Ermopoli
L'antica città della conoscenza
  
    
Torna indietro   Ermopoli > Forum > Tempio > Psicologia moderna e antica

 
 
Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Vecchio 13-10-2010, 17.57.51   #1
Edera
Bannato/a
 
Data registrazione: 28-04-2009
Messaggi: 1,834
Predefinito Vergogna

Ho un problema al supermercato.
Il buttafuori (lo chiamo così ma dev'essere una specie di addetto alla sicurezza visto che nelle casse automatiche gira molto denaro) è un tipo di quelli che tentano di abbordare qualsiasi donna basta respiri.
Ho sempre risposto ai sui saluti sorridendo abbastanza staccata ma l'ultima volta deve aver controllato quale fosse la mia auto nel parcheggio sotteraneo perchè al mio ritorno con la spesa ho trovato un bigliettino incastrato sulla fessura della portiera. C'era il suo numero di telefono, nome, qualche complimento e un invito all'aperitivo.
Sono rimasta in dubbio sul da farsi cioè se rispondere per non apparire maleducata declinando l'invito(ma in questo modo avrebbe avuto il mio numero) oppure se ignorare del tutto la cosa. Ho optato per la seconda ipotesi ma poi per un pò ho evitato di entrare in quel supermercato a causa della vergogna. Non so perchè ma è proprio questa la sensazione che mi ha bloccato. Vergogna e paura di incrociare il suo sguardo o che venisse a chiedermi perchè non ho nemmeno risposto ecc ecc..
Questo è durato un mese. Dopo di che mi sono arrabbiata con me stessa e mi sono detta :'Non puoi evitare di usare il supermercato più vicino a casa perchè uno ti ha lasciato un semplice bigliettino'.
Allora mi sono fatta forza e sono entrara, lui mi ha guardato, salutato, sorriso e sentivo che mi cercava con gli occhi. Non è venuto da me, ma mi è bastato per continuare ad avere questa sensazione che mi fa evitare di entrare al supermercato. Ora stasera dovrei passare perchè lì hanno dei prodotti che troverei solo a qualche kilometro di distanza. Non so che fare visto che devo andare in palestra e dovrei passare davanti al supermercato più lontano comunque quindi potrei tranquillamente evitare di affrontare la questione.
Credo ci sia qualcosa di profondamente sbagliato in questa emozione, non ho fatto proprio niente nè per provocarlo nè per avere questa attenzione. Dovrei riuscire a entrare tranquilla e serena a prendere ciò che mi serve no?
Edera non è connesso  
Vecchio 13-10-2010, 18.07.07   #2
griselda
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di griselda
 
Data registrazione: 07-01-2006
Messaggi: 7,869
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Edera Visualizza messaggio
Ho un problema al supermercato.
Il buttafuori (lo chiamo così ma dev'essere una specie di addetto alla sicurezza visto che nelle casse automatiche gira molto denaro) è un tipo di quelli che tentano di abbordare qualsiasi donna basta respiri.
Ho sempre risposto ai sui saluti sorridendo abbastanza staccata ma l'ultima volta deve aver controllato quale fosse la mia auto nel parcheggio sotteraneo perchè al mio ritorno con la spesa ho trovato un bigliettino incastrato sulla fessura della portiera. C'era il suo numero di telefono, nome, qualche complimento e un invito all'aperitivo.
Sono rimasta in dubbio sul da farsi cioè se rispondere per non apparire maleducata declinando l'invito(ma in questo modo avrebbe avuto il mio numero) oppure se ignorare del tutto la cosa. Ho optato per la seconda ipotesi ma poi per un pò ho evitato di entrare in quel supermercato a causa della vergogna. Non so perchè ma è proprio questa la sensazione che mi ha bloccato. Vergogna e paura di incrociare il suo sguardo o che venisse a chiedermi perchè non ho nemmeno risposto ecc ecc..
Questo è durato un mese. Dopo di che mi sono arrabbiata con me stessa e mi sono detta :'Non puoi evitare di usare il supermercato più vicino a casa perchè uno ti ha lasciato un semplice bigliettino'.
Allora mi sono fatta forza e sono entrara, lui mi ha guardato, salutato, sorriso e sentivo che mi cercava con gli occhi. Non è venuto da me, ma mi è bastato per continuare ad avere questa sensazione che mi fa evitare di entrare al supermercato. Ora stasera dovrei passare perchè lì hanno dei prodotti che troverei solo a qualche kilometro di distanza. Non so che fare visto che devo andare in palestra e dovrei passare davanti al supermercato più lontano comunque quindi potrei tranquillamente evitare di affrontare la questione.
Credo ci sia qualcosa di profondamente sbagliato in questa emozione, non ho fatto proprio niente nè per provocarlo nè per avere questa attenzione. Dovrei riuscire a entrare tranquilla e serena a prendere ciò che mi serve no?
Hai pensato di entrare normalmente e di non badarlo e nel caso ti importunasse rispondergli male?

