Ermopoli
L'antica città della conoscenza
  
    
Torna indietro   Ermopoli > Articoli > Esoterismo

Closed Article
 
Utilità Articolo Cerca in questo Articolo
Scuole esoteriche, iniziazioni, vie mano destra, secche e mano sinistra, umide
 Scuole esoteriche, iniziazioni, vie mano destra, secche e mano sinistra, umide


Inviato da  Uno
  25-01-2007
Predefinito Iniziazioni



In ambito esoterico si usa spesso questa parola, parola che non è limitata a questo caso, potrei essere iniziato od iniziare all'arte, alla buona cucina, alla matematica o all'agricoltura etc etc. Che cosa significa essere iniziati a qualcosa o iniziare? L'iniziatore è colui che è maestro di una qualsiasi cosa, potremmo dire
 Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:  ecatepersef.jpg
Visite: 336
Dimensione:  88.4 KB 
che ne è esperto se cercate nel forum il senso reale di questa parola (ne abbiamo parlato) che non è memorizzare per fare o rifare. Il Maestro è colui che ha sperimentato sul suo corpo, sulla sua mente e la sua anima ciò che tenta di trasmettere, il maestro è colui che tenta di trasmettere ciò che ha studiato con la ragione imparando concetti, è per questo che le nostre scuole ordinarie (non me ne vogliano gli in-segnanti) non funzionano bene, il docente dovrebbe prima aver esercitato ciò che insegna e fare questo (insegnare) in età avanzata, cosa che si adeguerebbe bene dato che la parola scuola è derivata da ozio, riposo.... il contrario di agire, riposo che serve agli alunni per studiare per imparare (cioè da parare dentro, prepararsi) cosa poi dovrà essere fatto. C'è una logica in questo, il lago si attraversa quando la superficie dell'acqua è calma su tutto il bacino allo stesso modo che qualcosa può passare quando c'è calma, però perchè possano esserci dei periodi di calma ci debbono essere tempeste ed acque agitate.
Implicitamente abbiamo già definito chi è l'aspirante all'iniziazione, è qualcuno che lo desidera ardentemente ma riesce ad essere calmo come l'acqua piatta, quel desidera ardentemente può essere frainteso, un desiderio ardente è solo quello che viene da dentro, può essere stimolato dall'esterno, anche con letture per esempio, ma nessuno riuscirà ad accendere un grosso legno bagnato fradicio con un fiammifero.
Allora Uno ci vuoi dire, senza fare il misterioso, più apertamente, in che consistono 'ste iniziazioni? Ho parlato di trasmissione prima, sono sicuro che il 99% (oggi sono ottimista) di chi legge associa trasmissione a qualcosa che passa, no non passa nulla, pensateci un momento.... ascolto una trasmissione radio, c'è uno studio radiofonico in cui qualcuno parla, la sua voce nel microfono viene letta e attraverso meccanismi elettronici (che qualcuno conoscerà meglio di me) viene creata un'onda che parte dall'antenna, io dalla mia casetta ho la radiolina che se sintonizzo sulla giusta frequenza riceve (la riceve pure se non mi sintonizzo ma non ci fa niente) la trasmissione, poi la radio internamente ricrea una voce uguale a quella che è sta trasmessa. Non è la voce originale che è passata, una sua "immagine", la sua forma, le sue caratteristiche sono passate... dati con cui la radiolina ricevente è in grado di ricreare la voce. Bene la stessa cosa accade in ogni interazione tra noi esseri umani (e non solo, tra tutto succede così) quindi anche nel rapporto tra Maestro e Allievo.
 Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:  bwiti-03.jpg
Visite: 316
Dimensione:  4.8 KB 
Chiarito il concetto trasmissione possiamo dire che l'iniziatore di qualsiasi genere sia è colui che tramite trasmissione che va oltre le parole (ma non sempre o per forza s'ha da tirare in ballo energie misteriose o incomprensibili, può essere anche un gesto, un movimento, un rumore, un esempio etc) fa assaggiare all'iniziato l'arte che tenta di trasmettergli. L'iniziato può poi adoperarsi (qui finisce il riposo e l'ozio, è tempo di agire) per rivivere la stessa esperienza da solo, dandogli il necessario tocco di individualità che solo adesso può manifestare, quando riuscirà nell'impresa sarà a sua volta in grado di trasmettere ad altri, sarà padrone di quell'arte (qualunque essa sia) e ne sarà Maestro.
Sperando che sia chiaro il concetto di iniziazione (che ho scritto sempre in minuscolo perchè non specifica, ma in generale) proviamo almeno in sintesi, e per quello che si può con le parole, a descrivere il concetto di Iniziazione, l'aspirazione di qualsiasi Ricerca Spirituale seria. Tutte le vere iniziazioni sono importanti, comunque ci trasformano, ci insegnano sia ad essere riceventi che a trovare spazio per accogliere il nuovo sia a lavorare poi per Com-prendere completamente un'arte, ma la l'Iniziazione significa che l'Iniziatore ha fatto l'esperienza di Dio.... chiariamo.... non è Dio... rileggete la faccenda della radio.... la voce crea l'onda, l'onda arriva e ricrea la voce se ci sono le condizioni... ma questa "voce" che l'Iniziatore ha ascoltato è ciò che di più simile e somigliante a Dio che l'uomo in un corpo fisico può ricevere, altrettanto ci ritrasmette e poi dipende da noi se vogliamo, se ci diamo da fare etc etc per poter da soli fare l'Esperienza, per poterla mantenere per sempre.
