Ermopoli
L'antica città della conoscenza
  
    
Torna indietro   Ermopoli > Forum > Botteghe > Arte

 
 
Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Vecchio 10-04-2010, 00.00.02   #1
'ayn soph
Bannato/a
 
Data registrazione: 14-12-2006
Messaggi: 1,893
Predefinito A Lezione di Musica

Vorrei dedicare questo thread alla Musica e più in particolare alla pratica musicale. Conoscendo i limiti che derivano dal mezzo usato mi limiterò diciamo ad adattare la pratica manuale che si fa sul foglio o anche sulla tradizionale lavagna con tanto di gessetto a questo mezzo che ci offre la tecnologia e anche l'Admin Uno.
Penso subito che uno dei maggiori problemi relativi a questo formato specifico sarà senz'altro la limitata possibilità di inserire immagini che invece sarebbero la cosa principale che andrebbe a sostituire i sopra detti mezzi manuali.
Cmq non vorrei iniziare qualcosa che non interessa come se alla fine sembrasse di volerla fare puramente per ego smisurato, invece dovrebbero essere delle lezioni a cui far seguire la partecipazione di tutti o insomma di chi vuole partecipare. Quindi senz'altro inizio poi si vede se proseguire.

Le lezioni sono soprattutto per chi non conosce la musica o cmq conosce soltanto il nome e la posizione nell'endecalineo ma in genere è aperta a tutti.

Intanto la musica è la più alta espressione umana anche al di sopra delle altre arti dato che l'ispirazione e la realizzazione non ha nulla a che vedere con la materia.
Faccio subito una distinzione d'obbligo che vede il Ritmo la Melodia e l'Armonia come un unico ingranaggio tra l'altro molto simile anche ad altre triadi che conosciamo meglio.
Il Ritmo è materia allo stato puro
La Melodia è individualità
L'Armonia è la massima realizzazione d'insieme
Sto considerando che le immagini in questo modo non possono essere utilizzate.
Cmq al di la della grafica il concetto di ritmo è qualcosa che ha a che vedere con l'essere piantati per terra e quindi Tempo e Spazio.
All'inizio come vediamo dall'immagine non è importante scrivere qualcosa di impegnativo e anche un ritmo scandito da diverse unità e da diverse metà è più che sufficiente per capire il concetto.
Al limite neanche l'indicazione del tempo è necessaria e neppure il rigo musicale dato che il ritmo non ha propriamente questo bisogno ma si regola appunto mediante il valore attribuito alle stesse note o Figure. Poi con l'aiuto dei file audio si potrebbe anche rendere il suono alle notine.
Cosa vi sembra? No, dicevo l'idea vi sembra buona? Tra l'altro è anche interattivo come dicevo sopra tutti sono tenuti a inserire un proprio lavoro anche chi non sa ancora nulla.
Icone allegate
Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:  Ritmo.JPG
Visite: 337
Dimensione:  8.4 KB  

Ultima modifica di 'ayn soph : 10-04-2010 alle ore 00.12.13.
'ayn soph non è connesso  
Vecchio 10-04-2010, 10.47.55   #2
Uno
Amministratore
 
L'avatar di Uno
 
Data registrazione: 28-05-2004
Messaggi: 9,209
Predefinito

Il titolo è un pò ambizioso, ma mi piace l'idea.
Non posso partecipare adesso, ma seguo.
Se il problema delle immagini è che le vedi piccole una volta allegate, basta cliccarle.
Uno non è connesso  
Vecchio 10-04-2010, 11.56.42   #3
'ayn soph
Bannato/a
 
Data registrazione: 14-12-2006
Messaggi: 1,893
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Uno Visualizza messaggio
Il titolo è un pò ambizioso, ma mi piace l'idea.
Non posso partecipare adesso, ma seguo.
Se il problema delle immagini è che le vedi piccole una volta allegate, basta cliccarle.
Ho messo li un titolo il primo che mi è venuto in mente ma si accettano suggerimenti. In quanto alle immagini intendevo dire che mi sembra siano limitate in merito al numero o alla grandezza se ho capito bene ma si può fare un eccezione almeno spero. Ok allora inizio.
'ayn soph non è connesso  
Vecchio 10-04-2010, 11.57.55   #4
'ayn soph
Bannato/a
 
