Ermopoli
L'antica città della conoscenza
  
    
Torna indietro   Ermopoli > Forum > Tempio > Esoterismo > Tecniche Evolutive

 
 
Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Vecchio 01-12-2007, 13.55.05   #51
Uno
Amministratore
 
L'avatar di Uno
 
Data registrazione: 28-05-2004
Messaggi: 9,699
Predefinito

Se esistessero dei voti su questa cosa ti darei 2 su 3 Daf
Un voto per la costanza, continua che vedrai il risultato.
Un voto perchè comunque anche distraendoti hai osservato qualcosa dei meccanismi del corpo . Il terzo voto purtroppo manca perchè comunque ti sei distratta... è una situazione tipica di molte discipline, succede con lo yoga, succede con lo zen... interviene il "diavoletto" interno che ha paura di perdere il controllo, ha paura che diventiamo padroni di Noi Stessi.

Ti aspetto qui


P.s. mi piacerebbe anche sentire Cassandra e altri ogni tanto, che siano tutti bravissimi?
Non è per gusto sadico è perchè grazie per esempio a quello che scrive giornalmente Daf ho potuto chiarire un pò meglio il discorso della tensione, rimanendo su quello che scrivo io può sembrare di far bene, esprimendosi però escono le magagne da prendere per prime (e si vede l'interesse).... altrimenti potrei comunque dirvi chi ha raggiunto un livello decente e chi no
Uno non è connesso  
Vecchio 01-12-2007, 14.24.32   #52
cassandra
Cittadino/a Stabile
 
L'avatar di cassandra
 
Data registrazione: 21-06-2007
Messaggi: 624
Predefinito

Dall' 11 ottobre ho iniziato a fare TA ed ho saltato un paio di volte,non di più...quando mi stendo la prima cosa che faccio mi rilasso,rilasso la mente e poi parto...mi concentro sul piede,sul sentirlo con tutta me stessa,dura poco la concentrazione (ogni tanto parte un osservazione involontaria),ma anche se qualche pensiero si intromette lo lascio andare e continuo a concentrarmi,sento il piede che si scalda (a volte più,altre meno)ma ultimamente la sensazione sta migliorando d'intensità...è come se un palloncino si gonfiasse,quando riesco a sentire con tutta me stessa i vari pezzi,li sento caldi e pesanti automaticamente,percepisco il mio corpo come un circuito in cui fluisce una tensione che mi fa sentire un corpo nel corpo (nel senso che ce nè uno fisico pesante ed uno interno fatto di energia che sento)a volte percepisco il battito del cuore nel piede,o nel polpaccio,nelle mani etc..Spesso sento che altre parti si scaldano prima e da sole (tipo penso al piede ed il polpaccio è già caldo)ma proseguo comunque seguendo l' ordine.Capita che finite le gambe non riesco a reggere la pressione che sento,lascio andare e poi riprendo...riacchiappo la sensazione e vado avanti.Non sempre finisco il corpo,anzi ultimamente cerco di fare di meno e meglio possibile...a volte mi accorgo che la testa sforza,allora la riporto in stato di relax,leggera e la collego con la parte da scaldare come se fosse lì,un tutt'uno...quando finisco il corpo è rigido,poi lascio andare e provo una sensazione piacevole come se mi sciogliessi.Sicuramente ho scordato qualcosa...se mi viene in mente aggiungo...se sto sbagliando attendo correzioni
cassandra non è connesso  
Vecchio 02-12-2007, 18.48.04   #53
jezebelius
Organizza eventi
 
L'avatar di jezebelius
 
Data registrazione: 27-02-2005
Messaggi: 1,865
Predefinito

Enterpreise: Diario del capitano

Insomma chiedo descrivendo un po l'andazzo.
Premetto che stamane, poichè era domenica, mi sono permesso di spostare l'orario del TA o forse era semplicemente il fatto che " non mi sono posto " fretta.
insomma inizio. E' capitata una cosa particolare e che mi fa pensare al fatto che probabilmente fino ad ora, l'avevo fatto il TA ma anche no. Beh, ora bisogna vedere se in questo di oggi l'ho " beccato ".
Allora, dicevo, comincio a " sentire " le parti del corpo e quindi la loro pesantezza.
Alle gambe, in questo caso fermandomi un attimo a queste, ho " sentito " una specie di " vestito". Non so come dire ma alla fine riuscivo ad averne più o meno una consistenza. Sono riuscito anche, lasciando comunque l'attenzione ad entrambe, a " sentire" le ginocchia, come curva/rialzo/interruzione ossia come punto di unione tra le gambe e le cosce.
Da li in poi sono salito alle braccia, cominciando dalle mani, ed anche li mi sono accorto che c'era questa specie di vestito meno consistente, però, di quello delle gambe. Poi ho rivolto l'attenzione al busto ed al tronco. Qui non ho sentito alcun vestito ma la pesantezza, anche se più blanda rispetto ad altre parti, c'era.
Ho avvertito qualche piccolo doloretto nel lato sinistro, penso ad una costola ma sono andato avanti.
Riuscivo anche a percepire il movimento della colonna, quando inarcavo il bacino a volte senza rendermene conto. Questo significa che sia me ne accorgevo dopo ma anche che - questo l'ho scoperto dopo - il corpo, a volte, si irrigidiva.
Se il lato destro non lo era affatto, il lato sinistro ( e soprattutto la mano sinistra ) lo era di più ed a volte si muoveva da sola. Ho percepito il calore dappertutto, fino al collo, mentre la fronte era fredda.
Posto che tutto ciò sia " corretto":
E' possibile che ciò che si "percepisce" entra nella memoria e la prossima volta sia più semplice, come dire, la percezione ovvero il " sentire" in quel modo?
E' corretto utilizzare questo meccanismo o è solo un altro trucco dal quale liberarsi?
__________________
Dr. Marc Haven
“Non deve essere l’alba di luce che deve iniziare ad avvisare la tua anima di tali doveri giornalieri e dell’ora in cui gli incensi devono bruciare sui fornelli; è la tua voce, solo lei che deve chiamare l’alba di luce e farla brillare sulla tua opera, alfine che tu possa dall’alto di questo Oriente, riversarla sulle nazioni addormentate nella loro inattività e sradicarle dalle tenebre in cui versano.”
jezebelius non è connesso  
Vecchio 03-12-2007, 00.38.56   #54
Grey Owl
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Grey Owl
 
