Ermopoli
L'antica città della conoscenza
  
    
Torna indietro   Ermopoli > Forum > Tempio > Psicologia moderna e antica > Sogni

 
 
Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Vecchio 05-03-2012, 00.24.22   #1
dafne
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di dafne
 
Data registrazione: 24-09-2007
Messaggi: 3,528
Predefinito Busy

Molta parte è andata perduta ma non tutto quindi ha un suo perchè, forse.

Stiamo andando via da un posto,ho fatto delle cose prima, non so se stiamo fuggendo o riparandoci da un evento cataclismatico.
Ricordo di essermi trovata sul tetto di un autobus..come se fosse scoperchiato, c'era una canzone e io l'ascoltavo con attenzione perchè la conoscevo bene, molto famosa, in inglese.

Ricordo di avere un compagno di viaggio e ricanticchio e ripeto le frasi del ritornello e gliele traduco, parola per parola, rallentando un attimo su un paio per incertezza.

Non ricordo la sequenza ma ricordo che ripetevo quella parola incerta "busy" traducendogliela più volte.

Mi ricordo solo che mi sono ritrovata a terra col mio compagno di viaggio (terremoto? esplosione? alieni? booh) e che mi ha colpito moltissimo guardarlo perchè era un poliziotto di una nota serie poliziesca televisiva, un uomo di colore con occhi azzurri molto chiari.

Mi chiede probabilmente spiegazioni su quel mio inglese e gli dico qualcosa come che la mia memoria fa abbastanza schifo ma che mi sono resa conto che si tratta molto di allenamento e che stavo cercando di recuperarla,ripetendo le cose più volte..come l'inglese.



La frase della canzone non me la ricordo più ma aveva anche un want (volere) assieme a quel busy (impegnato, occupato) come se mi stessi dicendo vorrei ma sono impegnata per poi cadere a terra faccia a faccia col mio compagno a dire che per la memoria si tratta solo di allenamento...
__________________
Non è coraggio senza paura
dafne non è connesso  
Vecchio 01-04-2012, 11.37.29   #2
dafne
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di dafne
 
Data registrazione: 24-09-2007
Messaggi: 3,528
Predefinito

Posto qui il sogno di stanotte perchè lo asssociato quasi subito a questo.
Non ricordo tutto.


Sono in una grande casa, una specie di colonia, ci sono molte stanze e non sò bene se ho il compito di pulirle o se sono anch'io ospite.
Comunque stanno arrivando dei gruppi di ragazze sportive, ci sono stanze molto affollate, forse transito anche per dei bagni con molti lavandini, comunque con molto caos.

Poi entro dalla finestra in un a camera, non so se stò cercando qualcosa o se solo cerco un posto tranuquillo, comunque non sono da sola. Entro ed è completamente vuota, mi stupisce questo vuoto e giro dappertutto ma non c'è proprio niente.
Faticosamente riesco ad usire proprio da quella finestra da dove sono entrata ma che ritrovo incastrata.
La scena si sposta nel refettorio, o quello che sembra un grande salone con tavoli da una parte e delle panche con tavoloni e una tv dall'altra.

Ho appena fatto da mangiare, i miei ricordi si perdono ma anche li c'era caos e io ho fatto da magiare bene mettendo insieme più ingredienti e facendo dei piatti che prima non si mangiavano.

Sono li davanti a questo tavolo con panche con degli amici e mi accorgo che c'è un oggetto fuori posto. Non mi ricordo cos'è ma stà arrivando un ragazzo e mi agito un pò perchè quella cosa non dovrebbe essere li.
Anche gli altri si agitano un pò.
Con calma però prendo quell'oggetto che mi pare ricordare come un mestolo e lo liscio, lo faccio diventare piatto e lo metto sopra alla tv, così sfuma alla vista.
Il ragazzo infatti pare non accorgersene.

Poi lo rimetterò a posto e qui mi viene su un'immagine di un gioco che ho fatto in rete dove c'è una foto con moltissimi oggetti messi alla rinfusa e un elenco che dice cosa cercare. Cliccando sull'oggetto scompare dalla lista ma è difficile non solo per la grande quantità di oggetti ma anche perchè "cavallo" può essere una statua come un disegno o un ricanmo su un vestito..

