Ermopoli
L'antica città della conoscenza
  
    
Torna indietro   Ermopoli > Forum > Tempio > Tradizioni Spirituali ed Esoteriche

 
 
Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Vecchio 25-12-2007, 17.01.29   #1
falco
Alloggiato/a
 
L'avatar di falco
 
Data registrazione: 17-11-2007
Messaggi: 62
Question Battesimo

Ciao a tutti...non ero sicura se poter mettere questa domanda in Sigilli,Vincoli e Sacramenti o se fare una nuova discussione..spero che il Capo Uno la metta dove sia meglio. Grazie !
Vorrei sapere la vostra opinione riguardo al perche' Battezzare i bambini in un'eta' in cui non capiscono ancora il significato.

Mi chiedo quanto puo' essere coerente Battezzare mia figlia ,quando io non credo nella chiesa,meglio in come la Chiesa ha Usato e manipolato (non mi viene il termine piu' adatto)le parole e le gesta di Gesu',a propri fini,
ma credo fermamente in Dio e in Gesu',cioe' mi sento Cristiana,senza Chiesa.

Allora e' tanto che mi chiedo qual'e' la cosa giusta da fare,Battezzare mia figlia nel nome di Dio,anche non credendo ,io, nel ruolo della Chiesa...E' coerente? E' giusto?

Grazie a tutti in anticipo!!

Metto alcune frasi di Stella che mi hanno fatto pensare...da Sigilli,Vincoli e Sacramenti e Iniziazioni minori...
"Se si abbraccia una Tradizione bisogna prima di tutto conoscerla, e poi applicarla, tramite i sigilli, a tutta la propria vita."
"Sia che scelga la Via del suo battesimo sia un'altra Via, quello che di buono ha prodotto il sigillo in sè lo si potrà usare nella vita, liberamente... perchè sotto sotto continua sempre ad agire."
"Se si abbraccia una Tradizione bisogna prima di tutto conoscerla, e poi applicarla, tramite i sigilli, a tutta la propria vita."
" prendendo un sacramento o sigillo di una tradizione questo continuerà a lavorare ed esercitare la sua funzione anche se noi non ne siamo coscienti. "


falco non è connesso  
Vecchio 25-12-2007, 17.35.25   #2
Tuvok
Si guarda intorno
 
Data registrazione: 25-11-2007
Residenza: Roma
Messaggi: 7
Predefinito

Io non condivido l'usanza di battezzare i bambini, e qui ci sarebbe da fare un discorso lungo, ma se non credi nella Chiesa, questo è un motivo in più per non battezzare tua figlia; se lei vorrà battezzarsi in futuro perché ci crede, fa sempre in tempo.
Tuvok non è connesso  
Vecchio 25-12-2007, 18.14.57   #3
Astral
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Astral
 
Data registrazione: 01-08-2006
Residenza: Roma
Messaggi: 3,424
Predefinito

Non possiamo dare una risposta, poichè la decisione spetta soltanto a te Falco.

Posso dirti soltanto che da "bambino" non ho scelto io di far parte di quella tradizione, mi è stata in buona fede imposta, e meno male che alla fine non era così male rispetto ad altre, ma ognuno reagisce differentemente.

Il bambino sceglierà da grande? Su questo ho i miei dubbi, perchè se appunto fin da bambino ha pochi contatti con la religione, da grande probabilmente sceglierà la via dell'ateismo, o del si ci credo che esista un Dio.

Ti faccio una domanda: Perchè pensi che debba essere battezzato col rito cattolico?

Ad esempio col rito protestante, od ortodosso o anglicano no?

Alla fine anche loro si definiscono "cristiane".


Astral non è connesso  
Vecchio 25-12-2007, 19.52.25   #4
falco
Alloggiato/a
 
L'avatar di falco
 
Data registrazione: 17-11-2007
Messaggi: 62
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Tuvok Visualizza messaggio
Io non condivido l'usanza di battezzare i bambini, e qui ci sarebbe da fare un discorso lungo, ma se non credi nella Chiesa, questo è un motivo in più per non battezzare tua figlia; se lei vorrà battezzarsi in futuro perché ci crede, fa sempre in tempo.
si,hai ragione,ma ultimamente penso che non vorrei fare un torto alla bambina ,non so' e come se mancasse qualcosa e vorrei capire se non dipenda dalla cultura in cui sono cresciuta
falco non è connesso  
Vecchio 25-12-2007, 20.02.56   #5
Era
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Era
 
Data registrazione: 29-05-2004
Messaggi: 2,671
Predefinito

Il discorso non è scegliere con quale rito Astral....

La domanda di Falco è: perchè battezzarli così piccoli....non so risponderti il perchè...altri lo faranno...per quanto mi riguarda...so che quando Gesù fu battezzato era adulto...e lui stesso battezzava adulti....il battesimo è un rito e un' iniziazione e l' iniziato suppongo debba avere coscienza di quel che gli si fa e che fa a se stesso.....

