Ermopoli
L'antica città della conoscenza
  
    
Torna indietro   Ermopoli > Forum > Giardino Filosofico > Aforismi, Proverbi, Modi di dire

 
 
Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Vecchio 02-01-2008, 17.16.50   #1
RedWitch
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di RedWitch
 
Data registrazione: 20-12-2004
Messaggi: 3,537
Predefinito Tornare in sè - ricomporsi

Parto dal secondo, qualche tempo fa, mi è capitato durante una conversazione con un'amica di ridere tanto, per delle sciocchezze, in maniera del tutto incontrollata. Quando me ne sono accorta, le ho detto : ok basta mi ricompongo ...
Un esempio per dire che in ogni cosa che facciamo in maniera del tutto incontrollata, oltre che a far disperdere parecchio, ci fa proprio "sparpagliare", la sensazione che ho avuto in quella occasione è stata proprio quella di dover andare a recuperare parti di me in giro, come a doverle ri-concentrare in un unico punto per poter ritrovare una sorta di "unità" che mi permettesse di tornare un po' attenta a me e a quello che avevo intorno in quel momento..

La stessa cosa succede quando faccio uscire la rabbia senza nessun controllo, quando sono agitata per qualcosa, in quei momenti è come se fossi piena di "buchi" (non saprei definirlo meglio), l'energia se ne va , e poi se ripenso dopo a quelle situazioni, mi accorgo di non aver ricordi precisi, se non la sensazione di rabbia, di paura etc.. Ecco in quei momenti manco completamente di attenzione e di osservazione, non mi ricordo di me e poi succede che devo ricompormi...

Tornare in sè, si usa quando si perde conoscenza ad esempio , o quando si esce da un'ubricatura, (ma anche da un'arrabbiatura potente) si torna in sè.. perchè IN?

La mia sensazione è proprio quella di tante piccole parti sparpagliate, da riunire in una unica che abbia il controllo e non si faccia controllare...

RedWitch non è connesso  
Vecchio 02-01-2008, 19.05.22   #2
Sole
Conosce ogni vicolo
 
Data registrazione: 31-08-2005
Messaggi: 5,656
Predefinito

Anch'io tempo fa mi son soffermata su questi modi di dire. Un altro potrebbe essere Riprendere coscienza.. Perchè dove era andata?

Io credo che il ritorno di ciò che ci era sfuggito avvenga nella bolla o sfera della nostra coscienza,. In-dentro

I vari io che scappano qua e là e non sono più un agglomerato unico che forma un se cosciente ma si dividono e fan un gran casino.. Più io sono uniti tra loro più possiamo avere presenza e coscienza, se uno scappa ci distraiamo dal punto centrale e ci dimentichiamo di ciò che ci accade e anzi, peggio, non lo stiamo vivendo ..

Aspetto altre considerazioni perchè questo argomento del tornare in se mi sta a cuore.
__________________
Se non sarò me stesso chi lo sarà per me? E se non ora, quando?
Sole non è connesso  
Vecchio 02-01-2008, 19.09.09   #3
Uno
Amministratore
 
L'avatar di Uno
 
Data registrazione: 28-05-2004
Messaggi: 9,699
Predefinito

Conosci il mito di Osiride? (che poi è simile a molti altri) (edit: mi riferivo a Red)

Sinteticamente (la versione integrale è più ricca di particolari), il fratello Seth lo ha con l'inganno fatto sdraiare in un'arca (cassa di legno in maniera semplice), lo ha sigillato e gettato nel Nilo. Però la sorella (e moglie) Iside insieme all'altra Nefti usando la magia lo hanno riportato in vita.
A questo punto Seth per non subire la vendetta ha fatto a pezzi Osiride i 14 parti (alcuni non sono d'accordo sul numero, ma è questo) e sparso in giro....
Come coincide con quello che stavi pensando eh?

Poi Iside lo ritrova ancora, tranne i genitali mangiati da un pesce, lo riporta in vita etc etc....


E' come se ci fossero (come se? uhum...) due forze (Seth ed Iside... in altri termini Diavolo e Anima), una che ci porta fuori e smembra, l'altra che ci riporta dentro e ci ricompone....
Sono passaggi, chiusura e sigillatura, poi apertura ed esplosione/smembramento per poi ricostruire che si svolgono a diversi livelli, noi appena appena percepiamo quello psicologico di solito... ma questo non è limitato al concettuale, lo smembramento coinvolge diverse parti di noi...