Data registrazione: 14-12-2006
Messaggi: 1,893
Predefinito

Prima tabella dei Valori
Icone allegate
Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:  Valori.JPG
Visite: 326
Dimensione:  20.0 KB  
'ayn soph non è connesso  
Vecchio 10-04-2010, 12.09.52   #5
'ayn soph
Bannato/a
 
Data registrazione: 14-12-2006
Messaggi: 1,893
Predefinito

Come potete vedere dalla Tabella dei valori riportata sopra (sono riuscito anche a farla a misura giusta) si osservano dall'alto a sx una serie di 6 cerchi ognuno di quali sempre più piccolo in dimensione e contenente un nuovo elemento in più rispetto a quella di dx. Infatti dalla sx si vedono due cerchi del valore di 4/4 ciascuno (Valore Relativo) oppure di 1 Unità ciascuna (Valore Assoluto). Lo stesso con il secondo gruppo di cerchi dove 2/4 è il loro Valore Relativo e 1/2 è il loro Valore Assoluto. Infine le ultime Figure (così vengono chiamate ogni singola nota) con Valore Relativo di 1/4 e con Valore Assoluto di 1/4. Quello che si evince dai numeri è che l'Ultima Figura (in gergo musicale chiamata semiminima) ha nei Valori Relativi e in quelli Assolti una perfetta corrispondenza. Quindi potremmo confrontare quello che questa Figura rappresenta con il concetto più conosciuto del metro nei confronti del sistema metrico decimale. A parte questo preambolo di presentazione, il resto dell'esposizione verterà soprattutto sul lato pratico musicale certamente correlato da un appoggio teorico/rappresentativo. I cerchi sotto più grandi rappresentano la visualizzazione dei Valori in base alle Metà (o Mezzi) nel primo Cerchio a sx, in base ai quarti, nel Cerchio di mezzo e in base ai sedicesimi nel Cerchio a dx. L'intero è sempre identificabile nel Cerchio, poi a secondo le Figure e i Tempi il Tutto assume un altro aspetto.

Ultima modifica di 'ayn soph : 10-04-2010 alle ore 12.16.36.
'ayn soph non è connesso  
Vecchio 10-04-2010, 12.32.53   #6
'ayn soph
Bannato/a
 
Data registrazione: 14-12-2006
Messaggi: 1,893
Predefinito

Sulla figura che vede sotto ci sono due linee di Ritmo, la prima è una sequenza senza alcuna indicazione e volutamente fatta con i cerchi, la seconda invece è una sequenza un pò più elaborata, intanto a parte i colori, la forma delle note è cambiata, l'ho fatta volutamente quadrata, infatti nella storia della musica c'è anche questa forma che è un pò più antica quando le note si chiamavano neumi. Ma la particolarità evidente è data dalla misura delle stesse e dal taglio verticale che separa i due gruppi di valori. Il primo potremmo memorizzarlo di valore 2, mentre il secondo di valore 1. Quale è la differenza? Che nelle prime 4 note attribuisco un tempo in base al valore (es. deciderò che ogni nota dovrà essere eseguita ad una certa velocità rispetto al Tempo, inteso come Minuti e secondi) quindi ipotizzato che al valore 1 attribuisco Velocità di 1 secondo, tutto il resto si risolve da se. Quindi avremo che la prima nota quadrata grande durerà in totale 2 secondi (1 secondo ogni valore, sono 2 valori quindi totale 2 secondi), mentre ogni nota di quelle più piccole a dx durerà soltanto 1 secondo, dato che il valore attribuito è la metà.
Icone allegate
Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:  Ritmo 2.JPG
Visite: 323
Dimensione:  16.4 KB  
'ayn soph non è connesso  
Vecchio 10-04-2010, 13.21.00   #7
'ayn soph
Bannato/a
 
