Ermopoli
L'antica città della conoscenza
  
    
Torna indietro   Ermopoli > Forum > Tempio > Esoterismo

 
 
Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Vecchio 24-01-2011, 00.06.48   #1
dafne
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di dafne
 
Data registrazione: 24-09-2007
Messaggi: 3,594
Predefinito Ma il diavolo esiste?

Ho un'amica che dal mese di agosto è in digiuno a pane e acqua. Dio le parla e nei mesi le ha insegnato a conoscee il Diavolo.
Devo questa premessa perchè le cose su cui stò riflettendo derivano direttamente dalle parole di questa signora. Avrà dei problemi ma certe cose che dice fanno riflettere.

Mi ha detto che il diavolo esiste, che nessuno ne vuole mai parlare (preti compresi) e che per questo lui vince sempre.

Mi ha fatto rriflettere su questa cosa in particolare.
Addossiamo tutti i meriti e tutte le colpe a Dio. Soprattutto le colpe. Ma Dio non c'entra niente.
Se una ragazzina viene rapita e stuprata non è stata la "volontà del Signore" ma quella del diavolo.
Parlare solo di Dio, e accusarlo di tutto ciò che ci accade, non è solo ingiusto ma favorisce il lavoro del diavolo.

Ora, religiosi che si possa essere o meno, non trovo questo discorso del tutto sbagliato.
Se esiste dio, una forza che chiamiamo dio e identifichiamo come Amore, non è poi così impossibile pensare che esista una sua forza contraria.

Mi sono arrabattata un pò su sta cosa perchè non mi piaceva l'idea di mettere dio e diavolo sullo stesso piano.

Poi ho pensato che Dio possiamo identificarlo come Amore e Bene e Male come sue manifestazioni...dove il Male sia rappresentato da sto benedetto (ahahah) diavolo. Ma il bene allora da che cosa sarebbe rappresentato? Perchè gli opposti dovrebbero avere forza uguale, no?

Insomma, se guardo un pò meglio al mio problema, mi destabilizza pensare a Dio come l'opposto del Diavolo e viceversa. Ha ragione la mia amica, non ci voglio proprio pensare a stò diavolo, preferisco pensare solo al buono al bello al bene...mi sà che è una fregatura...ma comunque Dio dev'essere più importante del diavolo che cavolo! mi cede la poca sicurezza che ho se penso che possa esistere una forza opposta tanto forte quanto Dio. Mi dà l'angoscia in fondo in fondo.


E quindi preferisco ignorare il problema...

Voi che ne pensate?
dafne non è connesso  
Vecchio 24-01-2011, 01.43.14   #2
Andrea Fontana
Richiesta Cancellazione
 
Data registrazione: 13-01-2009
Residenza: Emilia-Romagna
Messaggi: 27
Predefinito

Salve.

Come esistono gli Angeli, esistono anche gli angeli caduti, chiamati demoni.
Ma parlare del diavolo in generale è come cercare di parlare del sesso degli Angeli e come cercare di svuotare il mare a forza di secchiate.

Teologi, studiosi, parapiscologi e via dicendo ne hanno trattato e scritto libri a non finire, ma la maggior parte sono basati su teorie di teorie...
e intanto il protagonista se la ride.

Chi ha descritto cosa sia davvero questa oscura presenza è stata Alice Bailey nei libri scritti su dettatura del Maestro di Saggezza D.K. che sono scaricabili gratis in diversi siti internet di cui è vietato qui citare il link, ma se fai una ricerca con google li trovi subito.
Se ti interessa questo argomento in particolare puoi cercare il libro: L'illusione quale problema mondiale.
Andrea Fontana non è connesso  
Vecchio 24-01-2011, 09.29.32   #3
diamantea
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di diamantea
 
Data registrazione: 29-03-2010
Messaggi: 3,108
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Andrea Fontana Visualizza messaggio
Chi ha descritto cosa sia davvero questa oscura presenza è stata Alice Bailey nei libri scritti su dettatura del Maestro di Saggezza D.K.

Ciao Andrea, ho letto in passato della Bailey, ma anche di altri.
Vorrei chiederti come fai a sapere che lei ha descritto cosa sia davvero questa oscura presenza.

Ognuno si professa come l'unico, vero, autentico ecc... io almeno devo sentire una risonanza con la persona attraverso la vicinanza, la presenza o qualcuno che ne è stato a contatto per molto tempo.
__________________
"Due è meglio di una, la felicità si raddoppia!"
diamantea non è connesso  
Vecchio 24-01-2011, 09.42.26   #4
Andrea Fontana
Richiesta Cancellazione
 
Data registrazione: 13-01-2009
Residenza: Emilia-Romagna
Messaggi: 27
Predefinito

Ciao Adamantea.

