Ermopoli
L'antica città della conoscenza
  
    
Torna indietro   Ermopoli > Forum > Tempio > Psicologia moderna e antica > Sogni

 
 
Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Vecchio 24-08-2011, 08.49.32   #1
diamantea
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di diamantea
 
Data registrazione: 29-03-2010
Messaggi: 2,698
Predefinito Acqua di montagna

Stanotte un bel sogno.
A quanto pare sono andata a vivere in una zona di montagna, alta e lontana dal mare. D'estate è molto bello, fa caldo ma piacevole, ora siamo a fine agosto e mi toccherà vedere come ci si vive nella stagione invernale.
Percorro il viottolo che conduce alla casa. Fa molto freddo di già, come un autunno inoltrato di una zona molto fredda.
Il freddo è secco ma bisogna coprirsi per stare fuori.
Davanti l'uscio di casa una porta a vetri all'inglese, vetri doppi protettivi ma che lasciano passare la luce e la visuale. La porta non è molto grande, direi tre vetri per tre.
Entro chiedendo permesso, c'è già qualcuno ad aspettarmi, in questa casa è come si vi abitassero altre persone con il mio stesso scopo che ancora non so quale sia il motivo del trasferimento.
Dentro c'è subito molto calore ma non sembra provenga da stufe o caloriferi bensì un calore secco e avvolgente come naturale, come prodotto dalle viscere di questa montagna che ospita la casa al suo interno.
Dentro mi viene incontro il mio insegnante di yoga, mi saluta anche la sua compagna, erano a letto, in lettini separati, stavano solo riposando e mi aspettavano.
Sono piacevolmente sorpresa di vedere loro, persone amiche con cui ho un buon rapporto.
Parlo di più con lui però, sono più in confidenza, nella realtà oltre ad essere il mio insegnante di yoga è pure un mio collaboratore di lavoro.
Guardo l'interno, sembra tutto di pietra, ben ordinato e levigato, un aspetto asciutto di pulizia, ordine, calore e di oggetti indispensabili e belli. Non esiste il superfluo.
Anche loro due sembrano essere molto ordinati e puliti, non che non lo siano nella realtà ma c'è un non so che di perfezione intorno, loro compresi.
Parliamo un pò del posto e della casa, loro non staranno tanto, forse la casa appartiene a loro, io sono ospite ma passerò del tempo.
Sento ora un rumore di acqua, così lui con molta meraviglia mi porta fuori da un piccola porta che da sul retro della casa.
Appena fuori vedo una vallata grande, a perdita d'occhio, tutta a terrazze di colore verde, di diverse tonalità di verde, queste terrazze sono coltivate e molto fertili, e in ogni stagione danno i loro prodotti. L'erbetta che ricopre i campi è perfetta, non molto alta e fitta. Il mare non si vede, siamo in luogo molto alto.
Poi mi giro sulla destra e vedo dall'alto della montagna la cascata d'acqua, limpida, che scorre continua, come un rivo che si riversa prima sul tetto di questo abbaino da cui siamo usciti, e poi si riversa a canale sulla valle ad irrigare la terra intorno.
L'acqua penetra pure dentro l'abbaino per dare acqua in casa. Scorre come una lastra trasparente e dolce da potervi mettere il bicchiere di vetro infrangibile sotto e dissetarsi, come fa ora il mio insegnante. Mi dice che non ci sono bottiglie di vetro in casa, gliene servirebbero quattro da riempire giornalmente e portarsele per bere nei vari piani della casa, invece per bere può farlo solo da lì, e da quando ha scoperto questa acqua non beve più nulla, è un'acqua particolare che sostituisce ogni altro liquido, molto benefica per il corpo e lo spirito perchè molto pura.
Io guardo con meraviglia, l'acqua è veramente molto limpida e trasparente, e continua e abbondante. Penso che tornando a casa posso procurargli io le bottiglie di vetro ma non sarebbe la stessa cosa che bere direttamente dalla fonte, dove l'acqua esce viva e carica delle sue sostanze preziose che nelle bottiglie diventerebbero presto morte.
Mi sveglio.
__________________
"Ogni cosa che tu ami è molto probabile che tu la perderai, però alla fine l’amore muterà in una forma diversa".

