Ermopoli
L'antica città della conoscenza
  
    
Torna indietro   Ermopoli > Forum > Tempio > Esoterismo > Tecniche Evolutive

 
 
Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Vecchio 26-09-2009, 16.31.45   #201
Sole
Conosce ogni vicolo
 
Data registrazione: 31-08-2005
Messaggi: 5,653
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da centomila Visualizza messaggio
Naturalmente non è che il TA sia una scienza esatta e nè io nè altri possiedono il copyright. Penso tuttavia che la sequenzialità dei 6 esercizi cosiddetti "inferiori" sia accettata da tutti coloro che se ne occupano.
Tra la teoria e la pratica ci passa quell'esperienza ch ti permettere di conoscere le cose.
Il fatto che molti libri parlino di TA non vuol dire che siano accreditabili, molti parlono di molte cose che hanno preso qua e la e poi ne hanno fatto una teoria, Ma se questa pratica nasce in tempi antichissimi perchè dar maggiore credito a nuove teorie?
In ogni caso il respiro si regolarizza da se non c'è da prestargli attenzioni, maggiore è la concentrazione e migliore è la respirazione. Come ha detto Ray, son cose di cui ci si accorge dopo prima distraggono e tolgono la giusta attenzione.
Ad esempio dici che bisogna essere spettatori, bene è vero ma attenzione, se stiamo li a guardare ci perdiamo nei pensieri, invece bisogna agire, non si è passivi, la volontà guida il calore e la pesantezza ed è li che si resta concentrati, ma se inizio a pensare al cuore e al respiro non posso più concetrarmi sul calore e mantenerlo, sentirlo. Per esperienza, lunga e difficile, assicuro che non è opportuno considerare i sei punti ma seguire semplicemente un percorso di calore e pesantezza. Il calore sale, farlo salire e la pesantezza aumenta e lasciarla aumentare, il resto è una conseguenza curiosa che accade, meglio lasciarlo da parte. Se si considerano quei punti si fa una mezza cosa se si fa una per bene si fa TA.

Non importa se il calore e la pesantezza all'inizio non arrivano, ci sono ma bisogna un pochino cercarli.
__________________
Se non sarò me stesso chi lo sarà per me? E se non ora, quando?
Sole non è connesso  
Vecchio 27-09-2009, 21.01.22   #202
centomila
Ristruttura la casa
 