Se ti riferisci alla signora Bailey, non si è mai professata l'unica vera o autentica. In proposito Ti consiglio di leggere la sua Autobiografia e così saprai con precisione che i (veri) Discepoli spirituali non sono mai presuntuosi e tantomeno egocentrici, avendo scelto di mettere al centro il Sè e nei casi più elevati la Monade, come accadde per Roberto Assagioli, anch'egli Discepolo dello stesso Maestro della Bailey (il Mahatma Koot Humi).
Il Maestro tibetano D.K. si assunse l'onerosissimo incarico di divulgare una parte del più puro insegnamento esoterico tramite i 18 libri dettati alla Bailey, nei quali fece vari riferimenti a quello che la Teologia chiama il demonio, esotericamente chiamato il Guardiano della Soglia, che i Discepoli imparano a trasmutare nell'Angelo solare, il Sè.
Se non si accetta e comprende chi siano i Maestri della grande Loggia Bianca o Gerarchia Spirituale planetaria è fuori discussione parlarne.
Andrea Fontana non è connesso  
Vecchio 24-01-2011, 12.18.48   #5
Uno
Amministratore
 
L'avatar di Uno
 
Data registrazione: 28-05-2004
Messaggi: 9,603
Predefinito

Non si riferiva alla signora Bailey (a proposito hai mai fatto caso che ha lo stesso nome di un whisky? Bisogna stare attenti, se non si regge ci si può ubriacare) ma alle tue certezze
Uno non è connesso  
Vecchio 24-01-2011, 13.31.33   #6
Andrea Fontana
Richiesta Cancellazione
 
Data registrazione: 13-01-2009
Residenza: Emilia-Romagna
Messaggi: 27
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Uno Visualizza messaggio
Non si riferiva alla signora Bailey (a proposito hai mai fatto caso che ha lo stesso nome di un whisky? Bisogna stare attenti, se non si regge ci si può ubriacare) ma alle tue certezze

Forse dovrebbe essere lei a dire a cosa si è riferita.
O no?

Il cognome paterno di Alice Ann era La Trobe-Bateman (non c'entra Batman ) e quando si sposò con Foster Bailey (altro grande Discepolo, ma rimasto in ombra) assunse il suo cognome.
Non sono appassionato di alcolici, ma da una ricerca che ho appena fatto risulta che il noto liquore è stato creato nel 1974, ovvero ben 25 anni dopo il decesso di Alice Bailey, e comunque esso è stato denominato Baileys, con la esse finale, plurale (casuale?) di tale cognome.
A me il cognome Bailey fece venire in mente il protagonista del celeberrimo film natalizio, semi-esoterico "La vita è meravigliosa" interpretato da James Stewart, con la regia di Frank Capra, che aveva già diretto il film cult esoterico "Orizzonte perduto".

Chi intravede in me delle certezze su questi argomenti è perchè mi è stato possibile conoscere da vicino l'operato del dottor Assagioli, e anche tutti coloro che l'hanno conosciuto sono concordi nel dire che era un'anima molto candida, tanto che già quando era in vita fu paragonato ad un moderno san Francesco d'Assisi per la sua umiltà e spiritualità universale, non disgiunta da una Cultura vastissima.
Dal Discepolo si riconosce il Maestro, dunque per me e per tutti coloro che hanno conosciuto Assagioli non è difficile avere la certezza dell'esistenza dei grandi Maestri di Saggezza, allo stesso modo in cui si ha la certezza fiduciosa nell'esistenza sempiterna e amorevole di Cristo, che è da sempre il capo di tutti i Mahatma e della Gerarchia Spirituale.

Ultima modifica di Andrea Fontana : 24-01-2011 alle ore 13.35.31.
Andrea Fontana non è connesso  
Vecchio 24-01-2011, 13.40.42   #7
Ray
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di Ray
 
Data registrazione: 10-08-2005
Messaggi: 7,214
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Andrea Fontana Visualizza messaggio
Forse dovrebbe essere lei a dire a cosa si è riferita.
O no?

Il cognome paterno di Alice Ann era La Trobe-Bateman (non c'entra Batman ) e quando si sposò con Foster Bailey (altro grande Discepolo, ma rimasto in ombra) assunse il suo cognome.
Non sono appassionato di alcolici, ma da una ricerca che ho appena fatto risulta che il noto liquore è stato creato nel 1974, ovvero ben 25 anni dopo il decesso di Alice Bailey, e comunque esso è stato denominato Baileys, con la esse finale, plurale (casuale?) di tale cognome.
A me il cognome Bailey fece venire in mente il protagonista del celeberrimo film natalizio, semi-esoterico "La vita è meravigliosa" interpretato da James Stewart, con la regia di Frank Capra, che aveva già diretto il film cult esoterico "Orizzonte perduto".

Chi intravede in me delle certezze su questi argomenti è perchè mi è stato possibile conoscere da vicino l'operato del dottor Assagioli, e anche tutti coloro che l'hanno conosciuto sono concordi nel dire che era un'anima molto candida, tanto che già quando era in vita fu paragonato ad un moderno san Francesco d'Assisi per la sua umiltà e spiritualità universale, non disgiunta da una Cultura vastissima.
Dal Discepolo si riconosce il Maestro, dunque per me e per tutti coloro che hanno conosciuto Assagioli non è difficile avere la certezza dell'esistenza dei grandi Maestri di Saggezza, allo stesso modo in cui si ha la certezza fiduciosa nell'esistenza sempiterna e amorevole di Cristo, che è da sempre il capo di tutti i Mahatma e della Gerarchia Spirituale.
Interessa anche me e parlo per me (a scanso di equivoci).

Hai spiegato perchè hai certezze su Assaggioli... tua esperienza diretta, bene. La domanda (e il tread) però verte sul diavolo. Non so se ben interpreto la domanda di Diam, ma la mia è: come fai ad essere certo che quello che dice la Bailey sul diavolo corrisponda a "cosa sia davvero"?