Data registrazione: 14-12-2006
Messaggi: 1,893
Predefinito

Ora proviamo a fare una specie di gioco, con combinazione ritmica di 1 e di 2 e per chi vuole anche da 1/2 proviamo a creare anche semplicemente con l'aiuto di Paint una sequenza composta di almeno 7 cellule (chiamo così ogni elemento compreso tra stanghetta e stanghetta o barrette verticali)
'ayn soph non è connesso  
Vecchio 10-04-2010, 14.46.39   #8
'ayn soph
Bannato/a
 
Data registrazione: 14-12-2006
Messaggi: 1,893
Predefinito

Faccio un esempio io e poi se volete fatelo voi scambiando la posizione degli elementi o dando altri valori per es. 2-1-1/2








Edit: purtroppo l'immagine non si vede se non cliccandola, pazienza
Icone allegate
Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:  Ritmo Esempio.jpg
Visite: 344
Dimensione:  16.5 KB  
'ayn soph non è connesso  
Vecchio 10-04-2010, 19.58.22   #9
stella
Organizza eventi
 
L'avatar di stella
 
Data registrazione: 09-04-2006
Messaggi: 2,055
Predefinito

Premesso che di musica non ne so quasi niente, a parte un'infarinatura scolastica, trovo molto interessante la tua esposizione.
Io mi ricordo che c'era uno strumento chiamato metronomo che si poteva calibrare più lento o più veloce per misurare il ritmo e il tempo, ma visto graficamente è anche un bell'effetto....

stella non è connesso  
Vecchio 10-04-2010, 22.22.52   #10
'ayn soph
Bannato/a
 
Data registrazione: 14-12-2006
Messaggi: 1,893
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da stella Visualizza messaggio
Premesso che di musica non ne so quasi niente, a parte un'infarinatura scolastica, trovo molto interessante la tua esposizione.
Io mi ricordo che c'era uno strumento chiamato metronomo che si poteva calibrare più lento o più veloce per misurare il ritmo e il tempo, ma visto graficamente è anche un bell'effetto....

Esatto Stella il tempo per ora anche se non abbiamo il Metronomo (strumento che sfrutta le proprietà del pendolo e che calibrato parte da 40 fino a 206 per minuto) è interessante intanto visivamente e poi ci si può regolare per ora con la lancetta dell'orologio oppure quelli al quarzo con i secondi. Quindi ogni secondo vado a colpire la pelle di un tamburo per es.
A proposito di tamburo, dato che mi interessa più il lato pratico, consiglio a chi può di procurarsi un tamburo con due bacchette o mazzuoli come nella figura, o piccolo o più grande a seconda la disponibilità e il gusto, quello grande produce una vibrazione più grave o bassa.
Icone allegate
Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:  timbales.jpg
Visite: 317
Dimensione:  22.0 KB  
'ayn soph non è connesso  
Vecchio 10-04-2010, 22.33.32   #11
'ayn soph
Bannato/a
 
Data registrazione: 14-12-2006
Messaggi: 1,893
Predefinito

Istruzioni per l'uso del Tamburo
I mazzuoli vanno impugnati come quando si impugna il volante dell'auto, la pressione della mani deve essere forte ma non abbastanza da bloccare le articolazioni. Quando si suona di norma di usa la mano destra specialmente per note singole e cmq non veloci. Si usano entrambe le mani quando il movimento è più veloce o le note sono più corte (hanno valori più piccoli) o anche quando la sequenza è di 1 lunga e di 2 corte (in questo caso sarà per prima destra e poi destra/sinistra). Il tamburo va accordato e per questo è sempre meglio farlo fare a chi li vende sempre che lo sappia fare, altrimenti si potrà farlo da soli avendo cura di girare con la chiavetta in dotazione sempre lo stesso numero, per es. si inizia da una parte dando due giri di chiave e poi si finisce la circonferenza facendo lo stesso, se ancora non ci piace (a parte che si potrebbe anche accordare con una nota) si prosegue con altri giri per es. 1 ogni volta per arrivare al suono giusto. Il suono giusto può essere qualsiasi, dato che in questo caso non si deve suonare con altri strumenti e il dover usare il frequenzimetro o accordare da altro strumento a suono fisso sarebbe già più complicato, quindi ci accontentiamo.