Mi trovi invece daccordo sulle infinite manipolazioni fatte nei secoli da papi vescovi e cardinali ....il fatto è...che pur rappresentando qualcosa di "sacro" sono ed erano uomini fallibili...questo però (varia umanità clericale) come dici tu..non dovrebbe intaccare la Fede....la debolezza del clero è umana quindi quella chiesa non è Dio...tuttavia i suoi rappresentanti (pur fallaci e materiali) mantengono la sacralità ricevuta con i riti (credo pure tosti)

Sulla coerenza lascerei perdere cara Falco...di questi tempi ne vedo poca nel senso che si battezzano e cresimano i figli con leggerezza più preoccupati del rinfresco che seguirà (ma anche della comodità burocratica) piuttosto di cio che si sta facendo....non è certo il tuo caso che ti stai facendo domande importanti....perciò secondo me non hai l' obbligo di correre alla fonte battesimale prenditi tempo....e decidi serenamente e in coscienza
__________________
Dio mi conceda
la serenità di accettare
le cose che non posso cambiare
il coraggio di cambiare
quelle che posso cambiare
e la saggezza
di distinguere tra le une e le altre

Ultima modifica di Era : 25-12-2007 alle ore 20.05.19.
Era non è connesso  
Vecchio 25-12-2007, 20.13.51   #6
falco
Alloggiato/a
 
L'avatar di falco
 
Data registrazione: 17-11-2007
Messaggi: 62
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Astral Visualizza messaggio
Non possiamo dare una risposta, poichè la decisione spetta soltanto a te Falco.

Si ,non mi faro' condizionare,prometto,ma saperebbe un bell'aiuto a capire qualcosa!

Posso dirti soltanto che da "bambino" non ho scelto io di far parte di quella tradizione, mi è stata in buona fede imposta, e meno male che alla fine non era così male rispetto ad altre, ma ognuno reagisce differentemente.

Il bambino sceglierà da grande? Su questo ho i miei dubbi, perchè se appunto fin da bambino ha pochi contatti con la religione, da grande probabilmente sceglierà la via dell'ateismo, o del si ci credo che esista un Dio.

Atea? Spero di NO.Poi conta sicuramente l'ambiente in qui crescono i bambini...

Ti faccio una domanda: Perchè pensi che debba essere battezzato col rito cattolico?

Perche' e' la religione con la quale sono cresciuta,e non e' male...

Ad esempio col rito protestante, od ortodosso o anglicano no?

Alla fine anche loro si definiscono "cristiane".


Perche' so' gia' cosi' poco della "mia" religione,figuriamoci delle altre...
poi se siamo nati qui,in questo ambiente ,in questa religione e non in altre,comunque sempre essendo liberi di scegliere e' perche' e' da qui che devo capire,no?

Grazie Astral..
falco non è connesso  
Vecchio 25-12-2007, 20.20.19   #7
Astral
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Astral
 
Data registrazione: 01-08-2006
Residenza: Roma
Messaggi: 3,424
Predefinito

Quotando da Falco:

Mi chiedo quanto puo' essere coerente Battezzare mia figlia ,quando io non credo nella chiesa,meglio in come la Chiesa ha Usato e manipolato (non mi viene il termine piu' adatto)le parole e le gesta di Gesu',a propri fini,
ma credo fermamente in Dio e in Gesu',cioe' mi sento Cristiana,senza Chiesa.



Ho tirato fuori il discorso dei riti Era perchè secondo me centra eccome, infatti da questa frase, mi è parso di capire che non è soltanto una questione di bambino piccolo, ma le facevo riflettere, che c'è anche il dubbio di fare parte di una Chiesa, nella quale lei stessa ha delle remore.
Sottolineo questo, perchè oggi molto spesso il battesimo cattolico, è spesso un adeguamento sociale.

Tutti hanno il dubbio se battezzare o meno il bambino col rito cattolico, mentre con altri riti non si pone proprio il problema? Perchè questo?

Per quanto riguarda invece la prima domanda è giusto battezzarli cosi piccoli) ho risposto sopra.


Astral non è connesso  
Vecchio 25-12-2007, 20.22.09   #8
falco
Alloggiato/a
 
L'avatar di falco
 
Data registrazione: 17-11-2007
Messaggi: 62
Predefinito

Si Era, mi hai capita al volo...
Grazie...
falco non è connesso  
Vecchio 25-12-2007, 20.22.33   #9
Astral
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Astral
 
Data registrazione: 01-08-2006
Residenza: Roma
Messaggi: 3,424
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da falco Visualizza messaggio
Perche' so' gia' cosi' poco della "mia" religione,figuriamoci delle altre...
poi se siamo nati qui,in questo ambiente ,in questa religione e non in altre,comunque sempre essendo liberi di scegliere e' perche' e' da qui che devo capire,no?

Grazie Astral..
Mi è arrivata dopo questa

Comunque io non volevo proporti altri riti, volevo farti riflettere sul fatto dell'importanza che si da nel battezzare un bambino, non soltanto dal punto di vista religioso

Un abbraccio
Astral non è connesso  
Vecchio 25-12-2007, 20.56.35   #10
falco
Alloggiato/a
 
L'avatar di falco
 
Data registrazione: 17-11-2007
Messaggi: 62
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Astral Visualizza messaggio
Mi è arrivata dopo questa

Comunque io non volevo proporti altri riti, volevo farti riflettere sul fatto dell'importanza che si da nel battezzare un bambino, non soltanto dal punto di vista religioso

Un abbraccio
si avevo capito, ..hai fatto bene a chiederlo..tanto per chiarire...
Grazie mille...
falco non è connesso  
Vecchio 25-12-2007, 22.05.50   #11
Shanti
Partecipa agli eventi
 
