Ermopoli
L'antica città della conoscenza
  
    
Torna indietro   Ermopoli > Forum > Tempio > Psicologia moderna e antica > Sogni

 
 
Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Vecchio 31-01-2012, 09.21.23   #1
diamantea
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di diamantea
 
Data registrazione: 29-03-2010
Messaggi: 2,751
Predefinito Disordine e tentazione

Un sogno ossessivo durato quasi tutta la notte. Ho tirato di schiena fino al mattino, ho sentito un formicolio nella zona lombare che non mi ha dato tregua. Ho alternato sensazioni di caldo nel corpo e freddo nei piedi.
Il sogno è lungo e in tre parti, in cui alterno fasi di sonno più profondo e fasi di sonno più leggero con il proseguimento dello stesso sogno.

All'inizio è a casa dei miei genitori, vedo mia madre, il mio compagno e a tratti il resto della famiglia e mio padre malato che sporca la casa e il bagno. E' come se dovessi ricevere persone ma la casa è molto in disordine, così a un certo punto mi metto a pulire. Mia madre pensa che non posso farcela in poco tempo ma non conosce il mio metodo, veloce ed organizzato, infatti in poco tempo la casa è ordinata e pulita, soprattutto tolgo lo sporco che ha fatto mio padre.

Poi un'altra scena si svolge fuori in cortile sempre dai miei genitori, che poi è comunicante con la mia casa, ma nel sogno è ancora legato alla casa genitoriale.
Ci sono lavori, nel balcone di mia madre ci sono operari, e sotto c'è una grande fossa scura, nera, vuota, forse è la fossa settica in riparazione, io sono seduta ai piedi di questa fossa, con il mio compagno, guardiamo questo lavoro, stiamo attenti che nessuna vi cada dentro. Io sto seduta composta davanti a questi operai, ma viene la mie sorella mezzana e ci accusa di essermi toccata i genitali la notte. Mi difendo dicendo che non è vero, mi sono solo toccata il ventre perchè mi tirava la schiena. Anche quando non dovevo darle questo conto ma non l'ho fatto e non voglio si dicano cose non vere.

La terza e ultima scena è nella mia camera da letto.
Il mio compagno vuole fare l'amore ma io dico che in questo momento non voglio farlo. Lui insiste, mi accarezza, mi promette fuoco e scintille dopo che sarà di nuovo abilitato al sesso e che ora ha talmente voglia che è disposto ad un invitare un terzo uomo pur di vedermi fare l'amore. Io dico di no, non lo farò con nessuno. Qui inizia un'altra serie di convincimenti ossessivi, il telefono suona, sono uomini che si propongono di fare l'amore in tre. Rifiuto tutti, ho detto che non lo farò con nessuno fino a data da destinarsi e non voglio farlo in tre, ora voglio dormire, è tardi, il mio letto è caldo e confortevole.
Ma il mio compagno sembra non rassegnarsi, continua a starmi addosso anche se entrambi vestiti interamente, suona il citofono, è notte fonda, dico a lui di vedere chi è, e se è un uomo di mandarlo subito via. Lui invece di rispondere al citofono della strada apre direttamente il portone della scala. Per fortuna la porta di ingresso e il cancello della strada sono chiusi, non può entrare.
Mi allarmo subito, mi alzo da letto arrabbiata, "così questo penserà che lo voglio fare entrare, hai aperto solo il portone, digli al citofono di andare via, e quando sei sicuro scendi a chiudere il portone", poi penso che ho pure la camera da letto in disordine, è come se me ne fossi accorta solo ora, non faccio entrare estranei con questo disordine e quest'ora di notte certo non mi metto ad ordinare, voglio riposare.
Mi sveglio finalmente.
__________________
"Ogni cosa che tu ami è molto probabile che tu la perderai, però alla fine l’amore muterà in una forma diversa".

Franz kafka
diamantea non è connesso  
Vecchio 31-01-2012, 16.00.21   #2
diamantea
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di diamantea
 
Data registrazione: 29-03-2010
Messaggi: 2,751
Predefinito Pulisco la casa dei genitori

La casa dei miei genitori mi sembra che rappresenti il mio processo di crescita, lì si è creato il disordine e li devo andare a sistemare se voglio poi sistemare le cose a casa mia.
Mia madre non crede che io sia capace di pulire quel disordine in una casa così grande in poco tempo, ma sono ben organizzata, ho metodo e riesco a farlo, a rendere presentabile la casa ad estranei. Quindi la mia facciata, quello che mostro all'estranei o all'esterno che entra è buona, sistemata.

Mio padre era malato è per questo ha sporcato, non voleva sporcare di proposito, volontariamente ma la malattia gli ha fatto fare quel disordine dentro di me, e nel bango, l'unico che ho visto sporco, mentre in tutti i miei sogni è pulitissimo, soprattutto il bagno di un uomo.
Forse qui compenso con il desiderio di un maschile pulito al fronte di un maschile malato.
Non c'è giudizio mentre pulisco, mio padre lo vedo sempre come negli ultimi sogni, innocuo, buono, solo malato ed io pulisco con la comprensione della sua malattia, con la comprensione verso mia madre che non ha fiducia che io riesca a pulire tutto e bene, infatti lei dopo mi guarda con sorpreso compiacimento.
__________________
"Ogni cosa che tu ami è molto probabile che tu la perderai, però alla fine l’amore muterà in una forma diversa".