Ultima modifica di Uno : 02-01-2008 alle ore 19.10.03. Motivo: edit
Uno non è connesso  
Vecchio 03-01-2008, 12.37.56   #4
RedWitch
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di RedWitch
 
Data registrazione: 20-12-2004
Messaggi: 3,537
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Sole
..........................................
I vari io che scappano qua e là e non sono più un agglomerato unico che forma un se cosciente ma si dividono e fan un gran casino.. Più io sono uniti tra loro più possiamo avere presenza e coscienza, se uno scappa ci distraiamo dal punto centrale e ci dimentichiamo di ciò che ci accade e anzi, peggio, non lo stiamo vivendo ..
E' la mia stessa sensazione Sole, in quei momenti non stiamo proprio vivendo, è come essere separati da sè stessi..


Citazione:
Originalmente inviato da Uno
.........
Poi Iside lo ritrova ancora, tranne i genitali mangiati da un pesce, lo riporta in vita etc etc....
Questo passo mi fa pensare che ogni volta che ci smembriamo, lasciamo in giro qualcosa di noi, ovvero, ogni volta che poi ci ricomponiamo manca un pezzo.. se pensiamo che ordinariamente si dorme della grossa, significherebbe che in tutto quello che facciamo dormendo perdiamo qualcosa (ecco quindi che si ricollegherebbe al discorso della
ricapitolazione).
Poi forse è importante il discorso che sono proprio i genitali a non essere ritrovati , ma qua rischio di incasinarmi ..

Citazione:
Originalmente inviato da Uno
E' come se ci fossero (come se? uhum...) due forze (Seth ed Iside... in altri termini Diavolo e Anima), una che ci porta fuori e smembra, l'altra che ci riporta dentro e ci ricompone....
Sono passaggi, chiusura e sigillatura, poi apertura ed esplosione/smembramento per poi ricostruire che si svolgono a diversi livelli, noi appena appena percepiamo quello psicologico di solito... ma questo non è limitato al concettuale, lo smembramento coinvolge diverse parti di noi...

E' troppo chiedere quali parti di noi vengono coinvolte in questo processo di smembramento/ricomposizione?
In un certo senso tutto questo mi fa pensare anche ad un solve/coagula necessario in qualche modo ad un cambiamento..
Grazie Uno per gli spunti.. non riesco a coglierli tutti, c'è anche quel "sigillatura" che credo sia importante.. ma per il momento qua arrivo..
RedWitch non è connesso  
Vecchio 03-01-2008, 13.24.54   #5
Sole
Conosce ogni vicolo
 
Data registrazione: 31-08-2005
Messaggi: 5,656
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da RedWitch Visualizza messaggio
Poi forse è importante il discorso che sono proprio i genitali a non essere ritrovati , ma qua rischio di incasinarmi ..
Credo che si riferisca come simbolo all'energia vitale. Infatti quando viene ritrovato e rimesso al suo posto Iside ed Osiride generano Horus, il Figlio.
__________________
Se non sarò me stesso chi lo sarà per me? E se non ora, quando?
Sole non è connesso  
Vecchio 03-01-2008, 13.43.50   #6
Sole
Conosce ogni vicolo
 
Data registrazione: 31-08-2005
Messaggi: 5,656
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Uno Visualizza messaggio
E' come se ci fossero (come se? uhum...) due forze (Seth ed Iside... in altri termini Diavolo e Anima), una che ci porta fuori e smembra, l'altra che ci riporta dentro e ci ricompone....
Sono passaggi, chiusura e sigillatura, poi apertura ed esplosione/smembramento per poi ricostruire che si svolgono a diversi livelli, noi appena appena percepiamo quello psicologico di solito... ma questo non è limitato al concettuale, lo smembramento coinvolge diverse parti di noi...
Non mi è chiaro il discorso sul Diavolo e l'Anima.
Sono d'accordo con Red quando parla di un continuo solve e coagula, esprimendosi questo poi sempre su diversi livelli.
Non ho chiaro questo.. noi nasciamo con una forza divisoria già formata, siamo dormienti e camminiamo divisi. L'Anima che dovrebbe contrapporsi con la sua forza al Diavolo non l'abbiamo formata alla nascita, per cui dobbiamo formarla con il Lavoro. Le due forze quindi sin da quando nasciamo non sono equilibrate. Man mano che la voce di Iside si form,a la forza di repulsione aumenta. Ma non capisco, se fosse così, nasceremmo con uno squilibrio (peccato originale?).

Scrivendo mi vengono altre cose... mi vien da dire che nasciamo nel limbo, in un punto in cui dormire significa essere fermi e le due forze non esercitano pressioni. In cui la terza forza siamo noi.. che agisce però da freno, il sonno. E siamo sempre noi, quando invece cominciamo ad aprire gli occhi, tirando da una parte e dell'atra. Più apriamo gli occhi più le due forze riescono ad interagire con noi.

MI vien anche da dire che non possono essere equilibrate perchè siamo la somma di ciò che fummo in senso di Monade.

Il Diavolo e l'Anima sono Forze Universali a cui attingiamo a seconda della propensione della nostra volontà?