Altra cosa: hai paura che ti faccia delle avance diciamo un po' troppo invasive?
Hai pensato in caso cosa faresti?

__________________
------------------------

ORDINE RITMO ARMONIA
griselda non è connesso  
Vecchio 13-10-2010, 18.15.13   #3
William
Ristruttura la casa
 
L'avatar di William
 
Data registrazione: 24-10-2008
Residenza: FIRENZE
Messaggi: 143
Predefinito

Affrontalo subito spiegali che sei rimasta interdetta,non sò se
hai ancora il bigliettino perchè al limite potresti usarlo come
pretesto per ridarglielo (io gli direi di darlo a sua sorella....)

Mi rendo conto che è più facile a dirlo che a farlo.....ma non
permettere a una situazione del genere di stressarti....
poi se insiste se tu vuoi oggi giorno rischia grosso.
William non è connesso  
Vecchio 13-10-2010, 18.20.05   #4
nikelise
Organizza eventi
 
L'avatar di nikelise
 
Data registrazione: 29-09-2007
Messaggi: 2,329
Predefinito

Ma dai , basta dire se accenna alla cosa :
sono impegnata grazie lo stesso , ciao .
Diverso se insiste in modo eccessivo .

Mi pare che da sempre i ragazzi cerchino di avvicinare le ragazze , o no ?

Ma mi pare un 'esagerazione .

Anzi potrebbe farti anche piacere sotto sotto .
nikelise non è connesso  
Vecchio 13-10-2010, 21.02.22   #5
Grey Owl
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Grey Owl
 
Data registrazione: 24-01-2006
Messaggi: 2,100
Predefinito

Non entro in merito al giudizio che ha dato nike, lo trovo inopportuno (mi riferisco all'ultima frase)

Inoltre capisco che se Edera ha postato questo suo problema non è sottovalutandolo che la si aiuta.
Indubbiamente le attenzioni di questo buttafuori la mettono in imbarazzo e probabilmente vede in questo ragazzo un'autorità che trova difficile contrastare, il fare la cosa giusta è quindi il problema.

I dati a disposizione sono che Edera vede in questo addetto alla sicurezza un tipo (parole testuali) di quelli che tentano di abbordare qualsiasi donna basta respiri. Ed essendo lei fidanzata non ha certamente interesse avendolo etichettato in modo negativo.

Altro dato è quel sottile senso di colpa che avverte per aver sempre risposto ai suoi saluti sorridendo in modo distaccato.

La situazione degenera nel suo mondo interiore quando si sente violata nella sua sfera personale. Intuisce che questo addetto ha controllato, l'ha pedinata per sapere quale fosse la sua auto nel parcheggio sotterraneo.
Ed il bigliettino incastrato sulla fessura della portiera. Il numero di telefono con il nome e qualche complimento, poi l'invito a bere qualcosa. Tutto questo senza mai avere avuto un dialogo faccia a faccia. Non è vissuto come un fatto romantico, al contrario sua violazione della sua sfera personale.

Se posso fare una domanda, vorrei capire meglio questa vergogna che origine ha? Ed ancora, la paura che connotazione ha?

Dopo un mese non hai più sottostato a questi tuoi sentimenti, non credo infatti che questo tizio ti abbia importunato fuori dal supermercato?

Penso che la cosa migliore sarebbe che tu trovassi il coraggio di dirgli in faccia che le sue attenzioni non sono gradite e che ha confuso la tua buona educazione nel ricambiare il suo saluto.

Penso che si stiano creando mostri dentro te, forse un chiarimento con questa persona, magari davanti alle casse del supermercato, dove c'è della gente, è la soluzione migliore. Se col tuo tono saprai essere risoluta il tutto rientra nella normalità e magari lui cercherà altre donne che respirano.

A sensazione farà lo stesso "giochetto" del biglietto con altre 100 donne che vede passare al supermercato.

