Ermopoli
L'antica città della conoscenza
  
    
Torna indietro   Ermopoli > Forum > Tempio > Psicologia moderna e antica

 
 
Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Vecchio 13-10-2010, 23.56.24   #26
griselda
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di griselda
 
Data registrazione: 07-01-2006
Messaggi: 8,029
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da nikelise Visualizza messaggio
Il ruolo del buttafuori in un supermercato?
Una volta almeno c'era il fascino della divisa .
Cosi' in basso siete cadute ?
No non credo , credo che il problema sia anzi abbastanza serio , la donna si sente assediata per luogo comune e cosi' falsa il rapporto con l'uomo .

Finche' vi sentirete delle prede ci saranno sempre dei cacciatori .
Bellissimo l'uomo in divisa ha ancora il suo fascino almeno nel mio immaginario e anche però loro ci possono pure marciare perchè sanno che giocano sul senso di protenzione che possono suscitare.
Hai ragione quando dici che è gioco dei ruoli e che è natura.
E che una donna può anche sentirsi sotto sotto gratificata. Anche se si sentisse davvero fico non sarebbe sceso a mettere il bigliettino questa cosa la dice lunga secondo me.
A me la cosa che mi ha stupito è che senza prove Edera fosse sicura che lo avesse messo lui, ma magari non ho letto bene e ho tralasciato qualcosa.

Il punto però in questo caso non come siamo ridotte, dai! Secondo me potevi dire di meglio
Il problema sta altrove, a come lo vive Edera e a non come spiegano i libri sia la "normalità" parola che virgoletto perchè eliminerei dal vocabolario perchè fa più danni lei di un killer.

Come ha ben spiegato Daf, Edera deve comprendere perchè la vive così ,e di certo non l'aiuta sentirsi dire che lei e tutte noi siamo cadute in basso
__________________
------------------------

ORDINE RITMO ARMONIA
griselda non è connesso  
Vecchio 14-10-2010, 00.00.08   #27
diamantea
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di diamantea
 
Data registrazione: 29-03-2010
Messaggi: 3,267
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da nikelise Visualizza messaggio
Il ruolo del buttafuori in un supermercato?
Una volta almeno c'era il fascino della divisa .
Cosi' in basso siete cadute ?
No non credo , credo che il problema sia anzi abbastanza serio , la donna si sente assediata per luogo comune e cosi' falsa il rapporto con l'uomo .

Finche' vi sentirete delle prede ci saranno sempre dei cacciatori .
Il ruolo del buttafuori è un ruolo come un altro. Lui è pagato anche per avere un certo contegno, altrimenti va a spasso e li può distribuire tutti i bigliettini che vuole.

Non si può ragionare solo con gli ormoni Nike giustificando una persona al lavoro che si comporta da imbecille.
Oggi chiedono attestati di formazione al lavoro anche per evitare inconvenienti di questo tipo. Perchè puoi trovare la persona più sensibile, più insicura, che reagisce allontanandosi come cliente e buon per lui se finisce così, oppure reagisce con un reclamo al direttore e poi finisce a passeggio.
E' un rischio che lui non ha calcolato perchè ha pensato a sviluppare solo i muscoli e non il cervello.

Non voglio dire che è un fatto grave in sè, tant'è che io avrei già sistemato la cosa.
Hai letto come ho rimproverato il capostazione !!!

Ma Edera ha un problema che ha pure pesato sull'economia del supermercato e chissà quante potrebbero reagire come lei.

Finchè vi sentirete dei cacciatori ci saranno sempre delle prede.
E' una questione di punti di vista.
__________________
"Mi manca già la tua presenza, ma fai parte di me e per questo non sei mai andata via"

Ultima modifica di diamantea : 14-10-2010 alle ore 00.05.58.
diamantea non è connesso  
Vecchio 14-10-2010, 00.01.18   #28
Ray
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di Ray
 
Data registrazione: 10-08-2005
Messaggi: 7,218
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da nikelise Visualizza messaggio
ma sa come reagire con eleganza e dolcezza .
No, non lo sa. E' questo che non vedi/senti. E quindi ti viene facile dire come si dovrebbe comportare.

Facciamo fatica a capire le donne eh?
Ray non è connesso  
Vecchio 14-10-2010, 00.14.30   #29
Sole
Conosce ogni vicolo
 
Data registrazione: 31-08-2005
Messaggi: 5,653
Predefinito

Mi è capitato tante volte di trovarmi nella situazione che descrivi Edera e di reagire come hai reagito tu ma non ero consapevole ancora.

