Ermopoli
L'antica città della conoscenza
  
    
Torna indietro   Ermopoli > Forum > Tempio > Esoterismo

 
 
Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Vecchio 20-12-2008, 23.44.08   #51
Ray
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di Ray
 
Data registrazione: 10-08-2005
Messaggi: 7,214
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da filoumenanike Visualizza messaggio
cerco di ragionare su quello che voi tutti dite e, anche se su sponde per ora lontane, mi piace dialogare e sono sempre pronta al confronto.
per quanto riguarda i libri non intendevo certo dei testi specifici sulla differenza tra nulla e niente, avrei gradito qualche testo guida per conoscere il mondo esoterico a me sconosciuto, del resto quando si va a scuola per conoscere ed imparare non ci sentiamo dire che non ci sono testi su cui studiare...mi sembra di aver capito che lo studioso Guyerd(?), potrebbe essere un punto di partenza iniziatico
Forse intendi Gurdjieff (che spesso chiamiamo Gurdy, in tono un po' irriverente)... è certo roba buona da leggere, come molte altre cose, e non posso che consigliartelo, tuttavia sono dell'opinione di Uno e di Kael. Non si tratta di leggere questo o quel libro ma di cercare di allargare il proprio modo di vedere le cose, quello che tutti qui cerchiamo di fare. Se non provi a considerare, per esempio, che esistano delle diferenze tra nulla e niente e magari anche a prendere in considerazione quelle che ti vengono proposte, e perchè no proporne di tue, sarà difficile dialogare su qualsiasi cosa. Va a finire che ognuno fa un'esposizione sterile del suo modo di pensare e ognuno li resta, mentre qui - almeno io - cerco di accrescere e a volte, per non dire speso, mi tocca buttare per aria quello che penso, almeno per il tempo di soppesare altre possibilità.

Mi dispiace che ti senti tutti contro, sono sicuro che non è così. Io so di risultare ruvido a volte (ma non è colpa mia, mi disegnano così), ma l'intenzione è sempre quella di cercare di capire e far capire (che sono due cose molto ma molto vicine). D'altronde l'impressione che mi hai dato è di essere molto ancorata al tuo modo di vedere e il mio conseguente vissuto è stato quello della pressochè totale inutilità dei miei sforzi per farmi capire. Miei limiti entrambi.

In ogni caso, se vuoi un consiglio su cosa leggere per capie meglio l'aria che si respira qui, direi che i tread del forum e gli articoli sono quanto di meglio...
Ray non è connesso  
Vecchio 21-12-2008, 00.20.04   #52
filoumenanike
Organizza eventi
 
L'avatar di filoumenanike
 
Data registrazione: 05-12-2008
Messaggi: 1,712
Predefinito

si ray, intendevo gurdjieff, grazie.

ho come l'impressione di dire delle cose, magari in sintonia con altri, mi è capitato più volte, e di non essere presa in considerazione forse per l'ovvietà e banalità dell'osservazione così come può apparire a voi che state molto avanti in questo campo.
vi posso chiedere che cosa sia l'esoterismo? siete una evoluzione degli gnostici? siete religiosi di tipo cattolico? sono domande indiscrete...?

mi sorge il dubbio di scrivere in forma forse non troppo accattivante, non metto emotions, non mi piacciono, scusate se non sto in linea e se potete accettatemi, altrimenti ditemi quando e dove è il mio errore, grazie
filoumenanike non è connesso  
Vecchio 21-12-2008, 00.31.05   #53
Grey Owl
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Grey Owl
 
Data registrazione: 24-01-2006
Messaggi: 2,100
Predefinito

Tornando al titolo, la relatività di Dio e della sua potenza, vorrei dire che il Dio in senso assoluto è onnipotente ma non manifesta la sua onnipotenza. Riprendendo l'analogia dell'uomo-Dio e le cellule-uomini , l'uomo-Dio è la manifestazione dell'umanità (Dio in senso assoluto) ed ha perso il senso assoluto che è tutta l'umanità nel momento stesso che diventato singolo uomo-Dio.