L'avatar di Shanti
 
Data registrazione: 19-12-2004
Messaggi: 1,350
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Era
La domanda di Falco è: perchè battezzarli così piccoli....non so risponderti il perchè...altri lo faranno...per quanto mi riguarda...so che quando Gesù fu battezzato era adulto...e lui stesso battezzava adulti....il battesimo è un rito e un' iniziazione e l' iniziato suppongo debba avere coscienza di quel che gli si fa e che fa a se stesso.....
Non so nemmeno io perché e da quando si è cominciato a battezzare i bambini così piccoli, mi viene da pensare che sia un metodo della chiesa per assicurarsi un fedele, per di più fino a poco tempo fa c’era anche per il credente (e aggiungo timorato) lo spauracchio del limbo.
Citazione:
Originalmente inviato da falco
Allora e' tanto che mi chiedo qual'e' la cosa giusta da fare,Battezzare mia figlia nel nome di Dio,anche non credendo ,io, nel ruolo della Chiesa...E' coerente? E' giusto?
Secondo me sarebbe coerente dal punto di vista della chiesa se tu con il battesimo ti impegnassi a far crescere tua figlia secondo i loro dogmi, il che vuol dire anni di catechismo, messe domenicali ecc. Ma da quello che mi sembra di capire è proprio quello che tu non accetti. D’altra parte non vorresti fare un torto alla bambina perché credi in Dio e vorresti avvicinarla a Gesù, e capisco perché ti abbiano fatta pensare le frasi di Stella e dell'articolo di Uno sui Sacramenti, che hai citato sopra, questa soprattutto ha colpito anche me:

" prendendo un sacramento o sigillo di una tradizione questo continuerà a lavorare ed esercitare la sua funzione anche se noi non ne siamo coscienti. "

Sono d’accordo con Era: prenditi tempo
Shanti non è connesso  
Vecchio 26-12-2007, 00.39.31   #12
falco
Alloggiato/a
 
L'avatar di falco
 
Data registrazione: 17-11-2007
Messaggi: 62
Predefinito

Grazie Shanti
falco non è connesso  
Vecchio 26-12-2007, 01.32.38   #13
griselda
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di griselda
 
Data registrazione: 07-01-2006
Messaggi: 8,030
Predefinito

Penso che buona parte dei Cristiani lo sia senza sapere cosa ha fatto e scelto perchè da neonati non si può ancora scegliere ma se mia madre ha scelto per me perchè ha ritenuto in quel momento che fosse la cosa più giusta, perchè credeva in ciò che faceva secondo me non può essere sbagliato, ha solo seguito con il cuore la sua tradizione.

Come per tutte le Tradizioni con l'andare del tempo rimangono i riti ma si perdono i motivi che ci sono dietro. Si sa che purtroppo si tende ad andare dove va la maggior parte del gruppo, ci si adegua senza farsi più domande.
Lo faccio perchè si fa di solito è così. Le tradizioni si portano avanti anche così.

PIù indietro si va nel tempo e più i bambini venivano avvicinati agli insegnamenti di Gesù fin da piccolissimi il Vangelo si insegnava loro ancora prima di frequentare il Catechismo, era un modus vivendi che veniva più trasmesso che insegnato.

Poi credo che tutto è andato degenerando ed anche la Chiesa che ha comunque portato avanti la Tradizione ha dimenticato neile sue parti più basse quello che è il significato dellla Vera Tradizione. Intendo cosa vi è dietro ai riti ed ai simboli.

Se andiamo indietro nel tempo poi, molto indietro, quando c'erano ancora i pagani, il Battesimo avveniva nel momento in cui si decideva di abbracciare questa Tradizione, era una scelta.
Ricordo di aver letto che la Messa era aperta a tutti sino al momento prima della Comunione, in quel momento in Chiesa potevano rimanere solo gli iniziati alla Tradizione Cristiana.

Come è stato detto nell'articolo di Uno si riceve qualcosa, un sigillo, e questo agisce per sempre in noi. Ora non so cosa sia e in cosa consista, ma credo che sia un modus per poter procedere nel giusto cammino sulla strada scelta, diciamo un metodo non mi viene meglio.
Questo è ciò che penso.
__________________
------------------------

ORDINE RITMO ARMONIA
griselda non è connesso  
Vecchio 26-12-2007, 14.19.52   #14
falco
Alloggiato/a
 
L'avatar di falco
 
Data registrazione: 17-11-2007
Messaggi: 62
Predefinito

Intanto vi ringrazio, e vedo che bene o male la pensiamo alla stessa maniera...
Si credo che aspettero',piu' che altro perche' non ho ancora trovato una motivazione giusta per decidere di farlo ora..
sono ancora un po' confusa..e' solo che mi preme l'educaziona religiosa di una bambina ,che un giorno sara' grande e avra' delle idee e credenze,spero vivamente che non diventi atea solo perche' io non so' decidermi!
Mi sono resa conto che non ho chiesto cosa ne pensa a riguardo,un'amica che ha abbracciato il Buddismo..
be'..ce' poco da' indovinare..
Mi hanno detto di persone che non hanno battezzato i figli per poter far decidere a loro,e quando sono arrivati all'eta' della scuola ,i figli hanno chiesto di poter fare la Comunione con i loro compagni,il che' il Battesimo l' hanno ricevuto con un po' piu' di consapevolezza...
Perche' anche se il motivo della loro richiesta puo' sembrare banale,cioe' lo fanno per non essere diversi,dall'altra puoi spiegargli il motivo per cui si fanno queste celebrazioni..ma a questo ci pensa anche il catechismo....che personalmente a quell'eta' facevo fatica a comprendere....