Comunque io oggi... entrerei al super lo saluterei gli direi di non offendersi ma che preferisci che le cose rimangano come sono tra di voi, senza altre spiegazioni che non servono e soprattutto senza proteggerti usando il fatto che sei impegnata, il motivo non è che sei impegnata ma che non ti interessa per cui oltre a non aver paura di mostrarti eviteresti facili battute fastidiose del tipo: non sono geloso.... perchè dopo ti può scattare la violenza.... scherzo, e vedere cosa accade in te in base alle sue reazioni e alle tue. Solo così puoi davvero scoprire cosa ti faceva paura e perchè. Per quanto le esperienze siano vicine ci sono sempre infinite sfumature.
Se poi vuoi ti posso dire cosa era per me, ma non sono sicura che potrebbe piacerti, a me non è piaciuto.

Considera che la vergogna masce da un conflitto interiore, interno a te.

p.s.
per il tipo... mi pare che abbia fatto niente più di un normalissimo ragazzo che tenta un approccio con una ragazza che gli piace ma che non gli concede più di un sorriso, non ci vedo un'eccesso solo un pò di imprudenza... si direi goffo.
Sole non è connesso  
Vecchio 14-10-2010, 00.45.32   #30
filoumenanike
Organizza eventi
 
L'avatar di filoumenanike
 
Data registrazione: 05-12-2008
Messaggi: 1,712
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Edera Visualizza messaggio
Credo ci sia qualcosa di profondamente sbagliato in questa emozione, non ho fatto proprio niente nè per provocarlo nè per avere questa attenzione. Dovrei riuscire a entrare tranquilla e serena a prendere ciò che mi serve no?
Di tutto il racconto quello che più mi ha colpita è il titolo che hai dato al post...vergogna, che è il sentimento che tu hai provato! Siamo alle solite..noi donne dobbiamo sempre discolparci, dobbiamo sempre dimostrare agli altri e soprattutto a noi stesse di non aver sbagliato, di non aver dato adito a qualcuno di interpretare male i nostri comportamenti! Un sorriso, un bel sorriso non sono causda di niente, il ragazzo come dice Nike ha fatto solo un tentativo di approccio, muovendosi in modo grossolano d'accordo ma non ci vedo ancora niente di pericoloso!
Il problema sta dentro di te, in quel senso di vergogna nel giudicare male i tuoi atteggiamenti, pensare che qualcuno abbia il diritto di offenderci (e non mi sembra questo il caso) solo perchè sorridiamo, portiamo una gonna stretta o corta, un trucco vivace...etc.insomma accetta la tua femminilità, rispondi in modo deciso e garbato al ragazzo se dovesse di nuovo farsi avanti, altrimenti ignoralo e sono sicura che capirà di rivolgersi altrove!
filoumenanike non è connesso  
Vecchio 14-10-2010, 00.58.10   #31
filoumenanike
Organizza eventi
 
L'avatar di filoumenanike
 
Data registrazione: 05-12-2008
Messaggi: 1,712
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da nikelise Visualizza messaggio
la donna si sente assediata per luogo comune e cosi' falsa il rapporto con l'uomo .

Finche' vi sentirete delle prede ci saranno sempre dei cacciatori .
Queste frasi non mi piacciono davvero, soprattutto in periodi come quelli che stiamo vivendo: le donne sono di continuo oggetto di violenza brutale, violenza gratuita da parte di estranei incontrati per caso, da parte di mariti, di genitori e fratelli, di zii, tutti assetati di sangue, tutti desiderosi di colpire nella donna quanto in lei c'è di ineffabile, di irraggiungibile e nel desiderio di sopprimerla dimostrano tutti la loro impotenza, la loro incapacità di dominarla, no, caro Nike, non siamo prede, siamo molto di più e nel confronto, seppur soccombendo fisicamente, ne usciamo sempre vincitrici!

PS: sono contro la caccia!