Forse scrivendo ho shiarito le idee.. ma non troppo...
__________________
Se non sarò me stesso chi lo sarà per me? E se non ora, quando?
Sole non è connesso  
Vecchio 03-01-2008, 20.28.20   #7
Ray
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di Ray
 
Data registrazione: 10-08-2005
Messaggi: 7,218
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Sole Visualizza messaggio
Non ho chiaro questo.. noi nasciamo con una forza divisoria già formata, siamo dormienti e camminiamo divisi. L'Anima che dovrebbe contrapporsi con la sua forza al Diavolo non l'abbiamo formata alla nascita, per cui dobbiamo formarla con il Lavoro. Le due forze quindi sin da quando nasciamo non sono equilibrate. Man mano che la voce di Iside si form,a la forza di repulsione aumenta. Ma non capisco, se fosse così, nasceremmo con uno squilibrio (peccato originale?).
Eh, ma è proprio grazie a Seth che Iside può ricomporre... se il diavolo non ci fosse non potremmo fare alcuna anima, è usandolo che la costruiamo. Infatti lui mica vuole distruggere l'anima, la vuole possedere.
Ray non è connesso  
Vecchio 04-01-2008, 18.32.04   #8
griselda
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di griselda
 
Data registrazione: 07-01-2006
Messaggi: 8,030
Predefinito

Sto cercando di dare una forma ai pensieri che mi attravesano.

Si è parlato di Osiride, Seth e Iside.
Ora se Iside è l'Anima Seth il diavolo ( il divisore, il caos è forse la mente'ego?)

Si è detto che Osiride è stato diviso in 14 pezzi e l'unica cosa che mi viene relativa a questo numero sono i Chakra. L'energia che viene suddivisa in 14 parti?

Alla fine della storia Iside ricostruisce il fallo di Osiride e concepisce Horus.

Come se la trasformazione dell'energia sessuale sia stata trasformata in Oro.

Se ho detto una marea di cavolate scusate ma di meglio non mi viene.
__________________
------------------------

ORDINE RITMO ARMONIA
griselda non è connesso  
Vecchio 04-01-2008, 20.29.57   #9
Astral
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Astral
 
Data registrazione: 01-08-2006
Residenza: Roma
Messaggi: 3,424
Predefinito

Adesso sono 14 i chakra?


In ogni caso se Seth non avesse distrutto le parti che cosa avevamo in origine?

Poi vorrei dire che c'è il fatto che ricompone tutti i pezzi, tranne i genitali? ma che vorrà dire?

Astral non è connesso  
Vecchio 04-01-2008, 20.53.42   #10
griselda
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di griselda
 
Data registrazione: 07-01-2006
Messaggi: 8,030
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da RedWitch Visualizza messaggio

La mia sensazione è proprio quella di tante piccole parti sparpagliate, da riunire in una unica che abbia il controllo e non si faccia controllare...
Hai ragione Red in effetti a me pare che la mia energia scappi da tutti pori. Si dice anche ridere a crepa pelle, come se ci si rompesse tutti.

E capitato anche a me e anche a me è successo di dovermi ricomporre come se dovessi richiudere tutti i pori della pelle che si erano espansi.

Però non capisco il discorso dei piccoli io... se non per il fatto che si inizia dire tutto ciò che ci passa per la mente senza più ritegno alcuno.

Però mi piacerebbe comprendere meglio.

Devo dire una cosa però in merito al ridere in quel modo che fu proprio grazie a quel tipo di riso che riuscii tempo fa ad uscire da un momento in cui la mente non mi mollava tenendomi in catene.

Il ridere a perdifiato mi ha come, in quel momento liberato dall'oppressione che provavo e che mi costringeva il petto. Qui forse è stato uno scioglimento che mi ha aiutato?
__________________
------------------------

ORDINE RITMO ARMONIA
griselda non è connesso  
Vecchio 05-01-2008, 00.01.47   #11
Sole
Conosce ogni vicolo
 
Data registrazione: 31-08-2005
Messaggi: 5,656
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Ray Visualizza messaggio
Eh, ma è proprio grazie a Seth che Iside può ricomporre... se il diavolo non ci fosse non potremmo fare alcuna anima, è usandolo che la costruiamo. Infatti lui mica vuole distruggere l'anima, la vuole possedere.
Leggendoti di primo impatto mi è venuto da dire: beh, si ovvio! Poi non mi è più sembrato tanto ovvio.. perchè vuol dire che appunto nasciamo sotto l'influenza di Seth e basta... mentre invece propendevo per l'idea che entrambe le forze in potenza ci influenzano e che man mano che una cresce l'altra di paripasso anche.. così maggiore è la Coscienza maggiore è l'Ombra.
Questo nn capisco nel discorso...
Son molto fuori dalla questione?
__________________
Se non sarò me stesso chi lo sarà per me? E se non ora, quando?
Sole non è connesso  
Vecchio 05-01-2008, 13.39.31   #12
RedWitch
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di RedWitch
 
