Ermopoli
L'antica città della conoscenza
  
    
Torna indietro   Ermopoli > Forum > Tempio > Esoterismo > Simboli

 
 
Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Vecchio 14-09-2009, 15.06.08   #1
Kael
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Kael
 
Data registrazione: 06-08-2005
Messaggi: 3,131
Predefinito La montagna

Ogni Tradizione ha la sua Montagna Sacra, sede di miti e leggende, di rivelazioni divine, luogo santo, venerato e rispettato.
La montagna rappresenta la materia che si eleva verso il cielo, lo spirito, sembrando vincere qualsiasi legge di gravità..
Chi è stato in montagna sa che quando si conquista una cima si prova un'esperienza indimenticabile, quasi sacra. C'è un sentimento d'unione fra cielo e terra, di perfetto equilibro fra materia e spirito che crea una sorta di "euforia" per chi la vive..

Mosè sul Sinai ricevette le tavole della Legge, e con esse il fuoco. Si sviluppò un forte incendio per la presenza di Dio, fuoco di cui la montagna è la rappresentazione simbolica. Il simbolo del fuoco infatti è proprio quel triangolino con la punta verso l'alto, geroglifico della montagna, sua rappresentazione terrestre. Nondimeno il fuoco purifica, elimina le impurità, e dove andare se non in montagna quando ci si vuole "purificare"?
Kael non è connesso  
Vecchio 14-09-2009, 15.36.21   #2
luke
Organizza eventi
 
L'avatar di luke
 
Data registrazione: 27-03-2009
Messaggi: 2,004
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Kael Visualizza messaggio
Ogni Tradizione ha la sua Montagna Sacra, sede di miti e leggende, di rivelazioni divine, luogo santo, venerato e rispettato.
La montagna rappresenta la materia che si eleva verso il cielo, lo spirito, sembrando vincere qualsiasi legge di gravità..
Chi è stato in montagna sa che quando si conquista una cima si prova un'esperienza indimenticabile, quasi sacra. C'è un sentimento d'unione fra cielo e terra, di perfetto equilibro fra materia e spirito che crea una sorta di "euforia" per chi la vive..

Mosè sul Sinai ricevette le tavole della Legge, e con esse il fuoco. Si sviluppò un forte incendio per la presenza di Dio, fuoco di cui la montagna è la rappresentazione simbolica. Il simbolo del fuoco infatti è proprio quel triangolino con la punta verso l'alto, geroglifico della montagna, sua rappresentazione terrestre. Nondimeno il fuoco purifica, elimina le impurità, e dove andare se non in montagna quando ci si vuole "purificare"?
Personalmente mi sento attratto dalla montagna, dai suoi paesaggi ecc, ma fino ad ora non ho tradotto questo interesse nei fatti...

Oltre che simbolicamente, credo che la montagna richieda purezza ed integrità per essere conquistata: più si sale più aumenta la fatica e l'aria si fa più rarefatta, aumenta il freddo ma il sole scotta di più, se la si affronta troppo alla leggera, nel migliore dei casi non la si apprezza ma può anche fare male se non ci presentiamo nelle giuste condizioni, ad esempio fuori allenamento, troppo gonfi di cibo, non pronti ai rapidi mutamenti atmosferici che possono accadere, troppo sicuri di noi stessi...

Se però, si raggiunge la cima gli sforzi vengono ampiamente ripagati, e quando si riscende è come se una parte di noi restasse sempre lassù...( o magari una parte di noi è stata sempre lassù, siamo noi che dovevamo arrivarci per rendercene conto).
luke non è connesso  
Vecchio 15-09-2009, 00.20.24   #3
filoumenanike
Organizza eventi
 
L'avatar di filoumenanike
 
Data registrazione: 05-12-2008
Messaggi: 1,712
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da luke Visualizza messaggio
Personalmente mi sento attratto dalla montagna, dai suoi paesaggi ecc, ma fino ad ora non ho tradotto questo interesse nei fatti...

Oltre che simbolicamente, credo che la montagna richieda purezza ed integrità per essere conquistata: più si sale più aumenta la fatica e l'aria si fa più rarefatta, aumenta il freddo ma il sole scotta di più, se la si affronta troppo alla leggera, nel migliore dei casi non la si apprezza ma può anche fare male se non ci presentiamo nelle giuste condizioni, ad esempio fuori allenamento, troppo gonfi di cibo, non pronti ai rapidi mutamenti atmosferici che possono accadere, troppo sicuri di noi stessi...