Edit: Aspetto le vostre composizioni o i vostri commenti o domande

Ultima modifica di 'ayn soph : 10-04-2010 alle ore 23.27.59.
'ayn soph non è connesso  
Vecchio 12-04-2010, 21.36.29   #12
'ayn soph
Bannato/a
 
Data registrazione: 14-12-2006
Messaggi: 1,893
Predefinito

Ho capito che la materia non vi piace e non intendo solo la musica ma il Ritmo come raffigurazione metaforica della materia. Allora procedo con qualcosa di più complesso e nello stesso tempo celestiale i rapporti armonici e melodici.

Ultima modifica di 'ayn soph : 12-04-2010 alle ore 21.57.13.
'ayn soph non è connesso  
Vecchio 12-04-2010, 21.52.17   #13
'ayn soph
Bannato/a
 
Data registrazione: 14-12-2006
Messaggi: 1,893
Predefinito

Questa sotto è una Scala di otto note: Do, Re, Mi, Fa, Sol, La, Si e Do.
Come notate c'è un ottavo suono o nota ripetuta che pur facendo parte di altro livello o "scala" è collegata direttamente a quella a lei inferiore dato che è la naturale tendenza della stessa.
Però sarebbe preferibile che facciate domande almeno capisco che c'è interesse e poi cmq è più interessante.
Icone allegate
Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:  Scala.JPG
Visite: 347
Dimensione:  14.5 KB  
'ayn soph non è connesso  
Vecchio 12-04-2010, 22.35.01   #14
diamantea
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di diamantea
 
Data registrazione: 29-03-2010
Messaggi: 2,738
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da 'ayn soph Visualizza messaggio
Però sarebbe preferibile che facciate domande almeno capisco che c'è interesse e poi cmq è più interessante.
L'argomento è interessante ma difficile da mettere in pratica senza uno strumento ed un esempio dal vivo, almeno per me anche se ho una conoscenza di base della musica e del solfeggio nella misura in cui mi serve per "mettere in gola le note".
Però sto lavorando ad una cosa che mi interessa molto e che i musicisti non insegnano e forse nemmeno sanno.
Dove risuonano i suoni nel corpo? E' da un pò di tempo che mi chiedo dove risuona la A ad esempio. Nel mio sostegno vocale ho una A imperfetta perchè non trovo il punto di risonanza nel corpo. E' una fatica enorme sostenere un vocalizzo con A che consuma la mia riserva di fiato, mentre non mi succede con I.
Forse dovrei fare logopedia ma mi è venuto di chiedere a te, anche se non so che tipo di preparazione musicale tu abbia acquisito e se ha un senso ciò che chiedo.
diamantea è connesso ora  
Vecchio 12-04-2010, 22.59.04   #15
'ayn soph
Bannato/a
 
Data registrazione: 14-12-2006
Messaggi: 1,893
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da diamantea Visualizza messaggio
L'argomento è interessante ma difficile da mettere in pratica senza uno strumento ed un esempio dal vivo, almeno per me anche se ho una conoscenza di base della musica e del solfeggio nella misura in cui mi serve per "mettere in gola le note".
Però sto lavorando ad una cosa che mi interessa molto e che i musicisti non insegnano e forse nemmeno sanno.
Dove risuonano i suoni nel corpo? E' da un pò di tempo che mi chiedo dove risuona la A ad esempio. Nel mio sostegno vocale ho una A imperfetta perchè non trovo il punto di risonanza nel corpo. E' una fatica enorme sostenere un vocalizzo con A che consuma la mia riserva di fiato, mentre non mi succede con I.
Forse dovrei fare logopedia ma mi è venuto di chiedere a te, anche se non so che tipo di preparazione musicale tu abbia acquisito e se ha un senso ciò che chiedo.
MI sembra di aver capito cosa intendi e proprio giorni fa mi era capitato un articolo, ne avessi soltanto 1 ma per ritrovarlo non so ci posso provare.
Ma quello era un articolo più esoterico che musicale, con la voce è un po come per la parola quindi è anche identificabile, nella bocca emettendo un suono con A la cassa di risonanza si attesta verso il basso e verso l'uscita se non mi sbaglio infatti la lingua riposa in basso. Con la I si alza un po ma non capisco a questo punto cosa vuoi dire. Nel senso il tutto deve essere sostenuto a livello di "pancia" quindi di diaframma. Poi quando la spinta sale va contro la corda vocale che vibrando emette un suono. La fatica potrebbe derivare da una mancata spinta diaframmatica oppure da una intonazione troppo bassa per la tua estensione. Ma da qui è difficile capire.
'ayn soph non è connesso  
Vecchio 12-04-2010, 23.09.53   #16
diamantea
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di diamantea
 