Certezze sulla Bailey? certezze sul diavolo (meglio)? O che?
Ray non è connesso  
Vecchio 24-01-2011, 13.54.04   #8
Uno
Amministratore
 
L'avatar di Uno
 
Data registrazione: 28-05-2004
Messaggi: 9,603
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Andrea Fontana Visualizza messaggio
Forse dovrebbe essere lei a dire a cosa si è riferita.
O no?
In certi casi l'italiano è sufficiente per sapere a cosa uno si riferisce, se tu non vedi questo nelle parole di Tea, aspetta pure che te lo ridica in altro modo
Citazione:
Il cognome paterno di Alice Ann era La Trobe-Bateman (non c'entra Batman ) e quando si sposò con Foster Bailey (altro grande Discepolo, ma rimasto in ombra) assunse il suo cognome.
Non sono appassionato di alcolici, ma da una ricerca che ho appena fatto risulta che il noto liquore è stato creato nel 1974, ovvero ben 25 anni dopo il decesso di Alice Bailey, e comunque esso è stato denominato Baileys, con la esse finale, plurale (casuale?) di tale cognome.
A me non serviva fare una ricerca per sapere che il liquore è sicuramente più moderno, comunque non importa, fai finta che non ti abbia detto nulla

Citazione:
Chi intravede in me delle certezze su questi argomenti è perchè mi è stato possibile conoscere da vicino l'operato del dottor Assagioli
Chi intravede (io direi più vede che intravede) in te delle certezze lo fa in base a quello che dici e scrivi se non ha altri strumenti di indagine, il resto è roba tua.
Dopo di questa non mi permetterò altre considerazioni sulla tua persona, qui mi sono permesso solo per cercare di agevolarti la comunicazione con gli altri presenti
Uno non è connesso  
Vecchio 24-01-2011, 14.15.18   #9
diamantea
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di diamantea
 
Data registrazione: 29-03-2010
Messaggi: 3,108
Predefinito

Andrea, intanto mi hai chiamata Adamantea, richiama Adamo, un uomo... non hai letto bene il mio nick (e neppure la mia domanda), che pure ha un significato simbolico a cui tengo molto, accetto i suoi derivati ma non lo stravolgimento del nome. Poi volevo chiederti proprio quello che hanno ben interpretato Uno e Ray. Le tue certezze da dove le prendi? sull'argomento Diavolo naturalmente, come dice pure Ray, il 3d si riferisce a questo. Assaggioli lo conosco pure io dal suo operato e dalle letture come pure Jung, ma il resto no, per cui forse per te è inutile parlarne con me visto la tua risposta: Se non si accetta e comprende chi siano i Maestri della grande Loggia Bianca o Gerarchia Spirituale planetaria è fuori discussione parlarne.
Sono molto ignorante in merito e non ho il dono della fede cieca senza i miei riscontri, però sono curiosa. Se ti basta...
__________________
"Due è meglio di una, la felicità si raddoppia!"
diamantea non è connesso  
Vecchio 24-01-2011, 17.20.24   #10
Sole
Conosce ogni vicolo
 
Data registrazione: 31-08-2005
Messaggi: 5,572
Predefinito

Che argomento. Da dove cominciamo?
Ci sono in tutte le tradizioni religiose riferimenti a questo antagonista. Satana etimologicamente vuol dire l'antagonista mentre "diavolo" ha radice sanscrita Div che è la stessa della parola Dio. Come se per il Dio che identifichiamo con amore e bontà avessimo evitato di dare un nome mentre per il Dio che identifichiamo con odio e cattiverio lo avessimo specificato meglio. Se pensi in molte religioni del passato e qualcuna del presente gli dei cattivi erano sempre dei. Oppure erano un solo Dio con doppia valenza.. e qui si apre un universo filosofico....
Citazione:
Originalmente inviato da dafne Visualizza messaggio
Mi ha detto che il diavolo esiste, che nessuno ne vuole mai parlare (preti compresi) e che per questo lui vince sempre.
Mi par strano che i preti non ne parlino perchè Gesù nel deserto lo affronta e lo vince. Nei vangeli esorcizza e libera del diavolo. Mi pare che invece ne parlino.

Non vince sempre altrimenti non esisterebbe più niente essendo un elemento dell'equilibrio delle forze in gioco, come per la terra anche nell'uomo.. e questo fa pauretta. Ma ci arriveremo penso nell'andare avanti con la discussione.
Quote:


Mi ha fatto rriflettere su questa cosa in particolare.
Addossiamo tutti i meriti e tutte le colpe a Dio. Soprattutto le colpe. Ma Dio non c'entra niente.
Se una ragazzina viene rapita e stuprata non è stata la "volontà del Signore" ma quella del diavolo.
Parlare solo di Dio, e accusarlo di tutto ciò che ci accade, non è solo ingiusto ma favorisce il lavoro del diavolo.
Addosserei la responsabilità alle scelte dell'uomo che sceglie una forza o l'altra non a Dio e al Diavolo (parlo per la tua amica non per te, eh!).
Quote:


Ora, religiosi che si possa essere o meno, non trovo questo discorso del tutto sbagliato.
Se esiste dio, una forza che chiamiamo dio e identifichiamo come Amore, non è poi così impossibile pensare che esista una sua forza contraria.