La cosa profondamente sbagliata è che questo tipo ti condizioni la vita, che tu non ti possa sentire libera di fare le tue scelte.
Grey Owl non è connesso  
Vecchio 13-10-2010, 21.36.37   #6
Shanti
Partecipa agli eventi
 
L'avatar di Shanti
 
Data registrazione: 18-12-2004
Messaggi: 1,350
Predefinito

Secondo me ti preoccupa il fatto di sentirti costretta ad affrontarlo, semmai si dovesse avvicinare per parlarti o domandarti come mai non hai risposto, almeno io la vivrei come una situazione imbarazzante, odio i confronti di quel tipo, dovergli dare spiegazioni ecc.
A questo punto potrebbe bastare ignorarlo al punto di non ricambiare il saluto, non guardarlo nemmeno, se ti capita nella traiettoria fare finta che sia trasparente. Alla lunga capirà di avere fatto una gaffe con te, e se è quel tipo che descrivi cercherà di rifarsi rivolgendo lo sguardo e le attenzioni altrove, magari anche davanti a te per dimostrare qualcosa
Shanti non è connesso  
Vecchio 13-10-2010, 21.57.39   #7
Edera
Bannato/a
 
Data registrazione: 28-04-2009
Messaggi: 1,834
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da nikelise Visualizza messaggio

Anzi potrebbe farti anche piacere sotto sotto .
No. Avrei preferito di gran lunga non scrivesse quel bigliettino, non facesse niente, se ne rimanesse dov'era alla giusta distanza che dovrebbe tenere mentre lavora. Se poi si vuole trovare qualcosa di diverso, sotto sotto anche dove non c'è, pazienza.

Ultima modifica di Edera : 13-10-2010 alle ore 22.04.48.
Edera non è connesso  
Vecchio 13-10-2010, 22.04.15   #8
Edera
Bannato/a
 
Data registrazione: 28-04-2009
Messaggi: 1,834
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Shanti Visualizza messaggio
Secondo me ti preoccupa il fatto di sentirti costretta ad affrontarlo, semmai si dovesse avvicinare per parlarti o domandarti come mai non hai risposto, almeno io la vivrei come una situazione imbarazzante, odio i confronti di quel tipo, dovergli dare spiegazioni ecc.
Esatto Shanti, è esattamente così. Ho qualche senso di colpa nel non avergli risposto, mi sono sentita maleducata. Ma non volevo avesse il mio numero... Probabilmente a torto visto che infilerà bigliettini su tutte le auto del parcheggio interrato. Mi imbarazzerebbe dover dare una qualsiasi forma di spiegazione, anche se sarebbe la cosa più logica e in caso di domande farò così.
Edera non è connesso  
Vecchio 13-10-2010, 22.08.24   #9
Edera
Bannato/a
 
Data registrazione: 28-04-2009
Messaggi: 1,834
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da griselda Visualizza messaggio
Altra cosa: hai paura che ti faccia delle avance diciamo un po' troppo invasive?
Hai pensato in caso cosa faresti?

No, non ho paure di questo tipo, credo sia una persona buona e tranquilla con un debole per le donne.
Quello che trovo sbagliato è sentirmi a disagio nell'entrare dentro al supermercato, voglio dire non è successo niente e nella mia quotidianità affronto situazioni di tensione ben maggiori eppure basta a scatenarmi dentro il conflitto.
Edera non è connesso  
Vecchio 13-10-2010, 22.09.26   #10
diamantea
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di diamantea
 
Data registrazione: 29-03-2010
Messaggi: 3,108
Predefinito

Al direttore del supermercato credo non farebbe piacere sapere che il suo addetto alla sicurezza non da sicurezza alle clienti carine che respirano e che per questo motivo potrebbero decidere di prendere una boccata d'aria in qualche altro supermercato.

Potresti fargli sapere che se non la smette di importunarti anche con lo sguardo informerai il direttore facendo trasferire lui in un altro luogo.

Capisco la storia della vergogna, purtroppo noi donne siamo soggette ad assorbire tutte le colpe, anche del fatto di essere nate.
A volte padri autoritari e madri deboli ci portano a convincerci di questo.

Il tipo potrebbe provarci con tutte o solo con te non ha importanza, il fatto che di abbia seguita e attenzionato l'auto ti ha tolto il senso di tranquillità e sicurezza di cui hai il sacrosanto diritto. Allora sii ferma e non sentirti in colpa quando lo freddererai con lo sguardo e se necessario con le parole dure, brevi e secche.
Se vuoi ti presto il mio orco

Ricambia il favore minando il suo bisogno di sicurezza nel mantenere il posto di lavoro, solo così può imparare.
__________________
"Due è meglio di una, la felicità si raddoppia!"
diamantea non è connesso  
Vecchio 13-10-2010, 22.25.04   #11
Edera
Bannato/a
 
Data registrazione: 28-04-2009
Messaggi: 1,834
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Grey Owl Visualizza messaggio
Ed essendo lei fidanzata non ha certamente interesse avendolo etichettato in modo negativo.
Non avrei interesse comunque Grey, positivo o negativo il mio giudizio su di lui.