Data registrazione: 29-03-2010
Messaggi: 2,738
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da 'ayn soph Visualizza messaggio
Ma da qui è difficile capire.
La mia maestra dice che è una questione di sostegno ma io sento che non trovo la giusta risonanza, la mia A risulta un pò sfiatata anche quando parlo. Cmq da lontano è difficile. Magari se trovi l'articolo potrebbe venir fuori qualche intuizione
diamantea è connesso ora  
Vecchio 12-04-2010, 23.14.53   #17
'ayn soph
Bannato/a
 
Data registrazione: 14-12-2006
Messaggi: 1,893
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da diamantea Visualizza messaggio
La mia maestra dice che è una questione di sostegno ma io sento che non trovo la giusta risonanza, la mia A risulta un pò sfiatata anche quando parlo. Cmq da lontano è difficile. Magari se trovi l'articolo potrebbe venir fuori qualche intuizione
L'articolo non credo che ci sarà di grande aiuto però vedrò. Ti consiglio di lavorare sul diaframma, la respirazione secondo le note da sostenere non può essere minima ma media e deve andare sempre in basso, poi ti puoi aiutare anche spingendo l'aria ormai nel diaframma con i muscoli addominali infatti avrà più forza. E' la spinta che si usa anche in altra occasione tipo contrazioni ed è molto utile anche per chi parla molto a lungo di modo che non vada troppo a caricare le corde vocali con rischi facilmente immaginabili.
'ayn soph non è connesso  
Vecchio 13-04-2010, 00.20.19   #18
stefano
Richiesta Cancellazione
 
Data registrazione: 11-05-2009
Messaggi: 1,322
Predefinito

non è un problema di lettera secondo me.
è un problema di nota collegata alla lettera.
la A di per se può essere associata a tutte le note.
ciascuna nota di base risuona in un punto diverso del corpo.
più grave è più va verso il bacino, più acuta è più va verso la parte alta del cranio.
per gli amanti dei chakras a grandi linee ciascun chakra ha una nota "base"
ma non è un problema di lettera a mio avviso.

diverso è il discorso se è la dizione della A ad avere problemi ossia se non imposti correttamente la bocca per emettere quel suono
stefano non è connesso  
Vecchio 13-04-2010, 00.23.54   #19
'ayn soph
Bannato/a
 
Data registrazione: 14-12-2006
Messaggi: 1,893
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da stefano Visualizza messaggio
non è un problema di lettera secondo me.
è un problema di nota collegata alla lettera.
la A di per se può essere associata a tutte le note.
ciascuna nota di base risuona in un punto diverso del corpo.
più grave è più va verso il bacino, più acuta è più va verso la parte alta del cranio.
per gli amanti dei chakras a grandi linee ciascun chakra ha una nota "base"
ma non è un problema di lettera a mio avviso.

diverso è il discorso se è la dizione della A ad avere problemi ossia se non imposti correttamente la bocca per emettere quel suono
Potrebbe essere l'articolazione sulla vocale
i vocalizzi dei cantanti se non erro si basano su Ea e quindi tra la E e la A c'è un piccolo spostamento di lingua e di laringe
'ayn soph non è connesso  
Vecchio 13-04-2010, 00.26.11   #20
stefano
Richiesta Cancellazione
 