Data registrazione: 20-12-2004
Messaggi: 3,537
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da griselda Visualizza messaggio
Però non capisco il discorso dei piccoli io... se non per il fatto che si inizia dire tutto ciò che ci passa per la mente senza più ritegno alcuno.
Quando non hai il minimo controllo di quello che stai facendo chi è che ride? (si arrabbia, etc?)
Prova a pensare se quando ti arrabbi potentemente con qualcuno e gli dici su di tutto per esempio, dopo ti ricordi precisamente cosa è successo e cosa hai detto? O ti ricordi solo la rabbia che provavi in quel momento?

Il mito di Osiride che ci ha raccontato Uno (a proposito mi sono dimenticata di dirlo, non lo conoscevo) credo che spieghi bene la cosa, quando siamo divisi non possiamo essere individui (interi), quando facciamo una cosa perchè siamo trascinati da essa sia il riso, la rabbia o altro è una parte di noi che si sta muovendo, non siamo noi che vogliamo.. ma siamo voluti in qualche modo.

Citazione:
Originalmente inviato da Griselda
Devo dire una cosa però in merito al ridere in quel modo che fu proprio grazie a quel tipo di riso che riuscii tempo fa ad uscire da un momento in cui la mente non mi mollava tenendomi in catene.

Il ridere a perdifiato mi ha come, in quel momento liberato dall'oppressione che provavo e che mi costringeva il petto. Qui forse è stato uno scioglimento che mi ha aiutato?
Sì Gri, non è che ridere faccia male, anzi, per quel che mi riguarda ho sperimentato diverse volte che la troppa rigidità crea un blocco in quel senso, poi diventa difficile ridere e lasciarsi andare, e quando lo si riesce finalmente a fare è come se si sciogliesse un macigno dentro, si ha un senso di liberazione, ma credo che si possa ridere ed essere spontanei anche senza perdere completamente il controllo e il ricordo di sè, riuscendo a mantenere un occhio su noi stessi
insomma, ridere di gusto, senza per questo essere avvolti nel sonno..



Citazione:
Originalmente inviato da Sole
Leggendoti di primo impatto mi è venuto da dire: beh, si ovvio! Poi non mi è più sembrato tanto ovvio.. perchè vuol dire che appunto nasciamo sotto l'influenza di Seth e basta... mentre invece propendevo per l'idea che entrambe le forze in potenza ci influenzano e che man mano che una cresce l'altra di paripasso anche.. così maggiore è la Coscienza maggiore è l'Ombra.
Questo nn capisco nel discorso...
Questa cosa interesserebbe anche a me approfondirla, come te Sole pensavo che le due cose andassero di pari passo più si prende Coscienza, e più l'Ombra è lì pronta a fregare .. come se il Diavolo aumentasse la pressione, al crescere dell'Anima.
Pero' per esempio da bambini, siamo già addomentati come da adulti? Non credo.. da bambini fino ad un certo momento non subiamo esclusivamente l'influenza di Seth.. credo che sia dopo che ci "contaminiamo"..
RedWitch non è connesso  
Vecchio 05-01-2008, 17.34.10   #13
Sole
Conosce ogni vicolo
 
Data registrazione: 31-08-2005
Messaggi: 5,656
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da RedWitch Visualizza messaggio

Questa cosa interesserebbe anche a me approfondirla, come te Sole pensavo che le due cose andassero di pari passo più si prende Coscienza, e più l'Ombra è lì pronta a fregare .. come se il Diavolo aumentasse la pressione, al crescere dell'Anima.
Pero' per esempio da bambini, siamo già addomentati come da adulti? Non credo.. da bambini fino ad un certo momento non subiamo esclusivamente l'influenza di Seth.. credo che sia dopo che ci "contaminiamo"..
Ecco, e allora nasciamo con un embrione di Anima o Canale con il Divino, e questo lo credo, abbiamo già uno strato. Poi si chiude questo contatto, ma anche quello dei bambini non è un canale pulito va adeguato dall'adulto che resta canale come un bambino.

Avrei altre domande, ma ho paura di andare fuori tema tantissimo. Magari apriamo a parte, intanto ne faccio qualcuna
Persone come Crowley, per citarne uno, il più famoso, per fare quel che ha fatto ha sviluppato determinate capacità psichiche, ma per essere coscienti dell'Ombra deve svilupparsi anche la Coscienza, ed entrambe sono in potenza.. oppure l'ombra c'è e basta e finchè non la si disturba dorme? una Coscienza ha una direzione? Ma se si sviluppa verso il basso e se è vero che se si aumenta la forza di connessione ad Iside aumenta anche quella a Seth allora anche per uno "stregone" deve essere così...si può essere consapevole nel male? Ma come si fa ad essere consapevole nel male?