Mi sono arrabattata un pò su sta cosa perchè non mi piaceva l'idea di mettere dio e diavolo sullo stesso piano.

Poi ho pensato che Dio possiamo identificarlo come Amore e Bene e Male come sue manifestazioni...dove il Male sia rappresentato da sto benedetto (ahahah) diavolo. Ma il bene allora da che cosa sarebbe rappresentato? Perchè gli opposti dovrebbero avere forza uguale, no?
Esiste un Assoluto da cui tutto emana e da cui discende anche il Bene ed il Male. Il Dio che noi chiamiamo Padre è probabilmente quel Bene.
Quote:


Insomma, se guardo un pò meglio al mio problema, mi destabilizza pensare a Dio come l'opposto del Diavolo e viceversa.
Siamo nel regno della dualità ed è per questo che se c'è il bianco c'è anche il nero. Però nel mezzo ci sono infinite sfumature in cui possiamo lavorare per avvicinarci a come comprenderle. Purtroppo nella religione cattolica il concetto di Assoluto è poco divulgato così si viene a creare una certa paura quando si comincia a riflettere, come adesso tu, su queste cose. Perchè l'idea che esista un Dio altrettanto forte come Dio fa pensare che allora chi ci difende? o cose del genere.
Si dice spesso che il bene vincerà.. ma credo che il bene vincerà perchè non può perdere allo stesso modo del male, fintanto che esisterà l'uomo così come lo consciamo. Questo perchè se siamo nella dualità, e lo siamo, se una delle contro-partite venisse a mancare finirebbe di esistere il mondo come lo consciamo. Il Bene ed il Male sono due forze di equilibrio, il filo blu ed il rosso della corrente elettrica che creano la tensione.. che permette di far luce o di muovere oggetti o avere energia ecc ecc.
Addirittura a volte c'è da pensare che se c'è una guerra da qualche parte del mondo è per permettere a noi di vivere in pace... questa è duretta.
Quindi sommando il tutto. Il Dio di cui stiamo parlando che in genere si accusa.. fa proprio il bene che deve fare. Il Diavolo fa il male che deve fare.
Citazione:
Voi che ne pensate?
Tutto ciò detto... si, per me il Diavolo esiste, lo vedo come una Forza che collabora alla tensione per mantenere il sistema in movimento o in vita, sia macro che micro.

Forse ho messo dentro troppa roba, ma i tuoi punti erano tanti e toccano diverse cose da approfondire ed anche se so di non aver toccato esattamente quello che volevi, spero di averti chiarito un pò anche incasinadoti...
__________________
Se non sarò me stesso chi lo sarà per me? E se non ora, quando?
Sole non è connesso  
Vecchio 24-01-2011, 17.55.22   #11
Andrea Fontana
Richiesta Cancellazione
 
Data registrazione: 13-01-2009
Residenza: Emilia-Romagna
Messaggi: 27
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da diamantea Visualizza messaggio
Andrea, intanto mi hai chiamata Adamantea, richiama Adamo, un uomo... non hai letto bene il mio nick (e neppure la mia domanda), che pure ha un significato simbolico a cui tengo molto, accetto i suoi derivati ma non lo stravolgimento del nome. Poi volevo chiederti proprio quello che hanno ben interpretato Uno e Ray. Le tue certezze da dove le prendi? sull'argomento Diavolo naturalmente, come dice pure Ray, il 3d si riferisce a questo. Assaggioli lo conosco pure io dal suo operato e dalle letture come pure Jung, ma il resto no, per cui forse per te è inutile parlarne con me visto la tua risposta: Se non si accetta e comprende chi siano i Maestri della grande Loggia Bianca o Gerarchia Spirituale planetaria è fuori discussione parlarne.
Sono molto ignorante in merito e non ho il dono della fede cieca senza i miei riscontri, però sono curiosa. Se ti basta...
Mi spiace Diamantea se ci sei rimasta male, non era mia intenzione; è stato solo un piccolo lapsus derivato dall'etimologia del nome Diamante, che nei nomi è usato sia al maschile che al femminile ed in latino è Adamàntem come in greco Adàmanta, con il significato che forse già conosci. Adamo non c'entra niente.
Ma vedo che anche a voi è scappato di aggiungere una lettera al cognome di Assagioli (si scrive con una sola g) ma credo che il buon dottor Roberto non se la sarebbe presa come anch'io non me la prendo quando mi chiamano Andreas o Andre e altri derivati.
Su... cerchiamo di non prendere ogni punta per le spine...
Poi qui siamo nella sezione Esoterismo, ed un esoterista è anche colui che cerca di trovare i punti di accordo, evitando i disaccordi.