Data registrazione: 11-05-2009
Messaggi: 1,322
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da 'ayn soph Visualizza messaggio
Questa sotto è una Scala di otto note: Do, Re, Mi, Fa, Sol, La, Si e Do.
Come notate c'è un ottavo suono o nota ripetuta che pur facendo parte di altro livello o "scala" è collegata direttamente a quella a lei inferiore dato che è la naturale tendenza della stessa.
Però sarebbe preferibile che facciate domande almeno capisco che c'è interesse e poi cmq è più interessante.
come se ci fosse "continuità" anche solo nella scala di riferimento.
si ragiona a ottave (gruppo di otto note) non a gruppi di sette.
ma lo spazio tra una nota e l'altra non è il medesimo in tutta la scala o mi sbaglio?
stefano non è connesso  
Vecchio 13-04-2010, 00.27.31   #21
stefano
Richiesta Cancellazione
 
Data registrazione: 11-05-2009
Messaggi: 1,322
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da 'ayn soph Visualizza messaggio
Potrebbe essere l'articolazione sulla vocale
i vocalizzi dei cantanti se non erro si basano su Ea e quindi tra la E e la A c'è un piccolo spostamento di lingua e di laringe
secondo me è un problema di rigidità mascellare più che laringeo se si parla di dizione ma da come ha scritto diamantea penso abbia ragione la sua insegnante ossia che sia un problema di sostegno della nota a livello diaframmatico e pensando alla media femminile su tonalità basse ove il diaframma diventa quasi fondamentale
stefano non è connesso  
Vecchio 13-04-2010, 01.04.02   #22
Ray
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di Ray
 
Data registrazione: 10-08-2005
Messaggi: 7,149
Predefinito

Prima che Ayn muoia d'ansia e delusione dico che mi interessa. Per adesso leggo, vedo un po' come vuoi impostare che non è che si capisca tantissimo se devo essere sincero. Cioè, hai mollato subito l'impostazione iniziale e forse valeva la pena insistere chissà.

Comunque mi associo alla domanda di stefano, mi piacerebbe leggere dei rapporti tra le note e le scale, anche matematici, ma soprattutto qualitativi (questa è difficile) cioè per esempio perchè e per come una nota fa risuonare anche la sua quinta ad esempio.

Ma bon, attendo.
Ray non è connesso  
Vecchio 13-04-2010, 09.44.52   #23
'ayn soph
Bannato/a
 
Data registrazione: 14-12-2006
Messaggi: 1,893
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Ray Visualizza messaggio
Prima che Ayn muoia d'ansia e delusione dico che mi interessa. Per adesso leggo, vedo un po' come vuoi impostare che non è che si capisca tantissimo se devo essere sincero. Cioè, hai mollato subito l'impostazione iniziale e forse valeva la pena insistere chissà.

Comunque mi associo alla domanda di stefano, mi piacerebbe leggere dei rapporti tra le note e le scale, anche matematici, ma soprattutto qualitativi (questa è difficile) cioè per esempio perchè e per come una nota fa risuonare anche la sua quinta ad esempio.

Ma bon, attendo.
Premetto che può essere anche che in alcuni post sono o sarò costretto a "improvvisare" ma ciò non toglie che la linea guida c'è.
Il fatto dell'ansia o delusione non è un mio parametro e tra l'altro non è una cosa su cui risuono, anzi. Però il fatto che nessuno abbia risposto, al di la della competenza mi risulta per esperienza che non c'è interesse, aggiungo pure che l'interesse vien strada facendo e questo è il motivo per cui ho chiuso momentaneamente con il discorso Ritmo per poi riprenderlo all'occasione.
In sostanza dico tutto questo perché non voglio fare un trattato, altrimenti avrei scritto (e non è detto ma per ora non credo) ma a parte tutto mi interessa l'interazione, ripeto che non c'è stata.
Chiusa parentesi rispondo:
Stefano - infatti c'è continuità dato che dobbiamo sempre tener presente il nostro ambito musicale. Esso è un ambito Relativo (prende in considerazione soltanto l'udibile da 16 16/20 mila Hz) e più in particolare Individualizzato infatti ogni strumento e/o voce sono un capito a se stante.
Gruppi di ottava perchè l'ottavo suono è come vibrazione il doppio del primo e soprattutto perchè il settimo è un suono instabile che deve necessariamente andare (risolvere) sull'ottavo. Rapportato alla nostra vita il settimo è la morte.

