Ermopoli
L'antica città della conoscenza
  
    
Torna indietro   Ermopoli > Forum > Tempio > Tradizioni Spirituali ed Esoteriche

 
 
Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Vecchio 23-11-2009, 21.27.34   #76
m@pi
Ristruttura la casa
 
L'avatar di m@pi
 
Data registrazione: 10-09-2009
Messaggi: 253
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Uno Visualizza messaggio
1) Che cosa è per voi l'immortalità?
2) Che cosa ne fareste?
3) Perchè vi piacerebbe (se vi piacerebbe)?
4) Se poteste essere immortali senza potervi muovere vi attirerebbe lo stesso?
5) Se poteste essere immortali ma costretti a muovervi, agire, profurre etc in continuazione, vi atirerebbe lo stesso?
6) Cosa sareste disposti a fare per raggiungere l'immortalità?
7) E cosa non sareste mai disposti a fare per la stessa cosa?

Direi che basta per animare il discorso...
1) cos'è l'immortalità? ancora non so bene, cerco di capire, ma credo che è passare ad un'altra forma di vita dopo la morte di questo corpo con una visione più ampia e completa, con nuove e diverse leggi che regolano la nuova dimensione da cui poi forse si passa ad un'altra ancora...
2) non ne ho idea, non so ancora bene cos'è quindi non so cosa ne farei.
3) mi piacerebbe? credo di si altrimenti non lavorerei tanto su me stessa, perchè? perchè credo che questa è l'unica via che posso seguire per stare bene qui, quando non lavoro su me stessa sto male.
4) questa domanda mi fa venire in mente che forse viviamo proprio per questo... attraverso noi c'è movimento? comunque non credo mi piacerebbe essere immobile, almeno per come vedo le cose da qui ora
5) il movimento mi piace, ma la costrizione un po' mi spaventa, l'idea di non essere libera di fermarmi per qualsiasi motivo io lo voglia mi lascia perplessa.
6) lavorare su me stessa, con calma che le costrizioni non mi piacciono
7) non sono disposta a perdere la mia libertà di scelta, d'amare, di poter migliorare la mia vita e quella degli altri
m@pi non è connesso  
Vecchio 23-11-2009, 22.13.47   #77
stella
Organizza eventi
 
L'avatar di stella
 
Data registrazione: 09-04-2006
Messaggi: 2,233
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Uno Visualizza messaggio
Beh stiamo parlando di immortalità, mica di essere liberi da tutte le leggi dell'universo.... anche perchè se tale libertà fosse concessa a tutti la cosa si complicherebbe un pò, non potremmo più esistere come individui (per quanto non completamente formati ).

Volevo dire che se qui e ora seguo la strada dell'amore per scelta non per costrizione o paura, e questa strada mi porta all'immortalità, proprio perchè la mia scelta combacerebbe con questo amore e in armonia con le altre leggi universali non troverei nessuna costrizione nella condizione in cui verrei a trovarmi.
stella non è connesso  
Vecchio 24-11-2009, 01.20.23   #78
filoumenanike
Organizza eventi
 
L'avatar di filoumenanike
 
Data registrazione: 05-12-2008
Messaggi: 1,712
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Uno Visualizza messaggio


Non faresti equivale a non stai facendo nulla...

Se fosse un premio per i buoni, potrebbe anche essere una condanna per i cattivi.... anche togliendo le parole buoni e cattivi che non significano nulla in un ragionamento più ampio.
Come posso concepire l'immortalità qui nella dimensione umana dove la morte mi toglie ogni speranza?
Se penso all'immortalità istintivamente la vedo come un possibilità da raggiungere dopo la morte.

Per risolvere qui quello che è qui...dovrei pensare ad una possibile e raggiungibile eternità mia come individuo non ben formato, insomma nè carne nè pesce!
Ma come posso raggiungerla questa immortalità? sovvertendo le regole della vita? affidandomi a poteri che non conosco?
Se così fosse... non la vorrei, sinceramente!
A volte penso che la morte possa placare tutte le ansie, i dolori del vivere, se fosse il contrario della vita la potrei immaginare come assenza di dolore...ma come contrario non sarebbe così luminosa com'è la vita!
Sto perdendo la ragione, non è cosa buona!!!