Piuttosto che certezze dovrei chiamarle conferme, ogni volta che mi capita di conoscere qualcuno che le ha vissute in prima persona e magari le ha documentate, come ad esempio il dottor Douglas Baker, tuttora vivente ultraottantenne, venuto in Italia molte volte per conferenze e Seminari, il quale era amico e collega di Assagioli, come tutti possono leggere nei suoi innumerevoli libri, nei quali ha illustrato le sue esperienze ed ha esteso gli insegnamenti della Blavatsky e della Bailey, aggiungendo le sue esperienze dirette di medico e Discepolo del Maestro di Saggezza Robert Browning.
Con particolare riferimento all'argomento di questo topic va detto che il dottor Baker ha anche trattato più volte l'argomento del diavolo-Guardiano della Soglia, facendo una sintesi di quanto aveva già ampiamente divulgato il Maestro D.K.
Ma è un argomento molto intricato e anche difficilmente dimostrabile. Mi è capitato di conoscere svariate persone che hanno avuto queste esperienze dirette ma non amavano parlarne, ed anch'io ho imparato a tacere, anche se sono sempre stato in pieno accordo con quanto scrisse Alice Bailey nella sua Autobiografia, ovvero che non esistono segreti e che le verità possono essere gridate dai tetti (tanto non cambia nulla).

A chi è interessato consiglio di leggere il libro che ho citato e farsi una propria opinione, ma se non è gradito quello che legge, egli non deve accettare quanto ha letto.

Pace e bene a tutti.
Andrea Fontana non è connesso  
Vecchio 24-01-2011, 19.31.44   #12
dafne
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di dafne
 
Data registrazione: 24-09-2007
Messaggi: 3,594
Predefinito

Citazione:
Siamo nel regno della dualità ed è per questo che se c'è il bianco c'è anche il nero. Però nel mezzo ci sono infinite sfumature in cui possiamo lavorare per avvicinarci a come comprenderle. Purtroppo nella religione cattolica il concetto di Assoluto è poco divulgato così si viene a creare una certa paura quando si comincia a riflettere, come adesso tu, su queste cose. Perchè l'idea che esista un Dio altrettanto forte come Dio fa pensare che allora chi ci difende? o cose del genere.
Credo che sia un problemone questo della dualità che ho forse appena appena iniziato a toccare.

In effetti mi disturba non poco dare lo stesso potere alle forze oscure che a quelle di luce, diciamo così.

Immagino, ma solo razionalmente, che esistano i due opposti, il Bene e il Male appunto e quello che poi è la Divinità a comprenderli entrambi...mah.

Dio è immortale, invincibile, innutabile onnipresente ecc ecc (ho abbandonato la discussione sui 24 filosofi dovrò tornarci..) e mi tormenta il pensiero che esista un dio altrettanto forte ma tendente al male. Qualcosa non torna...probabilmente è l'ambito di appartenenza ad essere diverso.

Io stessa comunque, nel mio infimo piccolo, sono sempre disposta a dare valore maggiore al mio lato buono piuttosto che al mio lato cattivo. Un pò di bene "vale" molto di più di un discreto male...(questa non son sicura di saperla spiegare)
Alla fine invece è solo maggiore la volontà di far emergere il buono a far la differenza, a potenza sono entrambi forti.

Quindi questo Diavolo, come forza, esiste. Sarà puerile ma se ancora riesco a permettere al mio cervellino di immaginarsi un Dio buono, Padre, Principio cratore non ci riesco proprio ad immaginarmi un Padre altrettanto vero ma distruttore. Non è questione di buono-cattivo come per le marachelle o i peccati, razionalmente lo sò (presuntuosa pure sono...vabbeh) ma di principi che aggregano o disgregano.

Il Diavolo è comunque, parlando di gerarchie, un Angelo. Caduto, ma pur sempre angelo, non dio.

E no, ha ragione la mia amica, i preti non ne parlano, tranne in qualche occasione rara e specifica tendenzialmente non fanno omelìe o non parlano in modo diretto di quest'essere.

Ma è un'altra storia, a me non interessa molto se e come lo dipingono ma piuttosto questa specie di omertà che istintivamente prevale e che è tipico, almeno in me, di un atteggiamento di rimozione che applico ogniqualvolta si tratta di aver a che fare con il male, con il cattivo, o l'errore se preferiamo.

Quel "vince sempre" era riferito a questo, a questa sorta di freno mentale ad avvicinarsi a qualcosa di oscuro. Ne avevamo già parlato in riferimento all'ignoto mi pare.

Il discorso tocca moltissimi punti si e forse l'ho direzionato verso qualcosa di ancora superficiale ma non era mia intenzione mettere in discussione una figura religiosa ma tentare di capire fino a che punto e come ci si possa avvicinare per conoscerla senza farsi sbruciacchiare le alucce...anzi...i piedozzi visto che si scende, non si sale. all'Inferno..
dafne non è connesso  
Vecchio 24-01-2011, 19.51.20   #13
Uno
Amministratore
 
L'avatar di Uno
 
Data registrazione: 28-05-2004
Messaggi: 9,603
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da dafne Visualizza messaggio
Immagino, ma solo razionalmente, che esistano i due opposti, il Bene e il Male appunto e quello che poi è la Divinità a comprenderli entrambi...mah.
...............
e mi tormenta il pensiero che esista un dio altrettanto forte ma tendente al male. Qualcosa non torna...probabilmente è l'ambito di appartenenza ad essere diverso.
Se può servire a dare un pò di pace alla tua mente ti dico che i due non hanno la stessa forza, siamo noi posizionati dove gli influssi arrivano grosso modo nella stessa intensità cioè più vicini al demonio.
All'atto pratico non ci cambia quasi (c'è una interessante questione di fulcri e leve, che adesso credo sia complicata per alcuni) nulla, ma in senso filosofico, teogonico etc... ci allarga, nel vero senso del termine, l'orizzonte.
Uno non è connesso  
Vecchio 24-01-2011, 23.44.50   #14
diamantea
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di diamantea
 
Data registrazione: 29-03-2010
Messaggi: 3,108
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Andrea Fontana Visualizza messaggio
le verità possono essere gridate dai tetti (tanto non cambia nulla).
Solo una piccola precisazione poi chiudo l'argomento.