Lo spazio tra una nota e l'altra anche chiamato INTERVALLO non è uguale tra tutte le note ma soprattutto ci sono 7 intervalli tra 8 note. Lo spazio è stato "temperato" ovvero reso in qualche modo bilanciato rispetto a qualche secolo fa ma fondamentalmente gli intervalli presenti sono di due tipo di Tono (Distanza tra Do e Re) o di Semitono (distanza tra Mi e Fa). Certamente poi all'interno degli intervalli di Semitono si sono distinzioni da fare ma ora è superfluo anche scriverlo.

Ray - Il fatto di quello che chiami far risuonare anche la quinta è possibile vederlo in due modi differenti. Allora prendiamo una nota Do.
Essa è al contempo la nota Fondamentale Armonica (nel senso che sta come prima nota in una serie di altre due sovrapposte) chiamata anche con il nome di TONICA (da Tono che da il tono) e allo stesso momento (come pure tutte le altre note) è un Suono Generatore di altri infiniti suoni da essa derivate per vibrazione ma che noi apparentemente ma anche in senso fisico non percepiamo dato che vibrano ad un frequenza per noi impossibile da udire.
Si dipartono almeno 16 Armoniche per ogni suono base o Fondamentale e il discorso della quinta è che tra i primi Suoni Armonici prodotti da un Suono Fondamentale troviamo oltre che l'Ottava anche la Quinta.
Altro particolare è che il nome Reale della 5 nota sulla scala di Do ma anche su ogni altra scala (facendo le dovute correzioni) è DOMINANTE un nome che anche a sentirlo lascia presagire l'importanza del grado.
'ayn soph non è connesso  
Vecchio 13-04-2010, 10.01.31   #24
stefano
Richiesta Cancellazione
 
Data registrazione: 11-05-2009
Messaggi: 1,322
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da 'ayn soph Visualizza messaggio
Premetto che può essere anche che in alcuni post sono o sarò costretto a "improvvisare" ma ciò non toglie che la linea guida c'è.
Il fatto dell'ansia o delusione non è un mio parametro e tra l'altro non è una cosa su cui risuono, anzi. Però il fatto che nessuno abbia risposto, al di la della competenza mi risulta per esperienza che non c'è interesse, aggiungo pure che l'interesse vien strada facendo e questo è il motivo per cui ho chiuso momentaneamente con il discorso Ritmo per poi riprenderlo all'occasione.
In sostanza dico tutto questo perché non voglio fare un trattato, altrimenti avrei scritto (e non è detto ma per ora non credo) ma a parte tutto mi interessa l'interazione, ripeto che non c'è stata.
Chiusa parentesi rispondo:
Stefano - infatti c'è continuità dato che dobbiamo sempre tener presente il nostro ambito musicale. Esso è un ambito Relativo (prende in considerazione soltanto l'udibile da 16 16/20 mila Hz) e più in particolare Individualizzato infatti ogni strumento e/o voce sono un capito a se stante.
Gruppi di ottava perchè l'ottavo suono è come vibrazione il doppio del primo e soprattutto perchè il settimo è un suono instabile che deve necessariamente andare (risolvere) sull'ottavo. Rapportato alla nostra vita il settimo è la morte.

Lo spazio tra una nota e l'altra anche chiamato INTERVALLO non è uguale tra tutte le note ma soprattutto ci sono 7 intervalli tra 8 note. Lo spazio è stato "temperato" ovvero reso in qualche modo bilanciato rispetto a qualche secolo fa ma fondamentalmente gli intervalli presenti sono di due tipo di Tono (Distanza tra Do e Re) o di Semitono (distanza tra Mi e Fa). Certamente poi all'interno degli intervalli di Semitono si sono distinzioni da fare ma ora è superfluo anche scriverlo.