Franz kafka
diamantea non è connesso  
Vecchio 24-08-2011, 12.08.25   #2
webetina
Partecipa agli eventi
 
Data registrazione: 18-07-2009
Messaggi: 1,452
Predefinito

Contaminazione dal mio sogno ci fù!! Voglio il copyright. Il tuo ora è più bello, lo hai perfezionato; uffa è solo bello, non c'è nemmeno un piccolo problema.
webetina non è connesso  
Vecchio 24-08-2011, 14.02.39   #3
diamantea
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di diamantea
 
Data registrazione: 29-03-2010
Messaggi: 2,698
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da webetina Visualizza messaggio
Contaminazione dal mio sogno ci fù!! Voglio il copyright. Il tuo ora è più bello, lo hai perfezionato; uffa è solo bello, non c'è nemmeno un piccolo problema.

S'a to vicina sta beni, ogni sciauru ti ni veni!

A te notte lunga e tormentata dai rumori di casa mia, a me sogni belli e dissetanti ihihih!!!

Poi ti offro un bicchiere d'acqua di montagna và, crepi l'avarizia!
__________________
"Ogni cosa che tu ami è molto probabile che tu la perderai, però alla fine l’amore muterà in una forma diversa".

Franz kafka
diamantea non è connesso  
Vecchio 24-08-2011, 18.51.48   #4
diamantea
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di diamantea
 
Data registrazione: 29-03-2010
Messaggi: 2,698
Predefinito L'acqua

E' un sogno molto bello e ci sono molti punti da analizzare per cui lo farò analizzando tutti gli elementi anticipando però la sensazione che il tutto mi da, ovvero voglio bere alla Fonte, voglio il Maestro, ma averlo non è facile perchè non si può bere dalla cascata ma dall'acqua che filtra piano in casa, e posso berla un bicchiere alla volta per dissetarmi se ho sete.

L'acqua è la vita, il divenire specialmente quando scorre dalla fonte, dall'alto, l'acqua limpida è il vero nutrimento del corpo e dello spirito, dei pensieri e quest'acqua è limpidissima, molto pura e a disposizione della natura che cresce rigogliosa ma anche per me, per l'uomo o l'umanità, e in questo luogo dove mi ritiro per un pò di tempo quest'acqua è in casa, al riparo, ma fresca e corrente come quella di fuori, potrei anche farmici la doccia, possono bere più persone ma occorre andare solo dove scorre, metterla nelle bottiglie non ha senso perchè non sarebbe corrente, sarebbe acqua morta in poco tempo, acqua statica, perderebbe quel qualcosa che la rende speciale, proprio perchè scorre, e scorre continua, non si ferma mai.
Fuori guardo in altro ma è troppo alto per vedere la cima, vedo molto verde, alberi e quest'acqua che spunta dall'alto e scende nelle vallate fino ad arrivare sul tetto dell'abbaino, ma non è violenta, è maestosa e vederla sembra un miracolo della natura, così come sembra tutto un miracolo il verde che vedo intorno, la bellezza e la perfezione. Ogni cosa è al suo posto, nulla turba quel perfetto equilibrio di quella parte di montagna che vedo davanti.

Il fatto che non vedo il mare mi fa pensare che mi sia allontanata dalla zona bassa, emotiva, il mare appunto, sembrerebbe all'inizio che la montagna fosse arida, visto non si vede il mare a cui sono tanto anche abituata a vedere, dall'Etna nelle giornate limpide si vede anche la Calabria, è uno spettacolo visivo impagabile.
Ma qui anche se non si vede il mare vi è un'aqua ancora più nobile, più pura e viene dall'alto, non sale dal basso.
__________________
"Ogni cosa che tu ami è molto probabile che tu la perderai, però alla fine l’amore muterà in una forma diversa".