Se non sbaglio questa frase è citata nel Vangelo, non è una frase della Bailey anche se la cita. Per analogia io dico si possone leggere tutti i libri esoterici del mondo (tanto non cambia nulla).
Come ti dicevo ho letto la Bailey, lei parlava pure dei "fratelli oscuri" che pure è meglio non nominare malgrado vanno anch'essi verso la Luce. Poi ho smesso di leggere per il motivo che ha detto Uno, mi sono ubriacata, non ho retto così come non ho retto alla pratica, non ero pronta per quella strada sicuramente.

Tu mi hai consigliato tanti libri da leggere come pure in altri 3d ma per me vale più la tua esperienza raccontata con le tue parole piuttosto che un titolo di un libro che non leggerò di sicuro. Il mio percorso è diverso, ciò non toglie che ascolto, spesso in silenzio argomenti di cui non voglio parlare direttamente.
Qualcuno disse, ma non ricordo più chi, che i libri non si divulgano ma si lasciano in un angolo a terra, chi è pronto raccoglie.

Il mio nick... proviene da un percorso ed è già una traduzione ma non dal latino con un significato un pò diverso. Non mi sono offesa solo mostrato le spine della Tea.
__________________
"Due è meglio di una, la felicità si raddoppia!"
diamantea non è connesso  
Vecchio 24-01-2011, 23.47.03   #15
Sole
Conosce ogni vicolo
 
Data registrazione: 31-08-2005
Messaggi: 5,572
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Uno Visualizza messaggio
Se può servire a dare un pò di pace alla tua mente ti dico che i due non hanno la stessa forza, siamo noi posizionati dove gli influssi arrivano grosso modo nella stessa intensità cioè più vicini al demonio.
All'atto pratico non ci cambia quasi (c'è una interessante questione di fulcri e leve, che adesso credo sia complicata per alcuni) nulla, ma in senso filosofico, teogonico etc... ci allarga, nel vero senso del termine, l'orizzonte.

Ma quindi dipende dalle leggi sotto cui siamo? Solo che adesso non capisco più in che punto del sistema siamo. Non siamo allora così tanto sprofondati. Forse le pietre o minerali sono nel punto più profondo. Oppure semplicemente la forza evolutiva è una spinta sempre più forte, e gira gira prima o poi arriva.
E allora la Legge del tre?

Il mazziere ha ben rimescolato le carte (grazie)...
__________________
Se non sarò me stesso chi lo sarà per me? E se non ora, quando?
Sole non è connesso  
Vecchio 24-01-2011, 23.49.06   #16
Ray
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di Ray
 
Data registrazione: 10-08-2005
Messaggi: 7,214
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da dafne Visualizza messaggio
Il Diavolo è comunque, parlando di gerarchie, un Angelo. Caduto, ma pur sempre angelo, non dio.
Si, ma non un angelo qualunque, posto che la parola qualunque possa essere associata ad angelo.

In un modo o nell'altro riteneva di poter rivaleggiare col creatore... avrà avuto i suoi argomenti immagino.
Ray non è connesso  
Vecchio 24-01-2011, 23.53.57   #17
dafne
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di dafne
 
Data registrazione: 24-09-2007
Messaggi: 3,594
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Uno Visualizza messaggio
Se può servire a dare un pò di pace alla tua mente ti dico che i due non hanno la stessa forza, siamo noi posizionati dove gli influssi arrivano grosso modo nella stessa intensità cioè più vicini al demonio.
All'atto pratico non ci cambia quasi (c'è una interessante questione di fulcri e leve, che adesso credo sia complicata per alcuni) nulla, ma in senso filosofico, teogonico etc... ci allarga, nel vero senso del termine, l'orizzonte.
Si, mi dà pace, grazie capo, adesso ho capito perchè l'attrattiva è più forte, come una sorta di forza di gravità...e poi non ho ancora capito bene ma mi piace questa cosa del fulcro delle leve.
Se mi promuovono insieme al piccolo che le stà studiando magari ne esco con qualcosa di utile.
Grazie. Ci rifletto stanotte
dafne non è connesso  
Vecchio 25-01-2011, 01.25.58   #18
Andrea Fontana
Richiesta Cancellazione
 
Data registrazione: 13-01-2009
Residenza: Emilia-Romagna
Messaggi: 27
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da diamantea Visualizza messaggio
Solo una piccola precisazione poi chiudo l'argomento.

Se non sbaglio questa frase è citata nel Vangelo, non è una frase della Bailey anche se la cita. Per analogia io dico si possone leggere tutti i libri esoterici del mondo (tanto non cambia nulla).