Citazione:
Altro dato è quel sottile senso di colpa che avverte per aver sempre risposto ai suoi saluti sorridendo in modo distaccato.
La situazione degenera nel suo mondo interiore quando si sente violata nella sua sfera personale. Intuisce che questo addetto ha controllato, l'ha pedinata per sapere quale fosse la sua auto nel parcheggio sotterraneo.
Ed il bigliettino incastrato sulla fessura della portiera. Il numero di telefono con il nome e qualche complimento, poi l'invito a bere qualcosa. Tutto questo senza mai avere avuto un dialogo faccia a faccia. Non è vissuto come un fatto romantico, al contrario sua violazione della sua sfera personale.
Il problema è che io quando saluto sorrido anche al cane. Non so perché mi viene spontaneo uomo, donna, animale che sia.
Forse ha interpretato male, forse vedendo il tipo avrà pensato che i suoi muscoli (è spaventosamente enorme) abbiano colpito nel segno, forse si annoia terribilmente e l'unico passatempo e lanciare esche alle clienti del supermercato.
Fatto sta che ha controllato quale fosse la mia auto e ha tentato di stabilire un contatto. Io non ci ho trovato niente di romantico ma mi sono sentita subito in colpa e mi sono detta che devo sorridere meno e solo a persone che conosco già. La reazione a caldo è stata :"Nooo... E adesso cosa faccio?" Reazione che ha subito soffocato il senso di gratificazione che avrei potuto avvertire e che credo sarebbe stato pure giusto avvertissi invece il mio primo problema è stato come gestire la situazione in modo da riuscire a entrare ancora al supermercato tranquillamente.


Citazione:


Se posso fare una domanda, vorrei capire meglio questa vergogna che origine ha? Ed ancora, la paura che connotazione ha?
Non ho paura. L'origine della vergogna vorrei scoprirla assieme a voi perché non riesco ancora a comprenderla ed è il motivo per cui ho postato. Non mi ha mai abbordato fuori dal supermercato o simili, mi ha visto quella volta del biglietto, poi per un mese sono sparita e poi sono tornata un'altra volta per superare la questione.

Citazione:
Penso che si stiano creando mostri dentro te.
Lo credo anch'io e credo che il buttafuori c'entri poco alla fine.
Grazie Grey fiori.

Ultima modifica di Edera : 13-10-2010 alle ore 22.38.35.
Edera non è connesso  
Vecchio 13-10-2010, 22.38.16   #12
Edera
Bannato/a
 
Data registrazione: 28-04-2009
Messaggi: 1,834
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da diamantea Visualizza messaggio


Se vuoi ti presto il mio orco

.
Io a volte vorrei un'iniezione di Diamantea, senza badare alle dosi, davvero.
Vedremo, non credo andrò dal direttore perché so da fonte certa che è molto severo con gli addetti, quando c'è lui trattengono il respiro. Magari perde il lavoro o gli creo problemi seri, non mi sembra giusto.
Però devo trovare la forza e il modo di sbloccare la situazione, vorrei il tuo orco, il tuo diavolo, il tuo mostro, lo prenderei anche in affitto se potessi ma mi sa che l'unica è sviluppare il mio.
Edera non è connesso  
Vecchio 13-10-2010, 22.46.39   #13
Shanti
Partecipa agli eventi
 
L'avatar di Shanti
 
Data registrazione: 18-12-2004
Messaggi: 1,350
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Edera
Non ho paura. L'origine della vergogna vorrei scoprirla assieme a voi perché non riesco ancora a comprenderla ed è il motivo per cui ho postato. Non mi ha mai abbordato fuori dal supermercato o simili, mi ha visto quella volta del biglietto, poi per un mese sono sparita e poi sono tornata un'altra volta per superare la questione.
Potrebbe essere che ti senti in colpa per aver attirato la sua attenzione, forse senti di averlo provocato in modo inconsapevole, magari con il sorriso. Se così fosse prova a pensare che quel tuo sorriso freddo lui lo ha frainteso, perchè è ovviamente così e tu non hai alcuna colpa.
Shanti non è connesso  
Vecchio 13-10-2010, 22.52.26   #14
griselda
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di griselda
 
Data registrazione: 07-01-2006
Messaggi: 7,869
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Edera Visualizza messaggio
Io a volte vorrei un'iniezione di Diamantea, senza badare alle dosi, davvero.
Lo voglio anche io l'orco di Diam mi aiuterebbe non poco!

E quanto mi chiedo?
Che paura ho a tirarlo fuori? Perchè penso che lo abbiamo tutti, mi rispondo che il problema mio deve aver a che fare con l'immagine che voglio avere e dare di me, ma quanto mi sta costando mi domando anche????
__________________
------------------------

ORDINE RITMO ARMONIA
griselda non è connesso  
Vecchio 13-10-2010, 23.02.45   #15
nikelise
Organizza eventi
 
L'avatar di nikelise
 
Data registrazione: 29-09-2007
Messaggi: 2,329
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Grey Owl Visualizza messaggio
Non entro in merito al giudizio che ha dato nike, lo trovo inopportuno (mi riferisco all'ultima frase)

Inoltre capisco che se Edera ha postato questo suo problema non è sottovalutandolo che la si aiuta.
Indubbiamente le attenzioni di questo buttafuori la mettono in imbarazzo e probabilmente vede in questo ragazzo un'autorità che trova difficile contrastare, il fare la cosa giusta è quindi il problema.