Non ho detto che l'immortalità debba essere un premio per i buoni...leggi bene!
filoumenanike non è connesso  
Vecchio 24-11-2009, 02.04.56   #79
Ray
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di Ray
 
Data registrazione: 10-08-2005
Messaggi: 7,218
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da filoumenanike Visualizza messaggio
Per risolvere qui quello che è qui...dovrei pensare ad una possibile e raggiungibile eternità mia come individuo non ben formato, insomma nè carne nè pesce!
Forse prima potrebbe essere meglio migliorare ciò che poi deve perdurare immortalmente. Magari si può diventare individui ben formati, carne o pesce che sia. Anche perchè un'altra domanda potrebbe essere: per come siamo adesso, la vogliamo sta immortalità? Capisco quel che dice Grey.... vorrei si l'immortalità, ma non prima di aver reso quel me che deve essere immortale degno di essa. Un bel quadro che duri per sempre, una bozza mal riuscita, la si cancelli pure.
Ray non è connesso  
Vecchio 24-11-2009, 12.34.31   #80
RedWitch
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di RedWitch
 
Data registrazione: 20-12-2004
Messaggi: 3,537
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Uno Visualizza messaggio
Che cosa è per voi l'immortalità?
Se per immortalità intendiamo evitare la morte, significherebbe andare avanti all'infinito (?) con la vita che sto conducendo adesso, il che in questo momento potrebbe anche andarmi bene, visto che sono relativamente serena... ma.. così all'infinito? che senso avrebbe? Penso che la vita abbia un senso preciso (anche se non lo conosco ancora) e che serva in qualche modo ad un'evoluzione... desiderare l'immortalità per me, in questo momento, significa soprattutto che ho il terrore della morte fisica, dato che ho il forte sospetto che se non riesco a costruire un'interfaccia per un'altra realtà (che non riesco comunque nemmeno lontanamente ad immaginarmi), giunto il fatidico momento, scomparirà tutto quel che è Red.. e questo, mi terrorizza, e ogni tanto, ammetto di trovare conforto in un ipotetico "altro mondo" dove ritrovare tutti i miei affetti, ed immaginare che sarà per sempre.

Citazione:
Che cosa ne fareste?
Perchè vi piacerebbe (se vi piacerebbe)?
Se poteste essere immortali senza potervi muovere vi attirerebbe lo stesso?
Se poteste essere immortali ma costretti a muovervi, agire, profurre etc in continuazione, vi atirerebbe lo stesso?
Cosa sareste disposti a fare per raggiungere l'immortalità?
E cosa non sareste mai disposti a fare per la stessa cosa?
Di tutte queste domande, non ho ancora una risposta, solo l'ultima, non sarei disposta , comunque sia ad uccidere.
RedWitch non è connesso  
Vecchio 24-11-2009, 12.41.56   #81
Uno
Amministratore
 
L'avatar di Uno
 
Data registrazione: 28-05-2004
Messaggi: 9,695
Predefinito

Solo questo al volo, poi appena posso torno con il resto

Citazione:
Originalmente inviato da filoumenanike Visualizza messaggio

Non ho detto che l'immortalità debba essere un premio per i buoni...leggi bene!
Mica ho scritto che per te è un premio per i buoni... ho scritto: "se fosse..."
leggi bene
Uno non è connesso  
Vecchio 24-11-2009, 12.59.41   #82
luke
Organizza eventi
 
L'avatar di luke
 
Data registrazione: 27-03-2009
Messaggi: 2,273
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Ray Visualizza messaggio
Forse prima potrebbe essere meglio migliorare ciò che poi deve perdurare immortalmente. Magari si può diventare individui ben formati, carne o pesce che sia. Anche perchè un'altra domanda potrebbe essere: per come siamo adesso, la vogliamo sta immortalità? Capisco quel che dice Grey.... vorrei si l'immortalità, ma non prima di aver reso quel me che deve essere immortale degno di essa. Un bel quadro che duri per sempre, una bozza mal riuscita, la si cancelli pure.
Per come sono ora l'immortalità non mi interessa più di tanto se essa volesse dire rimanere in eterno in questa condizione.
Se però fosse possibile evolvere senza il limite del tempo finito e della morte che può arrivare in ogni istante(cose che dovrebbero rappresentare uno stimolo ad evolvere rapidamente, ma così non è ,almeno per me ) allora potrebbe, a mio avviso, essere utile rimanere in vita fino a ottenere la massima condizione raggiungibile; una volta raggiunta e assaporata in pieno questa, paradossalmente, potrei anche tornare a poter morire, un pò come quelle stelle che durano miliardi di anni, poi all'improvviso emettono in pochi secondi un'energia pari a quella emessa da intere galassie in tutta la loro esistenza e poi si spengono definitivamente.
luke non è connesso  
Vecchio 24-11-2009, 13.19.10   #83
RedWitch
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di RedWitch
 