Ho fatto una sintesi di quanto A. B. scrisse, e in effetti non ho detto che ella si riferiva a Cristo quando profetizzò che alla fine dei tempi le cose nascoste sarebbero state rivelate ed i segreti gridati dai tetti.
Ma si deve aggiungere che il Maestro D.K. scrisse ne IL RITORNO DEL CRISTO:
"Sono tempi in cui ogni cosa viene proclamata dai tetti, come il Cristo predisse. Quando leggiamo o ascoltiamo di tante brutture, di tanti delitti, di tanto sperpero di denaro per soddisfare i sensi e per il lusso, ci perdiamo di coraggio; ma è bene che tutto ciò venga alla superficie e che lo si sappia. Tutto questo è analogo alla purificazione del subcosciente cui molti si sottopongono, ed è presagio dell’avvento di tempi nuovi e migliori."

La fine dei tempi è un riferimento metaforico alla fine dell'Era dei Pesci, che sta esaurendosi completamente, per fare posto all'Era successiva.

Riguardo a quanto ha scritto Sole su Gesù che nel deserto affronta e vince il diavolo, occorre comprendere che Gesù è uno dei Maestri della Grande Loggia Bianca, ma non è Cristo, e duemila anni fa Egli era al livello di un grande Iniziato, che nel deserto affrontò Tre volte, e lo vinse, il Serpente del Male, ovvero il suo Guardiano della Soglia. Il superamento di quella grande Prova lo condusse alla Trasfigurazione, metafora di quanto i Maestri chiamano la Terza Iniziazione, ovvero la stessa grande Espansione di Coscienza che hanno superato in vita Assagioli e Alice Bailey, ma che invece fallìrono Krishnamurti e Rudolph Steiner, benchè anche loro molto evoluti e grandi Discepoli esoterici.

Ultima modifica di Andrea Fontana : 25-01-2011 alle ore 01.31.55.
Andrea Fontana non è connesso  
Vecchio 25-01-2011, 02.16.55   #19
Uno
Amministratore
 
L'avatar di Uno
 
Data registrazione: 28-05-2004
Messaggi: 9,603
Predefinito

Se dicessi quello che penso su Assagioli posto su un livello superiore a Steiner si aprirebbe una diatriba lunga ed inutile, quindi mi limito a dire che intanto in questo post il buon vecchio è riuscito un'altra volta nel suo intento, cioè sparire alla nostra vista
Uno non è connesso  
Vecchio 25-01-2011, 09.31.09   #20
Edera
Bannato/a
 
Data registrazione: 28-04-2009
Messaggi: 1,834
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Sole Visualizza messaggio
Tutto ciò detto... si, per me il Diavolo esiste, lo vedo come una Forza che collabora alla tensione per mantenere il sistema in movimento o in vita, sia macro che micro.

.
Quindi è 'necessario'. Mi viene da pensare che senza di esso non ci sarebbe movimento ma saremmo immobili, nella perfezione di Dio. Mentre così il sistema tendendo continuamente a Dio senza mai raggiungerlo pienamente si muove
Edera non è connesso  
Vecchio 25-01-2011, 12.19.24   #21
luke
Organizza eventi
 
L'avatar di luke
 
Data registrazione: 27-03-2009
Messaggi: 2,181
Predefinito

Ho trovato molto interessante il discorso di Sole e lo condivido, e ha colpito anche me il fatto dei fulcri e delle leve, vedrò di rifletterci sopra .

Anche il fatto delle tentazioni di Gesù nel deserto mi "attrae", nel senso che sapere che anche Lui ha passato determinati momenti, (ovviamente un "tantinello" più forti dei miei), era sottoposto a tentazioni, doveva lottare, mi da una sensazione di fiducia, di maggiore forza.

Ovviamente come ho detto nel Suo caso le tentazioni presumo fossero enormi, il diavolo offriva del pane ad uno che era stato a digiuno per quaranta giorni, gli offriva i regni del mondo , gloria , fama , dimostrando con ciò di avere comunque un certo potere, di averne in qualche modo disponibilità.
Oltretutto , presumo, la simbologia di questo episodio sia ancora più cospicua di come mi appare.
luke non è connesso  
Vecchio 25-01-2011, 12.48.02   #22
Faltea
Partecipa agli eventi
 
Data registrazione: 18-03-2007
Messaggi: 1,164
Predefinito

Il diavolo come tentatore... non si può raffigurarlo meglio di così.. ma esiste un diavolo più profondo non solo legato al cristianesimo.
Quell'impulso che porta una persona "normale" a fare un gesto non logico, non nel suo "stile" un gesto negativo. Profondamente negativo...
Spesso si sentono persone che affermano "di non capire perché l'hanno fatto.." piangere, pentirsi con una disperazione sincera.
Quella scintilla di follia immediata ed immotivata.
Forse il tocco del diavolo?
Faltea non è connesso  
Vecchio 25-01-2011, 14.45.12   #23
Andrea Fontana
Richiesta Cancellazione
 