L'avatar di centomila
 
Data registrazione: 22-12-2007
Messaggi: 305
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Sole Visualizza messaggio
Tra la teoria e la pratica ci passa quell'esperienza ch ti permettere di conoscere le cose.
E' lapalissiano Sole. Ho cercato di proporre una sintesi il più possibile obiettiva che, mi sembrava implicito, deriva anche dalla mia personale esperienza.
Citazione:
Originalmente inviato da Sole Visualizza messaggio
Il fatto che molti libri parlino di TA non vuol dire che siano accreditabili,
Molti libri e, soprattutto, quello decisivo scritto da Schultz: l'inventore del TA.
Citazione:
Originalmente inviato da Sole Visualizza messaggio
se questa pratica nasce in tempi antichissimi perchè dar maggiore credito a nuove teorie?
Questa pratica non nasce in tempi antichissimi ma a cavallo del 1930. Ha subito qualche variazione tuttavia, ancora oggi, il metodo creato da Schultz è quello universalmente accettato.
Citazione:
Originalmente inviato da Sole Visualizza messaggio
In ogni caso il respiro si regolarizza da se non c'è da prestargli attenzioni,
L'esercizio del respiro, come ho già detto, è uno degli esercizi del TA. Puoi anche non farlo ma, allora, non stai facendo training autogeno.
Citazione:
Originalmente inviato da Sole Visualizza messaggio
Ad esempio dici che bisogna essere spettatori, bene è vero ma attenzione, se stiamo li a guardare ci perdiamo nei pensieri,
Non bisogna permettere alla mente divagazioni ma, semplicemente, mantenere ferma l'attenzione sulle senzazioni che si stanno ricercando.
Citazione:
Originalmente inviato da Sole Visualizza messaggio
ma se inizio a pensare al cuore e al respiro non posso più concetrarmi sul calore e mantenerlo, sentirlo.
Certo. Il TA è sequenziale. La concentrazione passa dunque da un' esercizio all'altro. Tuttavia, una volta che hai sentito "per bene" la senzazione di pesantezza (con conseguente rilassamento dei muscoli striati e lisci) e passi alla senzazione di calore (con conseguente vasodilatazione periferica) non perdi il risultato raggiunto con l'esercizio precedente. Ogni esercizio aggiunge il suo effetto a quello precedente.
Citazione:
Originalmente inviato da Sole Visualizza messaggio
Per esperienza, lunga e difficile, assicuro che non è opportuno considerare i sei punti ma seguire semplicemente un percorso di calore e pesantezza.
Bene fai a condividere la tua esperienza e, magari, in un'altro thread intitolato "La nostra personale esperienza con il TA" possiamo condividere tutto quello che vogliamo. Però, sia per i neofiti sia per rimanere "fedeli" all'argomento trattato, credo sia corretto attenersi a ciò che è universalmente accettato e praticato.
Citazione:
Originalmente inviato da Sole Visualizza messaggio
Se si considerano quei punti si fa una mezza cosa se si fa una per bene si fa TA.
Come mi pare di aver dimostrato fare TA significa seguire le istruzioni di Schultz. Fermo restando che nulla vieta che, nel tuo caso (e magari di molti altri), possa funzionare meglio la variante da te (o da altri) introdotta.
__________________
L'unico vero insuccesso nella lotta consiste nello smettere di combattere.
centomila non è connesso  
Vecchio 28-09-2009, 01.23.13   #203
Uno
Amministratore
 
L'avatar di Uno
 
Data registrazione: 28-05-2004
Messaggi: 9,695
Predefinito

No Cento, Shultz non è l'inventore del TA, è l'inventore della definizione Training autogeno. Il sistema però è ben più antico anche se chiamato diversamente.
Ok, c'è una colpa da parte mia per aver usato questa definizione per semplificare il tutto, se l'avessi evitata ci saremmo evitati anche questa piccola incomprensione. In ogni caso anche se seguiamo la definizione di TA classica il primo passo è il calore e la pesantezza, il respiro dovrebbe venire parecchio dopo. Io da questo piccolo input lo escludo invece perchè proprio per l'occidentale è un buon sistema per distrarsi (anche se scambia la cosa per espansione).

Lo so che sembra che l'occidentale abbia bisogno di distrarsi (o diciamo meglio e più precisamente espandersi) e l'orientale di concentrarsi, invece è proprio il contrario, allo stesso modo in cui l'orientale medio ha una consapevolezza del proprio corpo che all'occidentale medio sfugge. Si potrebbe parlare degli spazi psicologici (ma li accenno solo perchè ci distraggono dal senso di questo 3d, in caso possiamo riprendere il discorso in psicologia o in esoterismo) dove l'occidentale ha bisogno di più spazio perchè teme enormemente di perdersi nell'altro, nel confine altrui, l'orientale normalmente non ha di questi problemi e può starti anche vicinissimo, può annusare odori che noi considereremmo puzza e per cui ci terremmo più distanti etc....
All'occidentale medio, sempre più, manca la consapevolezza del proprio corpo, del proprio spazio vitale e di conseguenza del sapere chi è. Ha invece una vaga idea di cosa può fare. L'orientale invece sa abbastanza chi è, ma non ha alba di quello che può fare. Ed i sistemi filosofici che si sono pian piano diramati (dal centro) nei due settori evidenziano ben bene la cosa.