Se però, si raggiunge la cima gli sforzi vengono ampiamente ripagati, e quando si riscende è come se una parte di noi restasse sempre lassù...( o magari una parte di noi è stata sempre lassù, siamo noi che dovevamo arrivarci per rendercene conto).
La montagna ha un fascino particolare, salire in alto, verso una cima crea un'ansia latente...devi prepararti prima il percorso da fare, capire se lo puoi fare, se hai le vie alternative nel caso risultasse troppo difficoltoso, devi decidere se il tempo è adatto all'escursione, devi portare con te tutto l'occorrente in caso di maltempo, di fame, di carenza di energie...insomma ci vuole una buona preparazione, poi sacco in spalla e via!
Salire è difficile, cominci con facilità poi il respiro si fa affannoso, il sacco pesante, le gambe rigide e allora ti fermi ti guardi intorno e il panorama ti appaga e rinasce il bisogno di salire, la montagna ora incombe sopra di te con tutta la sua mole, con il suo fascino terribile, l'aria rarefatta è una carezza fresca sulla pelle accaldata, gli altri che hanno cominciato con te a salire ora li vedi fermi in basso magari sdraiati a prendere il sole o a mangiare. Sei solo, tu e il monte..spesso mi chiedo perchè sto facendo tanta fatica, perchè non mi fermo ma, non so spiegare bene, dentro qualcosa mi spinge ad andare avanti e quando dopo molte ore di cammino arrivo lassù...è il paradiso, i pensieri tristi sono svaniti, il cuore è pieno di amore, di un sentimento di pace, sei con l'Universo, sei dentro L'universo, sei il sasso...sei il fiore, sei il vento e preghi, rivolgi a quel Dio che hai intorno a te parole di gratitudine perchè esisti, perchè hai il sole che ora ti scalda da vicino...
filoumenanike non è connesso  
Vecchio 15-09-2009, 01.06.08   #4
Ray
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di Ray
 
Data registrazione: 10-08-2005
Messaggi: 7,149
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Kael Visualizza messaggio
La montagna rappresenta la materia che si eleva verso il cielo,
E più è alta più ce ne vuole, di materia.
Ray non è connesso  
Vecchio 15-09-2009, 09.42.54   #5
filoumenanike
Organizza eventi
 
L'avatar di filoumenanike
 
Data registrazione: 05-12-2008
Messaggi: 1,712
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Ray Visualizza messaggio
E più è alta più ce ne vuole, di materia.
Qunado si arriva ad altezze meno elevate lo spirito si appaga di meno, forse non tanto per l'altezza quanto per il paesaggio?
Salire un monte non è un pò la parabola di chi vuol conoscere, di chi intraprende un percorso iniziatico?

monte o montagna, sono concetti diversi?
filoumenanike non è connesso  
Vecchio 15-09-2009, 11.22.30   #6
Ray
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di Ray
 
Data registrazione: 10-08-2005
Messaggi: 7,149
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da filoumenanike Visualizza messaggio
Salire un monte non è un pò la parabola di chi vuol conoscere, di chi intraprende un percorso iniziatico?
Non solo salire, anche costruirselo. Per questo accennavo alla quantità di materia.
Ray non è connesso  
Vecchio 15-09-2009, 11.50.52   #7
Kael
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Kael
 
Data registrazione: 06-08-2005
Messaggi: 3,131
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Ray Visualizza messaggio
Non solo salire, anche costruirselo. Per questo accennavo alla quantità di materia.
Già, e la geofisica ci insegna che ciò dipende dallo scontro di placche sotterranee (della litosfera) che così si sollevano, anche per via della liberazione di lava, materiale igneo (guarda caso..) che forza le rocce verso l'alto...

Il Vulcano è un'espressione perfetta di questa associazione montagna/fuoco che gli antichi ben conoscevano..
Kael non è connesso  
Vecchio 15-09-2009, 12.54.18   #8
luke
Organizza eventi
 
L'avatar di luke
 
Data registrazione: 27-03-2009
Messaggi: 2,004
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Kael Visualizza messaggio
Già, e la geofisica ci insegna che ciò dipende dallo scontro di placche sotterranee (della litosfera) che così si sollevano, anche per via della liberazione di lava, materiale igneo (guarda caso..) che forza le rocce verso l'alto...