Data registrazione: 13-01-2009
Residenza: Emilia-Romagna
Messaggi: 27
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Uno Visualizza messaggio
Se dicessi quello che penso su Assagioli posto su un livello superiore a Steiner si aprirebbe una diatriba lunga ed inutile, quindi mi limito a dire che intanto in questo post il buon vecchio è riuscito un'altra volta nel suo intento, cioè sparire alla nostra vista
Caro signor Uno, se rileggi bene nessuno qui ha scritto che Assagioli è stato posto su un livello superiore di Steiner : erano sullo stesso livello evolutivo, ma il primo ha superato la grande Prova della Terza Iniziazione, sconfiggendo il suo diavolo interiore (il Guardiano della Soglia) e si è connesso con la sua Monade.
Steiner, Discepolo del Maestro Rakoczy (leggasi il Maestro Morya) ebbe una crisi tremenda, dalla quale rimase sconvolto e non superò la Terza Iniziazione, come ha ben spiegato Francesco Varetto a pag. 326 del libro: L'Anima della Storia. Edizioni Synthesis.
Tuttavia è chiaro che non gli sarà difficile superarla nella sua prossima incarnazione.
Andrea Fontana non è connesso  
Vecchio 25-01-2011, 14.50.51   #24
griselda
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di griselda
 
Data registrazione: 07-01-2006
Messaggi: 7,869
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Uno Visualizza messaggio
Se dicessi quello che penso su Assagioli posto su un livello superiore a Steiner si aprirebbe una diatriba lunga ed inutile, quindi mi limito a dire che intanto in questo post il buon vecchio è riuscito un'altra volta nel suo intento, cioè sparire alla nostra vista
Ogni volta che osservo quella parola mi sorprendo a pensare al diavolo chissà perchè!
__________________
------------------------

ORDINE RITMO ARMONIA
griselda non è connesso  
Vecchio 25-01-2011, 16.48.07   #25
Uno
Amministratore
 
L'avatar di Uno
 
Data registrazione: 28-05-2004
Messaggi: 9,603
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Andrea Fontana Visualizza messaggio
Caro signor Uno, se rileggi bene nessuno qui ha scritto che Assagioli è stato posto su un livello superiore di Steiner : erano sullo stesso livello evolutivo, ma il primo ha superato la grande Prova della Terza Iniziazione, sconfiggendo il suo diavolo interiore (il Guardiano della Soglia) e si è connesso con la sua Monade.
Steiner, Discepolo del Maestro Rakoczy (leggasi il Maestro Morya) ebbe una crisi tremenda, dalla quale rimase sconvolto e non superò la Terza Iniziazione, come ha ben spiegato Francesco Varetto a pag. 326 del libro: L'Anima della Storia. Edizioni Synthesis.
Tuttavia è chiaro che non gli sarà difficile superarla nella sua prossima incarnazione.
Insomma s'ha da fare per forza sta diatriba...
Prima di tutto, come già detto, a volte l'italiano è sufficientemente preciso e non interpretabile a meno che uno non viva in un mondo tutto suo.
Se dici che uno ha superato una prova e l'altro no ma sono sullo stesso livello evolutivo c'è una contraddizione grande come una casa (condominiale).
Come dire tutti e due sono all'università ma uno si è laureato, l'altro no.
A prescindere che quello laureato non è più all'università, egli ha in mano un pezzo di carta che gli permetterà di fare delle cose, l'altro no.

Poi ti dirò chiaramente quello che qualcuno ha già tentato di dirti, sei liberissimo di citare libri, pagine etc.. (e ti risparmio, per rispetto, l'analisi psicologica) purtroppo questo mi (ci?) toglie il piacere di comunicare con te, devi inoltre ricordare che a me del signor Francesco Varetto e della sua pagina 326 può fregare meno che meno, quindi quello che nel tuo pensiero è chiaro non è detto che lo sia nel mio o nella realtà.

Se possibile, non voglio che questo passi per tentativo di chiuderti la bocca, sarebbe l'ideale che rimanessimo nel tema. Se proprio devi aggiungere altro fuori del tema, se aggiungi citazioni e titoli non ti risponderò ancora, non offenderti

P.s. il "problema" Assagioli<>Steiner era solo la punta dell'iceberg di quel post, ho evitato di dirlo prima, ma praticamente condivido poco e nulla, qui lo dico solo per la cronaca.

Uno non è connesso  
 


Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire nuovi messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare files
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice vB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Vai al forum

Discussioni simili
Discussione Autore discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
I Tarocchi di Marsiglia Shanti Divinazione e tecniche conoscitive 90 09-06-2011 23.15.39
Saggezza popolare, proverbi e vecchi metodi alla Frate Indovino etc seleparina Divinazione e tecniche conoscitive 32 12-11-2010 17.27.24
Il bene non esiste? griselda Esperienze 26 16-04-2009 01.32.34
Dio esiste filoumenanike Letteratura & Poesia 0 06-03-2009 00.20.45
esiste qualcosa che non è Dio? turaz Esoterismo 36 22-05-2008 09.51.09


Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 07.55.15.




Powered by vBulletin Copyright ©2000 - 2022, Jelsoft Enterprises Ltd.
Questo sito non è, nè può ritenersi assimilabile ad una testata giornalistica, viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità del materiale. Pertanto, non è un prodotto editoriale sottoposto alla disciplina della l. n. 62 del 2001. Il materiale pubblicato è sotto la responsabilità dei rispettivi autori, tutti i diritti sono di Ermopoli.it che incoraggia la diffusione dei contenuti, purchè siano rispettati i seguenti principi: sia citata la fonte, non sia alterato il contenuto e non siano usati a scopo di lucro. P.iva 02268700271