Ermopoli
L'antica città della conoscenza
  
    
Torna indietro   Ermopoli > Forum > Botteghe > Antiquario e Rigattiere

 
 
Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Vecchio 23-07-2010, 17.16.45   #1
Edera
Bannato/a
 
Data registrazione: 28-04-2009
Messaggi: 1,834
Predefinito La scopa

Oggi mi è venuto in mente la scopa.
Quand'ero piccola mio nonno aveva ancora la fabbrica di scope di saggina. In quegli anni fino più o meno fino agli 60 quando si diffuse la scopa in fibra sintetica, la scopa di saggina era uno dei punti forti della produzione artigianale del Veneto e veniva distribuita in tutta Italia.
Ricordo che arrivavano quantità enormi di saggina e altra cosa particolare di cui non ho mai capito l'uso, dei blocchi di zolfo giallo fluorescenti con cui mi divertivo a giocare (per fortuna non è mai successo niente ), forse veniva usato per sbiancarla.
La scopa è stata il primo strumento utilizzato dall'uomo per la pulizia della casa o in generale per pulire i luoghi dove viveva, prima di quella sintetica anche per gli interni e gli esterni delle case si usavano quelle di saggina e quelle di giunco (quella classica cavalcata dalla strega).
La scopa è sempre stata legata a una certa simbologia, da quella cavalcata dalle streghe e a quella di Walt Disney dove l'apprendista stregone (cartone animato ispirata all' omonima ballata di Goethe) anima la sua scopa e si libera da tutti gli impicci. Nella cultura popolare appendere una scopa sopra la porta in certi periodi dell'anno (spesso a capodanno) serviva a 'cacciare i demoni', nel web ho letto che anche nell'Antica Grecia spazzare le stanze della casa aveva una valenza simbolica e veniva fatto per cacciare le anime dei morti..

Ultima modifica di Edera : 23-07-2010 alle ore 17.38.06.
Edera non è connesso  
Vecchio 23-07-2010, 17.25.33   #2
luke
Organizza eventi
 
L'avatar di luke
 
Data registrazione: 27-03-2009
Messaggi: 2,181
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Edera Visualizza messaggio
Oggi mi è venuto in mente la scopa.
Quand'ero piccola mio nonno aveva ancora la fabbrica di scope di saggina. In quegli anni fino più o meno fino agli 60 quando si diffuse la scopa in fibra sintetica, la scopa di saggina era uno dei punti forti della produzione artigianale del Veneto e veniva distribuita in tutta Italia.
Ricordo che arrivavano quantità enormi di saggina e altra cosa particolare di cui non ho mai capito l'uso, dei blocchi di zolfo giallo fluorescenti con cui mi divertivo a giocare (per fortuna non è mai successo niente ), forse veniva usato per sbiancarla.
La scopa è stata il primo strumento utilizzato dall'uomo per la pulizia della casa o in generale per pulire i luoghi dove viveva, prima di quella sintetica anche per gli interni e gli esterni delle case si usavano quelle di saggina e quelle di giunco (quella classica cavalcata dalla strega).
La scopa è sempre stata legata a una certa simbologia, da quella cavalcata dalle streghe e a quella di Walt Disney dove l'apprendista stregone (cartone animato ispirata alla omonima ballata di Goethe) anima la sua scopa e si libera da tutti gli impicci. Nella cultura popolare appendere una scopa sopra la porta in certi periodi dell'anno (spesso a capodanno) serviva a 'cacciare i demoni', nel web ho letto che anche nell'Antica Grecia spazzare le stanze della casa aveva una valenza simbolica e e veniva fatto per cacciare le anime dei morti..

Mi pare esistesse in passato, la credenza che una scopa dietro la porta di casa avrebbe impedito alle streghe di entrare perchè la loro curiosità le avrebbe costrette a contare uno per uno i fili della scopa, perdendo così tutta la notte e non potendo entrare in casa per tagliare i vestiti, far venire le gambe storte ai bambini e cose di questo tipo .
luke non è connesso  
Vecchio 23-07-2010, 21.00.56   #3
Grey Owl
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Grey Owl
 
Data registrazione: 24-01-2006
Messaggi: 2,100
Predefinito

Io vivo in campagna ed ancora oggi mio zio costruisce le scope di saggina per spazzare l'aia. Non ci sono scope migliori di queste per spazzare ampi spazi di aia. La scopa di saggina è quella col manico di lengo e la saggina lunga, per intenderci quella cavalcata dalle streghe durante i sabba.

La scopa di saggina è' antica,ma non del tutto perduta nella tradizione ed aggiungo io... meno male che cè ancora.
Grey Owl non è connesso  
Vecchio 23-07-2010, 22.58.24   #4
diamantea
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di diamantea
 
Data registrazione: 29-03-2010
Messaggi: 3,108
Predefinito

Da me vige ancora la superstizione che non si ammaruggiano scope, cioè non si cambia il manico (maruggio) della scopa nel mese di agosto nè si comprano scope nuove.
Pare che muoiano i mariti!

A me non è mai risultato ma non si sa mai...
Donne agosto è vicino...
__________________
"Due è meglio di una, la felicità si raddoppia!"
diamantea non è connesso  
Vecchio 23-07-2010, 23.31.31   #5
gibbi
Partecipa agli eventi
 
L'avatar di gibbi
 
Data registrazione: 15-05-2007
Messaggi: 764
Predefinito

Invece noi , Diamantea , lavoriamo sulla prevenzione in modo da evitare i decessi agostani dei mariti e ........... sfioriamo con la scopa i piedi delle nubili che così non si sposeranno più .
gibbi non è connesso  
Vecchio 28-07-2010, 23.33.15   #6
Edera
Bannato/a
 
Data registrazione: 28-04-2009
Messaggi: 1,834
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da gibbi Visualizza messaggio
.......... sfioriamo con la scopa i piedi delle nubili che così non si sposeranno più .
Io mi sa che piedi scopati o meno... Sarà dura
Edera non è connesso  
 


Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire nuovi messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare files
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice vB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Vai al forum


Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 03.25.06.




Powered by vBulletin Copyright ©2000 - 2022, Jelsoft Enterprises Ltd.
Questo sito non è, nè può ritenersi assimilabile ad una testata giornalistica, viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità del materiale. Pertanto, non è un prodotto editoriale sottoposto alla disciplina della l. n. 62 del 2001. Il materiale pubblicato è sotto la responsabilità dei rispettivi autori, tutti i diritti sono di Ermopoli.it che incoraggia la diffusione dei contenuti, purchè siano rispettati i seguenti principi: sia citata la fonte, non sia alterato il contenuto e non siano usati a scopo di lucro. P.iva 02268700271