Ermopoli
L'antica città della conoscenza
  
    
Torna indietro   Ermopoli > Forum > Tempio > Esoterismo

 
 
Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Vecchio 16-03-2008, 14.59.25   #26
Uno
Amministratore
 
L'avatar di Uno
 
Data registrazione: 28-05-2004
Messaggi: 9,695
Predefinito

Non capisco
Se metto una goccia di vino in un bicchiere di acqua, vinizzo quest'ultimo?
Se metto una goccia di acqua in un bicchiere di vino annacquo quest'ultimo?

A me non sembra ma magari mi spiegate quello che si intende....

Anche se facessimo mezzo bicchiere di vino e mezzo di acqua quale che versiamo nell'altro dei due non vedo differenza...
Poi l'impurità dell'acqua, a meno che non la prendiamo da una pozzanghera, proprio non mi dice nulla....

Non ho ancora letto qualcosa che mi accenda una lampadina...
Uno non è connesso  
Vecchio 16-03-2008, 15.36.14   #27
Kael
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Kael
 
Data registrazione: 06-08-2005
Messaggi: 3,153
Predefinito

Beh potremmo dire che l'acqua è neutra, di per sè incolore ed inodore. Quindi un bicchiere di acqua immesso in una botte di vino non altera le proprietà di quest'ultimo, semplicemente lo diluisce. Diversamente, se immetto un bicchiere di vino in una botte d'acqua, le proprietà di quest'ultima vengono alterate... quello che c'è dentro adesso non è più acqua.

Quindi in entrambi i casi (vino+acqua) ottengo sempre vino, anche se in diluzioni diverse, talmente diluito nel secondo caso da dare quasi l'impressione che non sia vino.
Quindi un dio (bicchiere di vino) che si unisce con una mortale (botte d'acqua) diffonde una tal quantita di spirito in quell'acqua da farle partorire un semidio, mentre un uomo (bicchiere di vino) che si unisce con una dea (botte d'acqua) non possiede la "gradazione" di spirito sufficiente per vinizzare tutta l'acqua, così che semplicemente la "rovina" e fa nascere un mostro... dove poco spirito è diluito in una massa corporea abnorme.
Kael non è connesso  
Vecchio 16-03-2008, 19.07.54   #28
stella
Organizza eventi
 
L'avatar di stella
 
Data registrazione: 09-04-2006
Messaggi: 2,233
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Uno Visualizza messaggio
Non capisco
Se metto una goccia di vino in un bicchiere di acqua, vinizzo quest'ultimo?
Se metto una goccia di acqua in un bicchiere di vino annacquo quest'ultimo?

A me non sembra ma magari mi spiegate quello che si intende....

Anche se facessimo mezzo bicchiere di vino e mezzo di acqua quale che versiamo nell'altro dei due non vedo differenza...
Poi l'impurità dell'acqua, a meno che non la prendiamo da una pozzanghera, proprio non mi dice nulla....
Quando si mette acqua nel vino si dice anche allungare il vino... che sempre vino rimane anche se diluito.
Invece se metto un bicchiere di vino in una brocca d'acqua questa non sarà più acqua, oltre a mutare il gusto cambierà anche il colore e sarà leggermente alcolica, in proprozione alla quantità di vino introdotta, ma quella bevanda non è più acqua.
Si dice anche temperare il vino con l'acqua...
In definitiva all'acqua si può aggiungere qualcosa, al vino non si aggiunge nulla, casomai si toglie....
Quindi è il vino che cede qualcosa all'acqua, e non il contrario.

Mi viene in mente a proposito il miracolo delle nozze di Cana.... in questo caso però l'acqua si è trasformata tutta in ottimo vino...
stella non è connesso  
Vecchio 16-03-2008, 20.47.35   #29
Grey Owl
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Grey Owl
 
Data registrazione: 24-01-2006
Messaggi: 2,100
Predefinito

Allora provo un'altra strada.. il vino è uva che ha subito un processo di fermentazione. Si prende l'uva, si spreme, si separa la graspa dal succo d'uva, si mette il succo d'uva (acqua e zuccheri) in un tino a fermentare. Tramite dei funghi detti saccaromiceti si "trasforma" lo zucchero dell'uva in gradi alcoolici. Il succo d'uva ed il vino non sono la stessa cosa, non più dopo che è avvenuto la trasformazione.
Una goccia di vino porta in sè la trasformazione, informazione, lo spirito.
Il seme di-vino nell'acqua mortale porta l'informazione dello spirito.