Il Vulcano è un'espressione perfetta di questa associazione montagna/fuoco che gli antichi ben conoscevano..
Se non sbaglio anche nella Divina Commedia viene rappresentato il purgatorio come una montagna, formatasi in conseguenza alla caduta di lucifero nelle profondità terrestri che, di conseguenza, ha fatto spuntare fuori la montagna, quindi per come la vedo io più si scende in profondità dentro se stessi più "materia" si crea per risalire dopo; man mano che si sale la montagna del purgatorio ci si purifica e si espiano i propri peccati, per essere pronti quando si è in cima a salire verso il paradiso.
luke non è connesso  
Vecchio 15-09-2009, 14.08.11   #9
griselda
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di griselda
 
Data registrazione: 07-01-2006
Messaggi: 7,630
Predefinito

La sto guardando un po' controcorrente, però mi domandavo, visto che diverse civiltà individuavano la "dimora" degli dei su una montagna, non fosse per via dell'aria rarefatta che c'è oltre ad una certa quota, mi domandavo come si comporta il cervello cambiandogli l'ossigenazione, se si possono avere altri stati di coscienza?

Non ho mai fatto delle camminate lunghissime in montagna ma sono salita con le funivie e devo dire che la prima volta che sono arrivata in cima ed ho ammirato il paesaggio, respirato l'aria, ho sentito dentro un'emozione enorme, ho pensato che il posto più vicino a Dio dove ero stata era proprio là sulla montagna, qualunque essa fosse.
La montagna era come un ponte tra il cielo e la terra, quando arrivo in alto e godo della luce, del silenzio, del vento, del verde dell'erba mi sento parte del tutto e mi si accende il cuore.
__________________
------------------------

ORDINE RITMO ARMONIA
griselda non è connesso  
Vecchio 15-09-2009, 14.32.27   #10
stefano
Richiesta Cancellazione
 
Data registrazione: 11-05-2009
Messaggi: 1,322
Predefinito

meno tossine, meno pensieri, sangue che affluisce meglio.
rivitalizzante naturale
in più permette di porre distanza e di osservare dall'alto.
qualcosa che nel tran tran di tutti i giorni normalmente non si riesce a fare se non dopo allenamento.

Ultima modifica di stefano : 15-09-2009 alle ore 14.35.31.
stefano non è connesso  
Vecchio 15-09-2009, 15.14.17   #11
Ray
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di Ray
 
Data registrazione: 10-08-2005
Messaggi: 7,149
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Kael Visualizza messaggio
Già, e la geofisica ci insegna che ciò dipende dallo scontro di placche sotterranee (della litosfera) che così si sollevano, anche per via della liberazione di lava, materiale igneo (guarda caso..) che forza le rocce verso l'alto...

Il Vulcano è un'espressione perfetta di questa associazione montagna/fuoco che gli antichi ben conoscevano..
Già, la materia sottoposta al fuoco interno diventa liquida, fuoriesce e torna solida in una struttura che sale.
Ray non è connesso  
Vecchio 15-09-2009, 15.16.00   #12
Ray
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di Ray
 
Data registrazione: 10-08-2005
Messaggi: 7,149
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da luke Visualizza messaggio
Se non sbaglio anche nella Divina Commedia viene rappresentato il purgatorio come una montagna, formatasi in conseguenza alla caduta di lucifero nelle profondità terrestri che, di conseguenza, ha fatto spuntare fuori la montagna, quindi per come la vedo io più si scende in profondità dentro se stessi più "materia" si crea per risalire dopo; man mano che si sale la montagna del purgatorio ci si purifica e si espiano i propri peccati, per essere pronti quando si è in cima a salire verso il paradiso.
Concordo. Unica pignoleria, la materia si sposta non si crea... è un riutilizzo però, nonchè un dar forma.
Ray non è connesso  
Vecchio 15-09-2009, 15.30.39   #13
luke
Organizza eventi
 
L'avatar di luke
 
Data registrazione: 27-03-2009
Messaggi: 2,004
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Ray Visualizza messaggio
Concordo. Unica pignoleria, la materia si sposta non si crea... è un riutilizzo però, nonchè un dar forma.
Si, in effetti è più corretto così;
anche nei processi interiori spesso si tratta di riutilizzare energie dirottandole da determinati processi che ci controllano ad altri in cui siamo noi a decidere davvero cosa fare o cosa creare.
luke non è connesso  
Vecchio 15-09-2009, 23.21.23   #14
Kael
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Kael
 
