Ermopoli
L'antica città della conoscenza
  
    
Torna indietro   Ermopoli > Forum > Tempio > Psicologia moderna e antica

 
 
Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Vecchio 09-06-2004, 23.49.35   #1
Uno
Amministratore
 
L'avatar di Uno
 
Data registrazione: 28-05-2004
Messaggi: 9,699
Predefinito

Qualcuno prima di me lo ha già detto, il linguaggio o le parole (tanto per rimanere nel tema vi lascio scegliere quale meglio si adatta al discorso) hanno diversi significati sia per chi parla (in questo caso scrive) sia per chi ascolta (legge). Esempio se dico casa posso intendere l'edificio, la famiglia o addirittura il paese ( ...torno a casa... ) oggi nell'era mediatica potrebbe essere anche "la casa" del grande fratello, certo in teoria nel senso del discorso si dovrebbe capire a quale di queste mi riferisco ma purtroppo non è sempre così (io direi quasi mai), perchè comunque se io intendo casa come edificio e chi mi ascolta intende casa come famiglia a meno che non ci aggiunga un contorno di 50 parole (che potrebbero avere lo stesso problema)oppure un disegnino, il mio messaggio non arriverà. Questo è un problema che si acuito con i tempi moderni in cui le lingue pur crescendo come numero di vocaboli non lo hanno fatto al pari con la richiesta dovuta a innovazioni e allora si sono dovuti riusare le stesse parole per significati diversi.
Qual''è il punto focale di una buona comunicazione? (intesa come proficuo scambio di idee, pensieri, concetti)
Secondo me semplicemente la voglia di comunicare da entrambe le parti, perchè se chi si sta esprimendo non ha voglia di farlo e lo fa controvoglia, chi ascolta difficilmente capirà e viceversa se chi ascolta non ha interesse e lo fa distrattamente chi si esprime potrà sforzarsi finchè vuole ma non comunicheranno. Si potrebbe obbiettare:"Ma se uno non vuole parlare o ascoltare farà a meno!" Purtroppo no difficilmente qualcuno riesce a stare in silenzio, il silenzio è una delle cose più difficili da coltivare e trovare, ( ne faremo una discussione se avrete voglia) per cui si parla per parlare e si ascolta per ascoltare.
Su una conversazione dal vivo la gestualità, l'espressione e altre cose possono aiutare anche molto, ma io credo che non siano indispensabili, dipende comunque dalla volontà di comunicare, volontà che potrebbe anche esserci latente, ma offuscata magari da stanchezza, o da senso di superiorità "è inutile che mi spreco con quello/a lì".
Uno non è connesso  
Vecchio 10-06-2004, 13.16.35   #2
Hariagne
Gli/le piace l'aria
 
Data registrazione: 02-06-2004
Messaggi: 26
Predefinito

Sarei perfettamente d'accodo se non fosse che non mi abbasso a parlare con Uno del genere...

Sì, tutto giusto. Avrei anche delle cose da aggiungere. Magari lo farò.

Hariagne non è connesso  
Vecchio 13-06-2004, 14.20.41   #3
Uno
Amministratore
 
L'avatar di Uno
 
Data registrazione: 28-05-2004
Messaggi: 9,699
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Hariagne
Avrei anche delle cose da aggiungere. Magari lo farò.
Esempio se non avessi intenzione di comprendere potrei pensare: " MA guarda che aria di superiorità questa qui..." , invece so in questo momento non hai tempo, ma e qui arriviamo al dunque, se non avessi avuto questa informazione.... per questo per esempio a differenza di altri forum che abbiamo conosciuto in passato (qua parlo solo con Arianna che viene dalla stessa esperienza), dove la serietà degli argomenti ha imposto una certa freddezza e non conoscenza (se non casi isolati ) tra i partecipanti, ha portato a continue polemiche su frasi o periodi interpretati male. Ciò non si potrà evitare completamente neache qui, ma mantenendo ad esempio delle sezioni come il saluto giornaliero o di umorismo o discussioni libere (sezioni più leggere se vogliamo), si potrà mantenere un minimo di conoscenza (più in generale) tra le persone che frequenteranno questo forum onde cercare di evitare incomprensioni.
Uno non è connesso  
Vecchio 21-06-2004, 20.59.30   #4
Era
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Era
 
Data registrazione: 29-05-2004
Messaggi: 2,671
Predefinito

credo non ci si possa comprendere..se non c'è comunicazione...
linguaggio..parola...comunicazione...già

a volte capita che per un malinteso..un' incomprensione..
o anche solo un attimo di malumore....si crea uno stato
di tensione tale..che nessuna parola o discorso può scalfire...
i contendenti si trancerano dietro la loro ragione...
e addio comunicazione...

comunque parlare...scambiarsi opinioni...
mantenendo se si crede la propria..rispettando quella altrui..
è un mezzo per conoscere e crescere...



p.s. comunque ricordate io ho sempre ragione
Era non è connesso  
 


Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire nuovi messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare files
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice vB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Vai al forum

Discussioni simili
Discussione Autore discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Linguaggio del corpo e aspetti simbolici Era Benessere fisico 16 19-09-2007 14.53.50
Il linguaggio HTML RedWitch Pc 9 28-05-2006 22.00.39
Il linguaggio dell'amore Sole Aforismi, Proverbi, Modi di dire 0 12-04-2006 10.55.47


Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 08.54.35.




Powered by vBulletin Copyright ©2000 - 2024, Jelsoft Enterprises Ltd.
Questo sito non è, nè può ritenersi assimilabile ad una testata giornalistica, viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità del materiale. Pertanto, non è un prodotto editoriale sottoposto alla disciplina della l. n. 62 del 2001. Il materiale pubblicato è sotto la responsabilità dei rispettivi autori, tutti i diritti sono di Ermopoli.it che incoraggia la diffusione dei contenuti, purchè siano rispettati i seguenti principi: sia citata la fonte, non sia alterato il contenuto e non siano usati a scopo di lucro. P.iva 02268700271