Se metto 50% di acqua in 50% di vino oppure il contrario ottengo la stessa diluizione e quindi?... accidenti in effetti non mi torna pure a me.
Grey Owl non è connesso  
Vecchio 16-03-2008, 21.11.48   #30
Astral
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Astral
 
Data registrazione: 01-08-2006
Residenza: Roma
Messaggi: 3,424
Predefinito

Credo che ci stiamo facendo un po' fuoriviare dal fissarsi col vino.

Forse si intendeva che qualsiasi liquido con poche gocce contamina l'acqua, ma poche gocce d'acqua rendono soltanto meno concentrato il liquido.

In questo caso però non so se dipenda dal sesso, nel caso di Gesù, si parla di Maria come essere umano, quindi si suppone che ad essere divino è il seme maschile ( nel caso medesimo però lo spirito santo) quindi abbiamo un uomo-Dio come Gesù.

Se invece avessimo una donna divinità il suo ventre sarebbe contaminato per il fatto che il seme maschile è di un essere umano.

In effetti la logica dei sangui ha interessato sempre molte dinastie, anche principesche, che non si sposavano solo per motivi di convenienza economica, ma anche per non "imbastardire" la loro progenie.

Astral non è connesso  
Vecchio 16-03-2008, 21.56.27   #31
jezebelius
Organizza eventi
 
L'avatar di jezebelius
 
Data registrazione: 27-02-2005
Messaggi: 1,865
Predefinito

Mhm...anche io mi sento di seguire questa linea, Astral.

Si potrebbe allora fare riferimento a " spiritualizzare la materia " o " corporeizzare lo spirito "?
Non so...ma quello che mi viene è di fare accenno - forse sbaglio poichè non ho la certezza - sia del sesso, quindi maschile e femminile, ma anche al fatto che uno " trasmette " e l'altro " riceve " l'informazione.
Il ruolo o per meglio dire la " carica " insomma, che ricopre " chi ", forse è importante.
Non mi torna sto fatto del " diluire " il vino con l'acqua, perchè è vero che, a prescindere dalle quantità, stiamo sempre li.
Secondo me, invece, proprio in funzione della "carica" si dovrebbe allora riferirsi alla intensità della informazione.
__________________
Dr. Marc Haven
“Non deve essere l’alba di luce che deve iniziare ad avvisare la tua anima di tali doveri giornalieri e dell’ora in cui gli incensi devono bruciare sui fornelli; è la tua voce, solo lei che deve chiamare l’alba di luce e farla brillare sulla tua opera, alfine che tu possa dall’alto di questo Oriente, riversarla sulle nazioni addormentate nella loro inattività e sradicarle dalle tenebre in cui versano.”
jezebelius non è connesso  
Vecchio 16-03-2008, 22.05.49   #32
Uno
Amministratore
 
L'avatar di Uno
 
Data registrazione: 28-05-2004
Messaggi: 9,695
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da stella Visualizza messaggio
Quando si mette acqua nel vino si dice anche allungare il vino... che sempre vino rimane anche se diluito.
Invece se metto un bicchiere di vino in una brocca d'acqua questa non sarà più acqua, oltre a mutare il gusto cambierà anche il colore e sarà leggermente alcolica, in proprozione alla quantità di vino introdotta, ma quella bevanda non è più acqua.
Si dice anche temperare il vino con l'acqua...
In definitiva all'acqua si può aggiungere qualcosa, al vino non si aggiunge nulla, casomai si toglie....
Quindi è il vino che cede qualcosa all'acqua, e non il contrario.