Data registrazione: 20-12-2004
Messaggi: 3,537
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da luke Visualizza messaggio
............
Se però fosse possibile evolvere senza il limite del tempo finito e della morte che può arrivare in ogni istante(cose che dovrebbero rappresentare uno stimolo ad evolvere rapidamente, ma così non è ,almeno per me ) allora potrebbe, a mio avviso, essere utile rimanere in vita fino a ottenere la massima condizione raggiungibile; una volta raggiunta e assaporata in pieno questa, paradossalmente, potrei anche tornare a poter morire, un pò come quelle stelle che durano miliardi di anni, poi all'improvviso emettono in pochi secondi un'energia pari a quella emessa da intere galassie in tutta la loro esistenza e poi si spengono definitivamente.
Ti faccio una domanda un po' provocatoria Luke, ma se sapendo di dover morire, e di poterlo fare in qualunque momento non ci muoviamo, pensi che avendo il tempo dilatato, ci muoveremmo? Già non lo facciamo così... o parli di una via naturale?

ps Scusami mi son permessa di usare il "noi" per quello che hai scritto nella parentesi ed io mi ci aggiungo perchè è così anche per me..
RedWitch non è connesso  
Vecchio 24-11-2009, 13.26.21   #84
griselda
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di griselda
 
Data registrazione: 07-01-2006
Messaggi: 8,029
Predefinito

Eppure nella Bibbia si parla di un tempo in cui l'uomo era immortale, se non sbaglio, nel Paradiso terrestere nell'Eden l'uomo era immortale.
Inoltre se non dico strumpalate nel giro delle stagioni dell'anno cosmico ora dovremmo essere nel Kali Yuga non so neppure se si scrive così, c'era una stagione in cui gli uomini potevano essere immortali?
Insomma sono domande che mi girano per la testa perchè se la malattia è ciò che consuma il nostro corpo e la psiche è il fulcro da dove parte il tutto mi domando se ci possa essere stato un "tempo" in cui eravamo perfetti. ???

Poi volevo domadare un'altra cosa perchè io la storia della materia spiritualizzata ancora non l'ho capita, cioè faccio fatica ad immaginare una cosa che non ho mai visto, l'accetto per fede.
Gesù dopo morto si mostrò ai suoi discepoli a cui fece toccare le ferite....in un libro di Yogananda si racconta che il suo Maestro Yukteswar a qualche giorno dalla sua morte tornò e si materializzò davanti al suo discepolo che toccandolo constatò la solidità della materia che aveva davanti, a distanza di tantissimi anni c'è stato chi sosteneva di aver incontrato Fulcanelli....insomma mi domando anche se questi Uomini hanno creato un corpo che sono in grado di smaterializzare e di rimaterializzare (non vorrei essere blasfema ma mi fa venire in mente il teletrasporto di star trek ) a piacere e di muoversi in vari piani di questo nostro universo, mentre i Santi hanno lasciato il loro corpo qui con la proprietà di dissolversi molto lentamente e questo pare sia di beneficio per l'intera umanità visto che ciò che finisce nell'atmosfera finisce anche dentro di noi e nel caso di un Santo potrebbe farci solo bene, ma il Santo in questo caso non ha un corpo immortale visto che lo ha lasciato qui a consumarsi anche se lentamente?
Ho fatto un bel minestrone prima maniera se avanza ci farò le frittelle.
__________________
------------------------

ORDINE RITMO ARMONIA
griselda non è connesso  
Vecchio 24-11-2009, 13.34.53   #85
luke
Organizza eventi
 
L'avatar di luke
 
Data registrazione: 27-03-2009
Messaggi: 2,273
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da RedWitch Visualizza messaggio
Ti faccio una domanda un po' provocatoria Luke, ma se sapendo di dover morire, e di poterlo fare in qualunque momento non ci muoviamo, pensi che avendo il tempo dilatato, ci muoveremmo? Già non lo facciamo così... o parli di una via naturale?