Franz kafka
diamantea non è connesso  
Vecchio 24-08-2011, 22.58.53   #5
diamantea
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di diamantea
 
Data registrazione: 29-03-2010
Messaggi: 2,698
Predefinito La montagna

Nei significati della montagna io vedo il percorso, l'unione fra terra e cielo, ma anche la solidità, l'imponenza e pure un luogo di isolamento con se stessi, un allontanarsi dalla quotidianità, un luogo non facilmente accessibile e vivibile. Un luogo in cui ci vuole molta forza, coraggio, capacità.

Ci devo passare del tempo in questa montagna, in questa dentro le sue viscere, un luogo bellissimo ma anche duro da passare visto anche la stagione prossima invernale ed io non sono abituata al freddo.
Ma dentro è caldo, confortevole, ospitale.
Quello che mi colpisce è che in questo luogo tutto è naturale, il freddo secco e bisogna coprirsi, ma dentro casa caldo naturale e secco, senza riscaldamenti. Fuori freddo, cammino a passo svelto per entrare, dentro caldo, un contrasto forte ma di uguale intensità, due facce della stessa medaglia, una dualità perfetta. Vi è questo vialetto che arriva fino alla casa, tutt'intorno fa vedere il vigore del luogo d'estate ma che presto imbiancherà di neve.
L'interno è in pietra, sono quadrati direi 40x40, non è di lava, ma non è nemmeno grezza, è pietra lavorata, levigata, non è di lusso ma solo lavorata e messa bene, rende bello l'ambiente, armonioso e caldo.

Fuori dall'altro lato è un altro scenario, è tutto verde e rigoglioso come dovrebbe essere inizio primavera e non fine estate. Mi colpisce questa visione di verde, con l'erba rasa, forse grano, non so, ma so che è terra fertile e lavorata e ben irrigata dalla fonte d'acqua.
Non vi è nulla oltre questo però non sento la mancanza di altro, noto solo che non si vede il mare, ma quell'acqua non fa sentire la sua mancanza.

Nella montagna in genere ci si ritira per meditare, per studiare, per isolarsi dal resto del mondo, e forse io mi sto isolando un pò.
__________________
"Ogni cosa che tu ami è molto probabile che tu la perderai, però alla fine l’amore muterà in una forma diversa".

Franz kafka
diamantea non è connesso  
Vecchio 24-08-2011, 23.06.25   #6
diamantea
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di diamantea
 
Data registrazione: 29-03-2010
Messaggi: 2,698
Predefinito La perfezione

Questo senso della bellezza e della perfezione mi colpisce parecchio, non solo in questo sogno ma anche negli altri sogni.
I particolari, i colori, l'intensità della luce, del bianco, ma anche la torbidezza del nero, la lucentezza del giallo oro, del verde erba, la trasparenza e purezza dell'acqua.
Sogni vividi, sensazioni fortissime, la chiarezza delle immagini, il senso del tempo, della stagione.
Ma anche l'ordine e la pulizia intorno.
Poi l'essenzialità, solo quello che serve, nulla di superfluo, anche le parole sono misurate, vanno a segno, solo quello che serve.
Eppure io non sono così perfetta, bella, ordinata, pulita, luminosa, pura come vedo nei sogni. Ma nemmeno così efferrata, cattiva come in certi incubi.
Mi chiedo da dove si pescano queste immagini così straordinarie, così meravigliose o anche torbide e paurose.
Immagini superiori e superbe che non appartengono alla realtà.
__________________
"Ogni cosa che tu ami è molto probabile che tu la perderai, però alla fine l’amore muterà in una forma diversa".