Ultima modifica di filoumenanike : 14-10-2010 alle ore 01.01.11.
filoumenanike non è connesso  
Vecchio 14-10-2010, 06.59.50   #32
nikelise
Organizza eventi
 
L'avatar di nikelise
 
Data registrazione: 29-09-2007
Messaggi: 2,329
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da griselda Visualizza messaggio
Bellissimo l'uomo in divisa ha ancora il suo fascino almeno nel mio immaginario e anche però loro ci possono pure marciare perchè sanno che giocano sul senso di protenzione che possono suscitare.
Hai ragione quando dici che è gioco dei ruoli e che è natura.
E che una donna può anche sentirsi sotto sotto gratificata. Anche se si sentisse davvero fico non sarebbe sceso a mettere il bigliettino questa cosa la dice lunga secondo me.
A me la cosa che mi ha stupito è che senza prove Edera fosse sicura che lo avesse messo lui, ma magari non ho letto bene e ho tralasciato qualcosa.

Il punto però in questo caso non come siamo ridotte, dai! Secondo me potevi dire di meglio
Il problema sta altrove, a come lo vive Edera e a non come spiegano i libri sia la "normalità" parola che virgoletto perchè eliminerei dal vocabolario perchè fa più danni lei di un killer.

Come ha ben spiegato Daf, Edera deve comprendere perchè la vive così ,e di certo non l'aiuta sentirsi dire che lei e tutte noi siamo cadute in basso
Non ci siamo capiti .
Volevo dire che non e' possibile attribuire a quel ragazzo quello che sente Edera che poi non e' solo di Edera .
Tutto qui .
E anzi dicendo questo credo di darle un aiuto piu' che non fare analisi sociologiche sul comportamento maschile oggi .
Sono convinto come dite voi che ci sia dell'altro e che non e' solo di Edera viste le vostre reazioni che non quello che ha fatto quella persona , perche' a parte la goffagine non ha fatto ancora nulla .

Ripeto credo di darle un maggior aiuto cosi' .
Poi su questo forse mi sbagliero' ma non credo .

PS '' Il cadute in basso '' era del tutto ironico tanto che l'ho negato come possibilita' subito dopo .
Peccato e mi spiace che non si sia capito .
nikelise non è connesso  
Vecchio 14-10-2010, 07.03.15   #33
nikelise
Organizza eventi
 
L'avatar di nikelise
 
Data registrazione: 29-09-2007
Messaggi: 2,329
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da filoumenanike Visualizza messaggio
Queste frasi non mi piacciono davvero, soprattutto in periodi come quelli che stiamo vivendo: le donne sono di continuo oggetto di violenza brutale, violenza gratuita da parte di estranei incontrati per caso, da parte di mariti, di genitori e fratelli, di zii, tutti assetati di sangue, tutti desiderosi di colpire nella donna quanto in lei c'è di ineffabile, di irraggiungibile e nel desiderio di sopprimerla dimostrano tutti la loro impotenza, la loro incapacità di dominarla, no, caro Nike, non siamo prede, siamo molto di più e nel confronto, seppur soccombendo fisicamente, ne usciamo sempre vincitrici!

PS: sono contro la caccia!
Non credo che tu vada in giro con l'armatura e lo spray ancora e che voi tutte siate cosi' condizionate anche nel personale dai fatti gravi che a volte accadono .
Mi sbaglio ?

Tanto e' vero che qui il problema e' un sentimento di vegogna non di paura .
nikelise non è connesso  
Vecchio 14-10-2010, 10.14.14   #34
Edera
Bannato/a
 
Data registrazione: 28-04-2009
Messaggi: 1,834
Predefinito

[Vergogna: se vogliamo considerarla come qualcosa di negativo si può anche affermare che essa è una emozione che trascina l’intero individuo rispetto alla propria manchevolezza, perché è il rendersi conto di aver commesso qualcosa per cui possiamo essere valutati dagli altri in maniera completamente diversa da quella che avremmo voluto.]

