Ermopoli
L'antica città della conoscenza
  
    
Torna indietro   Ermopoli > Forum > Botteghe > Antiquario e Rigattiere

 
 
Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Vecchio 12-12-2007, 22.39.42   #26
griselda
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di griselda
 
Data registrazione: 07-01-2006
Messaggi: 7,869
Predefinito

Orca l'oca ma a cosa abbiamo giocato da bambini?

Stavo per spiegare il gioco dei quattro cantoni e ho fatto una ricerchina, conclusa eh? Allora pare sia anche questo un gioco Iniziatico.
Beh certo dovevo immaginarlo, come il tris (la triplice cinta), gli scacchi di cui si è anche parlato qui in forum. Come trasmettere e mantenere dei "segreti" nel tempo se non immettendoli nei giochi? Dove si iimprimono meglio le cose se non nelle menti dei bambini. Difatti non ricordiamo molte cose ma i giochi più o meno ce li ricordiamo tutti no?

I quattro cantoni si svolgeva in questo modo:
si creava un quadrato e agli angoli, cantoni, si mettevano 4 bambini, il quinto stava ne mezzo e quando gli altri si scambiavano di posto correndo, in qualunque direzione, il quinto doveva cercare di prendere i posto al più lento che non raggiungendo la postazione prevista si ritrovava nel mezzo a fare lui il quinto elemento.

Lascio a chi più specializzato di me a disquisire su questo gioco e le valenze Iniziatiche nascoste in esso.
__________________
------------------------

ORDINE RITMO ARMONIA
griselda non è connesso  
Vecchio 13-12-2007, 01.44.37   #27
Ray
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di Ray
 
Data registrazione: 10-08-2005
Messaggi: 7,214
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da stella Visualizza messaggio
Erano giochi spensierati però tutti rispettavano le regole,
Perchè i bambini (salvo rarissime e gravi eccezioni) percepiscono se le regole sono "giuste"...
Ray non è connesso  
Vecchio 14-12-2007, 17.13.53   #28
stella
Organizza eventi
 
L'avatar di stella
 
Data registrazione: 09-04-2006
Messaggi: 2,165
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Ray Visualizza messaggio
Perchè i bambini (salvo rarissime e gravi eccezioni) percepiscono se le regole sono "giuste"...
Vero !!!! Con i giochi di gruppo che facevamo da bambini abbiamo imparato veramente tante cose, l'impegno, le regole, la soddisfazione di vincere, la rassegnazione di perdere, come in un percorso a tappe preparatorio della vita...
stella non è connesso  
Vecchio 14-12-2007, 19.36.20   #29
Ray
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di Ray
 
Data registrazione: 10-08-2005
Messaggi: 7,214
Predefinito

per "giuste" intendevo conformi e riportabili ad una certa "verità" che i bambini sentono senza potersi spiegare (quando poi impariamo a spiegare è da un pezzo che non sentiamo più)... come dire che il parametro per "regola giusta" è un sentire più connesso all'essenza delle cose, se così non fosse sarebbe impossibile che un gioco si tramandi con le stesse regole (nel succo, poi qualche adattamenti ci sta ma non modifica il fulcro) per generazioni... neanche per 10 minuti.

Comunque vale anche quel che hai detto tu.
Ray non è connesso  
Vecchio 16-12-2007, 00.37.28   #30
Ray
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di Ray
 
Data registrazione: 10-08-2005
Messaggi: 7,214
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da griselda Visualizza messaggio
I quattro cantoni si svolgeva in questo modo:
si creava un quadrato e agli angoli, cantoni, si mettevano 4 bambini, il quinto stava ne mezzo e quando gli altri si scambiavano di posto correndo, in qualunque direzione, il quinto doveva cercare di prendere i posto al più lento che non raggiungendo la postazione prevista si ritrovava nel mezzo a fare lui il quinto elemento.
Sto giochino ne ha però di spunti... roba che se ci mettiamo delle chiavi di lettura può permettere bei ragionamenti, bei voli, belle intuizioni.

Una prima chiave con cui possiamo giocare viene da quel che ti ho nerettato... gli elementi. E' interessante notare il funzionamento... ci sono i quattro elementi e il quinto in mezzo (in altro piano di manifestazione, potenziale per i quattro). Se i quattro stanno fermi allora sta fermo anche lui... se invece si agitano, si muovono, si combinano tra loro, ecco che vengono a crearsi dei vuoti e dei pieni, ci sono dei parziali e temporanei squilibri... e allora che fa il quinto? corre a colmare il maggiore di quelli (il più lento quindi quello che sta "vuoto" più a lungo") oppure il più vicino (urgente) ma segue comunque una tattica sua che prescinde dai 4, anche se è per loro e per via di loro che si muove e lavora. Ovvio che, se riesce a prendere un cantone, chessò il fuoco, ecco che diventa lui fuoco (si manifesta in quel modo, ma lui può manifestarsi in tutti) e quel che avanza... materia in movimento, sempre ler la Legge dell'Equilibrio, ecco che torna del piano superiore a fare lui da quinto... da equilibratore... si potrebbe proseguire a lungo no?

Piaciuta la favoletta? Ad molti di questi giochini sono applicabili ben più di una chiave di lettura che permette giochini anche assai migliori di questo. Anche a questo se ne possono applicare altri. Che dite, giochiamo? Perchè è quello che sta sotto che si diverte di più alla fin fine... una volta a testa?
Ray non è connesso  
 


Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire nuovi messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare files
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice vB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Vai al forum

Discussioni simili
Discussione Autore discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Playstation, video giochi, televisore, pc griselda Discorsi da Comari 15 26-09-2008 12.00.01
Selezione artificiale Uno Scienza 12 17-05-2006 19.20.03


Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 03.03.53.




Powered by vBulletin Copyright ©2000 - 2022, Jelsoft Enterprises Ltd.
Questo sito non è, nè può ritenersi assimilabile ad una testata giornalistica, viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità del materiale. Pertanto, non è un prodotto editoriale sottoposto alla disciplina della l. n. 62 del 2001. Il materiale pubblicato è sotto la responsabilità dei rispettivi autori, tutti i diritti sono di Ermopoli.it che incoraggia la diffusione dei contenuti, purchè siano rispettati i seguenti principi: sia citata la fonte, non sia alterato il contenuto e non siano usati a scopo di lucro. P.iva 02268700271