Ho associato quelle stanze alla memoria. Ho una serie di stanze strapiene e caotiche e altre completamente vuote.
Il riferimento al gioco rinforza l'idea del mettere alla rinfusa, occhiali per terra e scarpe sui tavoli..ecc
La parte del cucinare mi suggerisce che forse qualche elemento in più l'ho trovato e ci ho fatto delle cose più buone ma che non è che iniziato il lavoro.

La questione di quella specie di mestolo mi rimane ostica. L'uomo che arriva non deve vederlo lì, questo è certo e io lo trasformo, lo appiattisco e lo metto sopra alal tv nera sperando che così non lo veda.

Ipotizzo a caldo che piuttosto che mettere in ordine nascondo, quasi certamente a me stessa, a quell'uomo che nonsoperchè mi ricorda il pazzo squilibrato che ogni tanto mi tormenta nei sogni.
__________________
Non è coraggio senza paura
dafne non è connesso  
Vecchio 02-04-2012, 08.48.58   #3
dafne
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di dafne
 
Data registrazione: 24-09-2007
Messaggi: 3,528
Predefinito

Che sono una personcina caotica già lo sapevo, decisamente disordinata ma non in tutto. In campi come il lavoro o ultimamente nella nuova casa l'ordine mi viene bene, mi piace anche.
Peccato che un'altra pecca sia la costanza, sono decisamente umorale in questo e quindi a seconda dell'umore che mi prende l'ambiente esterno ne viene influenzato.

Ho legato il secondo sogno al primo per il discorso del giochino sul web dove bisogn amettere a fuoco i vari oggetti. La scena viene riproposta in più volte e dopo la prima volta alcuni oggetti vengono richiesti di nuovo (e li me li ricordo) altri invece sono nuovi ma man mano che riguardo la mente in fretta sà dove guardare anche prima che lo abbia capito.

Vabbeh, divagazione, comunque in quel fotogramma del gioco ci sono tantissimi oggetti disposti nei modi più assurdi. Dal secondo sogno ho l'idea di avere accumulato ed accatastato nello stesso modo i miei ricordi. Pigiati molti diversi in uniche stanze lasciandona magari altre vuote. Se torno al tempo della separazione, tanto per dire, c'è nebbia, un groviglio di emozioni e fatti e se invece cerco di puntarmi su un fatto specifico (i pagamenti dell'avvocato ad esempio), non trovo niente.

Nel secondo sogno c'è anche la cucina dove ho prodotto piatti nuovi, come se fossi riuscita a recuperare qualcosa ma c'è ancora caos e non vorrei trascurare la figura di quell'uomo che arriva e che mi fà nascondere trasformando quell'oggetto.
E' come se la mia mente critica volesse far sparire tutto per far sembrare tutto apposto anche se in realtà le cose non sono al loro posto ma solo mimetizzate. (metto l'oggetto sulla tv)

Per via del metodo di riordino forse il primo sogno mi da un suggerimento, ripetere e ripetere per portare bene alla memoria.
Forse il passato devo rivisitarlo più volte, un pò come si fà con le stanze incasinate dividendo gli oggetti in iniziali macrogruppi e poi man mano in scatoline più piccole.
Boh, questo sistema conosco, forse potrei prendere prima le scatole e poi man mano spostare gli oggetti senza fare macrogruppi anche perchè per esperienza sò che macrogruppi spesso si risolvono in spostare masse di oggetti da una parte all'altra...uff..proverò.
Di buono c'è che, a quanto pare, ci sono stanz<e completamente vuote in cui smaltire il materiale. Spero. Se ho riletto giusto il messaggio inconscio.
__________________
Non è coraggio senza paura
dafne non è connesso  
 


Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire nuovi messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare files
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice vB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Vai al forum


Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 20.47.27.




Powered by vBulletin Copyright ©2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
Questo sito non è, nè può ritenersi assimilabile ad una testata giornalistica, viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità del materiale. Pertanto, non è un prodotto editoriale sottoposto alla disciplina della l. n. 62 del 2001. Il materiale pubblicato è sotto la responsabilità dei rispettivi autori, tutti i diritti sono di Ermopoli.it che incoraggia la diffusione dei contenuti, purchè siano rispettati i seguenti principi: sia citata la fonte, non sia alterato il contenuto e non siano usati a scopo di lucro. P.iva 02268700271