Ho trovato questa definizione su wikipedia e penso calzi abbastanza. Quello che metto sotto accusa non è l'omaccione ma il mio sentimento di conflitto a entrare nel supermercato che non dovrebbe esserci. La domanda è: perchè c'è?
Allora in parte credo sia perchè non voglio essere valutata in modo negativo per non avergli risposto, tipo passare da maleducata ecc.. Ma c'è qualcosa di molto più profondo dentro di me, qualcosa che ha a che fare con un sentimento di vergogna più radicato, più antico, la sensazione che in qualche modo io l'ho provocato. Ma non è vero non ho fatto niente, non mi ha mai suscitato un filo di interesse nemmeno a livello immaginario, vedevo che mi guardava ma pensavo lo facesse per controllare che non commettessi qualche errore .
Prima del bigliettino infatti un altro giorno c'è stato un precedente. Da impacciata quale sono, una volta sono entrata per l'uscita al posto che per l'entrata(sono sempre di corsa) il buttafuori mi vide e mi riprese, io mi scusai. La volta successiva quando entrai dentro al supermercato venne da me e parlando piano mi disse che mi aveva corretto solo perchè c'era il direttore che lo guardava e che non voleva fare il cafone(parole testuali). Io gli sorrisi e gli dissi che non c'era problema che aveva fatto solo il suo lavoro.
Quello stesso giorno tentai di pagare una cassa di acqua passandola per intero sopra il lettore ottico ma avevo qualche difficoltà, mi guardai intorno e vidi il buttafuori che mi osservava, gli chiesi sentendomi goffa quale fosse il modo migliore per usare il lettore ottico. Lui estrasse una bottiglia e mi fece vedere come usare la pistola ottica, dicendomi che avrei dovuto passarla sul codice a barre della bottiglia singola dando alla cassa l'imput di moltiplicare per sei. Non mi ero accorta che il direttore stava ancora osservando (il supermercato è appena aperto quindi controllano molto).
Quando uscii il direttore mi beccò prima che salissi in macchina e si scusò per il modo in cui l'adetto mi aveva mostrato di pagare l'acqua, dicendomi di usare la cassa automatica come mi veniva più comodo. Al che sorrisi e dissi: 'Va bene grazie', pensando che il mondo a volte è proprio strano e che sia il direttore sia il buttafuori si paravano un pò il sedere usando l'immagine uno dell'altro.
Tutto questo per dire che le volta successive quando mi sentivo osservata dal buttafuori pensavo lo facesse perchè mi stava controllando non certo per altri motivi.
Invece trovo il bigliettino sull'auto con scritto che all'interno del supermercato non gli era permesso ma che gli sarebbe piaciuto invitarmi fuori ecc ecc..
Ora io non mi sento perseguitata dal buttafuori, non credo mi seguirà, pedinerà o simili, tra l'altro sono un tipo di ragazza che cammina la sera per strada senza problemi. Sono però d'accordo con Diamantea quando dice che in orario di lavoro dovrebbe fare quello e basta, poi fuori faccia come meglio crede non sta a me giudicare il suo approccio con le donne anche perchè francamente non me ne può fregar di meno
Vorrei solo sradicare quell'imbarazzo che per tutto questo tempo mi ha vincolato nelle scelte, impedendomi di entrare ancora dentro al supermercato. Vorrei capire dove nasce, perchè lo avverto anche se so di non avere fatto un bel niente, senza contare che quando entravo lì in genere ero uscita dal lavoro, senza tacco, senza trucco, correndo come un criceto e l'ultimo mio pensiero era risultare seducente agli occhi di qualcuno.
Non la voglio questa vergogna, non è giusta nei miei confronti.
Edera non è connesso  
Vecchio 14-10-2010, 10.15.58   #35
Uno
Amministratore
 
L'avatar di Uno
 
Data registrazione: 28-05-2004
Messaggi: 9,695
Predefinito

Tutto sommato, a parte il modo (non per la crudezza o meno, per il farsi capire) anche io non sono poi così lontanissimo da Nike.
Inoltre seppur con sfumature diverse, come Filo anche io ho notato subito il "vergogna" del titolo.

In sintesi i fatti sono questi:
Un ragazzo vede una ragazza che gli piace.
Non ha coraggio di un approccio diretto (se lo avesse lo avrebbe fatto) e si inventa la storia del biglietto etc...
Possiamo vedere la cosa come rozza, furba, bella o brutta ma probabilmente se Edera fosse stata libera, se le fosse piaciuto il ragazzo, se fosse stata diversa etc.. avrebbe potuto anche apprezzare la cosa e vederci qualcosa di romantico. Invece Edera non è libera, non gliene può fregare di meno di questo ragazzo quindi si è sentita (e ne ha tutti i diritti) invasa nello spazio personale (l'auto, il cellulare etc).

Tecnicamente (lo scrivo tanto per evidenziare che volendo si trova sempre una soluzione alternativa) Edera avresti potuto telefonargli oscurando il tuo numero, ma in realtà non gli dovevi/devi nulla*** e non vedo perchè avresti dovuto chiamarlo.

*** Quindi è qui il succo?
Se qualcuno ti rivolge un'attenzione ti senti in debito di qualcosa? Senti di dover qualcosa?
Questo (se la mia "supposizione" è corretta) però entra in conflitto, e giustamente direi, quando in realtà tu non vuoi dare quello che ti senti/pare di dover.