Provo a spiegare meglio, Dio è onnipotente ed in questo stato non si manifesta. Nel momento che si manifesta non è più onnipotente, perde una parte della sua onnipotenza, si frammenta in una sua manifestazione. In questa manifestazione esso può "morire" ovvero rifondersi nell'onnipotenza. Come le cellule morte dell'uomo si rifondono nel ciclo della vita.
Sotto questa prospettiva l'aforisma "nulla si crea, nulla si distrugge, tutto si trasforma" acquista un significato.

In Dio onnipotente nulla si crea e nulla di distrugge, in Esso tutto si trasforma.



AGGIUNGO: Filo, non cè nulla di sbagliato in te, ma quale errore?... Accettarti? Certo che si, essere se stessi è la cosa più importante e la più difficile da fare. Continua ad essere come sei


Ultima modifica di Grey Owl : 21-12-2008 alle ore 00.35.28. Motivo: Commento a Filo
Grey Owl non è connesso  
Vecchio 21-12-2008, 01.09.31   #54
filoumenanike
Organizza eventi
 
L'avatar di filoumenanike
 
Data registrazione: 05-12-2008
Messaggi: 1,712
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Grey Owl Visualizza messaggio
Provo a spiegare meglio, Dio è onnipotente ed in questo stato non si manifesta. Nel momento che si manifesta non è più onnipotente, perde una parte della sua onnipotenza, si frammenta in una sua manifestazione. In questa manifestazione esso può "morire" ovvero rifondersi nell'onnipotenza. Come le cellule morte dell'uomo si rifondono nel ciclo della vita.
Sotto questa prospettiva l'aforisma "nulla si crea, nulla si distrugge, tutto si trasforma" acquista un significato.

In Dio onnipotente nulla si crea e nulla di distrugge, in Esso tutto si trasforma.



AGGIUNGO: Filo, non cè nulla di sbagliato in te, ma quale errore?... Accettarti? Certo che si, essere se stessi è la cosa più importante e la più difficile da fare. Continua ad essere come sei

grazie gray, è la prima risposta che mi spiega in modo semplice cose che in parte condivido, la sola cosa che non mi è chiara è come può dio manifestarsi e perdere la sua onnipotenza e restare dio, comunque la frase
" in dio onnipotente nulla si crea nulla si distrugge, in esso tutto si trasforma" mi convince.

grazie anche per le tue parole gentili
filoumenanike non è connesso  
Vecchio 21-12-2008, 01.23.53   #55
Sole
Conosce ogni vicolo
 
Data registrazione: 31-08-2005
Messaggi: 5,572
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da filoumenanike Visualizza messaggio
grazie gray, è la prima risposta che mi spiega in modo semplice cose che in parte condivido, la sola cosa che non mi è chiara è come può dio manifestarsi e perdere la sua onnipotenza e restare dio, comunque la frase
" in dio onnipotente nulla si crea nulla si distrugge, in esso tutto si trasforma" mi convince.

grazie anche per le tue parole gentili
Bisogna distinguere tra l'Assoluto e il Creatore.
Al di là di ogni concezione politicofilosoficareligiosa, esiste in ogni tradizione conosciuta un Essere Assoluto che emanando se stesso diventa il Dio che normalmente intendiamo e che ci insegnano. Così forse riesci a vederlo meno onnipotente ma sempre un Dio.
Io non credo che sia fermo in un eterno sonno ma piuttosto sia in un continuo movimento e questo movimento lo chiamerei autorigenerazione ma resta sempre uguale a se stesso ed apparentemente fermo perchè ciò che genera emana creando. Tutto parte da Lui ma ciò che noi conosciamo come Dio non è l'Assoluto. E' forse da qui che vengono fuori tante incomprensioni.
Ora queste sono idee non supportate dall'esperienza, altrimenti non ci sarei non potendo intendere la Mente dell'Assoluto.
____________________
Però non capisco la differenza tra generare e creare. Se ne era parlato altrove se vi ricordate dove suggerite, altrimenti potete ridirmi qui?
Anche nel Credo si formula "generato, non creato, dalla stessa sostanza del padre".
__________________
Se non sarò me stesso chi lo sarà per me? E se non ora, quando?

