Ermopoli
L'antica città della conoscenza
  
    
Torna indietro   Ermopoli > Forum > Botteghe > Arte

 
 
Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Vecchio 27-06-2005, 13.45.00   #1
Papi
In attesa Cittadinanza
 
L'avatar di Papi
 
Data registrazione: 01-06-2004
Messaggi: 62
Predefinito

Lo chiamato lo sciamano dell'arte e si dice che, precipitato, nel corso della guerra, nel 1943, in Russia, sia stato salvato dai tartari che lo curarono avvolgendolo nel feltro e nel grasso, regalandogli una nuova vita; a questo episodio si collega l'uso dei materiali che impiega nella sua arte, feltro e grasso, energia, calore, grembo materno, materia caotica, plasmabile, soggetta alla trasformazione a contatto con l'energia.

A me piace perchè trovo il linguaggio della Tradizione, che Beuys conosce perchè sue fonti sono i Rosacroce, Goethe, Leonardo, e ceh cerca di esprimere nella sua arte..a lui poco importa dell'aspetto estetico..come un novello alchimista usa l'arte come strumento per la trasmutazione della materia, come nella sua "sedia", dove la sedia è il corpo, che attraverso il cibo e la sessualità cra il nutrimento per far prolificare la vita vera.
Mi ricorda Dalì, che sulla sedia di "6 apparizioni di Lenin su un pianoforte", mette le ciliegie, simbolo della ricerca interiore, del V.I.T.R.I.O.L. alchemico.

Cerca l'unità, l'energia che pervade tutto l'universo e cui dà forma creando una Pompa di miele, un'installazione con tubi che fanno circolare tutto attorno al museo un fluido dorato.

Racconta la trasformazione, la perenne metamorfosi che richiede acqua e calore, e allora realizza una vasca da neonato incerottata con al centro un pezzo di grasso.

Le sue "slitte" hanno un rotolo di feltro, un blocco di grasso ed una lampada, le sue "pietre-grembi" custodiscono feltro ed argilla, la scintilla cutodita nel nostro animo che attende di essere risvegliata

Nella opera "infiltrazione omogenea per pianoforte a coda" avvolge il piano con il feltro, vi pone una croce rossa di salvezza e anelito all'assoluto, e in quel crogiuolo, ovattato, nel silenzio, nel raccoglimento interiore, si prepara ad ascoltare la musica delle sfere..
Icone allegate
Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:  piano_beuys.jpg
Visite: 883
Dimensione:  9.3 KB  
Papi non è connesso  
Vecchio 29-06-2005, 13.01.16   #2
seleparina
Utente Cancellato
 
L'avatar di seleparina
 
Data registrazione: 28-02-2005
Messaggi: 269
Predefinito

Ciao Papi
spero che non prenderai questa mio appunto come un'offesa personale, poichè tale non è...hai esposto il concetto alla perfezione e grazie alle tue precisazioni mi è stato possibile comprendere il significato celato dietro l'opera, però...se non ci fosse stata la tua premessa, avrei visto nell'immagine che hai allegato un pianoforte malato reduce dalla guerra.
L'arte, a mio modestissimo e opinabile parere, è l'espressione di un universale universalmente tradotto comprensibile, cioè, anche a chi di arte non ne capisce nulla, grazie all'uso di codici decodificabili "archetipicamente" e inconsciamente, senza un manuale di istruzioni.
seleparina non è connesso  
Vecchio 29-06-2005, 16.07.01   #3
Papi
In attesa Cittadinanza
 
L'avatar di Papi
 
Data registrazione: 01-06-2004
Messaggi: 62
Predefinito

hai ragione..in effetti la lettura del pianoforte è una mia interpretazione..magari l'autore voleva dire altro..magari è davvero il reduce ...

quando avevo vent'anni passavo ore a guardare i dpinti di Dalì perchè provavo una sorta di immedesimazione, mi pareva che mi parlasse della nostra doppia natura, della pulsione verso l'infinito, della nostra quotidiana lotta tra le opposte forze.. lo sentivo con il cuore, con l'emozione, ne condividevo l'entusiasmo e la frustrazione, quelle colonne interrotte verso il cielo, quella mia imcapacità di dirigere con successo la mia volontà sembrava anche la sua..ma non capivo bene cosa volesse esprimere..poi mi è venuta la curiosità di sapere cosa significassero per lui, di immaginare che fosse lui a raccontarmi perchè il camembert gli avesse ispirato quegli orologi molli..perchè l donne con i cassetti..ho letto i suoi scritti ...mi ha insegnato ad esercitare l'intuizione..
Papi non è connesso  
Vecchio 29-06-2005, 16.20.39   #4
seleparina
Utente Cancellato
 
L'avatar di seleparina
 
Data registrazione: 28-02-2005
Messaggi: 269
Predefinito

A beh, Dalì è un altro discorso, nei suoi quadri ti ci perdi proprio
seleparina non è connesso  
Vecchio 29-06-2005, 16.28.52   #5
Papi
In attesa Cittadinanza
 