Il discorso divisa, posizione etc... lo potremmo anche lasciar fuori, in ogni caso basterebbe un reclamo alla direzione per far passare dei guai al ragazzo.... che però ritengo non abbia agito in quanto guardia giurata, ma in quanto ragazzo.
Uno non è connesso  
Vecchio 14-10-2010, 10.18.57   #36
Edera
Bannato/a
 
Data registrazione: 28-04-2009
Messaggi: 1,834
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Uno Visualizza messaggio
*** Quindi è qui il succo?
Se qualcuno ti rivolge un'attenzione ti senti in debito di qualcosa? Senti di dover qualcosa?
Questo (se la mia "supposizione" è corretta) però entra in conflitto, e giustamente direi, quando in realtà tu non vuoi dare quello che ti senti/pare di dover.
.
Sì mi sento di dover qualcosa, invece non gli devo proprio niente
Edera non è connesso  
Vecchio 14-10-2010, 10.32.33   #37
Uno
Amministratore
 
L'avatar di Uno
 
Data registrazione: 28-05-2004
Messaggi: 9,695
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Edera Visualizza messaggio
Sì mi sento di dover qualcosa, invece non gli devo proprio niente
E perchè senti di dover qualcosa a qualcuno che ti rivolge un'attenzione?

Io lo so, ma se te lo dico non vale a nulla.
Uno non è connesso  
Vecchio 14-10-2010, 11.34.42   #38
Edera
Bannato/a
 
Data registrazione: 28-04-2009
Messaggi: 1,834
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Uno Visualizza messaggio
E perchè senti di dover qualcosa a qualcuno che ti rivolge un'attenzione?

Io lo so, ma se te lo dico non vale a nulla.
Non lo so. Perchè se non gli rendo qualcosa la sua opinione su di me potrebbe essere negativa? Perchè voglio controllare l'opinione che si fa di me?
Perchè se dò attenzione a qualcuno dopo la mia aspettativa ne 'pretende' altrettanta e quindi misuro col mio metro... In pratica non so dare nulla senza ricevere?
Edera non è connesso  
Vecchio 14-10-2010, 11.59.24   #39
Edera
Bannato/a
 
Data registrazione: 28-04-2009
Messaggi: 1,834
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Uno Visualizza messaggio
ritengo non abbia agito in quanto guardia giurata, ma in quanto ragazzo.
Ragazzo di 40 anni
Edera non è connesso  
Vecchio 14-10-2010, 12.06.38   #40
dafne
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di dafne
 
Data registrazione: 24-09-2007
Messaggi: 3,630
Predefinito

Se ti consola Edera anch'io sento di dover indietro qualcosa se qualcuno mi presta attenzione. Presta e la rivuole

Mi sento quasi obbligata a dirgli di si, per dirti m'è capitato ieri di riaprire un vecchio account in una community e quando mi sono trovata con il tipo X che chiedeva la mia amicizia l'impulso istintivo è stato "per l'amor del cielo no!!" Ero sconvolta alla sola idea di dover dire di no e giustificare quel no, non ho pigiato nessun tasto ho lasciato tutto in sospeso (ah le mie antine..)
Poi sono andata a guardare se mi piaceva come se comunque il fatto che potesse in un lontano remoto caso provarci........

Ti dirò che un pochetto su stà cosa nel tempo ci ho lavorato e a quel punto m'è venuto da ridere pensando a quel povero cristo a cui magari aveva colpito il mio sorriso e stava pensando di far due ciaccole mentre io mi stavo già facendo il film degli appuntamenti notturni

Ma è vero, si sente di dovergliela dare (l'atten zione!!!!!!!! ) anche se non si vorrebbe.

Perchè? Io una mezza risposta me la sono data ma non sò se sia quella giusta, io non voglio dir di no perchè non voglio perdere qualcosa, questo è certo, non perchè sennò ci perde qualcosa il lui di turno.