Per suggerimenti sono sempre qui...
falco non è connesso  
Vecchio 26-12-2007, 14.34.52   #15
Era
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Era
 
Data registrazione: 29-05-2004
Messaggi: 2,671
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da falco Visualizza messaggio
Si credo che aspettero',piu' che altro perche' non ho ancora trovato una motivazione giusta per decidere di farlo ora..
sono ancora un po' confusa..e' solo che mi preme l'educaziona religiosa di una bambina ,che un giorno sara' grande e avra' delle idee e credenze,spero vivamente che non diventi atea solo perche' io non so' decidermi!

ma a questo ci pensa anche il catechismo....che personalmente a quell'eta' facevo fatica a comprendere....


Per suggerimenti sono sempre qui...
Ho lasciato questi due punti non tanto per darti dei suggerimenti....ma per riflettere assieme se ti va

per il primo punto...sono sicura che la tua indecisione non ti porterà a "spianare" una strada verso l' ateismo...che come sai...molti giovanigiovani dicono di essere solo per staccarsi dalla massa nel tuo casa c'è una cucciola....e lei imparerà più da ciò che le mostri (nel senso che fai= esempio) piuttostio che da ciò che dirai...e questa si è una tua responsabilità....

per il secondo punto...ti sei gia risposta da sola...anche a 7/8 anni e con gli insegnamenti di catechisti preparati (si fa per dire) i bambini hanno difficoltà a capire...vuoi che dopo 2000 anni si porti avanti il senso del peccato e dell' inferno....vuoi che davvero non sappiano trasmettere l' importanza di un certo Credo....

__________________
Dio mi conceda
la serenità di accettare
le cose che non posso cambiare
il coraggio di cambiare
quelle che posso cambiare
e la saggezza
di distinguere tra le une e le altre
Era non è connesso  
Vecchio 26-12-2007, 15.23.33   #16
Uno
Amministratore
 
L'avatar di Uno
 
Data registrazione: 28-05-2004
Messaggi: 9,699
Predefinito

Il problema non si pone neanche, Falco tu non credi nella Chiesa (suppongo Cattolica, dai post successivi, nel primo non specifichi) quindi non devi battezzarla, perchè doveresti?

Il Battesimo da bambini si fa quando i genitori sono fedeli che vogliono far iniziare un cammino ai propri figli, un cammino che dovrebbe avvalersi della giovane età dei fanciulli. Della loro capacità di imparare e della loro non ancora corruzione.
Nelle scuole Iniziatiche più profonde a 7 anni si inizia (o iniziava.. oggi è raro) l'istruzione ai primi misteri, a 14 il secondo ciclo e con i 21 (la maggiore età non presa a caso, e che oggi che non vale più nulla da questo punto di vista è diventata 18) il 3°.

I Genitori hanno si la responsabilità di scegliere cosa è meglio per i propri figli, mica solo cosa è meglio mangiare... allora secondo certi ragionamenti perchè non gli facciamo iniziare le scuole ("volgari") elementari a 20 anni?

Che poi oggi la Chiesa Cattolica ( pure le altre) sia quello che sia è un discorso ma la Tradizione non è il singolo (o multipli sacerdoti corrotti o non più coscienti di ciò che fanno) sacerdote, la Tradizione è qualcosa al di sopra dell'officiante.
Se vado a Messa (non ci vado da anni, ma non vuol dire nulla) vado per la Messa non per il sacerdote che la dice, se invece il sacerdote viene preso a fare atti di pedofilia è giusto che sia messo in condizione di non nuocere.... sono due cose diverse, è sbagliato unificarle.
Poi se invece che essere Cattolici volgiamo essere Shintoisti o che altro sono scelte personali... anche se personalmente dico che bisognerebbe sfruttare le basi che sono nel nostro d.n.a. e poi cercare al di sopra delle basi in altro... dove troviamo, se nella nostra Tradizione non riusciamo a trovare un tramite... uno strumento di Dio... ma quando arriviamo al punto di discernere siamo oltre la religione qualunque essa sia.
Prima è solo una simpatia o antipatia preconcetta.


Sia chiaro, non sto difendendo la religione Cattolica, ne dandogli contro... dico oggettivamente quello che è.