Franz kafka
diamantea non è connesso  
Vecchio 24-08-2011, 23.29.21   #7
diamantea
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di diamantea
 
Data registrazione: 29-03-2010
Messaggi: 2,698
Predefinito Il vetro

E' un elemento ricorrente in questo sogno. La porta è a vetri e sempre uno schema a tris. Ieri leggevo qualcosa sul tris, e Uno ha scritto che si vince facilmente se non si fanno errori, si ci si distrae e si sbaglia la mossa si perde . Chissà suby perchè l'ha messo sulla porta di entrata. Forse devo entrare con il piede giusto chissà

Il vetro penso che sia un'arma tagliente, come la lama, i coltelli, però in questo caso è infrangibile, quindi un'arma raffinata come la pietra usata per il rivestimento della casa, non per colpire. Se il bicchiere dovesse rompersi non taglierebbe perchè il vetro infrangile ha questa proprietà di farsi in mille pezzi senza tagliare.
Poi il vetro mantiene la trasparenza e fa passare la luce, ed in questo periodo ho molto bisogno di trasparenza nei rapporti, di verità, di luce.
Isolarmi in montagna va bene ma non chiudermi alla vita, all'estreno. Protetta da spessi vetri ma non chiusa, voglio vedere cosa c'è fuori anche se sto dentro, questo mi sembra il significato di questa porta a vetri. E' una barriera ma non stagna.

Non ci sono bottiglie di vetro in casa...
La bottiglia può anche essere usata come arma per colpire o come contenitore che mantiere intatti i liquidi, il vetro è un elemento di conservazione nobile, eppure in questa cosa non esistono le bottiglie, quindi non si può conservare liquidi a lungo, si può solo usare il bicchiere di vetro infrangibile, tipo ristorante, per bere l'acqua della fonte che sostituisce ogni liquido.
Di bottiglie ne servirebbero 4, una per ogni elemento?
Si potrebbe associare il numero 4 alla montagna come segno di stabilità.
Penso che potrei portarle da fuori, da casa mia le bottiglie ma poi penso che l'acqua chiusa nella bottiglie perde alcune proprietà preziose data dallo scorrere continuo, quindi l'unica soluzione è andare alla fonte ogni volta che si ha sete, non allontanarsi troppo dal luogo dove vi è la fonte, la casa è grande ed avendo a diposizione l'acqua in bottiglia ci si potrebbe distrarre, allontanare troppo dalla fonte vera accontentandosi bere acqua morta.

Questo simbolo lo associo con il messaggio della Madonna nell'altro sogno. Anche lì il messaggio doteva rimanere nel cimitero, lo potevo leggere solo li, non potevo copiarlo, fotocopiarlo, nè rubarlo. Potevo al massimo memorizzarlo.
Anche qui l'acqua la si può bere solo nel luogo dove scorre, non la si può portare altrove.
Quindi se trovo la fonte devo rimanerci accanto, non devo allontanarmi divagando, facendo altre cose, aggirando gli ostacoli con surrogati o imitazioni... Andando OT nei vari 3d Uno? Così non mi distraggo e non sbaglio la mossa a tris?
A kakuro vado meglio mi sa, benedetto Ray! Con i numeri non si va OT, la mente resta centrata.
__________________
"Ogni cosa che tu ami è molto probabile che tu la perderai, però alla fine l’amore muterà in una forma diversa".