Per questo insisto che all'occidentale medio che voglia intraprendere un percorso interiore e di autoconoscenza occorre recuperare la coscienza del proprio corpo in tutti i suoi aspetti, più o meno densi.
Il respiro esotericamente è già un'altra faccenda... è "il fare" (se capisci quello che intendo) rispetto a ciò di cui discutiamo qui.
Uno non è connesso  
Vecchio 21-10-2009, 19.27.07   #204
m@pi
Ristruttura la casa
 
L'avatar di m@pi
 
Data registrazione: 10-09-2009
Messaggi: 253
Predefinito

provo (non costantemente perchè certe sere mi deprime troppo non riuscire) e non ho ancora ottenuto nessun genere di risultato, però mi è capitato negli ultimi giorni mentre guidavo di sentire quel famoso calore, che la sera proprio non c'è mai, mentre guido all'improvviso un piede mi diventa caldissimo (aggiungo che l'essere presente a me stessa mentre guido è l'esercizio da cui ho iniziato per la consapevolezza e quindi ormai raramente ho distrazioni della mente) potrebbe essere collegata sta cosa con il TA?
m@pi non è connesso  
Vecchio 27-10-2009, 11.51.00   #205
m@pi
Ristruttura la casa
 
L'avatar di m@pi
 
Data registrazione: 10-09-2009
Messaggi: 253
Predefinito

ieri sera mentre provavo a fare TA cercando di sentire il calore sui piedi ad un certo punto sono andate a fuoco le mani e quel calore è salito quasi fino al gomito, erano anche pesantissime.
Quando me ne sono accorta mi è venuto da ridere perchè mi sono chiesta se sono io che ho le idee confuse tra arti superiori e arti inferiori o se c'è qualcun'altro che controlla del mio corpo
per fermare quella sensazione ho dovuto muovere le mani (non ci capisco nulla, l'unica cosa che capisco sempre di più è che io non controllo proprio nulla del mio corpo)
m@pi non è connesso  
Vecchio 27-10-2009, 22.51.27   #206
RedWitch
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di RedWitch
 
Data registrazione: 20-12-2004
Messaggi: 3,537
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da m@pi Visualizza messaggio
ieri sera mentre provavo a fare TA cercando di sentire il calore sui piedi ad un certo punto sono andate a fuoco le mani e quel calore è salito quasi fino al gomito, erano anche pesantissime.
Quando me ne sono accorta mi è venuto da ridere perchè mi sono chiesta se sono io che ho le idee confuse tra arti superiori e arti inferiori o se c'è qualcun'altro che controlla del mio corpo
per fermare quella sensazione ho dovuto muovere le mani (non ci capisco nulla, l'unica cosa che capisco sempre di più è che io non controllo proprio nulla del mio corpo)
Era successa anche a me una cosa simile quando ho iniziato col TA, i primi tempi non mi riusciva di fare granchè, e una sera ho sentito il calore (e poi la pesantezza) prima nelle mani che non nei piedi (su cui teoricamente avrei dovuto essere concentrata). Pero' mi è servito per iniziare a sentire e conoscere le due cose (calore e pesantezza appunto) e poi pian piano son riuscita a far partire il tutto dai piedi. L'unica cosa che mi viene da dirti è di continuare a provare senza scoraggiarti
RedWitch non è connesso  
Vecchio 28-10-2009, 16.44.00   #207
m@pi
Ristruttura la casa
 
L'avatar di m@pi
 
Data registrazione: 10-09-2009
Messaggi: 253
Predefinito

intuivo che il tutto rientrava nella mia incapacità di gestire il TA, ma sapere che è successo anche a te la stessa cosa mi consola davvero, e poi hai ragione mi ha aiutato a capire qual'è la sensazione che dovrei riuscire a sentire, quella di calore la conoscevo, la pesantezza invece era una cosa strana da capire, ora invece so cos'è, grazie
m@pi non è connesso  
Vecchio 28-10-2009, 19.36.30   #208
Grey Owl
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Grey Owl
 