Data registrazione: 24-01-2006
Messaggi: 2,100
Predefinito

Faccio TA la sera quando vado a letto. Durante il giorno mangio nella mensa della ditta in cui lavoro. Insomma per farla breve esco la mattina e rientro la sera alle 18,30 poi rimango con la famiglia sino alle 23,00 poi mi metto al PC e tra una cosa e l'altra vado a letto alle 2,00 più o meno.

Purtroppo mi rendo conto che quando inizio a fare TA sono stanco della giornata e spesso mi addormento prima di arrivare alla testa.

Mi sdraio e faccio tre lunghi respiri, rimango un attimo in silenzio e inizio a concentrarmi sul piede destro. Il mettere attenzione al piede fà si che il piede stesso lo sento più caldo e pesante. A volte mi ripeto nella stesta "caldo e pesante" mettendo attenzione al punto del corpo. Poi passo al piede sinistro e così via.
La sequenza che faccio è piede destro, piede sinistro, caviglia destra, caviglia sinistra, polpaccio destro, polpaccio sinistro, ginocchio e coscia destra, ginocchio e coscia sinistra, inguine, addome, pancia, petto, mano destra, mano sinistra, avambraccio destro, avambraccio sinistro, bicipite e spalla destra, bicipite a spalla sinistra, collo, testa (fronte fresca e testa pesante).
Noto che quando ho finito la sequenza ho tutto un formicolio generalizzato sulla superficie della pelle. Come una vibrazione e una dilatazione del corpo. Ho una attenzione globale e generale del corpo. Noto che durante il TA passano pensieri che mi distraggono, solo dopo mi rendo conto che ero nel pensiero che mi ha distratto. Mi riprendo e ricomincio da dove mi ero fermato con il TA. A volte è una lotta continua con queste distrazioni. A volte invece sento una presenza attenta all'esercizio ed un "silenzio" della mente. A volte mi addormento e solo la mattina dopo mi rendo conto che mi sono addormentato durante il TA.
Grey Owl non è connesso  
Vecchio 03-12-2007, 00.40.54   #55
griselda
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di griselda
 
Data registrazione: 07-01-2006
Messaggi: 8,030
Predefinito

A me la cosa che lascia più perplessa è non sapere se sto facendo giusto o no.
Bon sto provando a creare un po' di tensione iniziando come al solito dal piede destro e via via come consigliato.
Di solito per sentire se funziona il calore e non me lo sto immaginando muovo le dita dei piedi che di solito sono ghiacciate ma nell'interstizio tra l'una e l'altra sono calde. Bon ieri sera erano davvero calde perchè nel muoverle non c'era la sensazione di freddo. ( marò che descrizione) Tendevo passo passo tutto il corpo senza esagerare perchè mi accorgevo che se forzavo non reggevo quindi rilasciavo subito un poco e poi riprendevo. Così facendo mi è parso che dopo un po' il piede aveva come memorizzato cosa doveva fare e anche se non ci ripassavo manteneva la memoria da se. Alla fine ero come uno stoccafisso nel senso che mi pareva di essere un unico blocco. Non so se ho fatto correttamente ma l'altra cosa che ho notato è che mentre fino ad ora la faccia dovevo stare li a cercare di sentirla fredda, queste volte lo diventava da sola il corpo era più caldo di lei sentivo il freschino ma non ho fatto nulla per sentirlo.
Altra cosa ho notato che per lo stomaco non ho bisogno di tendere niente è già in tensione da se anzi devo fare attenzione a non irrigidirlo altrimenti provo fastidio .
Avrò fatto il T.A. o altro?
Leggendo gli altri thread mi sono domandata se devo fare attenziona anche al respiro perchè per "natura" io tendo a trattenerlo.
Grazie
__________________
------------------------

ORDINE RITMO ARMONIA
griselda non è connesso  
Vecchio 03-12-2007, 09.39.42   #56
Astral
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Astral
 
Data registrazione: 01-08-2006
Residenza: Roma
Messaggi: 3,424
Predefinito

Vorrei praticarlo anche io, ma forse devo risolvere prima un problema importante: vengo interrotto e chiamato in continuazione, magari dovrei iniziare con 10 minuti.
Astral non è connesso  
Vecchio 03-12-2007, 10.36.14   #57
dafne
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di dafne
 
Data registrazione: 24-09-2007
Messaggi: 3,630
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Uno Visualizza messaggio
Il terzo voto purtroppo manca perchè comunque ti sei distratta... è una situazione tipica di molte discipline, succede con lo yoga, succede con lo zen... interviene il "diavoletto" interno che ha paura di perdere il controllo, ha paura che diventiamo padroni di Noi Stessi.