Franz kafka
diamantea non è connesso  
Vecchio 25-08-2011, 19.41.46   #8
diamantea
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di diamantea
 
Data registrazione: 29-03-2010
Messaggi: 2,698
Predefinito Il vetro

Pensavo al fatto delle bottiglie. La bottiglia da una forma all'acqua che per sua natura non ha forma ma può assumere qualsiasi forma del contenitore. Quindi direi che la forma toglie la continuità del divenire, perde la sua qualità principale che è il divenire, ed il bere dalla fonte quando si ha sete potrebbe indicare il qui e ora, bere sul momento, lo scorrere che la vita ha in quel preciso momento, o istante di divenire.
Tra l'altro ci vedo una certa benevolenza dal cielo che mi fa piovere l'acqua di fonte dentro casa, dolcemente da potervi mettere sotto il bicchiere senza violenza che farebbe solo danno e non disseterebbe, la sua forza potrebbe anche uccidere. Il corpo e il mio essere non potrebbe reggere quella forza continua.
Il più grande va incontro al più piccolo. Il discepolo si inchina ai piedi del Maestro, ma il Maestro è con la sua benevolenza, compassione che si rende avvicinabile al più debole discepolo diminuendo la sua forza energetica altrimenti insostenibile.
__________________
"Ogni cosa che tu ami è molto probabile che tu la perderai, però alla fine l’amore muterà in una forma diversa".

Franz kafka
diamantea non è connesso  
Vecchio 26-08-2011, 15.33.54   #9
diamantea
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di diamantea
 
Data registrazione: 29-03-2010
Messaggi: 2,698
Predefinito La coppia yoga

Questa coppia merita un discorso lungo, che secondo me si lega un pò al sogno precedente, quello della mia ombra.
Vedo di sviscerarlo piano piano.

Intanto dico che lui è più giovane di lei. Qui potrebbe starci un pò il giudizio sul rapporto con il mio compagno. Lui malgrado ha superato i 50 anni ha solo qualche filo bianco a cercarlo bene, mentre lei più grande di un 4 o 5 anni sembra molto più vecchia della sua età e di lui, malgrado si mantiene bene.
Lui ha un'aria da eterno ragazzo, magari un pò indiano di aspetto, a mia madre è sembrato un hippy .
Lei una donna in carriera, uno studio fiorente ed elegantissimo, un gran bel conto in banca a differenza di lui che ha un normale stipendio.
E' facile lavorare di pregiudizi, lei mantiene bene lui che è più giovane e lui se la tiene stretta per i soldi. Pensieri meschini anche se fanno parte di una certa realtà.
In verità sono una bella coppia affiatata, si vede che si amano tanto, hanno lasciato i loro rispettivi coniugi, con i quali mantenevano un rapporto di abitudine, per stare insieme ormai da tanti anni, e crescono insieme.

Ecco io credo che nella mia ombra, nel mio lato oscuro ci sia questo desiderio di avere un marito o un uomo ricco per potermi dedicare a me stessa con serenità, avere il tempo di viaggiare, di studiare, di fare tutte quelle cose che non riesco a fare perchè troppo sola, troppo assorbita dal mandare avanti la famiglia.
Il mio ex compagno era benestante e poteva certo permettermi un tenore di vita più agiato, potevo essere come il lui di questa coppia, invece lui era stato già prosciugato dalla sua ex moglie così io mi dovevo accontentare di quel che voleva darmi anche se a me non serviva o non piaceva. Io sono orgogliosa, ho sempre vissuto con il mio, la mia famiglia mi ha educata a non chiedere nulla ad estranei, anche se fosse il marito.
Questa è una zona d'ombra nella mia vita e nel rapporto con il mio ex che ha nutrito rancori, sfiducia, malumore per tanti motivi e che la notte nei sogni vado a discutere con lui.
Mi sento in credito nei suoi confronti perchè io non mi sono lesinata nel dare a lui quello che desiderava, che aveva bisogno, non in termini di denaro ma di impegno fisico e morale soprattutto nei confronti dei suoi figli, del nostro rapporto. Lui faceva tanti discorsi, tante promesse, ma in verità rinforzava la sua posizione economica, chiedendomi i sacrifici che si chiedono a una moglie ma dando solo quello che si da a un'amante. Io non ho saputo rivendicare ciò che desideravo perchè non era mio marito, non mi sentivo in diritto, ero troppo orgogliosa per farlo, non volevo rischiare un NO che non si preoccupava a darmi se posavo gli occhi su uno standard più alto, però se lo acquistavo da me lo ammirava con orgoglio! Mi sono impoverita accanto a lui che amava di me solo la fiammiferaia che si accontentava di qualche fiammella, un gioco perverso che io sostenevo chissà per quale oscuro motivo.