Data registrazione: 24-01-2006
Messaggi: 2,100
Predefinito

Succede anche a me, quando inizio a fare TA le mani sono dei piccoli braceri, in particolare i palmi delle mani, dal centro del palmo si diffonde e sale su verso l'avambraccio. Una volta preso atto del calore alle mani, porto la mia attenzione ai piedi e procedo col TA.
Mi capita ad esempio di avere un piede più caldo dell'altro, oppure di essere sbilanciato con le pesantezze delle gambe. Insomma tutto quello che si avverte è importante, ad ogni TA qualcosa s'impara ed anche si lascia. Mi è capitato spesso di accorgermi il giorno dopo che il mio TA si era fermato verso la pancia causa sonno improvvisa...hahaha A parte gli scherzi, il mio consoglio è di continuare a fare TA, certo che mi fa un certo effetto dirti questo in quanto difetto di continuità, ma ho ripreso col TA. Ho passato un periodo intenso, causa problemi familiari ed in quel periodo mi era praticamente impossibile fare TA, la mia mente voleva addormentarsi all'istante.
Grey Owl non è connesso  
Vecchio 28-10-2009, 21.31.55   #209
Kael
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Kael
 
Data registrazione: 06-08-2005
Messaggi: 3,153
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da m@pi Visualizza messaggio
provo (non costantemente perchè certe sere mi deprime troppo non riuscire) e non ho ancora ottenuto nessun genere di risultato
Non disperare, l'inizio è duro in qualsiasi campo. Non so se hai mai provato a suonare la chitarra ad esempio, ma i primi mesi sono davvero frustranti perchè per quanto impegno ci metti i risultati non sono ancora visibili (visibili... non è che non ci sono..)
Poi però se hai la costanza di continuare, ecco che magicamente un giorno le note iniziano ad uscire pulite, ti rendi conto di saper suonare (male ancora, ma stai suonando)
Il mio consiglio è perciò di non fissarti sui risultati all'inizio, limitati a farlo e vedrai che arriveranno..

PS: Aggiungo che ogni risultato all'inizio è invisibile, diventa manifesto solo quando è già da un po' che aveva iniziato a formarsi...
Kael non è connesso  
Vecchio 12-01-2010, 18.47.41   #210
m@pi
Ristruttura la casa
 
L'avatar di m@pi
 
Data registrazione: 10-09-2009
Messaggi: 253
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Kael Visualizza messaggio
Non disperare, l'inizio è duro in qualsiasi campo. Non so se hai mai provato a suonare la chitarra ad esempio, ma i primi mesi sono davvero frustranti perchè per quanto impegno ci metti i risultati non sono ancora visibili (visibili... non è che non ci sono..)
Poi però se hai la costanza di continuare, ecco che magicamente un giorno le note iniziano ad uscire pulite, ti rendi conto di saper suonare (male ancora, ma stai suonando)
Il mio consiglio è perciò di non fissarti sui risultati all'inizio, limitati a farlo e vedrai che arriveranno..

PS: Aggiungo che ogni risultato all'inizio è invisibile, diventa manifesto solo quando è già da un po' che aveva iniziato a formarsi...
avevi ragione kael... non che ora ottengo buoni risultati, ma qua e là qualche risultato a macchia di leopardo c'è in ordine sparso... dalle mani sono passata alle braccia e quando cerco di scaldare i piedi (che restano tutt'ora freddi) sento il calore sulle gambe dal ginocchio alla caviglia si scalda subito, per il resto del corpo ancora nulla ma quel fluire del calore alle gambe mi piace e mi dà belle sensazioni, continuo a provare anche se il sonno spesso mi rapisce dopo un po'.
m@pi non è connesso  
Vecchio 16-07-2010, 19.14.03   #211
gibbi
Partecipa agli eventi
 