Uno non è connesso  
Vecchio 26-12-2007, 17.06.42   #17
stella
Organizza eventi
 
L'avatar di stella
 
Data registrazione: 09-04-2006
Messaggi: 2,233
Predefinito

Sono d'accordo con quanto ha detto Uno.
Non ha nessun senso chiedere il Battesimo per i propri figli, se i genitori non credono nella Chiesa Cattolica.
Il Battesimo presenta un triplice valore:
- incorporazione a Cristo e partecipazione alla sua vita attraverso il segno dell'immersione nell'acqua, che indica appunto l'essere "immersi" nella morte di Gesù per avere, come lui e da lui, la vita risorta, è un morire al peccato e rinascere in "grazia di Dio" per mezzo dello Spirito Santo
;
il suo "destinatario" è l'essere umano che è fuori dalla salvezza in Cristo e che, avendo accolto l'invito ad entrarvi espresso in vari modi dalla Chiesa (predicazione, proclamazione della Parola, testimonianza dei credenti...), desidera averne parte;
- purificazione da ogni peccato, originale e personale, attraverso il segno sacramentale dell'essere lavati con l'acqua; il "destinatario" del Battesimo è l'uomo che è strutturalmente peccatore e lontano da Dio:
Cristo è morto e risorto perché potesse far discendere sull'uomo lo Spirito Santo, riunendo così terra e cielo, che erano stati divisi a causa del peccato originale;
- inserimento nella Chiesa, perché essa non è altro che il Corpo di Cristo, chi viene battezzato passa dalla lontananza da Cristo all'unione con lui.
Il battesimo per un neonato viene chiesto dai genitori che affiancati da un padrino e da una madrina rispondono per lui alle domande di rinuncia al peccato e all'accettazione della fede cristiana, rito che si ripete ogni anno nella veglia pasquale con il rinnovo delle promesse battesimali.
I suoi simboli sono l'acqua, la veste bianca, la luce (la candela accesa che si tiene in mano e che indica la luce di Cristo).
Un bimbo appena nato non ha commesso nessun peccato, ma porta con sè il peccato originale, che appunto viene cancellato per mezzo del battesimo, simbolicamente bagnando il bimbo con l'acqua e mettendogli una vestina bianca.

Quando il bambino cresce, tramite altri sacramenti che sono la riconciliazione, la comunione e la cresima, si conferma nella fede e in questo caso è lui a chiederli per sè.
Se la famiglia non vive questa fede, il battesimo rimane comunque come un seme nel terreno che può germogliare e dare frutti...
I sacramenti danno quella "grazia" che viene da Dio ed è intrinseca del sacramento stesso e che si può definire un dono di Dio, che agisce nella persona.
Il catechismo, a parte dare delle regole di vita conformi alla dottrina cristiana, dovrebbe istruire sulla Tradizione da cui nascono la dottrina e i sacramenti, perchè solo conoscendone l'origine e il significato, si possono vivere ed apprezzare a pieno.
Il padrino e la madrina dovrebbero affiancare i genitori nel compito di educare il bambino nella fede cattolica, cosa che purtroppo non avviene quasi mai, e questo vale anche per gli altri sacramenti.






stella non è connesso  
Vecchio 26-12-2007, 19.24.00   #18
Uno
Amministratore
 
L'avatar di Uno
 
Data registrazione: 28-05-2004
Messaggi: 9,699
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da stella Visualizza messaggio

Se la famiglia non vive questa fede, il battesimo rimane comunque come un seme nel terreno che può germogliare e dare frutti...
DI più, se sei un genitore che non segue la Chiesa devi mentire per far Battezzare un figlio, perchè devi dire che sei un fedele cosa che non è... quindi tutto nasce distorto dal principio... e sinceramente se la Chiesa oggi è quella che è un 50% lo do agli ecclesiastici, ma un 50% lo hanno i fedeli...
Uno non è connesso  
Vecchio 26-12-2007, 19.54.05   #19
Astral
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Astral
 
Data registrazione: 01-08-2006
Residenza: Roma
Messaggi: 3,424
Predefinito

I miei mi hanno battezzato cattolico, ma per lo meno mia madre è stata sempre praticante ed anche oltre, nel senso che mi ha portato anche in gruppi cattolici di approfondimento spirituale.

Il battesimo così aveva senso, ma per il resto, i miei coetanei bestemmiavano persino in Chiesa, e purtroppo era qualcosa di molto comune.

Quando poi per qualche tempo ho fatto il catechismo, ho notato che l'unica preoccupazione era il rinfresco e il fatto del matrimonio.

Io non riesco a capire questa cosa di battezzarsi senza fede, quasi per moda.

Anche se Uno dice che i sigilli lavorano sotto ugualmente, per esperienza posso dire che le persone battezzate, se non operano secondo quei principi sono praticamenti dei pagani o dei miscredenti.

Eppure è un retaggio culturale che ci portiamo dietro, tutti ci poniamo ( atei o meno) devo battezzarlo, devo sposarmi in chiesa?

P.S sui Sigilli per UNO: un sigillo continua a funzionare pure se la Chiesa ti scomunica
Astral non è connesso  
Vecchio 26-12-2007, 20.39.16   #20
Uno
Amministratore
 
L'avatar di Uno
 
Data registrazione: 28-05-2004
Messaggi: 9,699
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Astral Visualizza messaggio
I miei mi hanno battezzato cattolico, ma per lo meno mia madre è stata sempre praticante ed anche oltre, nel senso che mi ha portato anche in gruppi cattolici di approfondimento spirituale.

Il battesimo così aveva senso, ma per il resto, i miei coetanei bestemmiavano persino in Chiesa, e purtroppo era qualcosa di molto comune.

Quando poi per qualche tempo ho fatto il catechismo, ho notato che l'unica preoccupazione era il rinfresco e il fatto del matrimonio.

Io non riesco a capire questa cosa di battezzarsi senza fede, quasi per moda.

Anche se Uno dice che i sigilli lavorano sotto ugualmente, per esperienza posso dire che le persone battezzate, se non operano secondo quei principi sono praticamenti dei pagani o dei miscredenti.

Eppure è un retaggio culturale che ci portiamo dietro, tutti ci poniamo ( atei o meno) devo battezzarlo, devo sposarmi in chiesa?

P.S sui Sigilli per UNO: un sigillo continua a funzionare pure se la Chiesa ti scomunica
Il sigillo ci aiuta a fare delle cose, a direzionarci in un certo modo etc... ma non fa di certo tutto al posto nostro.
La Scomunica significa togliere il canale di comunicazione tra noi e la Chiesa, intesa come entità, quindi anche i sigilli vanno ad esaurire l'energia impressa e a dissolversi.
La Bolla Papale della scomunica è un'altro sigillo non più apposto sull'individuo ma sulla Chiesa, chiude il canale tra questa e l'individuo che è uscito da essa.