Ultima modifica di Sole : 21-12-2008 alle ore 01.26.03. Motivo: corretto frase
Sole non è connesso  
Vecchio 21-12-2008, 01.32.54   #56
Sole
Conosce ogni vicolo
 
Data registrazione: 31-08-2005
Messaggi: 5,572
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da filoumenanike Visualizza messaggio


vi posso chiedere che cosa sia l'esoterismo? siete una evoluzione degli gnostici? siete religiosi di tipo cattolico? sono domande indiscrete...?
OT

Non ho capito se intendi il sito o gli esoteristi comunque in entrambi i casi ti risponderei:
Studiosi-Ricercatori
__________________
Se non sarò me stesso chi lo sarà per me? E se non ora, quando?
Sole non è connesso  
Vecchio 21-12-2008, 01.41.28   #57
filoumenanike
Organizza eventi
 
L'avatar di filoumenanike
 
Data registrazione: 05-12-2008
Messaggi: 1,712
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Sole Visualizza messaggio
Bisogna distinguere tra l'Assoluto e il Creatore.
Al di là di ogni concezione politicofilosoficareligiosa, esiste in ogni tradizione conosciuta un Essere Assoluto che emanando se stesso diventa il Dio che normalmente intendiamo e che ci insegnano. Così forse riesci a vederlo meno onnipotente ma sempre un Dio.
Io non credo che sia fermo in un eterno sonno ma piuttosto sia in un continuo movimento e questo movimento lo chiamerei autorigenerazione ma resta sempre uguale a se stesso ed apparentemente fermo perchè ciò che genera emana creando. Tutto parte da Lui ma ciò che noi conosciamo come Dio non è l'Assoluto. E' forse da qui che vengono fuori tante incomprensioni.
Ora queste sono idee non supportate dall'esperienza, altrimenti non ci sarei non potendo intendere la Mente dell'Assoluto.

si può dunque parlare di un "dio immanente" che sebbene in continuo movimento dato dal dissolversi in forme diverse, resta sempre uguale a se stesso?

per quanto riguarda la differenza tra generare e creare potrebbe essere che il generare avviene senza una volontà esplicità, può dirsi dunque emanazione, mentre il creare dà l'idea di mettere in atto una volontà,dunque sottintende un'azione
filoumenanike non è connesso  
Vecchio 21-12-2008, 10.58.35   #58
stella
Organizza eventi
 
L'avatar di stella
 
Data registrazione: 09-04-2006
Messaggi: 2,165
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da filoumenanike Visualizza messaggio
per quanto riguarda la differenza tra generare e creare potrebbe essere che il generare avviene senza una volontà esplicità, può dirsi dunque emanazione, mentre il creare dà l'idea di mettere in atto una volontà,dunque sottintende un'azione
La differenza tra generare e creare è fondamentale, e, almeno come la vedo io, non riguarda tanto la volontà quanto la sostanza.
I genitori generano i figli, non li creano, cioè il figlio preesiste già nel ventre della madre e quando nasce contiene in sè la "sostanza" dei genitori, quindi non è esatto dire che i genitori emanano i figli, contenendo i figli nel loro DNA quello dei genitori che fa sì che siano parte naturale di loro, come un loro prolungamento...
Il creare invece significa far esistere una cosa o una persona che prima non c'era, la creazione si potrebbe dire che è frutto della volontà di Dio e lo rispecchia, ma la generazione vuol dire che la persona generata è sempre esistita nel padre, non lo so spiegare meglio, l'ha spiegato Gesù stesso dicendo :"Chi vede me, vede il Padre"
Gesù è esistito da sempre nel seno del Padre, fino dalla creazione, come si legge nel prologo del vangelo di S.Giovanni che è molto profondo, e anche in alcuni passi della Bibbia:
Proverbi 8,22 (Il Signore mi ha generato all'inizio della sua attività, prima di ogni sua opera), nel Salmo 2,7 (tu sei mio figlio, oggi ti ho generato) e nel Salmo 110,3 (dal seno dell'aurora, come rugiada, io ti ho generato).