L'avatar di gibbi
 
Data registrazione: 15-05-2007
Messaggi: 764
Predefinito

Riprendo.
Faccio T.A regolarmente e sono soddisfatta dei risultati sia nel calore che nella pesanteza .Riesco a sentire il corpo per quasi tutto il tempo che ci dedico (circa 20/25 minuti) , non riesco a sentire tanto fresca la testa , non sempre.
Quello che volevo chiedere riguarda la concentrazione . Visto che mi riesce di essere e restare concentrata sul corpo nel senso di percepirlo in tutte le sue parti , ho cercato di entrare di più in me e utilizzando un punto che ho individuato sulla pancia , ho provato a cercare di attirarmi su questo punto come se questo agisse da magnete per concentrarmi tutta lì.
Quello che mi succede è di percepire un movimento , nel senso che sento proprio il corpo muoversi, ad esempio le gambe che si ritirano verso la pancia e le spalle che scendono ......nel farlo sono distratta dal respiro anche perchè avendo fissato il punto sulla pancia e respirando con questa nasce confusione e la cosa mi agita così ad un certo punto rilascio.
Sono sconcertata perchè mi sembra che il corpo non dovrebbe muoversi per nulla e forse nel tentativo di concentrarmi in realtà solo mi irrigidisco verso il punto che ho scelto , mi contraggo .....insomma che cos'è che si aggrega al punto scelto quando parliamo di concentrazione? Anche quando cerco la pesantezza qualcosa si porta verso il basso sul fondo del corpo , dico qualcosa perchè non so come altro chiamarla , ma il corpo rimane fermo...azz meglio di così non viene.
gibbi non è connesso  
Vecchio 18-07-2010, 10.34.54   #212
Uno
Amministratore
 
L'avatar di Uno
 
Data registrazione: 28-05-2004
Messaggi: 9,695
Predefinito

Gibbi quello che stai tentando di fare è altro rispetto a quello di cui parliamo qui.
Debbo dire (per te, ma per tutti) che è il problema con cui tutti si trovano ad aver a che fare appena riescono a fare il T.A. bene, benino o decentemente... o a credere di farlo in tale modo.
La mente non vuole continuare e si inventa la scusa che vuole fare meglio quando il meglio sarebbe riuscire a continuare fin quando l'esercizio non è più un esercizio ma il nostro stato normale.
Per fare una metafora è come se andassimo a correre tutti i giorni e dopo qualche giorno ci mettessimo seduti su una panchina a leggere un libro muovendo le gambe.
Imparare a fare bene una cosa è il primo passo, imparare a poter fare quella cosa senza distrazioni è il secondo passo.
Il terzo ve lo dirò altrove se ci arrivate

Comunque uno di questi giorni parliamo della tua esperienza e cose simili Gibbi, in un 3d fuori da questa sezione
Uno non è connesso  
Vecchio 18-07-2010, 10.50.11   #213
gibbi
Partecipa agli eventi
 
L'avatar di gibbi
 
Data registrazione: 15-05-2007
Messaggi: 764
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Uno Visualizza messaggio
Gibbi quello che stai tentando di fare è altro rispetto a quello di cui parliamo qui.
Debbo dire (per te, ma per tutti) che è il problema con cui tutti si trovano ad aver a che fare appena riescono a fare il T.A. bene, benino o decentemente... o a credere di farlo in tale modo.
La mente non vuole continuare e si inventa la scusa che vuole fare meglio quando il meglio sarebbe riuscire a continuare fin quando l'esercizio non è più un esercizio ma il nostro stato normale.
Per fare una metafora è come se andassimo a correre tutti i giorni e dopo qualche giorno ci mettessimo seduti su una panchina a leggere un libro muovendo le gambe.
Imparare a fare bene una cosa è il primo passo, imparare a poter fare quella cosa senza distrazioni è il secondo passo.
Il terzo ve lo dirò altrove se ci arrivate

Comunque uno di questi giorni parliamo della tua esperienza e cose simili Gibbi, in un 3d fuori da questa sezione
Già e sospettavo quanto hai detto , ma avevo bisogno di sentirmelo dire perchè la bestiaccia della mia mente al mio: "ora che ti sembra venga bene quello che stai facendo in questi 20 minuti sforzati di farlo anche durante il giorno , lavora per sforzati di mantenere la percezione del corpo per più tempo possibile ......
beh lei , ci aggiungeva l'altro pezzo anche se, per essere del tutto sincera ,(senza per questo scusare la diavolessa ) dal primo momento quello che ho letto il T.A. mi sono trovata a chiedermi il nesso con quanto detto nell'altro 3D sulla concentrazione meditazione espansione. Grazie del chiarimento . Da oggi solo T.A.
gibbi non è connesso  
Vecchio 24-10-2010, 16.38.07   #214
Sole
Conosce ogni vicolo
 
Data registrazione: 31-08-2005
Messaggi: 5,653
Predefinito

Una cosa penso proprio di averla finalmente compresa.