Siamo come un Tao. Questo Tao contiene tutto. Contenendo tutto si mescola continuamente e appena si percepisce più bianco di contro si sente più nero. Non c'è via di mezzo finchè non controlliamo entrambi? La vedo come una scoperta di esistenza. Però se è vero che usiamo Seth per formare Iside, possiamo anche distruggerla se scegliamo che sia Seth a comandare? Non essendoci poi più nessuna connessione, nessun ponte chi agisce? Una coscienza con segno negativo? Se c'è un infinito + deve esserci un infinito - a cui tende una Coscienza, ma l'Anima che è la Coscienza liberata, non può tendere ad un segno perchè tende all'assoluto.
Se manifestiamo un meno restiamo in potenza un + e viceversa, ma cosa resta se abbiamo manifestato -

Confuso e molto fuori tema.
__________________
Se non sarò me stesso chi lo sarà per me? E se non ora, quando?

Ultima modifica di Sole : 05-01-2008 alle ore 17.36.50.
Sole non è connesso  
Vecchio 07-01-2008, 01.01.25   #14
griselda
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di griselda
 
Data registrazione: 07-01-2006
Messaggi: 8,030
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da RedWitch Visualizza messaggio
Quando non hai il minimo controllo di quello che stai facendo chi è che ride? (si arrabbia, etc?)
Prova a pensare se quando ti arrabbi potentemente con qualcuno e gli dici su di tutto per esempio, dopo ti ricordi precisamente cosa è successo e cosa hai detto? O ti ricordi solo la rabbia che provavi in quel momento?
Sì condivido. Quando mi arrabbio o rido qualcosa muta. Però non riesco ad andare oltre il fisico. Ovvero mi pare di aver capito che quando ridiamo nel nostro corpo si sprigionano delle endorfine, sono una sostanza che non ci rende più lucidi e coscienti come la droga, come una droga leggera? Se è così logicamente si perde qualcosa. Per la rabbia non so cosa si sprigiona forse l'adrenalina? altra sostanza dopante?
Se le cose stanno in questi termini è certo che non siamo più noi e l'osservazione, quando è già scattato il tutto, si perde in sensazioni/emozioni che ci travolgono come sotto sostanze dopanti?
Mi da l'idea che il riso allarghi i vasi sanguigni e la rabbia invece le stringa.

Citazione:
Originalmente inviato da RedWitch Visualizza messaggio
Il mito di Osiride che ci ha raccontato Uno (a proposito mi sono dimenticata di dirlo, non lo conoscevo) credo che spieghi bene la cosa, quando siamo divisi non possiamo essere individui (interi), quando facciamo una cosa perchè siamo trascinati da essa sia il riso, la rabbia o altro è una parte di noi che si sta muovendo, non siamo noi che vogliamo.. ma siamo voluti in qualche modo.
Quindi seguendo il discorso sopra si perde coscienza è questo?


Citazione:
Originalmente inviato da RedWitch Visualizza messaggio
Sì Gri, non è che ridere faccia male, anzi, per quel che mi riguarda ho sperimentato diverse volte che la troppa rigidità crea un blocco in quel senso, poi diventa difficile ridere e lasciarsi andare, e quando lo si riesce finalmente a fare è come se si sciogliesse un macigno dentro, si ha un senso di liberazione, ma credo che si possa ridere ed essere spontanei anche senza perdere completamente il controllo e il ricordo di sè, riuscendo a mantenere un occhio su noi stessi
insomma, ridere di gusto, senza per questo essere avvolti nel sonno..
Forse ora ci sono se non ho detto un mare di sciocchezze.




Citazione:
Originalmente inviato da RedWitch Visualizza messaggio
Questa cosa interesserebbe anche a me approfondirla, come te Sole pensavo che le due cose andassero di pari passo più si prende Coscienza, e più l'Ombra è lì pronta a fregare .. come se il Diavolo aumentasse la pressione, al crescere dell'Anima.
Pero' per esempio da bambini, siamo già addomentati come da adulti? Non credo.. da bambini fino ad un certo momento non subiamo esclusivamente l'influenza di Seth.. credo che sia dopo che ci "contaminiamo"..
E' stato detto altrove che ogni sette anni (ottave) si passa ad un'altra fase di crescita, e che nella seconda fase(? o nella terza?) si stabilisce già come un percorso interno che poi si andrà a ripetere all'infinito.

Quindi a seguito di questo assunto, sempre che sia corretto, ne deduco che nei primi anni siamo spontanei e che non avvengano altre registrazioni perchè si sta completando il primo ciclo/fase. Tipo il completamento del corpo e di vari organi?

Nel secondo come detto prima invece il sistema nervoso (?) inizia a registrare?