ps Scusami mi son permessa di usare il "noi" per quello che hai scritto nella parentesi ed io mi ci aggiungo perchè è così anche per me..
Sicuramente parlo a livello teorico, usando molta immaginazione, poi se fossi realmente immortale magari le cose cambierebbero...
E' ovvio che il fatto di poter morire all'improvviso dovrebbe spingerci a dare il massimo in ogni secondo, però così spesso non accade, come se il tempo imitato, il decadimento, la morte ci frenassero ( parlo al plurale poi magari per tanti non è così), il rischio di fallire senza sapere se ci sarà un'altra occasione, forse anche il pensare inconsciamente "tanto un giorno finirà tutto, finirò anche io, a che serve dannarmi per raggiungere questa o quella cosa".
In una condizioni di immortalità (ripeto è una sensazione poi non è detto che sarebbe così) questi pensieri non ci sarebbero, si potrebbe ricominciare infinite volte, freni inconsci non ci sarebbero, o magari sarebbero di altro tipo, dipende anche dalle singole persone.
luke non è connesso  
Vecchio 24-11-2009, 20.18.29   #86
filoumenanike
Organizza eventi
 
L'avatar di filoumenanike
 
Data registrazione: 05-12-2008
Messaggi: 1,712
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Ray Visualizza messaggio
Forse prima potrebbe essere meglio migliorare ciò che poi deve perdurare immortalmente. Magari si può diventare individui ben formati, carne o pesce che sia. Anche perchè un'altra domanda potrebbe essere: per come siamo adesso, la vogliamo sta immortalità?
Migliorare noi stessi è, anzi potrebbe essere uno scopo nella vita, per come la vedo io per vivere meglio non per un perdurare immortale! Come dice Stella che senso avrebbe la vita protratta in un'immortalità sempre uguale a se stessa, con le stesse domande irrisolte?
Alla tua domanda risponderei che per continuare a vivere sempre nello stesso modo l'immortalità non la cercherei...
La vita sembra avere un meccanismo ciclico, si nasce...si cresce...si procrea...i figli diventano grandi e noi si finisce...la natura ha completato il suo compito...far diventare il mondo immortale attraverso la vita mortale di tutti gli esseri.
E' un po' come avviene alla pianta dell'agave, vive per circa cento anni, il tempo necessario per far crescere un fiore bellissimo da cui, attraverso i semi, perpetuare la specie, poi muore!
filoumenanike non è connesso  
Vecchio 24-11-2009, 23.29.09   #87
m@pi
Ristruttura la casa
 
L'avatar di m@pi
 
Data registrazione: 10-09-2009
Messaggi: 253
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da filoumenanike Visualizza messaggio
non farei niente per raggiungere l'immortalità, se esiste così come la concepisco non è un premio per i buoni, se c'è...c'è per tutti!
Citazione:
Originalmente inviato da Uno Visualizza messaggio
Se fosse un premio per i buoni, potrebbe anche essere una condanna per i cattivi.... anche togliendo le parole buoni e cattivi che non significano nulla in un ragionamento più ampio.
nella bibbia nel parlare di sapienza c'è un pezzetto che parla di immortalità
"...l'amore è osservanza delle sue leggi;
il rispetto delle leggi è garanzia di immortalità
e l'immortalità fa stare vicino a Dio"
Sapienza 8,18
poche parole che sono andata a ricercare perchè mi colpirono diversi anni fa, se il rispetto delle leggi è garanzia di immortalità significa che fuori da ciò non esiste garanzia, quindi non è per tutti...
m@pi non è connesso  
Vecchio 24-11-2009, 23.54.18   #88
Edera
Bannato/a
 