Ti aspetto qui
eh già capo Uno,proprio lì sono, con il diavoletto che mi riempie la testa, ancora questa cosa non riesco a comprenderla, perchè avere paura di diventare padroni di noi stessi, è ridicolo, mi sento ridicola, eppure da due-tre giorni è come se viaggiassi col freno a mano tirato. (se ho ciccato immagine è perchè non guido sorry)
Ieri sera comunque sono riuscita a non farmi prendere dai pensieri,non in modo continuo perlomeno, non so come spiegarlo meglio ma è come se rimanessero fuori, come se viaggiassero vicino a me ma rimanessero incomprensibili. Come dire, come se fossero in una lingua straniera che capisco bene ma su cui cmq dovrei concentrarmi, se non mi concentro rimangono brusio e non concetti (sono quasi da internamento eh?) altro inghippo le immagini, se mi soffermo su una "fotografia" che appare nella mente ecco che si trasforma in un film...Vabbè, torniamo al TA, sto imparando a non contrarre come mi concentro su un punto, sto imparando a lasciare andare il muscolo, anche se aumenta la tensione, la percepisco quasi come rabbia repressa, ma se lascio sfogare un pò poi mi resta in quel punto una specie di formicolio, come dice Grey una specie di vibrazione. La sensazione di ieri sera è stata di essere ancora in superficie, ho cercato di stare sulla gamba, ieri sera finalmente sono riuscita a lasciar andare un pò anche la destra, e dopo un pò ho avuto anche la sensazione, assieme al formicolio, di sentire il battito del cuore. e' possibile? Tra l'altro leggermente in ritardo rispetto al cuore (spostato l'attenzione sisisisi ) Cmq, un pò di pesantezza l'ho avvertita,anche se c'è sempre una sorta di reazione al lasciar andare,una spinta contraria, una specie di timore? cerco di spiegarmi, ho imparato a non volere la pesantezza perchè in quel modo contraevo solo il muscolo, ho imparato a cercare di sentire tutta la gamba e così la tensione dal muscolo si "allarga" e dà quel senso di formicolio ma li, li mi fermo...è come se ci fosse un passaggio da fare, un pò come per la prima volta che ho invertito il senso della ballerina (se sto facendo un minestrone.. ...ditemelo) un salto, un cambio, uno strappo, non lo so. ieri sera ho avuto la sensazione che fosse questo a preoccuparmi. Come se in quel vuoto (ma come faccio a saperlo se non l'ho mai sperimentato?) la mente andasse in panico perchè si smarrisce (mente uguale diavoletto ?)..non è molto chiaro lo so. Se voglio posso passare in rassegna praticamente tutto il corpo, riesco anche a sentire abbastanza bene le contratture...eppure c'è quel qualcosa che manca, quel "restare sopra" invece di entrare dentro..o magari è solo un altro film del mio diavoletto personale?

continua ...
dafne non è connesso  
Vecchio 03-12-2007, 14.54.28   #58
Uno
Amministratore
 
L'avatar di Uno
 
Data registrazione: 28-05-2004
Messaggi: 9,699
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da cassandra Visualizza messaggio
Dall' 11 ottobre ho iniziato a fare TA [.....]Sicuramente ho scordato qualcosa...se mi viene in mente aggiungo...se sto sbagliando attendo correzioni
In linea di massima non è malaccio però non sono sicuro che non abbia dimenticato qualcosa (non farti prendere dalla frenesia di aggiungere qualcosa alla descrizione, continua così

Citazione:
Originalmente inviato da jezebelius Visualizza messaggio

Alle gambe, in questo caso fermandomi un attimo a queste, ho " sentito " una specie di " vestito". Non so come dire ma alla fine riuscivo ad averne più o meno una consistenza. Sono riuscito anche, lasciando comunque l'attenzione ad entrambe, a " sentire" le ginocchia, come curva/rialzo/interruzione ossia come punto di unione tra le gambe e le cosce.

Non è nulla di sbagliato ma non cercare questa sensazione che è altro che vedremo in seguito, continua a rimanere sul corpo, passa a concentrarti sulle parti più alte prima di arrivare li
Quote:

E' possibile che ciò che si "percepisce" entra nella memoria e la prossima volta sia più semplice, come dire, la percezione ovvero il " sentire" in quel modo?
E' corretto utilizzare questo meccanismo o è solo un altro trucco dal quale liberarsi?
Lo scopo della costanza è questo, fare nostra un'altra memoria, non usuale dimenticata praticamente dall'infanzia per poi allargare il discorso ad altro.