Franz kafka
diamantea non è connesso  
Vecchio 31-01-2012, 16.08.50   #3
diamantea
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di diamantea
 
Data registrazione: 29-03-2010
Messaggi: 2,751
Predefinito Tengo d'occhio la fossa

Questa volta all'esterno, ora sono accompagnata da mio compagno, ci sono gli operari che lavorano sull'esterno della casa, sono uomini ed io sto composta, non sto certo lì davanti a loro per farmi guardare ma per tenere d'occhio la fossa aperta, non vorrei che qualcuno cadesse dentro, anzi per la precisione che una donna anziana li vicino cadesse dentro.
La fossa è pulita e nuova ma dentro nera, sembra una fossa destinata al rifiuto organico non so di preciso ma la stanno preparando per qualcosa...
Qui vedo l'altra sorella che mi accusa di autoerotismo... rappresenta sicuramente il mio giudizio bigotto, già visto e rappresentato da questa consanguinea più rigida e moralista.
Io mi difendo, è vero che mi sono toccata ma non era per quello che insinuava lei, avevo questo malessere alla schiena, questo formicolio e premendo certi punti in quella zona è come se l'energia risalisse allentando il fastidio.
Quante giustificazioni con tutte le mie parti che osservano!
__________________
"Ogni cosa che tu ami è molto probabile che tu la perderai, però alla fine l’amore muterà in una forma diversa".

Franz kafka
diamantea non è connesso  
Vecchio 31-01-2012, 16.28.14   #4
diamantea
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di diamantea
 
Data registrazione: 29-03-2010
Messaggi: 2,751
Predefinito Tentazioni in camera da letto

Qui la situazione è surreale, il mio compagno mai e poi mai, geloso e possessivo com'è, mi proporrebbe di farlo con un altro.

Qui ci vedo diversi segni. Intanto sono nel mio letto, quindi nella mia intimità. La stanza è in disordine, un disordine diverso dal solito, come se lo vedessi per la prima volta, e non posso fare entrare nessuno... questo mi sembra positivo, vuol dire che ora prendo coscienza di quel che non va o che qualcosa non va e devo sistemarla prima di aprirmi di nuovo all'esterno.

Poi ci sono le tre porte o chiusure che separano me dall'esterno, dalla strada: il cancello di ferro, il portone d'ingresso alla scala e la porta d'ingresso in casa.
Qui non capisco perchè il mio maschile apre proprio il portone.
E' una mezza via di entrata, il cancello di ferro non si può aprire ma può essere scavalcato, una volta dentro la scala la porta d'ingresso può essere più facilmente sfondata. Questo è il mio timore fondato nella realtà, mi sento più sicura quando il portone della scala è chiuso. Mi metto io stessa una minaccia, unpò come nel sogno "nuda davanti ai fari" in cui vi è la chiave all'estreno della porta antisfondamento. Mi creo barriere ma poi creo la via d'accesso al pericolo, a ciò che temo o che rifiuto. Perchè lo faccio? Perchè nei sogni si creano le situazioni di pericolo? Perchè si devono affrontare o per stare meglio in guardia? Questo non mi è chiaro.

A me sembra che il mio maschile non vuole essere rifiutato, vuole entrare, mi tenta con promesse di erotismo che un tempo mi piaceva non appena questa inabilità sessuale passi, anche se io penso non mi passerà facilmente. Strano che lo metto in bocca al mio compagno, un uomo fra l'altro sessualmente molto temprato, che mai insisterebbe così a lungo e che anzi ricerca i suoi momenti di astinenza sessuale per dedicarsi totalmente alla musica, quindi deve trattarsi del mio maschile che accetta la sua inabilità sessuale ma vuole vedermi comunque fare l'amore con un altro uomo, o lasciare entrare energie dall'esterno.
Forse c'è qualche altro significato che mi sfugge, perchè proprio un altro uomo che non conosco? Perchè la mia parte maschile deve guardare quello che faccio con un altro uomo? Non è chiaro per niente qui...
Quello che vedo è la mia posizione irremovibile sul punto zero, è tardi e voglio dormire, riposare... mi sembra un voler andare in letargo o recuperare le forze.
__________________
"Ogni cosa che tu ami è molto probabile che tu la perderai, però alla fine l’amore muterà in una forma diversa".