Citazione:
Originalmente inviato da filoumenanike Visualizza messaggio
si può dunque parlare di un "dio immanente" che sebbene in continuo movimento dato dal dissolversi in forme diverse, resta sempre uguale a se stesso?
Sulla questione dell'immanenza di Dio che un po' si oppone alla trascendenza, non mi sento di parlare, essendo che io vedo Dio in entrambi i modi, e tengo sempre presente che lo intendo in tre persone che sono tutte e tre Dio e strettamente connesse tra loro in uno scambio reciproco, il Padre, il Figlio, lo Spirito Santo, in questo modo sono sempre presenti nella creazione.

Ciao


stella non è connesso  
Vecchio 21-12-2008, 10.59.49   #59
filoumenanike
Organizza eventi
 
L'avatar di filoumenanike
 
Data registrazione: 05-12-2008
Messaggi: 1,712
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Sole Visualizza messaggio
OT

Non ho capito se intendi il sito o gli esoteristi comunque in entrambi i casi ti risponderei:
Studiosi-Ricercatori
grazie sole,
intendevo chiedere l'esoterismo come corrente filosofica, torno a ripetere che per essere studiosi-ricercatori ci si deve documentare su delle fonti scritte ed ero curiosa di sapere quali fossero!
filoumenanike non è connesso  
Vecchio 21-12-2008, 11.09.50   #60
filoumenanike
Organizza eventi
 
L'avatar di filoumenanike
 
Data registrazione: 05-12-2008
Messaggi: 1,712
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da stella Visualizza messaggio
La differenza tra generare e creare è fondamentale, e, almeno come la vedo io, non riguarda tanto la volontà quanto la sostanza.
I genitori generano i figli, non li creano, cioè il figlio preesiste già nel ventre della madre e quando nasce contiene in sè la "sostanza" dei genitori, quindi non è esatto dire che i genitori emanano i figli, contenendo i figli nel loro DNA quello dei genitori che fa sì che siano parte naturale di loro, come un loro prolungamento...
Il creare invece significa far esistere una cosa o una persona che prima non c'era, la creazione si potrebbe dire che è frutto della volontà di Dio e lo rispecchia, ma la generazione vuol dire che la persona generata è sempre esistita nel padre, non lo so spiegare meglio, l'ha spiegato Gesù stesso dicendo :"Chi vede me, vede il Padre"
Gesù è esistito da sempre nel seno del Padre, fino dalla creazione, come si legge nel prologo del vangelo di S.Giovanni che è molto profondo, e anche in alcuni passi della Bibbia:
Proverbi 8,22 (Il Signore mi ha generato all'inizio della sua attività, prima di ogni sua opera), nel Salmo 2,7 (tu sei mio figlio, oggi ti ho generato) e nel Salmo 110,3 (dal seno dell'aurora, come rugiada, io ti ho generato).



Sulla questione dell'immanenza di Dio che un po' si oppone alla trascendenza, non mi sento di parlare, essendo che io vedo Dio in entrambi i modi, e tengo sempre presente che lo intendo in tre persone che sono tutte e tre Dio e strettamente connesse tra loro in uno scambio reciproco, il Padre, il Figlio, lo Spirito Santo, in questo modo sono sempre presenti nella creazione.

Ciao

grazie stella ora mi è chiaro il tuo pensiero religioso e dunque lo accetto incondizionatamente, io ho una visione più panteistica del mondo, ma sono profondamente legata alla figura profetica di Gesù e di lui amo il messaggio di amore che ha portato nel mondo
filoumenanike non è connesso  
Vecchio 21-12-2008, 12.20.49   #61
Sole
Conosce ogni vicolo
 
Data registrazione: 31-08-2005
Messaggi: 5,572
Predefinito

Secondo me Stella è il contrario, magari vediamo dopo l'etimologia, quando parliamo di generazioni familiari parliamo di una linea conduttrice che riporta ad un fonte primaria da cui tutto ha inizio. Quando invece intendiamo creare manifestiamo una forma che già esiste.
Secondo me l'Assoluto genera perchè da Esso ha fonte tutto mentre una madre crea portando avanti la generazione e forse per questo che si usa dire generare... portare avanti il filo conduttore della famiglia.
__________________
Se non sarò me stesso chi lo sarà per me? E se non ora, quando?
Sole non è connesso  
Vecchio 21-12-2008, 14.03.46   #62
griselda
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di griselda
 