Mi viene in mente a proposito il miracolo delle nozze di Cana.... in questo caso però l'acqua si è trasformata tutta in ottimo vino...
Allunga, tempera.... ok rimane vino ma messa così è l'acqua che comunque ha la capacità di alterare il vino
Ecco la storia delle nozze di Cana già rende meglio l'idea, ne abbiamo anche parlato se non ricordo male

Citazione:
Originalmente inviato da Astral Visualizza messaggio
In questo caso però non so se dipenda dal sesso, nel caso di Gesù, si parla di Maria come essere umano, quindi si suppone che ad essere divino è il seme maschile ( nel caso medesimo però lo spirito santo) quindi abbiamo un uomo-Dio come Gesù.

Se invece avessimo una donna divinità il suo ventre sarebbe contaminato per il fatto che il seme maschile è di un essere umano.
Dipende dal sesso si, non nel senso di superiorità o inferiorità di uno dei due (anche se la Chiesa Cattolica l'ha messa su questo tono dopo i primi Concili e ha reiniziato a sistemare leggermente le cose solo dopo l'ultimo Concilio di Trento) ma in quanto principi maschile e femminile
Uno non è connesso  
Vecchio 17-03-2008, 00.45.38   #33
Kael
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Kael
 
Data registrazione: 06-08-2005
Messaggi: 3,153
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Uno Visualizza messaggio
Dipende dal sesso si, non nel senso di superiorità o inferiorità di uno dei due (anche se la Chiesa Cattolica l'ha messa su questo tono dopo i primi Concili e ha reiniziato a sistemare leggermente le cose solo dopo l'ultimo Concilio di Trento) ma in quanto principi maschile e femminile
E' il padre che "trasmette" le informazioni, ed è la madre che "elabora" le informazioni ricevute. Ecco che se è una donna mortale ad elaborare informazioni divine sarà in grado di produrre un "piccolo genio" (un semidio appunto, ma non un dio perchè non saprà elaborarle al massimo grado) mentre se invece è una dea a dover elaborare informazioni umane, queste saranno elaborate al massimo, con la conseguenza che tutte le "imperfezioni" umane verranno centuplicate (un mostro).

In questo senso vedo la questione del principio maschile e femminile...
Kael non è connesso  
Vecchio 18-03-2008, 10.57.02   #34
griselda
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di griselda
 
Data registrazione: 07-01-2006
Messaggi: 8,030
Predefinito

Non so ma mi continua a girare per la testa e magari non c'entra niente però, che questo maschile e femminile sia più nelle prerogative o qualità dell'uomo/donna.
Per fare un esempio maschile immaginazione creativa e femminile immaginazione negativa, o comunque legato alle qualità/difetti del maschile femminile.
Ma non conoscendole bene non riesco ad inquadrarle dando un esempio pratico.
Può centrare?
__________________
------------------------

ORDINE RITMO ARMONIA
griselda non è connesso  
Vecchio 18-03-2008, 12.00.03   #35
turaz
Richiesta Cancellazione
 
Data registrazione: 27-06-2007
Messaggi: 2,098
Predefinito

un incrocio dio-dea non sarebbe meglio?
a parte la battuta penso che ci sia qualche attinenza con il concetto di immacolata concezione.
mi viene da pensare che se lo spirito (parte maschile) viene accolto in un corpo (funzione ricettiva o femminile) essa da origine a un semidio perchè la sostanza del primo produce una sorta di cambiamento nel corpo.
collegandolo a uomo-donna la donna che riceve dal divino produce "buoni frutti"
Se invece ad essere accolto è un qualcosa di non legato al divino ma prettamente (umano) ciò che si accoglie è sporco e può arrivare a produrre anche mostri perchè una dea che accoglie tali informazioni si "sporca" (e qui mi lego a kael).

penso che l'optimum si otterrebbe dall'incrocio dio-dea.
in tal modo le informazioni ricevute dallo spirito (funzione attiva) vengono ricevute da un individuo puro e in grado di rielaborarle al loro massimo.