Ora queste cose spesso sono usate e abusate... ma avrebbero un senso... la Scomunica dovrebbe essere data a tutti coloro che escono dal seminato (sacerdoti compresi) però oggi sarebbe come dire che un partito politico toglie la tessera a qualcuno... non lo fa mai..
Uno non è connesso  
Vecchio 26-12-2007, 20.39.23   #21
Sole
Conosce ogni vicolo
 
Data registrazione: 31-08-2005
Messaggi: 5,656
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Astral Visualizza messaggio



Eppure è un retaggio culturale che ci portiamo dietro, tutti ci poniamo ( atei o meno) devo battezzarlo, devo sposarmi in chiesa?
Secondo me andrebbe fatto quello che si sente davvero dentro di se. Porsi delle domande tipo: perchè lo faccio? E in base alla risposta agire.
Se voglio sposarmi in chiesa perchè è bello, non ha davvero senso... così il battesimo. E' una scelta di vita, una scelta di responsabilità, non è la festa di un giorno che tutti fanno...
Non credo nemmeno che il battesimo possa essere riportato solo ed esclusivamente all'essere cattolico infatti ha una tradizione millenaria che nasce prima della nascita della Chiesa, nasce prima di Gesù, esso rappresenta un inizio come detto sopra. Un inizio ad una vita spirituale, a dei valori tradizinali.
__________________
Se non sarò me stesso chi lo sarà per me? E se non ora, quando?
Sole non è connesso  
Vecchio 26-12-2007, 22.49.51   #22
stella
Organizza eventi
 
L'avatar di stella
 
Data registrazione: 09-04-2006
Messaggi: 2,233
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Sole Visualizza messaggio
Non credo nemmeno che il battesimo possa essere riportato solo ed esclusivamente all'essere cattolico infatti ha una tradizione millenaria che nasce prima della nascita della Chiesa, nasce prima di Gesù, esso rappresenta un inizio come detto sopra. Un inizio ad una vita spirituale, a dei valori tradizinali.


Le parola "battesimo" deriva dal greco, dove la radice corrispondente significa "immergere nell'acqua". In effetti il battesimo simboleggia il seppellimento del vecchio uomo e la rinascita dell'uomo rinnovato.
Già nell'antico Egitto veniva celebrato per la dea Iside, veniva praticato in Grecia, in Persia e presso altri popoli antichi, sempre con lo stesso rito di immersione nell'acqua.
Gesù stesso andò a farsi battezzare da Giovanni al fiume Giordano, il quale diceva: «Dopo di me viene uno che è più forte di me e al quale io non son degno di chinarmi per sciogliere i legacci dei suoi sandali. Io vi ho battezzati con acqua, ma egli vi battezzerà con lo Spirito Santo».

Comunque il battesimo è sempre un'iniziazione, per cui non va preso alla leggera....
Oggi purtroppo molti lo fanno per rispettare l'usanza, e lo stesso discorso vale anche per il matrimonio in chiesa.
D'altra parte un sacerdote non può rifiutare un sacramento se viene richiesto, anche se le persone che lo richiedono notoriamente non frequentano la chiesa.
Comunque un battezzato fa sempre parte di una chiesa o di un'altra, a seconda della confessione di fede prescelta, ma essendo appunto un'iniziazione dovrebbe essere rafforzato anche dagli altri sacramenti...
Se ci si limita al solo battesimo si rimane simbolicamente dei poppanti senza fare un vero e proprio cammino, è come aprire una via e non proseguire, ma comunque è sempre una via aperta che si può ritrovare.

Citazione:
Originalmente inviato da Astral
Anche se Uno dice che i sigilli lavorano sotto ugualmente, per esperienza posso dire che le persone battezzate, se non operano secondo quei principi sono praticamenti dei pagani o dei miscredenti.
Se le persone battezzate si comportano come dei pagani e dei miscredenti, io me le raffiguro come quelle pecorelle smarrite che il pastore cerca ad una ad una con infinito amore...
In forza del loro battesimo possono sempre ritrovare la via anche se non hanno fatto nemmeno un passo...
stella non è connesso  
Vecchio 03-01-2008, 11.15.15   #23
falco
Alloggiato/a
 