Data registrazione: 07-01-2006
Messaggi: 7,869
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Sole Visualizza messaggio
Secondo me Stella è il contrario, magari vediamo dopo l'etimologia, quando parliamo di generazioni familiari parliamo di una linea conduttrice che riporta ad un fonte primaria da cui tutto ha inizio. Quando invece intendiamo creare manifestiamo una forma che già esiste.
Secondo me l'Assoluto genera perchè da Esso ha fonte tutto mentre una madre crea portando avanti la generazione e forse per questo che si usa dire generare... portare avanti il filo conduttore della famiglia.
Faccio un po' fatica a capire questa cosa perchè se ci ragiono la generazione mi pare seguire dal gene, genia, genitale....quindi trasmissione, un procedere.
Mentre la creazione mi pare un atto volitivo si può fare anche dal nulla.
Dio si dice che ha creato tutte le cose e che Gesù Cristo è stato generato e non creato dalla stessa Sostanza del Padre.
Insomma sono molto confusa, si potrebbe chiarire meglio?
Mi sa che anche qui il vocabolario fa acqua.
__________________
------------------------

ORDINE RITMO ARMONIA
griselda non è connesso  
Vecchio 21-12-2008, 14.12.23   #63
Uno
Amministratore
 
L'avatar di Uno
 
Data registrazione: 28-05-2004
Messaggi: 9,603
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da griselda Visualizza messaggio
Faccio un po' fatica a capire questa cosa perchè se ci ragiono la generazione mi pare seguire dal gene, genia, genitale....quindi trasmissione, un procedere.
Mentre la creazione mi pare un atto volitivo si può fare anche dal nulla.
E' così (n.b. si crea dal nulla, non dal niente )
Uno non è connesso  
Vecchio 21-12-2008, 14.36.22   #64
Era
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Era
 
Data registrazione: 29-05-2004
Messaggi: 2,671
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da filoumenanike Visualizza messaggio
cerco di ragionare su quello che voi tutti dite e, anche se su sponde per ora lontane, mi piace dialogare e sono sempre pronta al confronto.
per quanto riguarda i libri non intendevo certo dei testi specifici sulla differenza tra nulla e niente, avrei gradito qualche testo guida per conoscere il mondo esoterico a me sconosciuto, del resto quando si va a scuola per conoscere ed imparare non ci sentiamo dire che non ci sono testi su cui studiare...mi sembra di aver capito che lo studioso Guyerd(?), potrebbe essere un punto di partenza iniziatico
Dai Filo nessuno ti è contro si parla si discute...e come dice Uno...se si trovano degli spunti utili si può cambiare la propria visione delle cose oppure no...
Aproposito di libri o testi che trattano esoterismo...ne troverai a camionate più o meno validi ma quelli "giusti" proprio perchè di esoterismo trattano...metteranno alla prova nel senso che non ti diranno verità assolute nero su bianco...persone come te e come me che hanno interesse all' argomento ma se lo "devono meritare/guadagnare" mettendo in moto la propria volontà di comprendere...Dai abbi pazienza vedrai che pian pianino qualcosa ne verrà...Se posso permettermi..ascoltare/leggere con la massima apertura senza cristallizzare sulle proprie convinzioni che qualche volta razionaliziamo troppo
__________________
Dio mi conceda
la serenità di accettare
le cose che non posso cambiare
il coraggio di cambiare
quelle che posso cambiare
e la saggezza
di distinguere tra le une e le altre
Era non è connesso  
Vecchio 21-12-2008, 15.38.36   #65
Sole
Conosce ogni vicolo
 
Data registrazione: 31-08-2005
Messaggi: 5,572
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da griselda Visualizza messaggio
Faccio un po' fatica a capire questa cosa perchè se ci ragiono la generazione mi pare seguire dal gene, genia, genitale....quindi trasmissione, un procedere.
Mentre la creazione mi pare un atto volitivo si può fare anche dal nulla.
Dio si dice che ha creato tutte le cose e che Gesù Cristo è stato generato e non creato dalla stessa Sostanza del Padre.
Insomma sono molto confusa, si potrebbe chiarire meglio?
Mi sa che anche qui il vocabolario fa acqua.
Citazione:
Originalmente inviato da Uno Visualizza messaggio
E' così (n.b. si crea dal nulla, non dal niente )
Ok, ho capito, quindi l'Assoluto crea ma allora che vuol dire la frase del Credo:
Generato non creato? Che esisteva già coem forma, che derivava da un ceppo?