Tu provi vergogna io invece provo paura, sotto sottissimo, e quando mi si fà un complimento vado egualmente in panico come se accettarlo aprisse all'istante tutte le mie porte, tutte le mie barriere, senza nulla a separarmi da quella persona mettendomi nuda completamente in sua balìa...
(immagino la faccia sconvolta di Nike a legger stà roba ma purtroppo se certe paturnie, chiamiamole così, fossero logiche neanche esisterebbero.. )

Chissà magari qualcosa ti suona
dafne non è connesso  
Vecchio 14-10-2010, 12.41.53   #41
nikelise
Organizza eventi
 
L'avatar di nikelise
 
Data registrazione: 29-09-2007
Messaggi: 2,329
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da dafne Visualizza messaggio
Se ti consola Edera anch'io sento di dover indietro qualcosa se qualcuno mi presta attenzione. Presta e la rivuole

Mi sento quasi obbligata a dirgli di si, per dirti m'è capitato ieri di riaprire un vecchio account in una community e quando mi sono trovata con il tipo X che chiedeva la mia amicizia l'impulso istintivo è stato "per l'amor del cielo no!!" Ero sconvolta alla sola idea di dover dire di no e giustificare quel no, non ho pigiato nessun tasto ho lasciato tutto in sospeso (ah le mie antine..)
Poi sono andata a guardare se mi piaceva come se comunque il fatto che potesse in un lontano remoto caso provarci........

Ti dirò che un pochetto su stà cosa nel tempo ci ho lavorato e a quel punto m'è venuto da ridere pensando a quel povero cristo a cui magari aveva colpito il mio sorriso e stava pensando di far due ciaccole mentre io mi stavo già facendo il film degli appuntamenti notturni

Ma è vero, si sente di dovergliela dare (l'atten zione!!!!!!!! ) anche se non si vorrebbe.

Perchè? Io una mezza risposta me la sono data ma non sò se sia quella giusta, io non voglio dir di no perchè non voglio perdere qualcosa, questo è certo, non perchè sennò ci perde qualcosa il lui di turno.

Tu provi vergogna io invece provo paura, sotto sottissimo, e quando mi si fà un complimento vado egualmente in panico come se accettarlo aprisse all'istante tutte le mie porte, tutte le mie barriere, senza nulla a separarmi da quella persona mettendomi nuda completamente in sua balìa...
(immagino la faccia sconvolta di Nike a legger stà roba ma purtroppo se certe paturnie, chiamiamole così, fossero logiche neanche esisterebbero.. )

Chissà magari qualcosa ti suona
No non rido , anzi a ben pensarci ed a costo di essere monotono questa sudditanza rispetto l'altro sesso che vi da' attenzioni , corrisponde a quella magia o stregoneria che l'oggetto crea nei confronti del soggetto di cui tanto a lungo abbiamo parlato nel 3d l'autostoppista .

E' l'esempio concreto di come i due termini si confrontano e creano influenze positive o negative dell'uno sull'altro tanto da forgiare l'individuo nel tipo introverso ed estroverso a cui rimando per quanto trattato ......che forse la cosa cosi' vi diventa piu' interessante ?

Ultima modifica di nikelise : 14-10-2010 alle ore 12.44.10.
nikelise non è connesso  
Vecchio 14-10-2010, 12.48.32   #42
dafne
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di dafne
 
Data registrazione: 24-09-2007
Messaggi: 3,630
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da nikelise Visualizza messaggio

E' l'esempio concreto di come i due termini si confrontano e creano influenze dell'uno sull'altro tanto da forgiare l'individuo nel tipo introverso ed estroverso a cui rimando per quanto trattato ......che forse la cosa cosi' vi diventa piu' interessante ?
No mi rimbalza addosso così perchè al 3D dell'autostoppista mi sono fermata al terzo intervento.
Neanche io rido sorridevo con te per cercare di farti capire quanto proprio quest'atteggiamento di impossibile comprensione sia il cementante di certe paturnie.

Non ho detto che hai torto, ti stò dicendo che ti stai muovendo fra ragnatele che devono essere spostate ad una ad una per lasciar intravvedere il coso dell'oggetto-soggetto di cui parli e non strappate via a manate.

Se sudditanza c'è non puoi svegliarti un giorno e dire ok! tutti liberi!

O meglio

puoi farlo dopo che ti sei accorto chi o che cosa è sottomesso e chi o che cosa domina. Non per niente Uno aveva la risposta ma non gliel'ha data e forse ho sbagliato anch'io a mettermi in mezzo.

dafne non è connesso  
Vecchio 14-10-2010, 12.52.24   #43
nikelise
Organizza eventi
 
L'avatar di nikelise
 
Data registrazione: 29-09-2007
Messaggi: 2,329
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da dafne Visualizza messaggio
No mi rimbalza addosso così perchè al 3D dell'autostoppista mi sono fermata al terzo intervento.
Neanche io rido sorridevo con te per cercare di farti capire quanto proprio quest'atteggiamento di impossibile comprensione sia il cementante di certe paturnie.