Ultima modifica di turaz : 18-03-2008 alle ore 12.15.55.
turaz non è connesso  
Vecchio 18-03-2008, 19.55.46   #36
Kael
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Kael
 
Data registrazione: 06-08-2005
Messaggi: 3,153
Predefinito

Beh, anche solo dal "semplice"" incrocio uomo-donna nasce una cosa meravigliosa ed "optima":
un bambino... e già questo è un miracolo, senza scomodare gli dei...
Kael non è connesso  
Vecchio 18-03-2008, 20.01.45   #37
turaz
Richiesta Cancellazione
 
Data registrazione: 27-06-2007
Messaggi: 2,098
Predefinito

sicuramente kael )))
ma se supponiamo il tutto come una metafora dello spirituale e non solo...
più padre e madre terreni sono aperti allo spirito più potranno trasferire al bambino nascente questa parte "divina" sviluppata in loro (eredità genetica tramite DNA)
meno saranno aperti allo spirito meno il bambino di "base" avrà determinati connotati (che poi chiaramente andranno maturati)

citando Gesù ad esempio nacque da un esseno (Giuseppe) e da una fervida ortodossa ebraica (Maria) o almeno così so io.

non nacque a "caso" in quella famiglia giusto per quanto mi concerne ))

la vedo anche così e mi suona buona

Ultima modifica di turaz : 18-03-2008 alle ore 20.03.50.
turaz non è connesso  
Vecchio 18-03-2008, 21.50.44   #38
Uno
Amministratore
 
L'avatar di Uno
 
Data registrazione: 28-05-2004
Messaggi: 9,695
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da turaz Visualizza messaggio
un incrocio dio-dea non sarebbe meglio?
a parte la battuta penso che ci sia qualche attinenza con il concetto di immacolata concezione.
mi viene da pensare che se lo spirito (parte maschile) viene accolto in un corpo (funzione ricettiva o femminile) essa da origine a un semidio perchè la sostanza del primo produce una sorta di cambiamento nel corpo.
collegandolo a uomo-donna la donna che riceve dal divino produce "buoni frutti"
Se invece ad essere accolto è un qualcosa di non legato al divino ma prettamente (umano) ciò che si accoglie è sporco e può arrivare a produrre anche mostri perchè una dea che accoglie tali informazioni si "sporca" (e qui mi lego a kael).

penso che l'optimum si otterrebbe dall'incrocio dio-dea.
in tal modo le informazioni ricevute dallo spirito (funzione attiva) vengono ricevute da un individuo puro e in grado di rielaborarle al loro massimo.
Il "problema" è che un dio non può procreare unendosi ad un altro dio, può creare da solo oppure generare, procreare solo unendosi ad un mortale.
Al di la dei pettegolezzi sulla nascita di Gesù, in questo discorso si sta parlando di qualcosa di più antico, Gesù fù (è) la possibilità di fare la stessa cosa "arrangiandosi".

------------------------------------------------
Ancora non mi convincono le motivazioni che date sulla faccenda vino e acqua... maschile e femminile etc....
Kael, secondo quale ragionamento o constatazione: "E' il padre che "trasmette" le informazioni, ed è la madre che "elabora" le informazioni ricevute"?

Se vediamo la genetica (o il meno scientifico osservare caratteri sia fisici che psicologici) un figlio assume tratti di entrambi i genitori e/o quando in maggiore quantità di uno dei due non sono sempre i tratti maschili del padre a dominare.

Non sto facendo indovinelli o il maestrino, mi piacerebbe sentire qualcosa di non scontato e che quadri il cerchio.
Uno non è connesso  
Vecchio 19-03-2008, 00.12.19   #39
jezebelius
Organizza eventi
 
L'avatar di jezebelius
 
Data registrazione: 27-02-2005
Messaggi: 1,865
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Uno Visualizza messaggio
Il "problema" è che un dio non può procreare unendosi ad un altro dio, può creare da solo oppure generare, procreare solo unendosi ad un mortale.
Al di la dei pettegolezzi sulla nascita di Gesù, in questo discorso si sta parlando di qualcosa di più antico, Gesù fù (è) la possibilità di fare la stessa cosa "arrangiandosi".

------------------------------------------------
Ancora non mi convincono le motivazioni che date sulla faccenda vino e acqua... maschile e femminile etc....
Kael, secondo quale ragionamento o constatazione: "E' il padre che "trasmette" le informazioni, ed è la madre che "elabora" le informazioni ricevute"?