Data registrazione: 28-04-2009
Messaggi: 1,834
Predefinito

Secondo me l'unica cosa che può spingere a lavorare su me stessa e a migliorare è pensare che qualcosa di me resta. Se avessi la consapevolezza che tutto quello che sono in questa vita sparirà, si dissolverà non esistera più, non avrei tanti motivi per andare avanti. Pensare che invece posso fare qualcosa per impedire questo mi dà l'impulso, la spinta per fare fatica. Non riesce a bastarmi nulla di quello che posso avere in termini materiali, non mi bastano nemmeno tutte le emozioni che posso provare. Devo avere una speranza verso l'eterno, mi va benissimo anche l'idea che rimanga altro dalla mia personalità come la avverto ora, una scintilla, una scia, basta sia qualcosa in grado di elevare la condizione instabile, fragile della materia spazzabile in un secondo.
.Perchè è così, basta un attimo, un secondo e non ci sei più. Le persone vivono come se non dovessero mai morire, si attaccano a tutto come se la materialità fosse davvero un sostegno. Ma davanti alla morte nulla regge, nè case, nè auto o ricchezze varie, si arriva alla vecchiaia e la maggior parte se ne va implorando un altro secondo.
In oriente invece alcuni monaci quando sanno che stanno per morire, si siedono e aspettano. C'è una bella differenza e voglio credere sia quella la strada, lavorare e migliorare, magari anche nell'illusione se serve a dare un senso al mio esserci.
Perchè senza l'idea dell'immortalità verrei inghiottita dall'impotenza e la materia mi sovrasterebbe, già così faccio fatica a reggermi, figuriamoci se non avessi nemmeno quel lumino dentro. Un lumino per cui dovrei fare almeno la fatica di meditare dieci minuti al giorno con costanza... Invece no, sono anch'io come tanti e vivo pensando di avere tutto il tempo che voglio davanti. Vorrei convincermi che l'immortalità è per tutti ma qualcosa di indefenito ma ben radicato mi dice di no.
Edera non è connesso  
Vecchio 25-11-2009, 14.13.08   #89
stella
Organizza eventi
 
L'avatar di stella
 
Data registrazione: 09-04-2006
Messaggi: 2,233
Predefinito

Come si legge in questi brani della prima lettera di S.Paolo ai Corinzi 20-28, l'immortalità è per tutti, altrimenti non sarebbe servito il sacrificio di Cristo:

"Ora, invece, Cristo è risuscitato dai morti, primizia di coloro che sono morti.
Poiché se a causa di un uomo venne la morte, a causa di un uomo verrà anche la risurrezione dei morti;
e come tutti muoiono in Adamo, così tutti riceveranno la vita in Cristo.
Ciascuno però nel suo ordine: prima Cristo, che è la primizia; poi, alla sua venuta, quelli che sono di Cristo;
poi sarà la fine, quando egli consegnerà il regno a Dio Padre, dopo aver ridotto al nulla ogni principato e ogni potestà e potenza.
Bisogna infatti che egli regni finché non abbia posto tutti i nemici sotto i suoi piedi.
L'ultimo nemico ad essere annientato sarà la morte, perché ogni cosa ha posto sotto i suoi piedi.
Però quando dice che ogni cosa è stata sottoposta, è chiaro che si deve eccettuare Colui che gli ha sottomesso ogni cosa.
E quando tutto gli sarà stato sottomesso, anche lui, il Figlio, sarà sottomesso a Colui che gli ha sottomesso ogni cosa, perché Dio sia tutto in tutti."


e più avanti:

"Questo vi dico, o fratelli: la carne e il sangue non possono ereditare il regno di Dio, né ciò che è corruttibile può ereditare l'incorruttibilità.
Ecco io vi annunzio un mistero: non tutti, certo, moriremo, ma tutti saremo trasformati, in un istante, in un batter d'occhio, al suono dell'ultima tromba; suonerà infatti la tromba e i morti risorgeranno incorrotti e noi saremo trasformati.
È necessario infatti che questo corpo corruttibile si vesta di incorruttibilità e questo corpo mortale si vesta di immortalità.
Quando poi questo corpo corruttibile si sarà vestito d'incorruttibilità e questo corpo mortale d'immortalità, si compirà la parola della Scrittura:
La morte è stata ingoiata per la vittoria.
Dov'è, o morte, la tua vittoria?
Dov'è, o morte, il tuo pungiglione?
Il pungiglione della morte è il peccato e la forza del peccato è la legge.
Siano rese grazie a Dio che ci dà la vittoria per mezzo del Signore nostro Gesù Cristo!
Perciò, fratelli miei carissimi, rimanete saldi e irremovibili, prodigandovi sempre nell'opera del Signore, sapendo che la vostra fatica non è vana nel Signore."


Visto in altra visuale tutto tornerà a Dio, a parte quelli che peccano contro lo Spirito, penso che l'Inferno sia per quelli, che sono senza speranza di redenzione...
stella non è connesso  
Vecchio 25-11-2009, 14.23.54   #90
Ray
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di Ray
 
Data registrazione: 10-08-2005
Messaggi: 7,218
Predefinito

Stella, dici che da quei passi si deduce che l'immortalità è per tutti, ma da cosa esattamente lo deduci? I passi non dicono certo che tutti sono immortali, il che significa che ci si deve diventare. Anche il risorgere allla fine dei tempi presuppone che prima si muoia.