Ci sono discorsi collaterali che esulano dallo scopo di questo articolo ma che potranno trovare spazio in altri posti, per esempio se la trasmissione alla radio avvenisse invece che con onde elettromagnetiche con raggi laser (è un esempio per esprimere il concetto, non prendetelo sul serio) la radio per non fondersi dovrebbe essere costruita con materiali appositi, suppongo che questo potrebbe far capire che per fare l'Esperienza il corpo e la mente devono essere adeguati, preparati.... difficile da credere? Che posso dire... per fare una maratona devo avere il fiato, per incontrare Dio non serve nulla... va bene, che ognuno si regoli come crede.
I meno giovani (ma anche gli altri attraverso film o altro) avranno almeno sentito parlare dell'iniziazione all'amore che si faceva fare agli adolescenti maschi di una certa epoca. In pratica il padre accompagnava questi ragazzi da una prostituta per farli diventare uomini. Ho preso questo esempio apparentemente slegato dal contesto perchè rende bene il concetto, quei padri, in buona fede, iniziavano i figli (anzi li accompagnavano dalle prostitute che li iniziavano) al sesso, non all'amore, a costo di sembrare antiquato qui affermo che non si può fare all'amore con una donna conosciuta da 5 minuti, anche se questa non lo fa per soldi ma perchè l'uomo gli piace fisicamente, si farà solo sesso e forse neanche quello bene, senz'altro ginnastica. Qual'è invece la differenza nel fare all'amore? Qualcuno dirà, l'atto alla fine è lo stesso.... la differenza è come ci si arriva, il corteggiamento, il volere il bene dell'altra persona e il desiderio che viene da dentro e non da stimoli esterni. I tempi non serve che ve lo dica credo, sono senz'altro diversi, non nego che due si possano riconoscere a pelle, ma comunque c'è stata una preparazione dei due anche senza conoscere l'altro, la vita li avrà portati all'appuntamento in cui si trovano dopo essere passati da circostanze che li hanno preparati, invece nell'iniziazione all'amore classica da ragazzi si passano alcuni stadi, la si inizia a conoscere, magari a volte qualcuno ce ne parla, la vediamo da lontano o "per caso", iniziamo ad interessarci, ne siamo intimiditi (non raccontiamocela, anche un grande playboy se ama perde delle certezze, delle sicurezze) "la studiamo", cerchiamo di sapere dove vive, cosa fa, i momenti e le circostanze più favorevoli per incontrarla. Spesso l'amico o l'amica fanno il "miracolo" ci fanno conoscere questa persona (già questo potrebbe essere sottolivello di iniziazione) altre volte ci facciamo coraggio e ci presentiamo da soli..... ed da quel momento possiamo frequentarci, ci parliamo ed iniziamo a conoscere intimamente questa persona. La prima volta, sebbene abbia connotazioni diverse per le personalità maschili e femminili è comunque il passaggio da uno stato ad un'altro, nel bene o nel male non si è più gli stessi e mai si potrà tornarci, qui si aprirebbero spunti sulla perdita e il recupero dell'innocenza ma non sono all'ordine del giorno di questo articoletto.
Adesso trasportate tutto l'esempio in una grande Iniziazione e qualcosa si potrà dischiudere....
  #1  
By Uno on 05-03-2007, 12.46.54
Predefinito

Closed Article


Utilità Articolo Cerca in questo Articolo
Cerca in questo Articolo:

Ricerca avanzata

Regole di scrittura
You may non post new articles
You may non post comments
Tu non puoi inviare files
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice vB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Vai al forum


Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 10.38.23.




Powered by vBulletin Copyright ©2000 - 2021, Jelsoft Enterprises Ltd.
Questo sito non è, nè può ritenersi assimilabile ad una testata giornalistica, viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità del materiale. Pertanto, non è un prodotto editoriale sottoposto alla disciplina della l. n. 62 del 2001. Il materiale pubblicato è sotto la responsabilità dei rispettivi autori, tutti i diritti sono di Ermopoli.it che incoraggia la diffusione dei contenuti, purchè siano rispettati i seguenti principi: sia citata la fonte, non sia alterato il contenuto e non siano usati a scopo di lucro. P.iva 02268700271