Se vediamo la genetica (o il meno scientifico osservare caratteri sia fisici che psicologici) un figlio assume tratti di entrambi i genitori e/o quando in maggiore quantità di uno dei due non sono sempre i tratti maschili del padre a dominare.
Forse perchè il maschio/vino etc ha in se le informazioni ma in " potenza " e quindi c'è bisogno di una "decodificazione".
Cerco di trovare qualcosa che si avvicini a quel che voglio dire.
La donna, se elabora, se ha questo compito insomma, rappresenterebbe la chiave di " lettura".
A questo proposito, tornando all'acqua ed al vino, anche se andassimo a modificare le quantità, o di uno o dell'altro, ovviamente ci ritroveremo comunque davanti ad un mix.
Ora se l'acqua addolcisce o meglio allunga il vino lo fa con un compito ben preciso, vale a dire rendere " meno forte" la sostanza; più bevibile in pratica diminuendo la gradazione. L'acqua, allora, per conseguenza " colma ", allungando, una interruzione, non so come dire, che non è certamente tale, ci mancherebbe, ma risulterebbe per questa l' impossibilità di una manifestazione nel " fisico".
Diciamo che " corrompe" il tratto sostanzial- spirituale per permettergli la manifestazione.
Quindi in questo caso è l'uomo ( il Principio ) che trasmette.
Viceversa perchè si arrivi ad un " mostro" si può dire che, anzichè verificarsi il processo di sopra, è la donna ( il Principio ) che trasmette ma l'uomo "non ha " quel potere di corruzione e quindi l'informazione non può, per questo, essere mutuata lasciando così degli " spazi" in cui quella sostanza spirituale viene si al mondo, però mancando della informazione complementare.
Ci ho provato....
__________________
Dr. Marc Haven
“Non deve essere l’alba di luce che deve iniziare ad avvisare la tua anima di tali doveri giornalieri e dell’ora in cui gli incensi devono bruciare sui fornelli; è la tua voce, solo lei che deve chiamare l’alba di luce e farla brillare sulla tua opera, alfine che tu possa dall’alto di questo Oriente, riversarla sulle nazioni addormentate nella loro inattività e sradicarle dalle tenebre in cui versano.”
jezebelius non è connesso  
Vecchio 19-03-2008, 00.21.57   #40
Kael
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Kael
 
Data registrazione: 06-08-2005
Messaggi: 3,153
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Uno Visualizza messaggio
Kael, secondo quale ragionamento o constatazione: "E' il padre che "trasmette" le informazioni, ed è la madre che "elabora" le informazioni ricevute"?
Mi sono espresso male, hai ragione. Ad ogni modo sono partito dal fatto che è il maschile a "versare" nel femminile, e non viceversa. Da questo poi la Chiesa ha tirato fuori il concetto che la donna non è pura se non è vergine etc...
In altre parole è il padre che "dà" le informazioni alla madre, la quale a sua volta le mischia con le sue (cioè anche lei trasmette la sua parte) e poi "elabora" il feto dentro se stessa. Nella metafora dei vini, dal vino rosso (maschio) si preleva una goccia e la si versa nel vino bianco (femmina), dopodichè il bicchiere di vino rosso rimarrà inalterato mentre invece quello di vino bianco si sarà mischiato alla goccia del vino rosso e sarà diventato rosato. Il padre quindi è "contenuto" nella madre... (da cui penso derivi "Maria Madre di Dio")

Ora, se un dio è "contenuto" da una mortale, si ha un semidio,
se invece un mortale è "contenuto" da una dea, si ha un mostro.

Un mortale (sia uomo che donna) può "contenere" un dio, può elevarsi a livello di vibrazione fino a quello stadio (quindi un miglioramento ---> semidio), un dio invece non credo possa contenere un mortale, se lo fa, per lui rappresenta un'inevitabile abbassamento vibrazionale (e quindi un peggioramento ---> mostro)

Non credo di aver compreso la faccenda, posto proprio perchè mi sto sforzando di farlo...