Boh sono una serie di ipotesi eh.
Chiedo scusa per la lunghezza ma più corto non mi riusciva.
__________________
------------------------

ORDINE RITMO ARMONIA
griselda non è connesso  
Vecchio 07-01-2008, 03.30.48   #15
falco
Alloggiato/a
 
L'avatar di falco
 
Data registrazione: 17-11-2007
Messaggi: 62
Predefinito

Cerco di capirci qualcosa...
Iside e' l'anima...Seth il diavolo
Iside e' la Coscienza....Seth e' l'ombra
Non capisco e non so' della nascita,ma mi sembra e correggetemi dove sbaglio,che quando nasciamo portiamo la parte di noi da "crescere "o da "conoscere"?
Lo scopo e' quello di arrivare alla piu' consapevolezza possibile,o risveglio dell'anima, e come la vedo io ogni volta che facciamo un passo avanti verso la nostra anima e Iside ha la prevalenza,Seth(l'ombra) cerca di portarci indietro,vorrebbe il dominio?vorrebbe tenerci dormienti?
quindi piu' Iside cresce ,Seth ci vuole fermare..allo stesso tempo devono convivere per poter appunto disfarci e ricomporci ..a questo punto chiedo anche il significato che ha il figlio di Osiride e Iside,cosa rappresenta..
E' la ricompensa di aver saputo trovere la parte perduta?
il frutto ?

Poi volevo chiedere..puo' essere che quelle forti emozioni,o meglio esplosioni di rabbia o riso ,possano essere accumuli di energia o pensieri fermi che devono liberarsi...
la rabbia la vedo come una vittoria dell'ombra,che ci oscura completamente(da ragazzina avevo tanta rabbia in me ,che quando esplodevo vedevo nero!)
e il riso era come si dice sopra una liberazione di un blocco,forse piu' dettato da Iside,dall'anima...
Mi capita anche di piangere mentre rido...
pure emozioni?
ho un po' di casino nella testa!!
falco non è connesso  
Vecchio 07-01-2008, 20.50.49   #16
Ray
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di Ray
 
Data registrazione: 10-08-2005
Messaggi: 7,218
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da falco Visualizza messaggio
Poi volevo chiedere..puo' essere che quelle forti emozioni,o meglio esplosioni di rabbia o riso ,possano essere accumuli di energia o pensieri fermi che devono liberarsi...
Ridere lo vedo più come un equilibrare che uno sfogare anche se senza dubbio una risata sguaiata sfoga pure qualcosa, ma in linea di massima mi pare che ridere, cogliendo l'occasione che ci fa ridere, riequilibri i nostri sistemi che si erano, per così dire spostati... cose come il corpo che fa il lavoro della mente... ma non solo, squilibri a vari livelli.
Infatti, la cosa che ci fa ridere, dopo un po' che ridiamo, non ci fa ridere più.

Girava la voce che Gesù non ridesse mai... e non perchè non fosse mai felice o non trovasse mai buffo qualcosa...
Ray non è connesso  
Vecchio 07-01-2008, 23.56.48   #17
Astral
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Astral
 
Data registrazione: 01-08-2006
Residenza: Roma
Messaggi: 3,424
Predefinito

Il riso abbonda nella bocca degli stolti ( o degli storti) forse loro hanno bisogno maggiormente di equilibro quindi ridono .
Astral non è connesso  
Vecchio 02-02-2008, 15.26.54   #18
griselda
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di griselda
 
Data registrazione: 07-01-2006
Messaggi: 8,030
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Ray Visualizza messaggio
Ridere lo vedo più come un equilibrare che uno sfogare anche se senza dubbio una risata sguaiata sfoga pure qualcosa, ma in linea di massima mi pare che ridere, cogliendo l'occasione che ci fa ridere, riequilibri i nostri sistemi che si erano, per così dire spostati... cose come il corpo che fa il lavoro della mente... ma non solo, squilibri a vari livelli.
Infatti, la cosa che ci fa ridere, dopo un po' che ridiamo, non ci fa ridere più.

Girava la voce che Gesù non ridesse mai... e non perchè non fosse mai felice o non trovasse mai buffo qualcosa...
Caspita però! In effetti perchè si ride? Capita di ridere perchè si è a disagio e il ridere scioglie qualla tensione, capita di ridere per superare un imbarazzo insomma senza menzionare tutte le possibilità direi che dietro ad una risata c'è un giudizio qualcosa su cui lavorare. Sarà per questo che nella sua Perfezione Gesù non aveva la necessità di ridere.
__________________
------------------------

ORDINE RITMO ARMONIA
griselda non è connesso  
Vecchio 02-02-2008, 15.41.11   #19
Sole
Conosce ogni vicolo
 