Quello che secondo me esce è che, da Cristo, l'immortalità è una possibilità di tutti, ma non certo una certezza. Tocca conquistarsela. Il che immplica la possibilità di fallire. Inoltre i vari discorsi sul rendere incorruttibile ciò che è corruttibile, mi sembrano in linea con quello che dicevo sulla redenzione della carne e sulla sua possibilità di diventare immortale qualora riuscisse ad accogliere pienamente lo spirito. Cosa che comunque la trasformerebbe... altro messaaggio veicolato dai passi che citi.

D'altra parte, anche se l'immortalità fosse per tutti, questo non significa che sia di tutti.
Ray non è connesso  
Vecchio 25-11-2009, 15.16.14   #91
stella
Organizza eventi
 
L'avatar di stella
 
Data registrazione: 09-04-2006
Messaggi: 2,233
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Ray Visualizza messaggio
Stella, dici che da quei passi si deduce che l'immortalità è per tutti, ma da cosa esattamente lo deduci?
Tutti dobbiamo passare attraversare la morte, in questo senso nessuno è immortale con questo corpo fisico, ma tutti i morti saranno resuscitati, per poter essere giudicati da Cristo che è Amore, soprattutto sull'amore....
Concordo con te che dobbiamo lavorare su noi stessi per migliorare continuamente sulla strada di questo Amore, ma non ti sembra che se Cristo non applicasse il perdono che ci ha insegnato non sarebbe un Amore perfetto ? Quello che verrà sconfitto sarà il peccato, cioè ciò che porta alla morte...
Chiaro che lo dobbiamo scofinggere in questa vita, ma solo i santi ci riescono e non credo che il paradiso sia solo per loro, quindi, ribadisco la mia opinione in proposito, e cioè che solo quelli che peccano contro lo Spirito, cioè non credono in Cristo come il Figlio di Dio, non saranno perdonati....

In particolare queste parole : E quando tutto gli sarà stato sottomesso, anche lui, il Figlio, sarà sottomesso a Colui che gli ha sottomesso ogni cosa, perché Dio sia tutto in tutti"

stella non è connesso  
Vecchio 25-11-2009, 16.46.46   #92
luke
Organizza eventi
 
L'avatar di luke
 
Data registrazione: 27-03-2009
Messaggi: 2,273
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da stella Visualizza messaggio
Tutti dobbiamo passare attraversare la morte, in questo senso nessuno è immortale con questo corpo fisico, ma tutti i morti saranno resuscitati, per poter essere giudicati da Cristo che è Amore, soprattutto sull'amore....
Concordo con te che dobbiamo lavorare su noi stessi per migliorare continuamente sulla strada di questo Amore, ma non ti sembra che se Cristo non applicasse il perdono che ci ha insegnato non sarebbe un Amore perfetto ? Quello che verrà sconfitto sarà il peccato, cioè ciò che porta alla morte...
Chiaro che lo dobbiamo scofinggere in questa vita, ma solo i santi ci riescono e non credo che il paradiso sia solo per loro, quindi, ribadisco la mia opinione in proposito, e cioè che solo quelli che peccano contro lo Spirito, cioè non credono in Cristo come il Figlio di Dio, non saranno perdonati....

In particolare queste parole : E quando tutto gli sarà stato sottomesso, anche lui, il Figlio, sarà sottomesso a Colui che gli ha sottomesso ogni cosa, perché Dio sia tutto in tutti"

Una cosa che pensavo è che il discorso sull'immortalità potrebbe variare in funzione anche della Tradizione cui ci si riferisce: se si pensa ad una visione in cui ci sarà un giorno del giudizio definitivo, l'immortalità poi si potrà avere comunque per tutti, poi alcuni saranno in paradiso altri all'inferno.
Altre Tradizioni, non se affidabili o meno, parlano di catene evolutive e quindi l'immortalità si potrebbe vedere come possibilità di accedere a nuove catene, in altri sistemi, e quindi il giudizio di Cristo si avrebbe per questo sistema solare; una volta accolto in pieno il Suo Spirito dovremmo poter (ho letto poco di certe cose, potri anche aver capito male) accedere a nuovi livelli con nuovi "Spiriti reggenti" e così all'infinito.
luke non è connesso  
Vecchio 25-11-2009, 18.28.15   #93
Elohim
Ristruttura la casa
 
Data registrazione: 23-07-2009
Messaggi: 283
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da griselda Visualizza messaggio
Eppure nella Bibbia si parla di un tempo in cui l'uomo era immortale, se non sbaglio, nel Paradiso terrestere nell'Eden l'uomo era immortale.
Inoltre se non dico strumpalate nel giro delle stagioni dell'anno cosmico ora dovremmo essere nel Kali Yuga non so neppure se si scrive così, c'era una stagione in cui gli uomini potevano essere immortali?
Insomma sono domande che mi girano per la testa perchè se la malattiaè ciò che consuma il nostro corpo e la psiche è il fulcro da dove parte il tutto mi domando se ci possa essere stato un "tempo" in cui eravamo perfetti. ???