Non ho detto che hai torto, ti stò dicendo che ti stai muovendo fra ragnatele che devono essere spostate ad una ad una per lasciar intravvedere il coso dell'oggetto-soggetto di cui parli e non strappate via a manate.

Se sudditanza c'è non puoi svegliarti un giorno e dire ok! tutti liberi!

O meglio

puoi farlo dopo che ti sei accorto chi o che cosa è sottomesso e chi o che cosa domina. Non per niente Uno aveva la risposta ma non gliel'ha data e forse ho sbagliato anch'io a mettermi in mezzo.

Beh ma non mi pare di esser stato particolarmente rozzo nel dire quello che pensavo dell'atteggiamento del ragazzo .
O si ?
nikelise non è connesso  
Vecchio 14-10-2010, 13.18.04   #44
griselda
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di griselda
 
Data registrazione: 07-01-2006
Messaggi: 8,029
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da nikelise Visualizza messaggio
Non ci siamo capiti .
Volevo dire che non e' possibile attribuire a quel ragazzo quello che sente Edera che poi non e' solo di Edera .
Tutto qui .
E anzi dicendo questo credo di darle un aiuto piu' che non fare analisi sociologiche sul comportamento maschile oggi .
Sono convinto come dite voi che ci sia dell'altro e che non e' solo di Edera viste le vostre reazioni che non quello che ha fatto quella persona , perche' a parte la goffagine non ha fatto ancora nulla .

Ripeto credo di darle un maggior aiuto cosi' .
Poi su questo forse mi sbagliero' ma non credo .

PS '' Il cadute in basso '' era del tutto ironico tanto che l'ho negato come possibilita' subito dopo .
Peccato e mi spiace che non si sia capito .
Ho solo sottolineato che poteva essere male intepretato e causa di equivoci.
Non direi quindi rozzo ma scarno.

Perchè noi donne siamo piene di paturnie come dice bene Daf che quando scrive mi fa morire dal ridere quando usa l'ironia

Va che ce l'ho pure io se mi danno attenzione io non posso dire di no.

Se mi danno io devo ridare non posso rimanere in debito.
Debito è vergognoso è come rubare insomma per me è relativo all'immagine oltre a non avere troppa voglia di dare senza un ritorno.
Addirittura faccio fatica a prendere se so di non poter ridare che roba contorta.
Ti do se tu mi dai.
E se tu mi dai io ti devo dare.
Insomma egoismo elevato all'ennesima potenza?
Generosità alla
-10?
__________________
------------------------

ORDINE RITMO ARMONIA
griselda non è connesso  
Vecchio 14-10-2010, 14.16.21   #45
Edera
Bannato/a
 
Data registrazione: 28-04-2009
Messaggi: 1,834
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da griselda Visualizza messaggio
Se mi danno io devo ridare non posso rimanere in debito.
Debito è vergognoso è come rubare insomma per me è relativo all'immagine oltre a non avere troppa voglia di dare senza un ritorno.
Esatto, mi sento in difetto perchè lui mi ha dato attenzione e io non ho restituito nulla. Ma io quell'attenzione non l'ho chiesta in nessuna forma esplicita o implicita, perchè sentirmi in debito? Di che?
Ci ho pensato anche in pausa pranzo. Pensavo al fatto che magari è perchè come ho scritto misuro col mio metro e quando dò attenzione nè vorrei indietro. Poi però ho guardato meglio dentro di me e sì, vi sono casi in cui non riesco a dare attenzione senza crearmi l'aspettativa di riaverla specialmente nei rapporti amorosi ma non è sempre così mi è capitato di fare cose senza aspettarmi niente in cambio a persone che non sapevo nemmeno chi fossero. Non capisco perchè mi sento così in difetto nell'avere ricevuto un'attenzione, tra l'altro non voluta... Comunque entrerò al supemercato anche se l'altra volta nel mio tentativo di superamento dell'ostacolo mi sono vergognata come una cappasanta.
Edera non è connesso  
Vecchio 14-10-2010, 14.27.56   #46
dafne
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di dafne
 
Data registrazione: 24-09-2007
Messaggi: 3,630
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da nikelise Visualizza messaggio
Beh ma non mi pare di esser stato particolarmente rozzo nel dire quello che pensavo dell'atteggiamento del ragazzo .
O si ?
Ah Nike ti adoro