P.s.
Siamo fuori tema?
__________________
Se non sarò me stesso chi lo sarà per me? E se non ora, quando?
Sole non è connesso  
Vecchio 21-12-2008, 16.51.35   #66
Ray
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di Ray
 
Data registrazione: 10-08-2005
Messaggi: 7,214
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Sole Visualizza messaggio
Ok, ho capito, quindi l'Assoluto crea ma allora che vuol dire la frase del Credo:
Generato non creato? Che esisteva già coem forma, che derivava da un ceppo?

P.s.
Siamo fuori tema?
Non credo che siamo fuori tema, anzi il creare e generare ha parecchio a che fare con la potenza di Dio.

generare è far nascere... quindi come dice Gris, qualcosa che in sostanza c'è già ma che nasce con una certa forma, poi la forma morirà ma la sostanza permane.
Creare a mio avviso si può solo dal nulla... se è da qualche cosa è comunque un generare.
Il fatto che il figlio sia non creato è l'unico modo per il quale sia della stessa sostanza del padre, sia una cosa con lui. Quel che nasce è la forma... la sostanza manifesta una nuova forma, una nuova possibilità già insita nel padre. Non è fatto dal nulla.
Ray non è connesso  
Vecchio 21-12-2008, 17.11.29   #67
stella
Organizza eventi
 
L'avatar di stella
 
Data registrazione: 09-04-2006
Messaggi: 2,165
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Sole Visualizza messaggio
Ok, ho capito, quindi l'Assoluto crea ma allora che vuol dire la frase del Credo:
Generato non creato? Che esisteva già coem forma, che derivava da un ceppo?

P.s.
Siamo fuori tema?
Spero di no....
La frase "generato non creato" significa che Gesù è il Figlio di Dio generato da Dio, generato perchè nato da una donna, ma che porta in sè la sostanza stessa di Dio, in termini moderni potremmo dire i suoi geni, anche se non so se è proprio esatto. Come ha detto Ray, la sostanza di Dio ha preso una forma visibile, essendo che Dio si può intuire dal creato ma nessuno può vederlo, almeno a questo livello di condizione umana.
E' nato in un preciso momento storico, ma era gà in Dio da sempre, essendo Dio immutabile, è la cosa creata che si trasforma.
Noi tutti invece siamo creature di Dio, in senso largo si dice che siamo tutti figli di Dio, ma tra noi e Gesù c'è la stessa differenza che passa tra i figli adottivi e il figlio legittimo.
Questo si spiega perchè l'uomo è stato creato a sua immagine e somiglianza, ma non della stessa sostanza, altrimenti saremmo tutti Dio, e così non è, visto che siamo imperfetti.
Mi viene in mente anche che sinonimo di generare è procreare, in questo senso noi quando procreiamo collaboriamo con Dio nell'opera della creazione continuando a generare figli.
Certamente discendiamo tutti da un'origine, ma risalire a questa origine ci porta sempre all'atto creativo di Dio.
Dio essendo in tutti i tempi non ha origine e quindi anche Gesù e lo Spirito Santo erano in Dio e per mezzo di loro è stata fatta la creazione.