Franz kafka
diamantea non è connesso  
Vecchio 31-01-2012, 16.42.17   #5
diamantea
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di diamantea
 
Data registrazione: 29-03-2010
Messaggi: 2,751
Predefinito

Le tre porte mi ricordano il discorso, nel 3d G. e i numeri, che si è fatto sulle tre stanze collegate fra loro che devono portare alla quarta stanza.
Lungi dal voler dire che sto per passare alla quarta dimenzione, io sarei la quarta stanza, l'uomo per arrivare a me deve superare queste tre chiusure, o passaggi. La porta due è un collegamento più facilitato per arrivare alla mia intimità, alla mia camera da letto.
Se uno due e tre è corpo cuore mente, per arrivare nel mio letto devo scavalcare il corpo, aprire il cuore sfondandomi la testa hai!

Forse che la presenza di questo giovane uomo e al momento inabilitato al sesso è colui che deve aiutarmi ad aprire il cuore con i suoi gesti imprevedibili e incontrollabili? Boh! Vedremo.
__________________
"Ogni cosa che tu ami è molto probabile che tu la perderai, però alla fine l’amore muterà in una forma diversa".

Franz kafka
diamantea non è connesso  
Vecchio 31-01-2012, 18.40.32   #6
diamantea
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di diamantea
 
Data registrazione: 29-03-2010
Messaggi: 2,751
Predefinito

Stavo riflettendo sul significato di queste aperture.
Dunque io credo che vorrei restare chiusa nel mio guscio, con un maschile inabilitato al sesso, il quale sa che più in la quando sarà riabilitato mi farà felice, si saprà unire a me, saprà darmi ciò che desidero nella stanza 4 ma nel frattempo devo ricevere dall'esterno l'uomo, dalla strada, cioè materialmente l'amore lo devo fare con un uomo che non è il maschile interiore, ma uno in carne e ossa quindi esterno a me, al mio corpo cuore mente.
Ora il mio cancello/corpo è chiuso, la mia porta di'ingresso/mente è chiusa, l'unica porta apribile e di fatto aperta è il portone/cuore anche se mi arrabbio, lo voglio chiuso, lo sento come un pericolo che mina il mio corpo/mente. Il cuore è l'unica via di accesso, l'unica che può aprire le altre.
Questa apertura volontaria o inconsapevole o maldestra che sia proviene dal mio maschile, che si, sarà pure inabilitato al sesso, ma agisce disobbediendo al mio ordine di non aprire, di mandare via chiunque, quindi l'azione è maschile, se fosse solo per il mio femminile dormirei beata nel mio disordine mentale, intimo, giacerei all'inferno per l'eternità in compagnia delle mie parti/sorelle. E' questo maschile che funziona poco, è giovane e senza molta esperienza forse ma quel poco è bastevole per costringermi a prendere coscienza del mio disordine, del mio cuore aperto, del pericolo che pure lui dice che devo fare, invita questo esterno a venire dentro.
__________________
"Ogni cosa che tu ami è molto probabile che tu la perderai, però alla fine l’amore muterà in una forma diversa".

Franz kafka
diamantea non è connesso  
Vecchio 31-01-2012, 19.04.03   #7
diamantea
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di diamantea
 
Data registrazione: 29-03-2010
Messaggi: 2,751
Predefinito

Comunque questo mi sembra un buon sogno, nel senso che mi sta mostrando come sto iniziando a pulire, fare lavori di ristrutturazione proprio partendo dalle fondamenta (casa genitoriale) ed anche bonificare la fosse settica (il nero psichico) e stare attenta a non farci precipitare la mia parte femminile rappresentata da una donna anziana che ho in comunità da agosto, era una barbona di paese ed io l'ho aiutata a ritrovare una vita normale e dignitosa.
E questo mio maschile che mi sta accanto, vuole partecipare attivamente per rendermi felice. Non è ancora un uomo ma può diventarlo.
C'è ancora il mio giudizio bigotto che pesa ma lo vedo, insomma mi difendo con la verità, riconosco che non devo dargli molto conto sulle mie intime scelte.
Poi, posso pensare a mettere ordine nella mia camera da letto, cioè quello che sono ora.

Probabilmente fare l'amore in tre vuol dire
corpo/cuore/mente .
__________________
"Ogni cosa che tu ami è molto probabile che tu la perderai, però alla fine l’amore muterà in una forma diversa".

Franz kafka
diamantea non è connesso  
 


Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire nuovi messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare files
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice vB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Vai al forum

Discussioni simili
Discussione Autore discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Metodo e ordine webetina Psicologia moderna e antica 69 14-02-2012 08.37.51
furtarelli...dentro e fuori dafne Esoterismo 62 08-04-2011 01.07.30
Ordine vs disordine Cat Psicologia moderna e antica 41 28-07-2006 13.51.13


Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 13.47.46.




Powered by vBulletin Copyright ©2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd.
Questo sito non è, nè può ritenersi assimilabile ad una testata giornalistica, viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità del materiale. Pertanto, non è un prodotto editoriale sottoposto alla disciplina della l. n. 62 del 2001. Il materiale pubblicato è sotto la responsabilità dei rispettivi autori, tutti i diritti sono di Ermopoli.it che incoraggia la diffusione dei contenuti, purchè siano rispettati i seguenti principi: sia citata la fonte, non sia alterato il contenuto e non siano usati a scopo di lucro. P.iva 02268700271