EDIT: Ho postato insieme a Jez
Kael non è connesso  
Vecchio 19-03-2008, 17.19.31   #41
stella
Organizza eventi
 
L'avatar di stella
 
Data registrazione: 09-04-2006
Messaggi: 2,233
Predefinito

Io penso che derivi dal fatto che Dio è visto come maschile, e, come si vede nella creazione, dall'uomo è stata tratta la donna, quindi l'uomo avrebbe un carattere dominante sulla donna.
Ma uomo e donna sono complementari, e nè l'uno nè l'altra possono procreare da soli.
Quindi questi figli di Dio (non Dio stesso) potevano accoppiarsi con le figlie degli uomini dando vita a una razza di giganti, ma mi viene da pensare che anche le figlie di queste coppie dovevano essere giganti...., non credo generassero solo figli maschi...
Forse queste figlie (dee) avrebbero potuto continuare la specie dei giganti... mai mostri.
Il vino e l'acqua anche se mescolati conservano il loro gusto originario, non lo mutano in qualcosa di diverso che non esisteva prima...
Per quanto riguarda l'origine dei mostri penso abbia a che fare con il mondo animale più che umano.
stella non è connesso  
Vecchio 19-03-2008, 23.22.16   #42
Ray
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di Ray
 
Data registrazione: 10-08-2005
Messaggi: 7,218
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da stella Visualizza messaggio
Ma uomo e donna sono complementari, e nè l'uno nè l'altra possono procreare da soli.
Si, sono complementari e opposti, ma esiste anche una gerarchia. Parlo di maschile-femminile più che uomo donna. Il Cielo (maschile) discende e la Terra (femminile) sale. Il loro incontro da avvio alla manifestazione.
Forse in questo caso, semplicemente, c'è un'inversione di gerarchia... il femminile che scende (nel caso dei mostri).
Ray non è connesso  
Vecchio 19-03-2008, 23.54.30   #43
Shanti
Partecipa agli eventi
 
L'avatar di Shanti
 
Data registrazione: 19-12-2004
Messaggi: 1,350
Predefinito

Quindi se il sangue del dio si mescola con quello della donna rimane puro e nasceranno dei figli di dio, al contrario se il sangue della dea si mescola con quello dell'uomo diventa appunto un miscuglio e nasceranno dei "mostri" ma ancora non capisco il motivo. Immagino il sangue del dio vino rosso e quello dell'uomo vino bianco, la donna o la dea è una coppa o meglio un bicchiere che riceve il colore del vino che dentro viene immesso, e il risultato, il figlio, è quello che viene versato: un semidio o un mostro. Che poi come dice Stella più che mostri i figli di dee e uomini erano giganti, come se avessero sviluppato nel fisico le qualità della dea. D'altro canto i figli ottenuti da un dio e una donna comune sviluppavano le qualità spirituali del padre.
Shanti non è connesso  
Vecchio 20-03-2008, 00.00.35   #44
griselda
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di griselda
 
Data registrazione: 07-01-2006
Messaggi: 8,030
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Ray Visualizza messaggio
Si, sono complementari e opposti, ma esiste anche una gerarchia. Parlo di maschile-femminile più che uomo donna. Il Cielo (maschile) discende e la Terra (femminile) sale. Il loro incontro da avvio alla manifestazione.
Forse in questo caso, semplicemente, c'è un'inversione di gerarchia... il femminile che scende (nel caso dei mostri).
Questa cosa che hai scritto mi ha ricordato una frase che mi disse un mistico tempo fa:" La Grazia deve venire dall'alto dall'alto verso il basso e non viceversa" Non capii allora come non capisco ora però magari può servire non so.
Forse si intendono le due energie quella della terra e quella del cielo che si muovono in noi ocme nella lampada di Dendera, nel disegno intendo.
Un'altra frase che ricordo era " “cerebralizzazione” del seme e “seminizzazione” del cervello" che andava fatta.
Ma se l'energia che sale dalla terra la facciamo uscire e quindi nasce un filglio questo sarà un mostro perchè è nella terra che dimorano in demoni.
Mentre se è dal cielo che scende e può scendere solo quando si è scavato e ripulito il tutto ecco che il figlio che nascerà sarà un figlio del cielo e quindi degli dei e non dei demoni.
__________________
------------------------

ORDINE RITMO ARMONIA
griselda non è connesso  
Vecchio 23-10-2009, 14.41.14   #45
Elohim
Ristruttura la casa
 
Data registrazione: 23-07-2009
Messaggi: 283
Predefinito

Premessa: Come in Altri tread dico la mia.
Du nque in breve Esseri evoluti tecnologicamente ed interiormente. gli Elohim, scendono sulla Terra proveniendo da un altro pianeta. Cosi quello che dicono leggende miti e libri sacralizzate avrebbe un senso logico.