L'avatar di Papi
 
Data registrazione: 01-06-2004
Messaggi: 62
Predefinito

dai dai..mettiamone un pò....così ce li guardiamo insieme...ognuno dice la sua..io ci metto il vino....( la mescalina meglio di no anche se ..dicono che aiuti.... )

Papi non è connesso  
Vecchio 29-06-2005, 16.34.10   #6
Papi
In attesa Cittadinanza
 
L'avatar di Papi
 
Data registrazione: 01-06-2004
Messaggi: 62
Predefinito

ah..dimenticavo..cuccatervi pure la sedia....
Immagini allegate
Tipo file: jpg at_beuys1.jpg (6.2 KB, 1840 visite)
Papi non è connesso  
Vecchio 29-06-2005, 17.31.45   #7
Era
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Era
 
Data registrazione: 29-05-2004
Messaggi: 2,671
Predefinito



fila in cucinaaaaaaaaaa
e spiega-mi sta frittella
Immagini allegate
Tipo file: jpg salvador-dali-the-enigma-of-desire.jpg (53.8 KB, 1769 visite)
__________________
Dio mi conceda
la serenità di accettare
le cose che non posso cambiare
il coraggio di cambiare
quelle che posso cambiare
e la saggezza
di distinguere tra le une e le altre
Era non è connesso  
Vecchio 29-06-2005, 19.14.07   #8
Uno
Amministratore
 
L'avatar di Uno
 
Data registrazione: 28-05-2004
Messaggi: 9,335
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Papi
Lo chiamato lo sciamano dell'arte e si dice che, precipitato, nel corso della guerra, nel 1943, in Russia, sia stato salvato dai tartari che lo curarono avvolgendolo nel feltro e nel grasso, regalandogli una nuova vita; a questo episodio si collega l'uso dei materiali che impiega nella sua arte, feltro e grasso, energia, calore, grembo materno, materia caotica, plasmabile, soggetta alla trasformazione a contatto con l'energia.

A me piace perchè trovo il linguaggio della Tradizione, che Beuys conosce perchè sue fonti sono i Rosacroce, Goethe, Leonardo, e ceh cerca di esprimere nella sua arte..a lui poco importa dell'aspetto estetico..come un novello alchimista usa l'arte come strumento per la trasmutazione della materia, come nella sua "sedia", dove la sedia è il corpo, che attraverso il cibo e la sessualità cra il nutrimento per far prolificare la vita vera.
Mi ricorda Dalì, che sulla sedia di "6 apparizioni di Lenin su un pianoforte", mette le ciliegie, simbolo della ricerca interiore, del V.I.T.R.I.O.L. alchemico.

Cerca l'unità, l'energia che pervade tutto l'universo e cui dà forma creando una Pompa di miele, un'installazione con tubi che fanno circolare tutto attorno al museo un fluido dorato.

Racconta la trasformazione, la perenne metamorfosi che richiede acqua e calore, e allora realizza una vasca da neonato incerottata con al centro un pezzo di grasso.

Le sue "slitte" hanno un rotolo di feltro, un blocco di grasso ed una lampada, le sue "pietre-grembi" custodiscono feltro ed argilla, la scintilla cutodita nel nostro animo che attende di essere risvegliata

Nella opera "infiltrazione omogenea per pianoforte a coda" avvolge il piano con il feltro, vi pone una croce rossa di salvezza e anelito all'assoluto, e in quel crogiuolo, ovattato, nel silenzio, nel raccoglimento interiore, si prepara ad ascoltare la musica delle sfere..
Comprendo il simbolismo del feltro e dell'argilla però non mi piace tanto quest'arte (gusto personale).... più che la vita ci vedo (anche dai colori) la trasmutazione della morte.... materie pronte a dare la vita (legno feltro e argilla) ma in uno stato quiesciente.... hanno bisogno di un attivazione.... la croce sembra un bersaglio... spara la vita qui..... passa attraverso il suono la musica.....
Ok ok ignurant sugno


P.s. la sedia con la seduta inclinata mi da l'idea del non potersi adagiare.... del dover rimanere in movimento a meno che non si sprofondi talmente nel feltro da riposare nella bambagia....
Uno non è connesso  
 


Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire nuovi messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare files
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice vB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Vai al forum


Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 10.34.31.




Powered by vBulletin Copyright ©2000 - 2021, Jelsoft Enterprises Ltd.
Questo sito non è, nè può ritenersi assimilabile ad una testata giornalistica, viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità del materiale. Pertanto, non è un prodotto editoriale sottoposto alla disciplina della l. n. 62 del 2001. Il materiale pubblicato è sotto la responsabilità dei rispettivi autori, tutti i diritti sono di Ermopoli.it che incoraggia la diffusione dei contenuti, purchè siano rispettati i seguenti principi: sia citata la fonte, non sia alterato il contenuto e non siano usati a scopo di lucro. P.iva 02268700271