Ermopoli
L'antica città della conoscenza
  
    
Torna indietro   Ermopoli > Forum > Tempio > Psicologia moderna e antica > Sogni

 
 
Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Vecchio 18-02-2012, 15.40.51   #1
diamantea
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di diamantea
 
Data registrazione: 29-03-2010
Messaggi: 2,696
Predefinito Per sempre al cimitero

Dopo il sogno "l'inferno di fuoco" mi raddormento per fare un altro lungo sogno.

Questa volta ritorno alla casa dello zio Isidoro, ai tempi del Paradiso. E' una rivisitazione di quel luogo che mi ha visto felice. Ora è stato modernizzato, la legnaia è stata trasformata in moderno e funzionale bagno che rende abitabile quel posto rimasto antico.
Poi rivedo la stanza del vicino di casa, tale e quale era, con nitidi ricordi, e infine la casa dello zio come era allora.
Fuori in cortile ci sono le mie sorelle e il mio compagno, dobbiamo andare in qualche posto, è carnevale, ma Tina cerca di influenzarmi sul mio compagno, litighiamo a parole, poi le mi copisce al volto perchè non voglio ascoltarla, ed io reagisco, le tiro i capelli e la colpisco anch'io al volto, e le dico che farò di mia volontà.
Iniziamo a risalire verso la piazza, mia sorella mezzana mi mette in mano un gattino nero, vuole che lo tenga io, lei non lo vuole più, ma nemmeno io lo voglio così non solo glielo restuisco ma pure le dico che non deve abbandonarlo senza assicurarsi di aver trovato un padrone.
Continuo la risalita, lasciando il mio compagno indietro perchè perde tempo inutilmente per cose sue. Mi telefona al cell ed io gli dico dove sono e come raggiungermi, sono a piedi per cui può farlo benissimo ma lui è frastornato, dice che non si ricorda la strada per raggiungermi. Io non mi fermo, continuo a salire fino in comunità, lì mi richiama di nuovo dicendomi di essersi perso, ma io gli rispiego la strada gli dico che lui la conosce, l'ha fatta tante volte per venire da me, ma lui piange, dice che è disperato per una cosa che gli è successa, ormai si trova al cimitero, ha trovato una casa rossa e ha deciso di rimanere li per sempre.
diamantea non è connesso  
Vecchio 18-02-2012, 16.39.08   #2
diamantea
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di diamantea
 
Data registrazione: 29-03-2010
Messaggi: 2,696
Predefinito

In questo sogno mi saltano tante cose agli occhi. Il litigio con Tina sembra un'evoluzione dell'altro sogno della simulazione dell'aggressore. Forse sto lottando con quella parte di me che si intromette, che mi condizione sulla mia libertà di scelta.
Il mio incamminarmi lasciando indietro il mio compagno mi sembra un segno di automia, di individualità dalla coppia, lui spesse segue i suoi ritmi non tenendo conto dei miei ed io sempre più spesso faccio a meno di lui, seguendo i miei desideri, i miei ritmi.
Però qui la cosa brutta è che lui non riesce a orientarsi, a trovare la strada per raggiungermi perdendosi. Piange e si dispera perchè non mi trova, perchè non sa distaccarsi da quanto gli è accaduto decidendo di andare a vivere al cimitero in questa casa rossa, questo è un dato strano, perchè proprio al cimitero?
Un altro dato strano non di questo sogno ma di un altro di qualche giorno fa è che sogno di parlare con Uno, passa il mio compagno ed io chiedo a Uno se è morto, e Uno mi risponde di si, è morto ma lui ancora non lo sa e io non sono pronta ad accettarlo.
Questa cosa mi intristisce parecchio, non perchè penso alla morte fisica di lui, ma alla morte del rapporto, che sto cercando di far vivere in un altro modo. Forse indica la morte del vecchio modo e poi rinasce in altro, oppure può significare che mi sto incaponendo a volere un uomo che non posso avere.
diamantea non è connesso  
Vecchio 23-02-2012, 20.03.56   #3
diamantea
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di diamantea
 
Data registrazione: 29-03-2010
Messaggi: 2,696
Predefinito

Da quando ho fatto questo sogno una strana pace dei sensi mi pervade, una serenità che non ho mai provato.
Nessun pensiero e nessuna pulsione sessuale, ma una grande energia finalmente dopo due mesi di malesseri continui. Ho avuto solo i due giorni successivi un turgore al seno doloroso e fastidioso ma oggi è passato, può essere anche un raro sintomo preciclo, io non soffro di niente in genere, nè prima, nè durante, però può capitare.
Vabbhè, qualcosa accadrà quando arriverà di nuovo il momento del trasloco dal cimitero, non è più un problema, nè uno stress. Invece sono molto poco tollerante alle diverse fonti di stress, reagisco decisa a mettere i limiti prima che arrivi al punto di rottura.
diamantea non è connesso  
 


Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire nuovi messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare files
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice vB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Vai al forum

Discussioni simili
Discussione Autore discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Lo "sporco" è sempre sporco? (bucato di una volta) Era Antiquario e Rigattiere 45 03-04-2008 00.18.42
Una discussione classica ma sempre in auge nei forum Uno Psicologia moderna e antica 46 12-10-2007 20.13.11
Invidia, è sempre una brutta bestia??? Ladymind Psicologia moderna e antica 19 16-08-2005 15.16.52
il sempre grande Gibran siam Letteratura & Poesia 6 23-09-2004 00.11.09


Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 04.17.01.




Powered by vBulletin Copyright ©2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
Questo sito non è, nè può ritenersi assimilabile ad una testata giornalistica, viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità del materiale. Pertanto, non è un prodotto editoriale sottoposto alla disciplina della l. n. 62 del 2001. Il materiale pubblicato è sotto la responsabilità dei rispettivi autori, tutti i diritti sono di Ermopoli.it che incoraggia la diffusione dei contenuti, purchè siano rispettati i seguenti principi: sia citata la fonte, non sia alterato il contenuto e non siano usati a scopo di lucro. P.iva 02268700271