Citazione:
Originalmente inviato da m@pi Visualizza messaggio
se il rispetto delle leggi è garanzia di immortalità significa che fuori da ciò non esiste garanzia, quindi non è per tutti...
Citazione:
Originalmente inviato da Ray Visualizza messaggio
Stella, dici che da quei passi si deduce che l'immortalità è per tutti, ma da cosa esattamente lo deduci? I passi non dicono certo che tutti sono immortali, il che significa che ci si deve diventare. Anche il risorgere allla fine dei tempi presuppone che prima si muoia.
D'altra parte, anche se l'immortalità fosse per tutti, questo non significa che sia di tutti.
L'essere era immortale perche avrebbe avuto la possibilità di usufruire dell'albero della vita. Ossia di qualcosa che permetteva di restare sempre sano e giovane. Una volta uscito dall'Eden (laboratorio genetico) Non poteva più usare questa "cosa" e dopo 900 e passa anni morì. Da allora la vita si va a ridursi sempre piu, ad eccezione di Matusalemme, perche il dna si deteriora sempre più. Per la resurrezione e la vita eterna, Baruk ed Enoch direbbero le stesse cose di Gesu, Maometto e Rael. I temini cambiano ma la sostanza è quella. La resurrezione avverrebbe nei corpi e con i corpi. Baruk dice che l'Arcangelo Michele ha una grossa scodella dove tiene i fiori e i semi di tutti i giusti, i puri o i semipuri. I semi e i fiori altro non sarebbero che i codici genetici di persone che saranno resuscitate in quanto hanno compiuto nella loro vita azioni positive.
Love
__________________
Gli Elohim dissero: "Facciamo l'uomo a nostra immagine e somiglianza"

Ultima modifica di Elohim : 25-11-2009 alle ore 18.57.39.
Elohim non è connesso  
Vecchio 25-11-2009, 18.39.01   #94
nikelise
Organizza eventi
 
L'avatar di nikelise
 
Data registrazione: 29-09-2007
Messaggi: 2,329
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Elohim Visualizza messaggio



Una volta uscito dall'Eden (laboratorio genetico) Non poteva più usare questa "cosa" e dopo 900 e passa anni morì.
E perche' e' uscito dal laboratorio ?
Non poteva rimanerci?
O rientrarci ?
nikelise non è connesso  
Vecchio 25-11-2009, 19.19.58   #95
Elohim
Ristruttura la casa
 
Data registrazione: 23-07-2009
Messaggi: 283
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da nikelise Visualizza messaggio
E perche' e' uscito dal laboratorio ?
Non poteva rimanerci?
O rientrarci ?
Ma non hai letto la genesi ? o altri libri sacralizzati? te lo spiegano sia pure in modo (un pò particolare).
leggili e poi ti dico la mia...
Love
__________________
Gli Elohim dissero: "Facciamo l'uomo a nostra immagine e somiglianza"
Elohim non è connesso  
Vecchio 25-11-2009, 19.38.11   #96
Uno
Amministratore
 
L'avatar di Uno
 
Data registrazione: 28-05-2004
Messaggi: 9,695
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Elohim Visualizza messaggio
Ma non hai letto la genesi ? o altri libri sacralizzati? te lo spiegano sia pure in modo (un pò particolare).
leggili e poi ti dico la mia...
Love
Eh no, se dai una tua interpretazione di alcune cose devi (dovresti, non sei obbligato ovviamente) anche dire perchè mai sta gente è stata cacciata dal laboratorio. Che cosa rappresenta per voi il famoso albero della conoscenza etc..