A proposito di creazione, mi piace pensare, come si legge nella Genesi in cui ogni giorno si aggiunge qualcosa, che il punto di origine era zero (0) che starebbe anche per nulla, a cui si è aggiunto 1 + 1 + 1 e così via...
Ora essendo che in Dio c'e il positivo e il negativo, la luce e le tenebre, all'origine tutto era perfettamente in pareggio ed equivaleva a nulla che avesse una forma.
stella non è connesso  
Vecchio 21-12-2008, 17.43.57   #68
Kael
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Kael
 
Data registrazione: 06-08-2005
Messaggi: 3,153
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da filoumenanike Visualizza messaggio
ad esempio quello che dici a proposito di dio nel post precedente coincide con quanto penso io, ma nel momento in cui lo scrivo, evidentemente non riesco ad esprimermi, tutti mi siete contro!
Scusa filo ma quello era il primo post che facevo in questo thread.... Dove hai letto ciò che penso di dio in un post precedente? Evidentemente mi hai scambiato con qualcun'altro, ma forse già questo potrebbe farti riflettere sul fatto che magari tendi a generalizzare un po' troppo... Del resto sei arrivata in forum da poco e certo non mi aspetto che sai distinguere tutti i vari utenti, però....

------------------------------------
Si crea dal nulla, si genera da un gene.
L'albero genera i suoi frutti, mentre l'artista crea le sue opere.
L'albero contiene già in potenza i suoi frutti, mentre l'artista crea le sue opere dal nulla. In questo senso è più facile comprendere che Dio ha creato il mondo e poi ha generato Suo Figlio...
Kael non è connesso  
Vecchio 21-12-2008, 18.30.26   #69
filoumenanike
Organizza eventi
 
L'avatar di filoumenanike
 
Data registrazione: 05-12-2008
Messaggi: 1,712
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Kael Visualizza messaggio
Scusa filo ma quello era il primo post che facevo in questo thread.... Dove hai letto ciò che penso di dio in un post precedente? Evidentemente mi hai scambiato con qualcun'altro, ma forse già questo potrebbe farti riflettere sul fatto che magari tendi a generalizzare un po' troppo......
scusa Kael ma è solo per precisare, nel dire "dici " c'è un evidente errore di battitura, volevo intendere ciò che si dice... e il post era di Stella, comunque ho comprato le giovani marmotte e devo dire che è un testo molto rilassante!! sul fatto che io generalizzi potresti farmi capire meglio, se non disturbo troppo?
filoumenanike non è connesso  
Vecchio 21-12-2008, 18.52.29   #70
Uno
Amministratore
 
L'avatar di Uno
 
Data registrazione: 28-05-2004
Messaggi: 9,603
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da filoumenanike Visualizza messaggio
scusa Kael ma è solo per precisare, nel dire "dici " c'è un evidente errore di battitura, volevo intendere ciò che si dice... e il post era di Stella, comunque ho comprato le giovani marmotte e devo dire che è un testo molto rilassante!! sul fatto che io generalizzi potresti farmi capire meglio, se non disturbo troppo?
Probabilmente che dai un pò per scontato che tutti la pensiamo alla stessa maniera, lo avevo già notato ma ho lasciato perdere, è ovvio che dopo un pò che si discute insieme su certe cose ci capiamo abbastanza al volo, ma non è detto che tutti abbiano lo stesso percorso, stesse letture etc...
Uno non è connesso  
Vecchio 21-12-2008, 19.37.32   #71
filoumenanike
Organizza eventi
 
L'avatar di filoumenanike
 
Data registrazione: 05-12-2008
Messaggi: 1,712
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Uno Visualizza messaggio
Probabilmente che dai un pò per scontato che tutti la pensiamo alla stessa maniera, lo avevo già notato ma ho lasciato perdere, ...
si è vero, vi vedo come un gruppo unito dalle stesse idee, e mi dà anche l'impressione, scusa la sincerità, che la tua parola sia la più seguita, forse perchè sei la mente guida?
da parte mia starò più attenta a scrivere, forse è meglio che mi limiti a leggervi per un pò di tempo, speriamo di riuscire a seguirvi, ho una forma mentis piuttosto razionale anche se mi piace spaziare e conoscere teorie diverse.
da poco ho inserito un argomento, chissà...avrò fatto bene!?