Citazione:
Originalmente inviato da Grey Owl Visualizza messaggio
Purtroppo mi rendo conto che quando inizio a fare TA sono stanco della giornata e spesso mi addormento prima di arrivare alla testa.
Se non ci arrivi perchè non è che s'ha da fare tutto sul colpo è un discorso, se non ci arrivi perchè in realtà seppur gli dai importanza è l'ultima priorità della tua vita.... beh... non continuo no?

Citazione:
Originalmente inviato da griselda Visualizza messaggio
A me la cosa che lascia più perplessa è non sapere se sto facendo giusto o no.

E' comprensibile, ma al 100% saprai che facevi male e quanto solo quando farai bene,vale per tutto questo, se notate io sto cercando di non influenzarvi troppo, perchè la scoperta del come fare è più importante del fare stesso, quella poi si può applicare a tutto
Quote:

Altra cosa ho notato che per lo stomaco non ho bisogno di tendere niente è già in tensione da se anzi devo fare attenzione a non irrigidirlo altrimenti provo fastidio .
quello non è in tensione, è contratto
Quote:

Leggendo gli altri thread mi sono domandata se devo fare attenziona anche al respiro perchè per "natura" io tendo a trattenerlo.
Il respiro ora non ci interessa, lascialo perdere

Citazione:
Originalmente inviato da Astral Visualizza messaggio
Vorrei praticarlo anche io, ma forse devo risolvere prima un problema importante: vengo interrotto e chiamato in continuazione, magari dovrei iniziare con 10 minuti.
Anche 10 minuti fatti come si deve possono servire, cerca almeno di non mettertici con quella che qualcuno verrà a chiamarti, con la fretta, se riesci a ritagliarti uno spazietto (temporale, ma anche di luogo) completamente tranquillo meglio

Citazione:
Originalmente inviato da dafne Visualizza messaggio
eh già capo Uno,proprio lì sono, con il diavoletto che mi riempie la testa, ancora questa cosa non riesco a comprenderla, perchè avere paura di diventare padroni di noi stessi, è ridicolo, mi sento ridicola, eppure da due-tre giorni è come se viaggiassi col freno a mano tirato. (se ho ciccato immagine è perchè non guido sorry)

insisti, o salta il freno o lo togli
Quote:

li mi fermo...è come se ci fosse un passaggio da fare, un pò come per la prima volta che ho invertito il senso della ballerina (se sto facendo un minestrone.. ...ditemelo) un salto, un cambio, uno strappo, non lo so. ieri sera ho avuto la sensazione che fosse questo a preoccuparmi. Come se in quel vuoto (ma come faccio a saperlo se non l'ho mai sperimentato?) la mente andasse in panico perchè si smarrisce (mente uguale diavoletto ?)..non è molto chiaro lo so. Se voglio posso passare in rassegna praticamente tutto il corpo, riesco anche a sentire abbastanza bene le contratture...eppure c'è quel qualcosa che manca, quel "restare sopra" invece di entrare dentro..o magari è solo un altro film del mio diavoletto personale?

continua ...
come sopra, insisti che vai bene
Uno non è connesso  
Vecchio 04-12-2007, 01.16.37   #59
TaYu
Pensa di allungare la permanenza
 
L'avatar di TaYu
 
Data registrazione: 24-11-2007
Messaggi: 26
Predefinito

Mi sono accorto di essere intervenuto senza aver ben capito il 3D...
Da questa sera inizio a provare il TA come si deve... 10 minuti alle ore 24.00
Quando avro' domande o risultati approfittero'
TaYu non è connesso  
Vecchio 04-12-2007, 10.04.38   #60
dafne
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di dafne
 
Data registrazione: 24-09-2007
Messaggi: 3,630
Predefinito

...ecchime qua
ieri sera è stata un'esperienza strana, ho lasciato vagare le sensazioni e la mente per qualche minuto, anche se era tardi non ho voluto mettermi fretta (ps per i freddolosi come me se vi si ghiacciano i piedi appena entrate nel letto mettetevi sotto, tra voi e il lenzuolo, una copertina di pile, morbida non pizzica e, soprattutto, i vostri piedi non diventano ghiccioli, a me è una sensazione che dà proprio fastidio, poi non riesco più a pensare ad altro se non al freddo...) poi ho cominciato a pensare ai piedi, mi risulta un pò più facile concentrarmi anche sul destro finalmente, ieri soprattutto sentivo le dita, soprattutto le punte e poi la pianta del piede, si è ridotto il tempo da quando comincio a concentrarmi a qundo sento il muscolo che si irrigidisce un pò per poi rilassarsi, ieri sera facevo fatica però a pensare a una sola gamba, le sentivo tutte e due, non caldissime ma comunque il calore c'era e anche un pò di pesantezza. La cosa strana è che sono passata per due..uhm..stati diversi diciamo così. All'inizio sentivo le gambe ma come se fossero "là in fondo", come se la testa fosse non solo più in alto ma che oltretutto io non fossi su un piano diritto ma su uno inclinato con le gambe che andavano verso il basso, poi invece mi sono "abbassata" e la sensazione era diversa, ero più pesante, i pensieri invece più leggeri stavano "sopra", quando ho cercato le gambe le ho sentite, aiuto, più massicce si può dire? Più grosse più spesse non lo so, ero lì e stava per succedere qualcosa l'ho sentito, e nel momento preciso in cui l'ho realizzato mi sono ritrovata in una scena, in una proiezione, in un sogno. Ho riprovato a cercare quello stato ma ormai l'aver realizzato quella sensazione mi aveva distratto uffa, a quel punto vista l'ora ho lasciato vagare la mente e mi sono addormentata. So di aver sognato ma non ricordo nulla
Una cosa che ho notato influisce sul mio modo di vivere l'esercizio è si un pò l'umore ma soprattutto lo stato fisico. Mi spiego, per vari motivi sono 2-3 giorni che mangio in modo disordinato, c'è scappata anche qualche porcheriola di troppo e l'ho subito sentito la sera facendo il training, è possibile o non c'è alcun nesso? Lo stesso dicasi con la pulizia, mi lavo spesso ma se non mi faccio il bagno o la doccia (ma lunga, non i 5 min giusto per sciacquarsi il sudore, anche se in fondo non faccio un lavoro in cui ci si sporca...) tutte le sere ecco che mi resta addosso una specie di patina
va ben ne ho sparate troppe tutte insieme, a demain