L'avatar di falco
 
Data registrazione: 17-11-2007
Messaggi: 62
Predefinito

da UNO:
I Genitori hanno si la responsabilità di scegliere cosa è meglio per i propri figli, mica solo cosa è meglio
mangiare... allora secondo certi ragionamenti perchè non gli facciamo iniziare le scuole ("volgari") elementari a
20 anni?
Che poi oggi la Chiesa Cattolica ( pure le altre) sia quello che sia è un discorso ma la Tradizione non è il
singolo (o multipli sacerdoti corrotti o non più coscienti di ciò che fanno) sacerdote, la Tradizione è qualcosa al
di sopra dell'officiante.
Se vado a Messa (non ci vado da anni, ma non vuol dire nulla) vado per la Messa non per il sacerdote che la dice,
se invece il sacerdote viene preso a fare atti di pedofilia è giusto che sia messo in condizione di non nuocere....
sono due cose diverse, è sbagliato unificarle.
Poi se invece che essere Cattolici volgiamo essere Shintoisti o che altro sono scelte personali... anche se
personalmente dico che bisognerebbe sfruttare le basi che sono nel nostro d.n.a. e poi cercare al di sopra delle
basi in altro... dove troviamo, se nella nostra Tradizione non riusciamo a trovare un tramite... uno strumento di
Dio... ma quando arriviamo al punto di discernere siamo oltre la religione qualunque essa sia.
Prima è solo una simpatia o antipatia preconcetta.
da Stella:
Il Battesimo presenta un triplice valore:
- incorporazione a Cristo e partecipazione alla sua vita attraverso il segno dell'immersione nell'acqua, che indica
appunto l'essere "immersi" nella morte di Gesù per avere, come lui e da lui, la vita risorta, è un morire al
peccato e rinascere in "grazia di Dio" per mezzo dello Spirito Santo;
il suo "destinatario" è l'essere umano che è fuori dalla salvezza in Cristo e che, avendo accolto l'invito ad
entrarvi espresso in vari modi dalla Chiesa (predicazione, proclamazione della Parola, testimonianza dei
credenti...), desidera averne parte;
- purificazione da ogni peccato, originale e personale, attraverso il segno sacramentale dell'essere lavati con
l'acqua; il "destinatario" del Battesimo è l'uomo che è strutturalmente peccatore e lontano da Dio: Cristo è morto
e risorto perché potesse far discendere sull'uomo lo Spirito Santo, riunendo così terra e cielo, che erano stati
divisi a causa del peccato originale;
- inserimento nella Chiesa, perché essa non è altro che il Corpo di Cristo, chi viene battezzato passa dalla
lontananza da Cristo all'unione con lui.
Il battesimo per un neonato viene chiesto dai genitori che affiancati da un padrino e da una madrina rispondono per
lui alle domande di rinuncia al peccato e all'accettazione della fede cristiana, rito che si ripete ogni anno nella
veglia pasquale con il rinnovo delle promesse battesimali.
I suoi simboli sono l'acqua, la veste bianca, la luce (la candela accesa che si tiene in mano e che indica la luce
di Cristo).
Un bimbo appena nato non ha commesso nessun peccato, ma porta con sè il peccato originale, che appunto viene
cancellato per mezzo del battesimo, simbolicamente bagnando il bimbo con l'acqua e mettendogli una vestina bianca.
Quando il bambino cresce, tramite altri sacramenti che sono la riconciliazione, la comunione e la cresima, si
conferma nella fede e in questo caso è lui a chiederli per sè.
Se la famiglia non vive questa fede, il battesimo rimane comunque come un seme nel terreno che può germogliare e
dare frutti...
I sacramenti danno quella "grazia" che viene da Dio ed è intrinseca del sacramento stesso e che si può definire un
dono di Dio, che agisce nella persona.
da Stella:
Le parola "battesimo" deriva dal greco, dove la radice corrispondente significa "immergere nell'acqua". In effetti
il battesimo simboleggia il seppellimento del vecchio uomo e la rinascita dell'uomo rinnovato.
Già nell'antico Egitto veniva celebrato per la dea Iside, veniva praticato in Grecia, in Persia e presso altri
popoli antichi, sempre con lo stesso rito di immersione nell'acqua.
Gesù stesso andò a farsi battezzare da Giovanni al fiume Giordano, il quale diceva: «Dopo di me viene uno che è più
forte di me e al quale io non son degno di chinarmi per sciogliere i legacci dei suoi sandali. Io vi ho battezzati
con acqua, ma egli vi battezzerà con lo Spirito Santo».
da Griselda:
Penso che buona parte dei Cristiani lo sia senza sapere cosa ha fatto e scelto perchè da neonati non si può ancora
scegliere ma se mia madre ha scelto per me perchè ha ritenuto in quel momento che fosse la cosa più giusta, perchè
credeva in ciò che faceva secondo me non può essere sbagliato, ha solo seguito con il cuore la sua tradizione.
Come per tutte le Tradizioni con l'andare del tempo rimangono i riti ma si perdono i motivi che ci sono dietro. Si
sa che purtroppo si tende ad andare dove va la maggior parte del gruppo, ci si adegua senza farsi più domande.
Lo faccio perchè si fa di solito è così. Le tradizioni si portano avanti anche così.
PIù indietro si va nel tempo e più i bambini venivano avvicinati agli insegnamenti di Gesù fin da piccolissimi il
Vangelo si insegnava loro ancora prima di frequentare il Catechismo, era un modus vivendi che veniva più trasmesso
che insegnato.
Poi credo che tutto è andato degenerando ed anche la Chiesa che ha comunque portato avanti la Tradizione ha
dimenticato neile sue parti più basse quello che è il significato dellla Vera Tradizione. Intendo cosa vi è dietro
ai riti ed ai simboli.
Se andiamo indietro nel tempo poi, molto indietro, quando c'erano ancora i pagani, il Battesimo avveniva nel
momento in cui si decideva di abbracciare questa Tradizione, era una scelta.
Ricordo di aver letto che la Messa era aperta a tutti sino al momento prima della Comunione, in quel momento in
Chiesa potevano rimanere solo gli iniziati alla Tradizione Cristiana.
Come è stato detto nell'articolo di Uno si riceve qualcosa, un sigillo, e questo agisce per sempre in noi. Ora non
so cosa sia e in cosa consista, ma credo che sia un modus per poter procedere nel giusto cammino sulla strada
scelta, diciamo un metodo non mi viene meglio.
Questo è ciò che penso.