I dati a disposizione sono che Edera vede in questo addetto alla sicurezza un tipo (parole testuali) di quelli che tentano di abbordare qualsiasi donna basta respiri. Ed essendo lei fidanzata non ha certamente interesse avendolo etichettato in modo negativo.

Altro dato è quel sottile senso di colpa che avverte per aver sempre risposto ai suoi saluti sorridendo in modo distaccato.

La situazione degenera nel suo mondo interiore quando si sente violata nella sua sfera personale. Intuisce che questo addetto ha controllato, l'ha pedinata per sapere quale fosse la sua auto nel parcheggio sotterraneo.
Ed il bigliettino incastrato sulla fessura della portiera. Il numero di telefono con il nome e qualche complimento, poi l'invito a bere qualcosa. Tutto questo senza mai avere avuto un dialogo faccia a faccia. Non è vissuto come un fatto romantico, al contrario sua violazione della sua sfera personale.

Se posso fare una domanda, vorrei capire meglio questa vergogna che origine ha? Ed ancora, la paura che connotazione ha?

Dopo un mese non hai più sottostato a questi tuoi sentimenti, non credo infatti che questo tizio ti abbia importunato fuori dal supermercato?

Penso che la cosa migliore sarebbe che tu trovassi il coraggio di dirgli in faccia che le sue attenzioni non sono gradite e che ha confuso la tua buona educazione nel ricambiare il suo saluto.

Penso che si stiano creando mostri dentro te, forse un chiarimento con questa persona, magari davanti alle casse del supermercato, dove c'è della gente, è la soluzione migliore. Se col tuo tono saprai essere risoluta il tutto rientra nella normalità e magari lui cercherà altre donne che respirano.

A sensazione farà lo stesso "giochetto" del biglietto con altre 100 donne che vede passare al supermercato.

La cosa profondamente sbagliata è che questo tipo ti condizioni la vita, che tu non ti possa sentire libera di fare le tue scelte.
Che non sia un lord inglese l'ho capito anch'io pero' se si e' limitato a qualche sorriso mi pare si stia esagerando tutto qua .
Mi pare la normale dinamica tra uomo e donna : lui ci prova e lei non ci sta .
Che altro ?
E' una domanda vera eh?
Cosa c'e' che non va ?
nikelise non è connesso  
Vecchio 13-10-2010, 23.06.43   #16
Grey Owl
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Grey Owl
 
Data registrazione: 24-01-2006
Messaggi: 2,100
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da nikelise Visualizza messaggio
Che non sia un lord inglese l'ho capito anch'io pero' se si e' limitato a qualche sorriso mi pare si stia esagerando tutto qua .
Mi pare la normale dinamica tra uomo e donna : lui ci prova e lei non ci sta .
Che altro ?
E' una domanda vera eh?
Cosa c'e' che non va ?
Non si è appunto solo limitato a qualche sorriso, il bigliettino è stato un'elemento di disturbo che cela una certa iniziativa non desiderata.

L'altro è quel senso di colpa e quel sentirsi condizionata da questo lord mancato.

Quello che non va è che la donna deve sempre poi agire di conseguenza per giustificarsi.
Grey Owl non è connesso  
Vecchio 13-10-2010, 23.11.38   #17
nikelise
Organizza eventi
 
L'avatar di nikelise
 
Data registrazione: 29-09-2007
Messaggi: 2,329
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Grey Owl Visualizza messaggio
Non si è appunto solo limitato a qualche sorriso, il bigliettino è stato un'elemento di disturbo che cela una certa iniziativa non desiderata.

L'altro è quel senso di colpa e quel sentirsi condizionata da questo lord mancato.

Quello che non va è che la donna deve sempre poi agire di conseguenza per giustificarsi.
Ma e' normale , hai mai visto una donna che scrive ad un uomo , un bigliettino anche se e' strafatta di lui .
Poi dice anche Edera , come immaginavo , che e' una persona tranquilla , dai , basta con questo distacco eccessivo .
Diverso e' se insiste ma mi pare che cosi' non e' .
Ed allora ?
nikelise non è connesso  
Vecchio 13-10-2010, 23.13.41   #18
Ray
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di Ray
 
Data registrazione: 10-08-2005
Messaggi: 7,214
Predefinito

Se restiamo in superficie non mi trovo tanto distante dal pensiero di Nike, anche se lo ha espresso in modo un po' ippopotamesco , credo non cogliendo minimamente il problema di Edera.