Ultima modifica di dafne : 04-12-2007 alle ore 10.41.11. Motivo: dimenticato un non che ci doveva proprio essere...
dafne non è connesso  
Vecchio 04-12-2007, 10.38.03   #61
Uno
Amministratore
 
L'avatar di Uno
 
Data registrazione: 28-05-2004
Messaggi: 9,699
Predefinito

Se iniziano a scaldarsi insieme di colpo le gambe va bene, sta diventando più facile, stai iniziando ad abituarti.
Eh si il sentire l'alimentazione e altre cose significa che un pelino sta aumentando la tua coscienza corporea... pensa quanto poco ascoltiamo il corpo normalmente.... poi si vorrebbe stare sempre bene (parlo in generale) ma non gli diamo retta, ci accorgiamo di lui solo quando batte i piedi e fa i capricci.
Uno non è connesso  
Vecchio 04-12-2007, 18.17.37   #62
RedWitch
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di RedWitch
 
Data registrazione: 20-12-2004
Messaggi: 3,537
Predefinito

Provo a descrivere la mia esperienza con il TA sulla base degli ultimi tempi. Faccio TA ogni sera prima di dormire, qualunque ora sia non importa, ma da parecchio tempo non seguo un "percorso", nel senso che parto sempre dal piede sinistro , perchè mi viene naturale e mi concentro rapidamente sul resto del corpo, osservando i veri pezzi come se li vedessi sia da dentro che da fuori (non so sia comprensibile..), il tutto pero' rapidamente , la prima cosa che percepisco è il calore, la pesantezza mi sembra una conseguenza diretta e anche se ho appena cominciato sento calore e pesantezza prima nelle mani che nel resto.. quando mi "parte" la mente cerco di riacchiapparla con l'osservazione e ripetendo mentalmente ad esempio "il mio piede è caldo e pesante " in modo da non dare spazio ad altri pensieri. Quando arrivo alla testa, immagino di avere una pezza fresca in fronte, una cosa a cui non ho mai badato è la pesantezza della testa, solo ultimamente leggendovi ho fatto caso a questa cosa e cerco di ricordarmela.. Una volta che ho completato pesantezza e calore su tutto il corpo, cerco di mantenerla per un po', spostando "l'osservazione" da un punto all'altro del corpo; altra cosa a cui non ho mai badato mentre faccio questo esercizio è il tempo.. ne perdo la cognizione, e non guardo mai l'orologio dopo aver finito..
Da un po' di tempo, anche durante il giorno cerco di fare una specie di training, in modo da non dimenticarmi del corpo, quando sono al lavoro per esempio cerco di percepire pesantezza e calore, o la sera mentre guardo la tv.. non è la stessa cosa, pero' mi sembra che funzioni.
Quando sono più tesa di quel che dovrei e faccio T sento le gambe molto rigide e mi fanno un po' male, anzi, questo succede anche se non sto facendo l'esercizio, percepisco la tensione sulle gambe e sento le mani fredde, non riesco a scaldarle subito.. in quel caso insisto dopo un po' la tensione si scioglie, ma quando sto messa così ci metto più tempo.
RedWitch è connesso ora  
Vecchio 04-12-2007, 19.47.47   #63
cassandra
Cittadino/a Stabile
 
L'avatar di cassandra
 
Data registrazione: 21-06-2007
Messaggi: 624
Predefinito

Ho ricordato una cosa che mi è capitata più volte durante il TA,in alcuni momenti è come se trovassi mentalmente una corsia preferenziale (passamela )che mi fa sentire tutto diversamente...più profondamente ma anche come se stessi più su,la sensazione è positiva anche se ad un certo punto, è come se non riuscissi a restar lì,a controllare e ritorno ad un contatto più diretto con me.Addirittura ieri sera,dopo aver riscaldato il corpo, mi sono lasciata andare ed era tutto calmo e tranquillo,sospeso oserei dire... ma ad un tratto è comparsa per pochi istanti l'immagine di un volto di ragazzo (15/16 anni),coperto per metà come da una parete, (ho visto solo la parte sx del viso),ho avuto un soprassalto come se avessi beccato qualcuno che mi spiava e poi è scomparso.....premetto per i più burloni che non tocco alcool sta cosa non mi era capitata prima e non so cosa c'entra e se c'entra con il T.
cassandra non è connesso  
Vecchio 04-12-2007, 20.54.24   #64
Uno
Amministratore
 