Data registrazione: 06-08-2005
Messaggi: 3,131
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Ray Visualizza messaggio
Già, la materia sottoposta al fuoco interno diventa liquida, fuoriesce e torna solida in una struttura che sale.
Esistono però anche le "rocce metamorfiche", quelle cioè che si trasformano pur restando solide. In seguito ad elevate temperature e pressioni subiscono modificazioni a livello mineralogico, e gli atomi si dispongono in modo da formare nuovi reticoli cristallini...
Kael non è connesso  
Vecchio 16-09-2009, 00.06.32   #15
Ray
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di Ray
 
Data registrazione: 10-08-2005
Messaggi: 7,149
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Kael Visualizza messaggio
Esistono però anche le "rocce metamorfiche", quelle cioè che si trasformano pur restando solide. In seguito ad elevate temperature e pressioni subiscono modificazioni a livello mineralogico, e gli atomi si dispongono in modo da formare nuovi reticoli cristallini...
Non sempre elevate temperature, anzi quasi mai troppo elevate sennò fondono. Sono particolari combinazioni di calore e pressione che permettono a certe sostanze, tra cui marmo e ardesia, di mutare restando solide.
Quel che può interessare di ragionare, oltre agli ambiti in cui ciò accade, è la faccenda della pressione. Se per il calore ci vuole il fuoco, per la pressione?
Ray non è connesso  
Vecchio 16-09-2009, 00.13.38   #16
luke
Organizza eventi
 
L'avatar di luke
 
Data registrazione: 27-03-2009
Messaggi: 2,004
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Ray Visualizza messaggio
Non sempre elevate temperature, anzi quasi mai troppo elevate sennò fondono. Sono particolari combinazioni di calore e pressione che permettono a certe sostanze, tra cui marmo e ardesia, di mutare restando solide.
Quel che può interessare di ragionare, oltre agli ambiti in cui ciò accade, è la faccenda della pressione. Se per il calore ci vuole il fuoco, per la pressione?
Per la pressione ci vogliono spinte contrastanti, che premono in un punto ma verso direzioni contrarie?
luke non è connesso  
Vecchio 16-09-2009, 01.27.55   #17
Kael
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Kael
 
Data registrazione: 06-08-2005
Messaggi: 3,131
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Ray Visualizza messaggio
Non sempre elevate temperature, anzi quasi mai troppo elevate sennò fondono.
Elevate intendevo rispetto alle loro temperature standard, anche noi uomini non "fondiamo" a 40 di febbre però non è per nulla piacevole avercela...
Kael non è connesso  
Vecchio 16-09-2009, 12.32.08   #18
Ray
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di Ray
 
Data registrazione: 10-08-2005
Messaggi: 7,149
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da luke Visualizza messaggio
Per la pressione ci vogliono spinte contrastanti, che premono in un punto ma verso direzioni contrarie?
O forze e resistenze (che poi sempre forze sono) come ad esempio l'aria che ci preme sulla testa e ci spinge verso la terra, nella quale però non sprofondiamo, cioè ci fa da resistenza.
Ray non è connesso  
 


Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire nuovi messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare files
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice vB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Vai al forum

Discussioni simili
Discussione Autore discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
La discesa dalla Montagna jezebelius Sogni 0 02-12-2007 17.29.52
Feng Shui Uno Divinazione e tecniche conoscitive 54 02-11-2007 10.19.23
Sono come il fiume che scorre... Aria Letteratura & Poesia 0 27-10-2007 00.55.43
La montagna di fuoco e di ghiaccio Peterpan Letteratura & Poesia 3 19-11-2004 18.24.39


Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 06.21.34.




Powered by vBulletin Copyright ©2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd.
Questo sito non è, nè può ritenersi assimilabile ad una testata giornalistica, viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità del materiale. Pertanto, non è un prodotto editoriale sottoposto alla disciplina della l. n. 62 del 2001. Il materiale pubblicato è sotto la responsabilità dei rispettivi autori, tutti i diritti sono di Ermopoli.it che incoraggia la diffusione dei contenuti, purchè siano rispettati i seguenti principi: sia citata la fonte, non sia alterato il contenuto e non siano usati a scopo di lucro. P.iva 02268700271