Ultima modifica di filoumenanike : 21-12-2008 alle ore 19.40.29.
filoumenanike non è connesso  
Vecchio 21-12-2008, 20.22.03   #72
Uno
Amministratore
 
L'avatar di Uno
 
Data registrazione: 28-05-2004
Messaggi: 9,603
Predefinito

Scusa se mi permetto Filo (anche O.T. ma non importa) ma ti fai troppi problemi, parla tranquillamente di ciò che ti piace (apri discussioni finchè vuoi) e/o intervieni come vuoi nelle discussioni che vuoi.
Tutto il resto è in più, se veramente sei interessata a conoscere cose che esulano dal tuo normale modo di vedere la cose, partecipa, solo leggendo certe cose rimangono inaccessibili, non per volontà di qualcuno, per essere esoterismo (cioè "interno" destinato a circoli interni) per quello che mi riguarda cerco di, diciamo, divulgare più che posso, ma certe cose non si capiscono solo imparando nozioni, si capiscono, per esempio, con lo sforzo di voler andare più in profondità.
Se leggi bene quello che scrivo, scopri che sono (parlo per me, gli altri che parlino per loro) più razionale di te, non solo razionale, ma molto più razionale di te.
Uno non è connesso  
Vecchio 21-12-2008, 20.29.58   #73
filoumenanike
Organizza eventi
 
L'avatar di filoumenanike
 
Data registrazione: 05-12-2008
Messaggi: 1,712
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Uno Visualizza messaggio
Scusa se mi permetto Filo (anche O.T. ma non importa) ma ti fai troppi problemi, parla tranquillamente di ciò che ti piace (apri discussioni finchè vuoi) e/o intervieni come vuoi nelle discussioni che vuoi.
Tutto il resto è in più, se veramente sei interessata a conoscere cose che esulano dal tuo normale modo di vedere la cose, partecipa, Se leggi bene quello che scrivo, scopri che sono (parlo per me, gli altri che parlino per loro) più razionale di te, non solo razionale, ma molto più razionale di te.
questa volta il neretto lo uso intenzionalmente, perchè dovrò imparare a capire dove sei razionale, leggerò bene e cercherò di rispondere come sento di farlo, a costo di apparire ripetitiva e cercherò di non farmi tanti problemi, ok
filoumenanike non è connesso  
Vecchio 21-12-2008, 22.23.51   #74
filoumenanike
Organizza eventi
 
L'avatar di filoumenanike
 
Data registrazione: 05-12-2008
Messaggi: 1,712
Predefinito

domanda sciocca, che significa OT ?
filoumenanike non è connesso  
Vecchio 21-12-2008, 22.32.19   #75
stella
Organizza eventi
 
L'avatar di stella
 
Data registrazione: 09-04-2006
Messaggi: 2,165
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da filoumenanike Visualizza messaggio
domanda sciocca, che significa OT ?
Significa andare off-topic, cioè uscire dal tema principale dell'argomento trattato, con il rischio che alla fine ci si dimentichi quale era il tema della discussione.

stella non è connesso  
 


Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire nuovi messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare files
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice vB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Vai al forum

Discussioni simili
Discussione Autore discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Superata la velocità della luce-possibile viaggiare nello spazio? Sole Scienza 3 10-04-2009 10.34.13
Pitagora (seconda parte): l'insegnamento e il metodo pitagorico Sole Esoterismo 1 26-08-2008 09.36.44
L'aiuto della " Potenza " jezebelius Sogni 3 13-12-2007 02.09.07
Arte in generale Uno Arte 28 02-08-2006 14.42.43
I segni dello zodiaco moonA Astrologia Occidentale 14 28-07-2006 14.30.46


Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 20.38.32.




Powered by vBulletin Copyright ©2000 - 2022, Jelsoft Enterprises Ltd.
Questo sito non è, nè può ritenersi assimilabile ad una testata giornalistica, viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità del materiale. Pertanto, non è un prodotto editoriale sottoposto alla disciplina della l. n. 62 del 2001. Il materiale pubblicato è sotto la responsabilità dei rispettivi autori, tutti i diritti sono di Ermopoli.it che incoraggia la diffusione dei contenuti, purchè siano rispettati i seguenti principi: sia citata la fonte, non sia alterato il contenuto e non siano usati a scopo di lucro. P.iva 02268700271