L'avatar di Uno
 
Data registrazione: 28-05-2004
Messaggi: 9,699
Predefinito

non c'entra nulla con il training, anzi... sono tentativi della mente di distoglierti
Uno non è connesso  
Vecchio 04-12-2007, 21.32.18   #65
Era
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Era
 
Data registrazione: 29-05-2004
Messaggi: 2,671
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Uno Visualizza messaggio
Ricapitolo veloce: tensione è diversa da contrattura, nel "nostro" T.A. un pelo di tensione è necessaria finchè non è tutto pulito. Poi occorrerà comunque per "crescere" ma una cosa per volta.
tutto pulito per ora e per me è una chimera..insistevo comunque ero arrivata a sentire peso e calore anche se non
costantemente...
ora invece è quasi un incubo pensare al T...non solo
non pesa e non scalda...ma scatena le peggio reazioni sia
fisiche che psichiche (si può dire?) nel fisico tutti i dolori immaginabili...
per il resto reazioni e pensieri cupi...tanto che devo alzarmi
foss' anche in piena notte....mi chiedo se può essere il
mio stato attuale o è ancora un modo per scappare....
in un modo o nell' altro non mi fa star bene....

(e lo so è un caso patologico )
__________________
Dio mi conceda
la serenità di accettare
le cose che non posso cambiare
il coraggio di cambiare
quelle che posso cambiare
e la saggezza
di distinguere tra le une e le altre
Era non è connesso  
Vecchio 04-12-2007, 22.46.26   #66
Ray
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di Ray
 
Data registrazione: 10-08-2005
Messaggi: 7,218
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Era Visualizza messaggio
tutto pulito per ora e per me è una chimera..insistevo comunque ero arrivata a sentire peso e calore anche se non
costantemente...
ora invece è quasi un incubo pensare al T...non solo
non pesa e non scalda...ma scatena le peggio reazioni sia
fisiche che psichiche (si può dire?) nel fisico tutti i dolori immaginabili...
per il resto reazioni e pensieri cupi...tanto che devo alzarmi
foss' anche in piena notte....mi chiedo se può essere il
mio stato attuale o è ancora un modo per scappare....
in un modo o nell' altro non mi fa star bene....

(e lo so è un caso patologico )
Dal tuo post mi vengono le seguenti impressioni: per i pensieri prova a considerare questo: se hai pensieri, cupi o belli che siano, non sei abbastanza concentrata... quindi ignorali e insisti. Poi, dopo, avrai tutto il tempo di meditarci su... se sono saliti (quelli e non altri) un motivo ci sarà.
Per i dolori non so bene, ma io proverei a smettere di "spingere" e limitarmi per un po' ad "ascoltare"... se capisci che intendo.
Ray non è connesso  
Vecchio 05-12-2007, 03.22.26   #67
Grey Owl
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Grey Owl
 
Data registrazione: 24-01-2006
Messaggi: 2,100
Predefinito

Faccio TA tutte le sere (a parte una pausa in cui l'ho evitato) ad un'orario tardo. Ma questo non mi disturba, anzi mi aiuta l'ambiente silenzioso per trovare la giusta attenzione nelle varie parti del corpo. Se non considero la mia gatta che si mette in fondo al letto trai piedi, il resto è silenzio.

Ho notato che da quando faccio TA dormo meno ore, forse è meglio dire che ho bisogno di meno ore di sonno per recuperare energie. Mi sveglio la mattina che sono riposato anche se in effetti rispetto al passato dorme meno ore. In media dormo dalle 4 alle 5 ore a notte.

Una sera ho dovuto impormi di girarmi su un fianco perchè ero in uno stato di attenzione del mio corpo ed il corpo era in uno stato di generale tensione diffusa (rilassamento generale) che non stavo dormendo. A quel punto ho "temuto" che in quello stato non avrei più preso sonno e quindi mi sono girato su un fianco e mi sono addormentato. Ripensandoci ora ho agito così perchè ad un certo punto del TA mi addormento senza accorgermene mentre quella sera la "sensazione" era che in quello stato di attenzione ed il corpo rilassato non mi sarei mai addormentato quindi mi sono girato ed ho dormito. Dopo è seguita la pausa nel fare il TA... in qualche modo mi ero spaventato?
Grey Owl non è connesso  
Vecchio 05-12-2007, 11.24.56   #68
turaz
Richiesta Cancellazione
 
Data registrazione: 27-06-2007
Messaggi: 2,098
Predefinito

personalmente faccio TA la sera sempre intorno alla stessa ora (circa le 24).
per ora non ho difficoltà nel concentrarmi in un particolare punto del corpo, quindi partendo dai piedi risalgo poi mano a mano cercando di percepire magari punti ove di "solito" non ci si concentra (ad esempio nel mio caso i polpacci per dirne uno)
cerco di concentrarmi anche su singole parti di un punto (tipo un dito particolare del piede) e attendo si scaldi.
se sento tensione in qualche settore ci "lavoro" arrivando ove riesco a rilassarlo