Io prima di tutto vi ringrazio, e vedo che tutti hanno idee un po' piu' chiare della mie..
Volevo dirvi che battezzero' la bambina,perche' Credo in Dio,e per rispondere ad alcuni non faro' nessuna festa o cena,sara' molto ma molto semplice.
Avevo gia' parlato con il Prete e gli avevo detto chiaramente i miei dubbi,quindi sa' come la penso,ma non ne e' sorpreso.
Staro' vicino a mia figlia nella sua crescita e cercheremo le risposte di cui avra' e ho bisogno,senza chiuderci in quello che secondo alcuni DEVE essere...
Non ho mai fatto o pensato cose solo perche' cosi' fan tutti,e questo vale per la Fede e per ogni piccolo o grande gesto di ogni giorno,questa e' la prima cosa che voglio insegnarle..
Se un giorno trovera' le Sue risposte al trove ,questa sara' comunque una sua scelta,per ora mi sento di darle una direzione..
Un abbraccio a tutti di CUORE..e un grande GRAZIE...
falco non è connesso  
Vecchio 03-01-2008, 11.24.15   #24
Uno
Amministratore
 
L'avatar di Uno
 
Data registrazione: 28-05-2004
Messaggi: 9,699
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da falco Visualizza messaggio
Io prima di tutto vi ringrazio, e vedo che tutti hanno idee un po' piu' chiare della mie..
Volevo dirvi che battezzero' la bambina,perche' Credo in Dio,e per rispondere ad alcuni non faro' nessuna festa o cena,sara' molto ma molto semplice.
Avevo gia' parlato con il Prete e gli avevo detto chiaramente i miei dubbi,quindi sa' come la penso,ma non ne e' sorpreso.
Staro' vicino a mia figlia nella sua crescita e cercheremo le risposte di cui avra' e ho bisogno,senza chiuderci in quello che secondo alcuni DEVE essere...
Non ho mai fatto o pensato cose solo perche' cosi' fan tutti,e questo vale per la Fede e per ogni piccolo o grande gesto di ogni giorno,questa e' la prima cosa che voglio insegnarle..
Se un giorno trovera' le Sue risposte al trove ,questa sara' comunque una sua scelta,per ora mi sento di darle una direzione..
Un abbraccio a tutti di CUORE..e un grande GRAZIE...
Mi permetti di dire che la tua scelta mi suona un pò strana? (tanto ormai l'ho fatto )
La risposta del prete no... però la trovo oltremodo scorretta, ma tu perchè vuoi dare a tua figlia un direzione che per te non vuoi?
Non sto cercando di convincerti a fare o a non fare una cosa... ma visto che siamo nel discorso se non ti dispiace mi piacerebbe sentire le tue motivazioni (senza obblighi eh... se vuoi, se ti va...)

Uno non è connesso  
Vecchio 03-01-2008, 11.41.38   #25
falco
Alloggiato/a
 
L'avatar di falco
 
Data registrazione: 17-11-2007
Messaggi: 62
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Uno Visualizza messaggio
Mi permetti di dire che la tua scelta mi suona un pò strana? (tanto ormai l'ho fatto )
La risposta del prete no... però la trovo oltremodo scorretta, ma tu perchè vuoi dare a tua figlia un direzione che per te non vuoi?
Non sto cercando di convincerti a fare o a non fare una cosa... ma visto che siamo nel discorso se non ti dispiace mi piacerebbe sentire le tue motivazioni (senza obblighi eh... se vuoi, se ti va...)

eheh!
Come ho detto non ho le idee molto chiare,
e' come se avessi la sensazione che il Battesimo sia una Porta per entrare in contatto con Dio..ma mentre lo scrivo SO' benissimo che con Dio e in Dio ci siamo anche senza i Riti..
Credo di aver paura di non essere all'altezza di dare una direzione ,senza aiuto..
mi contraddico vero?

Non so' neanche quando mi sia venuta in mente l'idea del battesimo..ma piu' o meno coincide a qualche mese fa' ,quando ci siamo trasferiti in questo piccolo paese... no..non pensare che mi preoccupa quello che pensa la gente..
si..il fatto di avere tutti questi dubbi dovrebbe essere proprio la lampadina che dice che ,se non sei sicuro,non lo fare!!
ma tu hai capito qualcosa???
falco non è connesso  
 


Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire nuovi messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare files
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice vB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Vai al forum

Discussioni simili
Discussione Autore discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Sigilli, Vincoli, Sacramenti, iniziazioni minori stella Esoterismo 15 12-05-2009 11.43.33
Cristianesimo Uno Tradizioni Spirituali ed Esoteriche 38 27-06-2007 19.04.34


Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 04.10.24.




Powered by vBulletin Copyright ©2000 - 2024, Jelsoft Enterprises Ltd.
Questo sito non è, nè può ritenersi assimilabile ad una testata giornalistica, viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità del materiale. Pertanto, non è un prodotto editoriale sottoposto alla disciplina della l. n. 62 del 2001. Il materiale pubblicato è sotto la responsabilità dei rispettivi autori, tutti i diritti sono di Ermopoli.it che incoraggia la diffusione dei contenuti, purchè siano rispettati i seguenti principi: sia citata la fonte, non sia alterato il contenuto e non siano usati a scopo di lucro. P.iva 02268700271