Citazione:
Originalmente inviato da Uno Visualizza messaggio
Qui si parla di angeli che hanno lasciato la propria dimora

Angelo = angelos = messaggero.

Citazione:
In altri passi della Bibbia si parla di angeli che hanno assunto fattezze umane, per esempio nell'episidio di Giacobbe che tutta la notte lottò con un angelo...

Non avrebbero assunto fattezze umane semplicemente perche sarebbero umani.
LOve
__________________
Gli Elohim dissero: "Facciamo l'uomo a nostra immagine e somiglianza"
Elohim non è connesso  
Vecchio 23-10-2009, 15.12.55   #46
Elohim
Ristruttura la casa
 
Data registrazione: 23-07-2009
Messaggi: 283
Predefinito

Scusate se proseguo.

Citazione:
Originalmente inviato da stella Visualizza messaggio
.

Gesù è nato da Maria, per mezzo dello Spirito...
Ma l'uomo non possedeva lo spirito di Dio quando è stato creato, oppure lo ha perso dopo la caduta nel peccato, essendosi diviso da Dio....


Maria sarebbe stata fecondata da uno degli Elohim o meglio da Yhwh. O carnalmente (forse) o con l'inseminazione artificiale, (In questo modo verrebbe preservata la presunta "verginità" - anche se ci credo poco -).
Citazione:
E questi figli di Dio (simili a noi, ma non ancora contaminati dal peccato) potrebbero arrivare da altri mondi creati da Dio portando una conoscenza superiore sulla terra ???


Qui sono concorde.
Citazione:
Per il resto concordo che il vino versato nell'acqua rimane vino, mentre al contrario l'acqua versata nel vino lo annacqua tutto.
Anche qui concordo. Non a caso i primi umani avrebbero vissuto centinaia di anni mentre poi man mano che il dna si "corrompeva" la vita si sarebbe notevolmente abbassata apoche decine d'anni.
Love
__________________
Gli Elohim dissero: "Facciamo l'uomo a nostra immagine e somiglianza"
Elohim non è connesso  
Vecchio 23-10-2009, 15.27.03   #47
stefano
Richiesta Cancellazione
 
Data registrazione: 11-05-2009
Messaggi: 1,322
Predefinito

hai pensato che forse con "immacolata concezione" si intenda anche altro?
ossia che non si tratti propriamente di un'inseminazione?

sul discorso poi del perchè ora la vita sia più breve sarebbe da capirne maggiormente la motivazione.
è un fattore solamente di DNA o anche di altro tipo?
e non è che magari determinate conoscenze (anche volendola vedere esclusivamente in questo modo) consentano di modificare il proprio DNA "riattivandolo" e rendendolo simile all'iniziale?
stefano non è connesso  
Vecchio 23-10-2009, 15.46.22   #48
Elohim
Ristruttura la casa
 
Data registrazione: 23-07-2009
Messaggi: 283
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da stefano Visualizza messaggio
hai pensato che forse con "immacolata concezione" si intenda anche altro?
ossia che non si tratti propriamente di un'inseminazione?

E oggi si crede possibile che un ovulo venga inseminato dal presunto" spirito"? Fino a cento anni fa, forse....

Citazione:
sul discorso poi del perchè ora la vita sia più breve sarebbe da capirne maggiormente la motivazione.
è un fattore solamente di DNA o anche di altro tipo?

Per me è solo DNA.