Ciauzz
turaz non è connesso  
Vecchio 05-12-2007, 12.03.58   #69
dafne
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di dafne
 
Data registrazione: 24-09-2007
Messaggi: 3,630
Predefinito

Allora, altra sera critica, insisto, con tranquillità, mi dico che è una fase e che se mi fermo oggi dovrò ricminciare tutto daccapo domani. Ieri sera ero come sempre sommersa dai pensieri e mi sono resa conto che avevo addosso l'inquietudine di non aver fatto tutto quello che dovevo, come dire, nei giorni in cui mi sono concentrata meglio avevo lavorato bene, avevo sistemato casa, ero arrivata a quel punto in cui si dice ahhhhhhhh adesso mi riposo. Quello che non ho fatto non potevo farlo e lo farò domani, in questi giorni invece sono molto inquieta (il mangiare disordinato mi sà che è una conseguenza del mio stato d'animo e non viceversa) e non cocludo niente. Ecco è come se restasse sempre aperta una porta, no, come se io mi mettessi a letto ma non fossi presente del tutto perchè sò di aver trascorso male la giornata e quindi preferisco "spegenere le lampadine" e dormire. Dormendo tra l'altro da cani. In effetti quando mi sono concentrata bene ho dormito meglio e, come dice Grey, meno. Tornando a ieri sera, concentrandomi sulle gambe e cercando di non farmi distrarre da un dolorino pulsante al centro della schiena, tra i muscoli lombari, improvvisamente mi è capitato di pensare che dovevo "guardare" alle gambe come guardo alle nuvole, ho pensato che forse doveva essere un pò come quell'esercizio che chiedeva di immaginare di fare le cose senza pensarle....le gambe le ho sentite un pò più pesanti e sono riuscita a salire anche fino alle cosce ma poi mi sono sentita ..mmm...triste, malinconica, boh, insomma le emozioni hanno avuto il sopravvento e ho smesso (non voglio avere la sensazione di fallire perchè poi dovrei ricominciare tutto da capo me lo sento)
fisicamente comunque posso dire che un cambiamento c'è, uno stato malinconico come quello in cui mi barcameno da un paio di giorni mi avrebbe portato a mangiare e mangiare, invece lo stomaco mi stà dicendo molto chiaramente che non è fame ma voglia di masticare,(di mandar giù?) anzi, che di cibo non ne ha un gran bisigno (è possibile che le "voglie" siano un modo del nostro corpo per indicarci di cos'ha bisogno?).
vabbè un pò OT
See you tomorrow
dafne non è connesso  
Vecchio 05-12-2007, 12.04.47   #70
Uno
Amministratore
 
L'avatar di Uno
 
Data registrazione: 28-05-2004
Messaggi: 9,699
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Era Visualizza messaggio
tutto pulito per ora e per me è una chimera..insistevo comunque ero arrivata a sentire peso e calore anche se non
costantemente...
ora invece è quasi un incubo pensare al T...non solo
non pesa e non scalda...ma scatena le peggio reazioni sia
fisiche che psichiche (si può dire?) nel fisico tutti i dolori immaginabili...
per il resto reazioni e pensieri cupi...tanto che devo alzarmi
foss' anche in piena notte....mi chiedo se può essere il
mio stato attuale o è ancora un modo per scappare....
in un modo o nell' altro non mi fa star bene....

(e lo so è un caso patologico )
Quando inizia a "funzionare" un pò è normale che faccia a volte uscire, emergere delle cose non proprio piacevoli.
Rispondendo anche a Grey, un effetto collaterale del T (quando si inizia a fare, nelle volte che riesce bene) può essere il consumo migliore delle energie e quindi meno bisogno di dormire... il sonno stesso diventa più efficace quindi basta meno dormire.
Da valutare sempre però se non dormendo si è ben freschi e riposati o nervosi, stanchi, ovviamente non sono la stessa cosa.
Il mentale, gli stati d'animo etc sembrano non correlati al T, invece sebbene sia una tecnica semplice, non particolarmente elaborata aumenta la coscienza del corpo in tutti i sensi, mente ed anima compresi, quindi appunto fa emergere cose represse e che non fanno parte della vita che avevamo scelto forzando.
In sostanza Era non è questo un modo che stai usando per scappare stavolta, anche se potrebbe dare quel risultato se non tieni duro.
Con i dolori fisici è più evidente, chi non ne ha? Pochissimi... però entro una certa soglia (che un medico visitando continuerebbe a dire "sei sano come un pesce") li "smorziamo" mentalmente... può essere un bene in certi casi, dipende dai punti di vista, ma il rischio è che al dolorino spento se ne aggiunge un'altro e siccome ho imparato che posso non sentirli spengo pure quello e via via finchè non sto male sul serio. Se la mente non sa che qualcosa non funziona come fa a riparare? Come fa a invogliarci ad alimentarci in maniera adeguata e tutte quelle altre cose di vita quotidiana per compensare i "guasti"?
Siamo anche nell'epoca del pensiero positivo, che viene troppo scambiato con il più saggio e funzionale "datti animo", non sono la stessa cosa e i risultati poi si vedono.
Alcuni discorsi li continueremo ed espanderemo in 3d specifici.
Dai Era che ce la fai... datti animo
Uno non è connesso  
Vecchio 05-12-2007, 12.10.16   #71
Uno
Amministratore
 