Ha ragione mia sorella quando mi dice che non mi so difendere se non mi sento in diritto, tutta la mia aggressività svanisce, mi faccio fare male.
Anche con il mio attuale compagno non so difendermi dagli attacchi esterni perchè non mi sento in diritto di avere un uomo così più giovane di me.
E' dura da superare eh?

Tornando al sogno, questa coppia da questo punto di vista mi riporta ciò che ho descritto, forse mi identifico più nel ruolo di lui, che è il solo a bere l'acqua e parlare con me, lui è il vero ricercatore, un uomo molto in gamba anche nel lavoro, molto stimato, fa miracoli con i minori a rischio. Ha qualità che a me piacciono molto. Di lei ammiro il suo coraggio nel credere in se stessa, nei suoi sentimenti, di mettere a disposizione il suo per la coppia, per vivere più sereni e non farsi mancare nulla, nell'aver saputo tenere lontani i pregiudizi, compreso quello che è l'uomo a dover guadagnare di più, a mantenere ed essere più grande della donna. Ha girato la sua clessidra e vive meglio.

Eppure nel sogno dormono in letti separati, uno di fronte all'altro. Ci vedo del buono in questo, come la maturità di mantenere ognuno il proprio spazio pur vivendo insieme, lei sicuramente non farà incubi da doversi subito rifugiare fra le braccia del suo lui come faccio io
__________________
"Ogni cosa che tu ami è molto probabile che tu la perderai, però alla fine l’amore muterà in una forma diversa".

Franz kafka

Ultima modifica di diamantea : 26-08-2011 alle ore 15.37.12.
diamantea non è connesso  
Vecchio 31-08-2011, 15.08.03   #10
diamantea
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di diamantea
 
Data registrazione: 29-03-2010
Messaggi: 2,698
Predefinito La perfezione

E' un pò che ci penso, questo senso di perfezione, bastevolezza ed essenzialità mi riporta al discorso fatto sulle 100 cose da tenere per vivere.
In questo sogno forse ci sono meno di 100 cose ma il senso è quello di una completezza assoluta. E' il senso del pieno anche se c'è un minimo essenziale intorno ma è tutto quel che serve. Soprattutto è quel calore appagante che riempie e non fa sentire la mancanza di altro.
Direi quindi che i due componenti importanti sono l'acqua e il calore.
__________________
"Ogni cosa che tu ami è molto probabile che tu la perderai, però alla fine l’amore muterà in una forma diversa".

Franz kafka
diamantea non è connesso  
 


Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire nuovi messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare files
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice vB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Vai al forum

Discussioni simili
Discussione Autore discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Vacanze in montagna Sole Viaggi 4 06-03-2011 00.35.52
La montagna Kael Simboli 17 16-09-2009 12.32.08
Acqua Azzurra, Acqua Chiara Grey Owl Testi Canzoni 0 02-04-2008 01.14.18
La discesa dalla Montagna jezebelius Sogni 0 02-12-2007 17.29.52


Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 04.44.28.




Powered by vBulletin Copyright ©2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd.
Questo sito non è, nè può ritenersi assimilabile ad una testata giornalistica, viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità del materiale. Pertanto, non è un prodotto editoriale sottoposto alla disciplina della l. n. 62 del 2001. Il materiale pubblicato è sotto la responsabilità dei rispettivi autori, tutti i diritti sono di Ermopoli.it che incoraggia la diffusione dei contenuti, purchè siano rispettati i seguenti principi: sia citata la fonte, non sia alterato il contenuto e non siano usati a scopo di lucro. P.iva 02268700271