Data registrazione: 31-08-2005
Messaggi: 5,656
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da griselda Visualizza messaggio
direi che dietro ad una risata c'è un giudizio qualcosa su cui lavorare.
In che senso?
__________________
Se non sarò me stesso chi lo sarà per me? E se non ora, quando?
Sole non è connesso  
Vecchio 02-02-2008, 15.50.56   #20
griselda
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di griselda
 
Data registrazione: 07-01-2006
Messaggi: 8,030
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Sole Visualizza messaggio
In che senso?
Allora vediamo se riesco a fare un esempio ridi perchè qualcuno ha sbagliato oppure tu hai sbagliato a fare qualcosa, ( che può essere un gaff oppure una caduta, qualcosa che crea imbarazzo) non reggi la tensione e ridi. ( il giudizio fa si che crei la tensione che poi sfocia in riso)
__________________
------------------------

ORDINE RITMO ARMONIA
griselda non è connesso  
Vecchio 02-02-2008, 16.04.41   #21
Sole
Conosce ogni vicolo
 
Data registrazione: 31-08-2005
Messaggi: 5,656
Predefinito

Però io questo non lo vedo giudizio. Il riso vien fuori come un tuono da due forze opposte.
Uno scarico di tensione che non è per forza un giudicare fuori, ma piuttosto un subire la propria immagine.

Mi strideva però tanto il fatto che avessi valutato su questo il fatto che Gesù non ridesse mai. Che poi chi può dirlo.. si dice.., magari con gli amici e i fratelli per convivialità lo faceva... volontariamente e senza sottostare a meccanismi inconsci.
Il riso vien fuori in una barzelletta perchè il controsenso che si genera è troppo evidente per la vita comune, si genera nella mente un controsenso e scatta la risata che scarica la tensione. Il tuono tra due cariche.
Se noi avessimo a nostra disposizione moltissimi dati anche in contrasto tra di loro non ridemmo più tanto facilmente ad una barzelletta. In questo senso si protebbe intendere sulla faccia degli stolti, perchè non hanno molti dati a disposizione..
In questo caso specifico al 3d dovremmo avere molti dati a nostra disposizione su noi stessi.
__________________
Se non sarò me stesso chi lo sarà per me? E se non ora, quando?
Sole non è connesso  
Vecchio 02-02-2008, 16.53.18   #22
RedWitch
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di RedWitch
 
Data registrazione: 20-12-2004
Messaggi: 3,537
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Sole Visualizza messaggio
Però io questo non lo vedo giudizio. Il riso vien fuori come un tuono da due forze opposte.
Uno scarico di tensione che non è per forza un giudicare fuori, ma piuttosto un subire la propria immagine.
Sì mi trovo d'accordo con questo, la risata quando esce per imbarazzo è un subire la propria immagine, mi sembra perfetta come definizione.. "Mi vergogno, pensando a quello che gli altri stanno pensando di me nel momento in cui faccio la brutta figura".. circa.

Anche io fatico a vederci il giudizio dietro a tutto questo eppure... mi vergogno perchè vado ad intaccare l'idea che ho di me (e che credo e spero abbiano gli altri di me) nel momento in cui faccio una brutta figura... rido se non so reggere la tensione del momento, è uno scarico anche quello.


Citazione:
Originalmente inviato da Sole
Se noi avessimo a nostra disposizione moltissimi dati anche in contrasto tra di loro non ridemmo più tanto facilmente ad una barzelletta. In questo senso si protebbe intendere sulla faccia degli stolti, perchè non hanno molti dati a disposizione..
In questo caso specifico al 3d dovremmo avere molti dati a nostra disposizione su noi stessi
Mi sfugge il senso di questa parte... cosa c'entrano i dati che abbiamo a disposizione con il riso o l'equilibrio?

Siamo OT già da un po' ..

Una sana risata non credo che c'entri con il discorso iniziale sul ricomporsi... mentre è diverso se il riso è incontrollato e fa perdere la presenza ... torniamo a Seth e Iside...

apriamo un thread sulla risata?
RedWitch non è connesso  
Vecchio 02-02-2008, 18.40.27   #23
Sole
Conosce ogni vicolo
 
Data registrazione: 31-08-2005
Messaggi: 5,656
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da RedWitch Visualizza messaggio



Mi sfugge il senso di questa parte... cosa c'entrano i dati che abbiamo a disposizione con il riso o l'equilibrio?
Nel senso che ad esempio una barzelletta fa ridere perchè esprime un paradosso oppure un controsenso al mio normale senso comune delle cose. Lo distanza tra le due crea l'attrito che mi fa ridere, il ricolo ad esempio. Ma se avessi a disposizione nella mia esperienza perchè sono in grado di valutare tutte le sfumature di una cosa o dell'animo umano, la questione oggetto della barzelletta non ci sarebbe più distanza nel paradosso chefa ridere perchè già l'ho considerato.
Faccio un esempio che è meglio. Se sento una barzelletta di cui intuisco il finale perchè rientra nella mia esprienza oppure perchè 30 anni fa faceva ridere ma adesso è diventata una cosa comune, non rido perchè non si crea quel contrasto tra la mia realtà soggettiva e quella.
Ti sarà capitato che benchè una barzelletta faccia ridere tutti tu che la intuisci o la anticipi o semplicemente puoi vedere bene il fatto come possibile non ti faccia effetto...