Però appunto, il problema è di Edera... da come ha descritto la cosa il tizio si è limitato a provarci, forse in modo un po' rozzo, ma senza mancare davvero di rispetto. Ok, la cosa dell'auto può essere male interpretata, ma io la vedo solo come il comportamento infantile di un ragazzone piuttosto insicuro (i muscoloni parlano...). Magari non ha avuto modo o coraggio di invitarla direttamente.
Però perchè mai uno non dovrebbe provarci?
In fondo lei non ha detto no grazie o neanche solo no... magari smette senza insistere. Io farei così, anche se ci avrei provato in modo (spero) un po' più raffinato.

Il problema, scendendo un po' più in profondità, è come Edera - e leggo anche altre donne - ha vissuto questo interessamento, ripeto un po' rozzo. Quindi separerei le due cose... e mi concentrerei sui motivi del vissuto, che poi sono quello che Edera sta cercando di scoprire. Scoperti questi forse il da farsi appare di colpo più limpido.


Mi verrebbe da chiedere: ok Edera, ti sei sentita minacciata (se sbaglio dimmi pure), ma la minaccia quale è?
Ray non è connesso  
Vecchio 13-10-2010, 23.17.07   #19
Grey Owl
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Grey Owl
 
Data registrazione: 24-01-2006
Messaggi: 2,100
Predefinito

Si, capisco quelloche vuoi dire nike, ed allora ti dico che non è scoppiato il mondo e che Edera per prima ne vuole parlare in modo costruttivo.

Ed allora perchè mai lei per un mese non si è sentita libera di andare nel supermercato vicino casa?

Ed allora perchè sminuire la figura eccessivamente invadente del tipo?

Ed allora perchè certe libertà se le prendono gli uomini e le donne poi si sentono in colpa?

Ed allora non serve parlarne qui dove possiamo insieme capire?

Ho postato insieme a Ray che mi trova d'accordo con lui... lascio come ho scritto prima di leggere Ray.

Ultima modifica di Grey Owl : 13-10-2010 alle ore 23.19.51. Motivo: Non ho letto Ray
Grey Owl non è connesso  
Vecchio 13-10-2010, 23.21.44   #20
luke
Organizza eventi
 
L'avatar di luke
 
Data registrazione: 27-03-2009
Messaggi: 2,181
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Grey Owl Visualizza messaggio

Ed allora perchè certe libertà se le prendono gli uomini e le donne poi si sentono in colpa?

Parlando in generale e non del caso di Edera, certe libertà ora incominciano a prendersele anche le donne , quando e con chi vogliono, e l'effetto di certe libertà ed intraprendenze maschili è diverso a seconda del soggetto che le compie.
Forse l'"omaccione" per fare così ha avuto in passato riscontri positivi da altre donne e , generalizzando, ripete con altre il comportamento tenuto.
luke non è connesso  
Vecchio 13-10-2010, 23.23.47   #21
diamantea
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di diamantea
 
Data registrazione: 29-03-2010
Messaggi: 3,108
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da nikelise Visualizza messaggio
Che non sia un lord inglese l'ho capito anch'io pero' se si e' limitato a qualche sorriso mi pare si stia esagerando tutto qua .
Mi pare la normale dinamica tra uomo e donna : lui ci prova e lei non ci sta .
Che altro ?
E' una domanda vera eh?
Cosa c'e' che non va ?
Una cosa non va sicuramente. Lui non sta importunando una ragazza qualsiasi in un luogo qualsiasi ma una cliente del supermercato in cui lui lavora e riveste un ruolo importante, quello di garantire la sicurezza nel locale, non solo per i soldi che circolano ma anche per eventuali pericoli vari anche ai clienti già che si trova lì.

Il cliente vede l'addetto come una figura di riferimento in cui porre fiducia, a cui affidarsi nel sentirsi protetti.
Nel momento in cui lui importuna la cliente e la segue con bigliettini nel luogo del suo lavoro non da più quel senso di sicurezza ma diventa un qualsiasi uomo che potrebbe pure essere un maniaco o anche solo uno stupido che gioca al latin lover.
Fatto sta che non è corretto da parte sua già solo per il fatto che si trova durante il suo orario di lavoro, anzichè pensare a stare attento alla sicurezza per come è stato assunto e pagato sta attento a corteggiare le ragazze. In quel momento che lui scrive il bigliettino è distratto e potrebbe indurre il ladro ad agire.
Non è eticamente corretto.