Ray - Il fatto di quello che chiami far risuonare anche la quinta è possibile vederlo in due modi differenti. Allora prendiamo una nota Do.
Essa è al contempo la nota Fondamentale Armonica (nel senso che sta come prima nota in una serie di altre due sovrapposte) chiamata anche con il nome di TONICA (da Tono che da il tono) e allo stesso momento (come pure tutte le altre note) è un Suono Generatore di altri infiniti suoni da essa derivate per vibrazione ma che noi apparentemente ma anche in senso fisico non percepiamo dato che vibrano ad un frequenza per noi impossibile da udire.
Si dipartono almeno 16 Armoniche per ogni suono base o Fondamentale e il discorso della quinta è che tra i primi Suoni Armonici prodotti da un Suono Fondamentale troviamo oltre che l'Ottava anche la Quinta.
Altro particolare è che il nome Reale della 5 nota sulla scala di Do ma anche su ogni altra scala (facendo le dovute correzioni) è DOMINANTE un nome che anche a sentirlo lascia presagire l'importanza del grado.
vediamo se ho ben compreso:
quindi è l'ottava nota a dare in un certo senso "definitività" all'accordo (che altrimenti è come se risultasse "sospeso")

pensando a una scala di Do quindi il SOL è quello che hai definito "dominante"?
a livello uditivo ha qualche implicazione particolare?
stefano non è connesso  
Vecchio 13-04-2010, 10.07.36   #25
'ayn soph
Bannato/a
 
Data registrazione: 14-12-2006
Messaggi: 1,893
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da stefano Visualizza messaggio
vediamo se ho ben compreso:
quindi è l'ottava nota a dare in un certo senso "definitività" all'accordo (che altrimenti è come se risultasse "sospeso")

pensando a una scala di Do quindi il SOL è quello che hai definito "dominante"?
a livello uditivo ha qualche implicazione particolare?
Non è l'ottava nota a dare senso dato che all'interno dell'ottava tutto ha senso, ma nel momento in cui andrò a quel 7 grado, allora resta inteso che il passaggio è d'obbligo (infatti il 7° è detto SENSIBILE) all'ottava nota a meno che non consideri il tutto sotto altro punto di vista e allora la 7° da Sensibile sale a Sottotonica, in questo caso non è vincolante RISOLVERE sulla Tonica, ma è un caso già di Armonia avanzata qui stiamo dicendo nozioni base, per quel discorso ci vuole di più.

A livello uditivo l' intervallo di 5° è in assoluto il più gratificante ma anche direi quello di 3° Magg, però quello ancora più diciamo al di sopra resta quello di Ottava (Do......Do) che è diciamo come passare dal materico al mentale
'ayn soph non è connesso  
 


Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire nuovi messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare files
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice vB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Vai al forum

Discussioni simili
Discussione Autore discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
dipendenza da musica dafne Psicologia moderna e antica 52 24-03-2012 08.54.35
Musica dal vivo, ricetta anti pirateria? Uno Arte 9 13-09-2011 21.22.13
La prima lezione di Yoga Il Folle Esperienze 4 28-10-2008 22.05.43
la musica nel cuore dafne Esperienze 64 07-07-2008 22.51.27
Musica è Shanti Testi Canzoni 1 22-02-2007 03.15.55


Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 23.02.21.




Powered by vBulletin Copyright ©2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd.
Questo sito non è, nè può ritenersi assimilabile ad una testata giornalistica, viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità del materiale. Pertanto, non è un prodotto editoriale sottoposto alla disciplina della l. n. 62 del 2001. Il materiale pubblicato è sotto la responsabilità dei rispettivi autori, tutti i diritti sono di Ermopoli.it che incoraggia la diffusione dei contenuti, purchè siano rispettati i seguenti principi: sia citata la fonte, non sia alterato il contenuto e non siano usati a scopo di lucro. P.iva 02268700271