Era
 
Data registrazione: 29-05-2004
Messaggi: 2,671
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da dafne Visualizza messaggio
"eh no mamma!!! o faccio il bravo o sono ordinato!!!"




oddio credevo di morire l'altra sera...
e mi ribadisce
"STO GIA' FACENDO IL BRAVO!!" (sottotitolo non rompere mamma)
eh cosa cips gli vuoi dire?

MA CHE HA RAGIONE!!!
ieri sera poi, ciliegina, mi guarda con i suoi occhioni grandi e mi dice
"mamma, la maestra mi ha detto che te lo dirà personalmente quanto sono bravo"


Batuffolo
troppo forte sto ragazzino e pure sta mamma senza libretto d' istruzioni
__________________
Dio mi conceda
la serenità di accettare
le cose che non posso cambiare
il coraggio di cambiare
quelle che posso cambiare
e la saggezza
di distinguere tra le une e le altre
Era non è connesso  
Vecchio 07-12-2007, 10.24.48   #43
dafne
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di dafne
 
Data registrazione: 24-09-2007
Messaggi: 3,603
Predefinito Psssss

Ragazzi
non vorrei che questo sfuggisse
le piccoli e grandi vittorie mie e del batuffolo sono anche piccole e grandi vittorie vostre, è anche merito vostro.
Sono nostre
che bel suono ha questa parola che ne dite?
dafne non è connesso  
 


Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire nuovi messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare files
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice vB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Vai al forum

Discussioni simili
Discussione Autore discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Quale Via: Mano Destra, secca, o Mano Sinistra, umida? jezebelius Esoterismo 104 12-04-2010 22.29.17
La scuola: molti bulli..e poco insegnamento jezebelius Gogna 12 21-09-2008 01.18.28
Cara, ti darò la Luna! Ray Discorsi da Comari 19 27-10-2007 17.00.16


Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 16.44.46.




Powered by vBulletin Copyright ©2000 - 2023, Jelsoft Enterprises Ltd.
Questo sito non è, nè può ritenersi assimilabile ad una testata giornalistica, viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità del materiale. Pertanto, non è un prodotto editoriale sottoposto alla disciplina della l. n. 62 del 2001. Il materiale pubblicato è sotto la responsabilità dei rispettivi autori, tutti i diritti sono di Ermopoli.it che incoraggia la diffusione dei contenuti, purchè siano rispettati i seguenti principi: sia citata la fonte, non sia alterato il contenuto e non siano usati a scopo di lucro. P.iva 02268700271