Edera lo saluta educatamente con un sorriso di cortesia che è tipico della sua persona gentile e gioiosa, ma poi si trova anche confusa nel non sapere il ruolo di questa persona che si comporta in modo poco consone, poco professionale con la cliente. Già questo è sufficiente per farla sentire in imbarazzo e le da il diritto di protestare con il direttore.
E' anche una questione di ruoli, di professionalità da non dimenticare.
Troppo spesso la gente abusa del suo ruolo per fare cose che non dovrebbe fare.
__________________
"Due è meglio di una, la felicità si raddoppia!"
diamantea non è connesso  
Vecchio 13-10-2010, 23.29.16   #22
nikelise
Organizza eventi
 
L'avatar di nikelise
 
Data registrazione: 29-09-2007
Messaggi: 2,329
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Ray Visualizza messaggio
Se restiamo in superficie non mi trovo tanto distante dal pensiero di Nike, anche se lo ha espresso in modo un po' ippopotamesco , credo non cogliendo minimamente il problema di Edera.

Però appunto, il problema è di Edera... da come ha descritto la cosa il tizio si è limitato a provarci, forse in modo un po' rozzo, ma senza mancare davvero di rispetto. Ok, la cosa dell'auto può essere male interpretata, ma io la vedo solo come il comportamento infantile di un ragazzone piuttosto insicuro (i muscoloni parlano...). Magari non ha avuto modo o coraggio di invitarla direttamente.
Però perchè mai uno non dovrebbe provarci?
In fondo lei non ha detto no grazie o neanche solo no... magari smette senza insistere. Io farei così, anche se ci avrei provato in modo (spero) un po' più raffinato.

Il problema, scendendo un po' più in profondità, è come Edera - e leggo anche altre donne - ha vissuto questo interessamento, ripeto un po' rozzo. Quindi separerei le due cose... e mi concentrerei sui motivi del vissuto, che poi sono quello che Edera sta cercando di scoprire. Scoperti questi forse il da farsi appare di colpo più limpido.


Mi verrebbe da chiedere: ok Edera, ti sei sentita minacciata (se sbaglio dimmi pure), ma la minaccia quale è?
Ti ringrazio per l'ippo ma volevo proprio dire quello che ho detto .
Insomma tutte queste elaborazioni e rimozioni non fanno altro che male ad un normale vissuto tra uomo e donna .
Non volevo essere delicato per dare agio di sentirsi giustificata ad Edera per infastidirsi di quello che non c'e' stato .

Se questo elefante non sa esprimersi altrimenti se la prendera' nei denti in modo gentile e finira' li' .
Io veramente non vedo il problema anzi insisto :Edera carina com'e' non puo' far altro che suscitare interesse del mondo maschile , ma sa come reagire con eleganza e dolcezza .
Grazie ma sono impegnata ciao .
Lei si disimpegna , lui non ne viene fuori umiliato senza motivo .
nikelise non è connesso  
Vecchio 13-10-2010, 23.29.33   #23
dafne
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di dafne
 
Data registrazione: 24-09-2007
Messaggi: 3,594
Predefinito

Hai qualche problemino a dir di no Edera? gioco eh ma nenache tanto.
Non penso che sia stato il bigliettino di per sè a scatenare l'ansia, o vergogna chiamala come preferisci, ma piuttosto tutto l'immediato film che ti sei fatta appena dopo.. e se chiamo che pensa e se non lo chiamo che fà ecc ecc

E' un meccanismo che io vivo spessissimo col mio ex marito, se gli dico di no s'inc....se non faccio quello che dice poi mi tormenta all'infinito, se non riesco sono io che sbaglio, che sono debole, che sono sbagliata..eccecc

Esagero volutamente ma comunque vada la cosa tu stai evitando un luogo a causa di un'azione, io evito certe strade perchè sò per certo che al mattino, ad esempio, posso trovare il cancello di una casa aperto e il cane lupo libero (che è iper ubbidiente e non esce neanche se lo spingi se la padrona gli ha detto siitz! )

E' illogico e irrazionale quanto ti pare ma anche a cancelli chiusi io cammino dall'altro lato..e perchè mi sono obbligata a non farmi un isolato in più a piedi per evitarlo.

Pensare non aiuta, almeno non me, se ci penso troppo l'ansia aumenta e non cammino neanche, di sicuro c'è un fatto all'origine del tutto ma prova ad entrare ed uscire dal super ogni tanto dicendoti solamente "non è lui il problema" e cerca di sentire quello che provi (fiiii quanto m'innervosiva sentirmi dire così, ahahah, ma poi alla fine solo quello è)

Prova a farlo accettando che la cosa che provi non è sbagliata ma solamente non vedi il motivo reale (che non è il bigliettino secondo me )

coraggio è un ottimo esercizio...quasi quasi ci provo anch'io
dafne non è connesso  
Vecchio 13-10-2010, 23.34.25   #24
nikelise
Organizza eventi
 
L'avatar di nikelise
 
Data registrazione: 29-09-2007
Messaggi: 2,329
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da diamantea Visualizza messaggio
Una cosa non va sicuramente. Lui non sta importunando una ragazza qualsiasi in un luogo qualsiasi ma una cliente del supermercato in cui lui lavora e riveste un ruolo importante, quello di garantire la sicurezza nel locale, non solo per i soldi che circolano ma anche per eventuali pericoli vari anche ai clienti già che si trova lì.