Fin'ora volevo sentire il corpo passando per la mente perchè non avevo capito come fare diversamente anche se pensavo di farlo. Qualche giorno fa ho scoperto che il corpo ha la sua propria mente, così come dice Gurdi e come spesso abbiamo detto qui .. ma fin'ora erano parole. E' necessario sentire il corpo con il corpo ed ecco perchè i pensieri possono fluire liberamente, perchè non è importante.. è il corpo che sente se stesso.

Aver capito questo non vuol dire che sia capace a riprodurlo. Lo trovo difficile perchè ora non so se è attiva la mente della testa o la mente del corpo. Si lo so.. tutto sta a sperimentare.

Mi è stato fatto un bel regalo e volevo ringraziare.
Sole non è connesso  
Vecchio 27-10-2010, 19.42.37   #215
luke
Organizza eventi
 
L'avatar di luke
 
Data registrazione: 27-03-2009
Messaggi: 2,273
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Sole Visualizza messaggio
Una cosa penso proprio di averla finalmente compresa.

Fin'ora volevo sentire il corpo passando per la mente perchè non avevo capito come fare diversamente anche se pensavo di farlo. Qualche giorno fa ho scoperto che il corpo ha la sua propria mente, così come dice Gurdi e come spesso abbiamo detto qui .. ma fin'ora erano parole. E' necessario sentire il corpo con il corpo ed ecco perchè i pensieri possono fluire liberamente, perchè non è importante.. è il corpo che sente se stesso.

Aver capito questo non vuol dire che sia capace a riprodurlo. Lo trovo difficile perchè ora non so se è attiva la mente della testa o la mente del corpo. Si lo so.. tutto sta a sperimentare.

Mi è stato fatto un bel regalo e volevo ringraziare.

A tal proposito vorrei riportare una mia esperienza:

premetto che pur facendo sport sentivo di avere una postura non perfetta e di spingere più con la parte destra del corpo , parte verso cui mi sentivo un pò sbilanciato a livello posturale.
Un giorno ho fatto una storta con la caviglia destra e visto che il dolore dopo parecchi giorni non passava sono andato da uno specialista fisioterapico.

Mi ha massaggiato e stirato qua e la , io stavo con gli occhi chiusi sul lettino, ed alla fine, mentre ero in posizione supina disteso, mi chiede di descrivere come mi sentivo i piedi e le gambe.
Gli dico "Mah, mi sento il piede destro rivolto all'esterno, il sinistro invece lo sento dritto e la gamba sinistra mi sembra di sentirla più allungata della destra, come se fosse più lunga" , lui mi fà "apri gli occhi e guarda", ho aperto gli occhi e avevo i due piedi perfettamente dritti ed allineati, e le gambe praticamente distese nello stesso modo.

E' come se il cervello avesse ormai memorizzato in tanti anni una certa postura ed anche una volta che questa era cambiata grazie al trattamento , la mente ancora non lo avesse registrato, continuando a mantenere una sua "memoria" del mio corpo diversa dal mio corpo reale.

In generale ho riflettuto sulla differenza che c'è tra cio che si E' e ciò che si pensa di essere, con tutte le virtù ed i difetti che non calcoliamo o non sentiamo.
luke non è connesso  
Vecchio 03-11-2010, 22.08.01   #216
Sole
Conosce ogni vicolo
 
Data registrazione: 31-08-2005
Messaggi: 5,653
Predefinito

E' proprio vero che la mente sente e percepisce quel che vuole. E' un potere incredibile il suo. Riesce a creare stati e convincersi che sono reali.