Io temo la risposta , ma amo la fantascienza che pur parlando di cose reali (nessun uomo può inventare quello che non esiste) ce le colloca in un'altra realtà.
Uno non è connesso  
Vecchio 25-11-2009, 19.49.46   #97
Uno
Amministratore
 
L'avatar di Uno
 
Data registrazione: 28-05-2004
Messaggi: 9,695
Predefinito

Devo ancora prendere dei post indietro, piano piano ci arrivo ma vorrei dire una cosa qui

Citazione:
Originalmente inviato da stella Visualizza messaggio
Tutti dobbiamo passare attraversare la morte, in questo senso nessuno è immortale con questo corpo fisico, ma tutti i morti saranno resuscitati, per poter essere giudicati da Cristo che è
Ma allora se il corpo non è immortale, che cosa resusciterà?

E se non tutti moriranno
"Ecco io vi annunzio un mistero: non tutti, certo, moriremo, ma tutti saremo trasformati, in un istante, in un batter d'occhio, al suono dell'ultima tromba; suonerà infatti la tromba e i morti risorgeranno incorrotti e noi saremo trasformati"
Cosa muore o non muore in tutti?

E' la seconda morte quella che ci interessa qui per capire le parole di Gesù
Uno non è connesso  
Vecchio 25-11-2009, 21.01.04   #98
Elohim
Ristruttura la casa
 
Data registrazione: 23-07-2009
Messaggi: 283
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Uno Visualizza messaggio
Eh no, se dai una tua interpretazione di alcune cose devi (dovresti, non sei obbligato ovviamente) anche dire perchè mai sta gente è stata cacciata dal laboratorio. Che cosa rappresenta per voi il famoso albero della conoscenza etc..

Basterebbbe cercare e si troverebbe il link del sito (visto che non ne posso mettere qua) da dove scaricare gratuitamente i libri. Albero della conoscenza sarebbe appunto la conoscenza. Cioè la sapienza scientifica. I creatori avrebbero fatto di tutto per far restare Adamo ed Eva allo stato di non conoscenza. Ma qualcuno avrebbe disobbedito a queste direttive (Lucifero? è diverso da Satana.... ) e cominciò ad insegnare le basi scientifiche. Data la grande intelligenza i due umani cominciarono ad apprendere velocemente (ecco... l'uomo è divenuto come uno di noi... Genesi) . E per evitare che riuscissero anche ad arrivare anche all'albero della vita e quindi dell'immmortalità (tramite la genetica) sarebbero stati cacciati dall'Eden (Giardino-Laboratorio).
Citazione:
Io temo la risposta , ma amo la fantascienza che pur parlando di cose reali (nessun uomo può inventare quello che non esiste) ce le colloca in un'altra realtà.
Fantascienza? Chissà....
Love
__________________
Gli Elohim dissero: "Facciamo l'uomo a nostra immagine e somiglianza"
Elohim non è connesso  
Vecchio 25-11-2009, 21.01.27   #99
nikelise
Organizza eventi
 
L'avatar di nikelise
 
Data registrazione: 29-09-2007
Messaggi: 2,329
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Elohim Visualizza messaggio
Ma non hai letto la genesi ? o altri libri sacralizzati? te lo spiegano sia pure in modo (un pò particolare).
leggili e poi ti dico la mia...
Love
Non devi rispondermi col libro sacralizzato a cui poi tu dai l'interpretazione che vuoi .
Devi se vuoi spiegare , usare i tuoi parametri , non i miei per poi usarli a tuo fine .
nikelise non è connesso  
Vecchio 25-11-2009, 21.04.42   #100
nikelise
Organizza eventi
 
L'avatar di nikelise
 
Data registrazione: 29-09-2007
Messaggi: 2,329
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Elohim Visualizza messaggio

I creatori avrebbero fatto di tutto per far restare Adamo ed Eva allo stato di non conoscenza.
E perche' ?
nikelise non è connesso  
 


Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire nuovi messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare files
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice vB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Vai al forum

Discussioni simili
Discussione Autore discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Le Cellule Immortali 'ayn soph Scienza 14 08-11-2009 22.14.36


Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 01.42.49.




Powered by vBulletin Copyright ©2000 - 2024, Jelsoft Enterprises Ltd.
Questo sito non è, nè può ritenersi assimilabile ad una testata giornalistica, viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità del materiale. Pertanto, non è un prodotto editoriale sottoposto alla disciplina della l. n. 62 del 2001. Il materiale pubblicato è sotto la responsabilità dei rispettivi autori, tutti i diritti sono di Ermopoli.it che incoraggia la diffusione dei contenuti, purchè siano rispettati i seguenti principi: sia citata la fonte, non sia alterato il contenuto e non siano usati a scopo di lucro. P.iva 02268700271