Senti facciamo un gioco? Lasciamo Edera a cercar di capire senza questi intermezzi e ci mettiamo altrove a discutere di questa cosa ma stavolta invertiamo i ruoli .
Tu cerchi di usare le argomentazioni emozionali del femminile e io quelle razionali del maschile, che dici? Secondo me potremmo scoprire entrambi diverse cosette.
Unica regola è vietato dar ragione all'altro senza almeno un pò di sforzo ad inventarsi le contestazioni

che dici?
dafne non è connesso  
Vecchio 14-10-2010, 14.29.19   #47
griselda
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di griselda
 
Data registrazione: 07-01-2006
Messaggi: 8,029
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Edera Visualizza messaggio
Esatto, mi sento in difetto perchè lui mi ha dato attenzione e io non ho restituito nulla. Ma io quell'attenzione non l'ho chiesta in nessuna forma esplicita o implicita, perchè sentirmi in debito? Di che?
Ci ho pensato anche in pausa pranzo. Pensavo al fatto che magari è perchè come ho scritto misuro col mio metro e quando dò attenzione nè vorrei indietro. Poi però ho guardato meglio dentro di me e sì, vi sono casi in cui non riesco a dare attenzione senza crearmi l'aspettativa di riaverla specialmente nei rapporti amorosi ma non è sempre così mi è capitato di fare cose senza aspettarmi niente in cambio a persone che non sapevo nemmeno chi fossero. Non capisco perchè mi sento così in difetto nell'avere ricevuto un'attenzione, tra l'altro non voluta... Comunque entrerò al supemercato anche se l'altra volta nel mio tentativo di superamento dell'ostacolo mi sono vergognata come una cappasanta.
Ti dico di me eh non so se poi per te può esser così, però ci puoi guardare solo tu.
Allora io le volte che ho dato e non mi aspettavo niente indietro è stato perchè in quel dare avevo già avuto un ritorno.
Ad esempio facendo una cosa per un'altra persona mi sono sentita talmente brava e buona che ero già appagata
__________________
------------------------

ORDINE RITMO ARMONIA
griselda non è connesso  
Vecchio 14-10-2010, 14.31.21   #48
dafne
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di dafne
 
Data registrazione: 24-09-2007
Messaggi: 3,630
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Edera Visualizza messaggio
Esatto, mi sento in difetto perchè lui mi ha dato attenzione e io non ho restituito nulla..

Sicura?
dafne non è connesso  
Vecchio 14-10-2010, 14.36.22   #49
Edera
Bannato/a
 
Data registrazione: 28-04-2009
Messaggi: 1,834
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da dafne Visualizza messaggio
Sicura?
No
Edera non è connesso  
Vecchio 14-10-2010, 14.36.23   #50
dafne
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di dafne
 
Data registrazione: 24-09-2007
Messaggi: 3,630
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da griselda Visualizza messaggio
Se mi danno io devo ridare non posso rimanere in debito.

Si che puoi e lo vuoi anche ma hai già dato, almeno io la vivo così, nel momento in cui leggo il biglietto o il messaggio o ascolto la richiesta verbale ho già saltato la parte del rifiuto, mi comporto come se già gli avessi dato un si e non sapessi più come tirarmi indietro.

Suona?
dafne non è connesso  
 


Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire nuovi messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare files
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice vB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Vai al forum

Discussioni simili
Discussione Autore discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Repressione griselda Psicologia moderna e antica 66 10-07-2011 14.39.58
Tutto sotto "controllo" RedWitch Esperienze 74 31-03-2011 10.25.44
Rispettare l'altro griselda Psicologia moderna e antica 17 28-12-2009 00.24.47
Vergogna Kael Psicologia moderna e antica 44 04-12-2008 11.46.21
Informazioni Sui Fiori Era Fiori di Bach 23 01-09-2006 01.09.41


Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 07.33.05.




Powered by vBulletin Copyright ©2000 - 2024, Jelsoft Enterprises Ltd.
Questo sito non è, nè può ritenersi assimilabile ad una testata giornalistica, viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità del materiale. Pertanto, non è un prodotto editoriale sottoposto alla disciplina della l. n. 62 del 2001. Il materiale pubblicato è sotto la responsabilità dei rispettivi autori, tutti i diritti sono di Ermopoli.it che incoraggia la diffusione dei contenuti, purchè siano rispettati i seguenti principi: sia citata la fonte, non sia alterato il contenuto e non siano usati a scopo di lucro. P.iva 02268700271