Citazione:
e non è che magari determinate conoscenze (anche volendola vedere esclusivamente in questo modo) consentano di modificare il proprio DNA "riattivandolo" e rendendolo simile all'iniziale?
In effetti i nostri scienziati starebbero lavorando su questa direzione. Non dimentichiamo che oggi hanno dsefinito un alta percentuale di geni come "spazzatura" solo perchè non se ne comprende il funzionamento. O sarebbero inattivi.
Love
__________________
Gli Elohim dissero: "Facciamo l'uomo a nostra immagine e somiglianza"
Elohim non è connesso  
Vecchio 23-10-2009, 16.22.42   #49
stefano
Richiesta Cancellazione
 
Data registrazione: 11-05-2009
Messaggi: 1,322
Predefinito

ma appunto amico mio.
se hai una buonissima parte di DNA inattivo... in sostanza il tutto si traduce nel riattivarlo... e come lo si riattiva?
attraverso la piena coscienza di quello che si E'
ma questo non dipende a mio avviso da modifiche genetiche (artificiali) ma si lega a tutto il discorso esoterico tramandato di generazione in generazione.

ecco dove puzza il discorso di Rael e dei raeliani.
il tutto è legato ma loro (per me) ne vedono solo una parte e lo hanno diciamo così "modificato" un pò a loro piacimento (e rendiconto)
questa in sintesi (e per ora) la mia opinione.
sul discorso "immacolata concezione" beh penso che Uno possa spiegartelo meglio di me.
e anche qui (sempre a mio parere) riguarda un processo interiore di elevazione di se stessi (per usare un termine)
stefano non è connesso  
Vecchio 23-10-2009, 17.34.40   #50
Elohim
Ristruttura la casa
 
Data registrazione: 23-07-2009
Messaggi: 283
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da stefano Visualizza messaggio
ma appunto amico mio.
se hai una buonissima parte di DNA inattivo... in sostanza il tutto si traduce nel riattivarlo... e come lo si riattiva?
attraverso la piena coscienza di quello che si E'
ma questo non dipende a mio avviso da modifiche genetiche (artificiali) ma si lega a tutto il discorso esoterico tramandato di generazione in generazione.

Intendi la meditazione ed altre tecniche? Non credo che bastino. Comunque tutto è possibile.
Citazione:
ecco dove puzza il discorso di Rael e dei raeliani.
il tutto è legato ma loro (per me) ne vedono solo una parte e lo hanno diciamo così "modificato" un pò a loro piacimento (e rendiconto)
questa in sintesi (e per ora) la mia opinione.

Da parte mia non c'è nessun rendiconto.

Citazione:
sul discorso "immacolata concezione" beh penso che Uno possa spiegartelo meglio di me.

è sempre benvenuta ogni cosa nuova che mi viene detta.
Citazione:
e anche qui (sempre a mio parere) riguarda un processo interiore di elevazione di se stessi (per usare un termine)
L'elevazione di se stessi è una delle cose che si dovrebbero fare. Certo. Ma non credo che c'entri con l'immacolata concezione.
Love
__________________
Gli Elohim dissero: "Facciamo l'uomo a nostra immagine e somiglianza"
Elohim non è connesso  
 


Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire nuovi messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare files
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice vB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Vai al forum

Discussioni simili
Discussione Autore discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
La Parita' Fra Uomini e Donne ... ESISTE? Red Discorsi da Comari 52 23-06-2011 01.07.32
Discutiamo degli aforismi? Sole Aforismi, Proverbi, Modi di dire 21 25-05-2009 12.59.58
Vivere le emozioni degli altri MaxFuryu Psicologia moderna e antica 4 17-09-2006 15.17.25
Microbiologia e Igiene degli Alimenti Mauro M Benessere fisico 9 12-06-2006 11.19.33


Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 21.29.49.




Powered by vBulletin Copyright ©2000 - 2024, Jelsoft Enterprises Ltd.
Questo sito non è, nè può ritenersi assimilabile ad una testata giornalistica, viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità del materiale. Pertanto, non è un prodotto editoriale sottoposto alla disciplina della l. n. 62 del 2001. Il materiale pubblicato è sotto la responsabilità dei rispettivi autori, tutti i diritti sono di Ermopoli.it che incoraggia la diffusione dei contenuti, purchè siano rispettati i seguenti principi: sia citata la fonte, non sia alterato il contenuto e non siano usati a scopo di lucro. P.iva 02268700271