C'è una differenza incredibile tra tentare di fare T con la mente e farlo con il corpo. A volte mi risulta molto difficile come per lo specchio anche qui mi ci vuole uno sforzo importante per usare la percezione del corpo e non passare nella mente. Mi ci vuole tanta energia. A volte istintivamente mi vien di andare in apnea ma lo evito.
Comunque mi accorgo quando passo il controllo alla testa. Una cosa curiosa è che sento nello stomaco il salto nel vuoto della ballerina. Forse perchè sto cambiando modalità da testa a corpo?
Sole non è connesso  
Vecchio 13-03-2011, 17.26.29   #217
luke
Organizza eventi
 
L'avatar di luke
 
Data registrazione: 27-03-2009
Messaggi: 2,273
Predefinito

Sto riniziando a fare TA dopo svartati mesi di pausa e annoto qui le prime sensazioni che questa volta sto cercando di cogliere appieno.

Allora...la gamba destra è più viva della sinistra, con quest'ultima faccio molta più fatica a sentirla pesante e calda.
Molto spesso mi accorgo di dover muovere e contrarre in modo semi-involontario i muscoli sia delle gambe che dei piedi, per poter sentire meglio la pesantezza, se resto proprio immobile faccio molta più fatica e rimango quasi senza fiato , e sono costretto a fare un bel respiro profondo.

La parte superiore, dal bacino in su era parecchio insensibile, inizio solo adesso a "sentirla" un minimo, mentre la gambe mi sembra vadano bene, anche durante il giorno un minimo diverse le sento.

Ovviamente la mente spesso va per conto suo e deve essere richiamata all'ordine, e poi il limite massimo di tempo che riesco a "reggere" per ora non va oltre i 20-25 minuti massimo, poi non c'è più verso.
luke non è connesso  
Vecchio 08-04-2011, 20.28.51   #218
luke
Organizza eventi
 
L'avatar di luke
 
Data registrazione: 27-03-2009
Messaggi: 2,273
Predefinito

Aggiornamento sul TA:

dunque le gambe rispondono sempre meglio, quado cammino mi sembra di sentire la pianta del piede più a contatto con la terra;
a volte quando sto seduto o con una gamba sospesa, sento delle scosse, delle "ventate" all'interno de piedi, che paiono sincronizzate con il battito cardiaco, cioè le sento un secondo o due dopo aver sentito il cuore pulsare.

Man mano mi sto concentrando sulla parte superiore... cerco di sfuttare, non so se sia corretto, anche il contatto coi vestiti per sentire di più la pancia ed il petto, ed il contatto con il letto per sentire di più la schiena, menre non mi riesce ancora di percepire lo spessore del mio tronco , la sua tridimensionalità.
Nella fase del calore , per quanto riguarda il sopra, i risultati sono ancora scarsini, certe volte mi si surriscaldano le mani ed addirittura le orecchie, anche se non mi sto affatto concentrando su di esse.
luke non è connesso  
Vecchio 26-04-2011, 18.35.39   #219
RedWitch
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di RedWitch
 
Data registrazione: 20-12-2004
Messaggi: 3,537
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Luke
....
Nella fase del calore , per quanto riguarda il sopra, i risultati sono ancora scarsini, certe volte mi si surriscaldano le mani ed addirittura le orecchie, anche se non mi sto affatto concentrando su di esse.
Alle orecchie non mi capita , alle mani si mi è capitato molto spesso, quasi il calore parta in automatico anche se son concentrata sulle gambe.
Puoi provare a sfruttare il calore pelle mani per salire...


Citazione:
Originalmente inviato da Uno Visualizza messaggio
..............Una cosa molto importante, la testa non deve mai scaldarsi, cosa che capita ai principianti, va tenuta in un modo che possiamo definire sinteticamente come aver una pezzuola umida sulla fronte, non calda, non gelata, se vi fate venire un mal di testa non ne rispondo.

...........
Qualche tempo fa parlando con un'amica, è venuta fuori una cosa a cui non ho mai fatto caso, ovvero per me la testa doveva essere fresca e basta.. ma la pesantezza? bisogna sentirla anche li ?

Voi come fate?
RedWitch non è connesso  
Vecchio 26-04-2011, 21.09.12   #220
Grey Owl
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Grey Owl
 
Data registrazione: 24-01-2006
Messaggi: 2,100
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da RedWitch Visualizza messaggio
... per me la testa doveva essere fresca e basta.. ma la pesantezza? bisogna sentirla anche li ?

