Ermopoli
L'antica città della conoscenza
  
    
Torna indietro   Ermopoli > Forum > Botteghe > Viaggi

 
 
Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Vecchio 23-11-2006, 22.47.10   #1
Sole
Conosce ogni vicolo
 
Data registrazione: 31-08-2005
Messaggi: 5,554
Predefinito Rennes le Chateaux

Percorrere le strade di francia verso nord è incantevole, ci si immerge in sconfinate distese di pianure, territori coltivati e non, pochissime case e se ci sono mantengono stile e pulizia. Ogni tanto un castello, una fattoria e ancora immense distese di erba e pascoli di mucche. La magia è presto persa appena si arriva in qualche cittadina a forte densità turistica, meglio scappare subito.. se si può e si vuole. Esistono infatti posticini persi qua e là dove si trova il tipico vivere francese (quelli che vanno a prendere il pane e lo mettono sotto l'ascella per intenderci .. beh ci fai l'abitudine e diventa folcloristico).

Per la prima volta questa estate sono passata per i Pirenei, direzione Rennes le Chauteu e Montsegur. Partendo da Carcassone, cittadina dichiarata patrimonio dell'umanità per la tenuta al tempo e la sua importanza storica, oltre ad essere stata importante come fortezza Romana divenne poi famosa come uno dei centri più strategici nelle conquiste medioevali, nonchè commenda Templare ().
Comunque il fascino che si avverte al vederla si perde subito ... praticamente visitarla è impossibile troppa gente, troppi turisti, nessuna tradizione raccontata, solo commercio... ma devo ammettere che fà impressione enormemente vederla così come appariva a chi dalla valle arrivava per salire i monti.
E i monti li abbiamo saliti andando alla straceleberrima Rennes le Chateau... beh, non vi aspettate che ve ne parli con entusiasmo. Tuttavia, terrò un decoroso contegno.
Per poterci arrivare c'è una stradina che sale su curve e sale sale .. fin su ad un paesino di pochissime anime e tre negozi di libri e monili (ma questo ci sta pure..). La strada per salire si affaccia su di una valle spettacolare, la vista si perde ma nulla in confronto a quello che vedrò dopo a Mont
segur.
In questo paesino di tre anime c'è questa chiesettina piccola piccola, il cui portone è un portoncino ultra ornato con richiami alchemici, rosacruciani, massonici, cabalistici.. insomma di tutto un pò. Si potrebbe inizialmente pensare che l'autore volesse dire: la Tradizione è una e si è evoluta nei secoli attraverso i diversi ordini succedutisi, passandosi il testimone... si, si potrebbe, ma stando lì davanti la cosa non mi tornava. Pian piano si fà una piccola follla e la chiesetta apre, chi cercava il graal, chi scatta foto, chi medita cercando il punto energetico migliore, chi si guarda intorno con facce strane (erano i più divertenti) ma tutti composti e silenziosi. L'interno mi fà un effetto ancora peggiore come impatto che l'esterno. PIena, strapiena, stracolma, razionale, fredda, ostentata, a volte azzardo a dire (ma ovvio non sono nemmeno un'esperta di simbolismi) troppo ovvia in alcuni passi. La guardo trovo tutto quello che si racconta in giro .. ma non sento nessuna sacralità, niente di ciò di cui si è invasi entrando in una Cattedrale.
Comunque, all'interno come si sa, ci sono un quantitativo industriale di simboli emblemi e riferimenti a tutta una serie di tradizioni. I simboli si ritrovano facilmente cercando in rete e tutto vorrebbe sottointendere, dicono gli studiosi, che in questo luogo si voglia dare la paternità (o maternità.. forse maggiormente opportuno per via delle teorie sul sangue reale e la maddalena) del ritrovamento del GRAAL o piuttosto dello svelamento di ciò che esso rappresenta (anzi ultimamente si parla dell'arca dell'alleanza nella Torre Magdala).
Molti simboli riportano a società segrete lasciando facilmente indirizzare l'attenzione al mistero e all'occultamento.
Perdonatemi se dico quel che penso, ma mi appariva solo la follia di un uomo... e magari sto sbagliando, chissà .. ma tanto era la mia impressione.
Uscendo dalla chiesa si va nel piccolo museo e su per la famosa Torre Magdala, me l'aspettavo più grande a dire il vero .. ma nonostante questo finalmente ritrovo le voci del popolo su questo posto proprio sulla Torre. Un senso di comunione con le montagne del luogo, finalmente, si riesce ad avvertire, la valle sotto fà riemergere la Sacralità del posto.

L'idea che me ne son fatta è che è probabile che non sia poi tutta una menzogna sto posto.. deve pur esserci un mandante o un'occasione che ha fornito al parroco l'idea o l'obbligo di fare un lavoro del genere in un posto assolutamente sperduto sui Pirenei .. arrivarci non è facile. Forse chissà, è una maschera, un modo per far parlare .. e se si vuole che qualcosa sia mantenuto segreto lo si rende ridicolo mettendolo sulla bocca di tutti, esasperandolo oppure lo si seppellisce per sempre..

non lo so .. ma sicuramente vale la pena dare un'occhiata di persona e farsene una idea propria... mi raccomando poi però passate per le vie dei Catari

Ultima modifica di Sole : 23-11-2006 alle ore 22.56.35.
Sole non è connesso  
Vecchio 23-11-2006, 23.07.48   #2
Sole
Conosce ogni vicolo
 
Data registrazione: 31-08-2005
Messaggi: 5,554
Predefinito

p.s.
se riuscissi a far caricare le immagini .. le inserirei volentieri.. uff
Sole non è connesso  
 


Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire nuovi messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare files
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice vB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Vai al forum


Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 10.16.47.




Powered by vBulletin Copyright ©2000 - 2022, Jelsoft Enterprises Ltd.
Questo sito non è, nè può ritenersi assimilabile ad una testata giornalistica, viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità del materiale. Pertanto, non è un prodotto editoriale sottoposto alla disciplina della l. n. 62 del 2001. Il materiale pubblicato è sotto la responsabilità dei rispettivi autori, tutti i diritti sono di Ermopoli.it che incoraggia la diffusione dei contenuti, purchè siano rispettati i seguenti principi: sia citata la fonte, non sia alterato il contenuto e non siano usati a scopo di lucro. P.iva 02268700271