Siamo fuori come balconi
__________________
Se non sarò me stesso chi lo sarà per me? E se non ora, quando?
Sole non è connesso  
Vecchio 02-02-2008, 22.11.22   #24
A92
Cittadino/a
 
L'avatar di A92
 
Data registrazione: 15-08-2006
Residenza: trento
Messaggi: 116
Predefinito

ciao a tutti voi

Io ho un ricordo sfuocato di una bella illustrazione egizia, nella quale viene mostrato l'asceta che sale lungo la scala della conoscenza ed ai lati ha SETH ed ORO. Questo significa che entrambi sono necessari per la nostra crescita verso la conoscenza. Sia saturno che il sole. Sia il fuoco nascosto che quello rivelato, o anche, sia il bene che il male.

Io direi, in merito al post di partenza, che forse siamo usciti un attimo di topic, e credo che nella frase ricomporsi ci puo' stare anche il riprendere semplicemente uno stato fisico di compostezza ed educata posizione, dopo ad esempio una fragorosa risata. Come il contrario di sbottonarsi diciamo. E' possibile che si tratti praticamente di voler dare l'idea di rimettersi in ordine e tranquilli. Non credo ci sia per forza di cose un motivo antico e pregno di significato nel modo di dire, anche perche non so quanto antico sia questo modo di dire.
Forse, al contrario, tornare in se evoca piu' l'idea della propria coscienza che senn'è andata assieme all'energia che perdiamo durante un attacco di ira incontrollato o, all'opposto, una bella risata.

In questi casi, credo io, la nostra attenzione e coscienza se ne va assieme alla risata, e non siamo piu in noi nel vero senso della parola. Resta li il corpo inebetito ma la coscienza va via. Poi torna pero' eh !!



A92
A92 non è connesso  
Vecchio 27-03-2011, 19.45.21   #25
dafne
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di dafne
 
Data registrazione: 24-09-2007
Messaggi: 3,630
Predefinito

Credo che sarebbe bello ritornare su questa discussione perchè per me almeno la questione "ricomporsi" stà diventando estremamente necessaria. (anche se il merito di averla ritrovata non è mio )

Sono andata a caccia del mito e ci sarebbero tantissime cose da osservare ma ammetto che la mia attenzone è stata catturata dal numero 14. Anche perchè Uno ha specificato che è proprio quel numero.

Su suggerimento di un amico ho visto il parallesismo con le stazioni della Via Crucis che sono proprio 14. Quindi una sorta di passaggio.
Sono andata a cercare e devo dire che non è facile riuscire a stabilire quali siano le stazioni perchè per gran parte si racconta del tragitto di Gesù dalla condanna di Pilato alla morte (infatti viene chiamata via Dolorosa) ma in alcuni casi nelle stazioni c'è una partenza addirittura dal monte degli Ulivi, dal tradimento di Giuda.
A questo punto mi chiedo se possa avere senso riportare i nomi delle stazioni qui o aprire a parte.

Per ora leggendo il mito ho notato che Satana all'inizio ci imbroglia (perchè al posto di Osiride in metafora ci siamo noi, si?) rinchiudendoci ma poi l'Anima ci salva e per evitare il castigo il diavolo riesce a smembrarci nascondendo le nostre parti in giro....
dafne non è connesso  
 


Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire nuovi messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare files
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice vB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Vai al forum

Discussioni simili
Discussione Autore discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Tornare nel passato o vivere il presente? sitael Psicologia moderna e antica 43 10-04-2010 11.30.33
Tornare all'origine Shanti Negozio RisoAllegro 2 17-04-2007 13.09.02


Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 03.56.27.




Powered by vBulletin Copyright ©2000 - 2024, Jelsoft Enterprises Ltd.
Questo sito non è, nè può ritenersi assimilabile ad una testata giornalistica, viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità del materiale. Pertanto, non è un prodotto editoriale sottoposto alla disciplina della l. n. 62 del 2001. Il materiale pubblicato è sotto la responsabilità dei rispettivi autori, tutti i diritti sono di Ermopoli.it che incoraggia la diffusione dei contenuti, purchè siano rispettati i seguenti principi: sia citata la fonte, non sia alterato il contenuto e non siano usati a scopo di lucro. P.iva 02268700271