L'avatar di Uno
 
Data registrazione: 28-05-2004
Messaggi: 9,699
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da turaz Visualizza messaggio
personalmente faccio TA la sera sempre intorno alla stessa ora (circa le 24).
per ora non ho difficoltà nel concentrarmi in un particolare punto del corpo, quindi partendo dai piedi risalgo poi mano a mano cercando di percepire magari punti ove di "solito" non ci si concentra (ad esempio nel mio caso i polpacci per dirne uno)
cerco di concentrarmi anche su singole parti di un punto (tipo un dito particolare del piede) e attendo si scaldi.
se sento tensione in qualche settore ci "lavoro" arrivando ove riesco a rilassarlo

Ciauzz
I polpacci sono un punto particolare dove si concentrano (particolarmente poi ci sono altri punti) maggiormente le memorie fisiche, allo stesso modo in cui nelle spalle si concentrano le memorie razionali e nel fondo schiena (un pò prima, zona renale, lombi) quelle emotive. Giusto per cronaca, con il T ora non ci interessa.

Contrattura non tensione

Uno non è connesso  
Vecchio 05-12-2007, 12.13.32   #72
turaz
Richiesta Cancellazione
 
Data registrazione: 27-06-2007
Messaggi: 2,098
Predefinito

si ho usato un termine erroneo. intendevo "contrattura".
potresti fare magari in un altro 3d un excursus dei punti corporei e di cosa si concentra in essi?
turaz non è connesso  
Vecchio 05-12-2007, 14.06.13   #73
Era
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Era
 
Data registrazione: 29-05-2004
Messaggi: 2,671
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Ray Visualizza messaggio
Dal tuo post mi vengono le seguenti impressioni: per i pensieri prova a considerare questo: se hai pensieri, cupi o belli che siano, non sei abbastanza concentrata... quindi ignorali e insisti. Poi, dopo, avrai tutto il tempo di meditarci su... se sono saliti (quelli e non altri) un motivo ci sarà.
Per i dolori non so bene, ma io proverei a smettere di "spingere" e limitarmi per un po' ad "ascoltare"... se capisci che intendo.
in questo periodo mi è difficile la concentrazione...e so che è
proprio per questo che ci devo riuscire....è come una sfida...se cedo perdo.....

spingerò di meno e ascolterò di più e con attenzione...

grazie Ray
__________________
Dio mi conceda
la serenità di accettare
le cose che non posso cambiare
il coraggio di cambiare
quelle che posso cambiare
e la saggezza
di distinguere tra le une e le altre
Era non è connesso  
Vecchio 05-12-2007, 14.07.19   #74
griselda
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di griselda
 
Data registrazione: 07-01-2006
Messaggi: 8,030
Predefinito

Lo faccio tutte le sere anche se la mia mente mi rompe in continuazione dicendomi che tanto non lo so fare. Chissà cosa vorrebbe, forse un omino che esce e che mi dice: Grii ha vinto!
Inoltre ho sempre tanto sonno e le 5 ore di sonno per me sono un'utopia, quando mi capita per tutto il giorno ho i battiti accellerati e l'umore pessimo.
Vabbeh. Faccio e stop se sono rose fioriranno.
Da due giorni però ho male alla schiena lombare. Mi fa male un polso il destro. Sarà la vecchiaia
Fine diario.
__________________
------------------------

ORDINE RITMO ARMONIA
griselda non è connesso  
Vecchio 05-12-2007, 14.12.26   #75
Era
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Era
 
Data registrazione: 29-05-2004
Messaggi: 2,671
Predefinito

[quote=Uno;Siamo anche nell'epoca del pensiero positivo, che viene troppo scambiato con il più saggio e funzionale "datti animo", non sono la stessa cosa e i risultati poi si vedono.
Alcuni discorsi li continueremo ed espanderemo in 3d specifici.
Dai Era che ce la fai... datti animo [/quote]

"datti animo" mi suona meglio
"datti animo Era"

__________________
Dio mi conceda
la serenità di accettare
le cose che non posso cambiare
il coraggio di cambiare
quelle che posso cambiare
e la saggezza
di distinguere tra le une e le altre
Era non è connesso  
 


Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire nuovi messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare files
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice vB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Vai al forum


Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 05.25.04.




Powered by vBulletin Copyright ©2000 - 2024, Jelsoft Enterprises Ltd.
Questo sito non è, nè può ritenersi assimilabile ad una testata giornalistica, viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità del materiale. Pertanto, non è un prodotto editoriale sottoposto alla disciplina della l. n. 62 del 2001. Il materiale pubblicato è sotto la responsabilità dei rispettivi autori, tutti i diritti sono di Ermopoli.it che incoraggia la diffusione dei contenuti, purchè siano rispettati i seguenti principi: sia citata la fonte, non sia alterato il contenuto e non siano usati a scopo di lucro. P.iva 02268700271