Il cliente vede l'addetto come una figura di riferimento in cui porre fiducia, a cui affidarsi nel sentirsi protetti.
Nel momento in cui lui importuna la cliente e la segue con bigliettini nel luogo del suo lavoro non da più quel senso di sicurezza ma diventa un qualsiasi uomo che potrebbe pure essere un maniaco o anche solo uno stupido che gioca al latin lover.
Fatto sta che non è corretto da parte sua già solo per il fatto che si trova durante il suo orario di lavoro, anzichè pensare a stare attento alla sicurezza per come è stato assunto e pagato sta attento a corteggiare le ragazze. In quel momento che lui scrive il bigliettino è distratto e potrebbe indurre il ladro ad agire.
Non è eticamente corretto.

Edera lo saluta educatamente con un sorriso di cortesia che è tipico della sua persona gentile e gioiosa, ma poi si trova anche confusa nel non sapere il ruolo di questa persona che si comporta in modo poco consone, poco professionale con la cliente. Già questo è sufficiente per farla sentire in imbarazzo e le da il diritto di protestare con il direttore.
E' anche una questione di ruoli, di professionalità da non dimenticare.
Troppo spesso la gente abusa del suo ruolo per fare cose che non dovrebbe fare.
Il ruolo del buttafuori in un supermercato?
Una volta almeno c'era il fascino della divisa .
Cosi' in basso siete cadute ?
No non credo , credo che il problema sia anzi abbastanza serio , la donna si sente assediata per luogo comune e cosi' falsa il rapporto con l'uomo .

Finche' vi sentirete delle prede ci saranno sempre dei cacciatori .
nikelise non è connesso  
Vecchio 13-10-2010, 23.45.11   #25
dafne
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di dafne
 
Data registrazione: 24-09-2007
Messaggi: 3,594
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da nikelise Visualizza messaggio
Il ruolo del buttafuori in un supermercato?
Una volta almeno c'era il fascino della divisa .
Cosi' in basso siete cadute ?
No non credo , credo che il problema sia anzi abbastanza serio , la donna si sente assediata per luogo comune e cosi' falsa il rapporto con l'uomo .

Finche' vi sentirete delle prede ci saranno sempre dei cacciatori .

Vabbeh che sei stato in regata ma non farne una crociata Nike, sù

Certo che il fatto in sè non è tremendo, tranne il particolare della macchina ma trovo che sia sano il desideri di Edera di riportare alla normalità (quella che tu vedi) un fatto che di per sè non ha nulla di staordinario ma nel suo mondo getta scompiglio.

La buona volontà di vederci un problema e volerlo risolvere devi concederla no?

E' talmente tanto invalidante da impedirle l'accesso a un servizio, sotto accusa non è l'omino muscoloso ma il sentimento che ha scatenato.

Ce la vedi la differenza, si? sennò ti metto un bigliettino col mio numero e ne parliamo

dafne non è connesso  
 


Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire nuovi messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare files
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice vB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Vai al forum

Discussioni simili
Discussione Autore discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Repressione griselda Psicologia moderna e antica 66 10-07-2011 14.39.58
Tutto sotto "controllo" RedWitch Esperienze 74 31-03-2011 10.25.44
Rispettare l'altro griselda Psicologia moderna e antica 17 27-12-2009 23.24.47
Vergogna Kael Psicologia moderna e antica 44 04-12-2008 10.46.21
Informazioni Sui Fiori Era Fiori di Bach 23 01-09-2006 01.09.41


Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 06.03.12.




Powered by vBulletin Copyright ©2000 - 2022, Jelsoft Enterprises Ltd.
Questo sito non è, nè può ritenersi assimilabile ad una testata giornalistica, viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità del materiale. Pertanto, non è un prodotto editoriale sottoposto alla disciplina della l. n. 62 del 2001. Il materiale pubblicato è sotto la responsabilità dei rispettivi autori, tutti i diritti sono di Ermopoli.it che incoraggia la diffusione dei contenuti, purchè siano rispettati i seguenti principi: sia citata la fonte, non sia alterato il contenuto e non siano usati a scopo di lucro. P.iva 02268700271