Voi come fate?
Porto la mia esperienza, la testa è pesante ed il collo rilassato come del resto tutto il corpo. Quindi si, la testa è pesante ed affonda nel cuscino. Poi io sento una leggera brezza sulla fronte, sento come un leggero soffio di vento anche se di spifferi nella stanza da letto non ve ne sono.
Quello che è difficile per me e a cui non ho ancora trovato soluzione è la mente che prende strade sue e non rimane presente nel percepire tutto il corpo nella sua interezza. La riprendo e la riporto nel presente ma è difficile tenerla doma.
Grey Owl non è connesso  
Vecchio 27-04-2011, 10.00.41   #221
gibbi
Partecipa agli eventi
 
L'avatar di gibbi
 
Data registrazione: 15-05-2007
Messaggi: 764
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da RedWitch Visualizza messaggio
...... ovvero per me la testa doveva essere fresca e basta.. ma la pesantezza? bisogna sentirla anche li ?

Voi come fate?
Appesantisco anche collo e testa , ma un po' meno del resto del corpo altrimenti mi viene meno la frescura della fronte .
gibbi non è connesso  
Vecchio 10-05-2011, 10.12.44   #222
Edera
Bannato/a
 
Data registrazione: 28-04-2009
Messaggi: 1,834
Predefinito

Ho provato ieri sera per la prima volta, sono arrivata alle ginocchia. La sensazione di pesantezza arriva subito (forse perchè già l'ho fatto molte volte a Yoga)mentre la sensazione di calore è meno immediata. Alla fine ce l'ho fatta, ho sentito anche il caldo ma per concentrarmi e sentire il calore nei piedi finisce che scaldo un po' anche le mani (come alcuni di voi) e sento lavorare la fronte, senza scaldarla.
La gamba destra la sento di più della sinistra, quando lavoro con tutti e due i piedi al posto che con uno, il caldo e la pesantezza sono più semplici da raggiungere e più intense.
Mi aiuto con delle frasi mentali tipo: 'il mio piede è caldo e pesante', ripetuta pià volte.
Edera non è connesso  
Vecchio 10-05-2011, 10.29.08   #223
Uno
Amministratore
 
L'avatar di Uno
 
Data registrazione: 28-05-2004
Messaggi: 9,695
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Edera Visualizza messaggio
Mi aiuto con delle frasi mentali tipo: 'il mio piede è caldo e pesante', ripetuta pià volte.
Se proprio ti è indispensabile per ora.... ma cerca di mollarla il prima possibile
Uno non è connesso  
Vecchio 10-05-2011, 14.17.30   #224
Edera
Bannato/a
 
Data registrazione: 28-04-2009
Messaggi: 1,834
Predefinito

Grazie
Edera non è connesso  
Vecchio 14-05-2011, 23.34.29   #225
Astral
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Astral
 
Data registrazione: 01-08-2006
Residenza: Roma
Messaggi: 3,424
Predefinito

Voglio provare anche io. Sto cercando di prendere consapevolezza del corpo tramita la corsa, la camminata ed il canto (respirazione diaframmatica).
Volevo fare qualche respirazione e consapevolezza del corpo. La psiche ed il modo di dirigere il corpo sono fondamentali.

9 pagine di discussione sono tante, ma credo che la maggiorparte delle istruzioni sono quelle all'inizio...
Astral non è connesso  
 


Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire nuovi messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare files
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice vB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Vai al forum


Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 20.28.02.




Powered by vBulletin Copyright ©2000 - 2024, Jelsoft Enterprises Ltd.
Questo sito non è, nè può ritenersi assimilabile ad una testata giornalistica, viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità del materiale. Pertanto, non è un prodotto editoriale sottoposto alla disciplina della l. n. 62 del 2001. Il materiale pubblicato è sotto la responsabilità dei rispettivi autori, tutti i diritti sono di Ermopoli.it che incoraggia la diffusione dei contenuti, purchè siano rispettati i seguenti principi: sia citata la fonte, non sia alterato il contenuto e non siano usati a scopo di lucro. P.iva 02268700271