Ermopoli
L'antica città della conoscenza
  
    
Torna indietro   Ermopoli > Forum > Tempio > Esoterismo

 
 
Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Vecchio 04-02-2012, 11.58.51   #1
Astral
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Astral
 
Data registrazione: 01-08-2006
Residenza: Roma
Messaggi: 3,424
Predefinito Dio esterno e Dio interno

Apro qui, per non inquinare altre discussioni.

Il cattolicesimo, cristianesimo, ebraismo ed islaismo venerano un Dio personale, un dio che ha sentimenti, che si arrabbia, che ama, che protegge. Prendendo il cristianesimo il Dio è visto anche nella figura di Gesù, che ribadisco non è un semplice grande maestro, ma è vero Uomo e vero Dio. insieme allo Spirito Santo è la trinità.

Il paganesimo lo lascio perdere per ora...

Nel buddismo e nell'induismo, ed in alcune correnti esoteriche diciamo c'è un Dio interiore, alcuni dicono che noi siamo Dio o se vogliate lo Spirito, o parte di Dio.

Mi sono molto spesso imbattuto in questo argomento (approposito di ricerca spirituale, anche queste cose Centomila dovrebbero far parte della ricerca), e sto vedendo determinate cose.

Conciliare queste due cose è difficile: è vero che l'uomo ha anche qualità divinità quando si risveglia nell'amore, nella compassione, e mi fa pensare che c'è un Dio interiore.
Tanti eventi, coincidenze, l'esistenza di gerarchie superiori, ed un percorso "religioso" però mi fa credere anche che ci sia un Dio "sopra".
Non dico che questo sia con la barba bianca, però come intelligenza superiore che è in grado anche di interagire e ascoltare.

Sembrano cavolate, ma in realtà cambia proprio l'approccio col divino.
__________________
Astral
Astral non è connesso  
Vecchio 04-02-2012, 13.35.28   #2
Ray
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di Ray
 
Data registrazione: 10-08-2005
Messaggi: 7,218
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Astral Visualizza messaggio
Conciliare queste due cose è difficile: è vero che l'uomo ha anche qualità divinità quando si risveglia nell'amore, nella compassione, e mi fa pensare che c'è un Dio interiore.
Si, è difficile. In fondo si tratta di un Mistero...

Comunque anche il Cristianesimo parla di un Dio interiore oltre che esteriore, "presente nel cuore degli uomini" o con altre locuzioni. Una interessante dice che noi viviamo "nascosti con Cristo in Dio" (Col 3,3).
E' interessante perchè ci da un'indizio sul come Dio può essere sia esterno che interno... in ogni caso, per iniziare a penetrare questo MIstero, così come tutti gli altri, è necessario abbandonare la visione noi-centrica e assumerne una più vasta. Non che il paragone regga più di un tot, ma prova ad immaginare un pesce immerso nell'acqua, tu sei il pesce, l'acqua è Dio e tu stai li a chiederti se è interno o esterno...
__________________

Ray non è connesso  
Vecchio 04-02-2012, 16.40.00   #3
Astral
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Astral
 
Data registrazione: 01-08-2006
Residenza: Roma
Messaggi: 3,424
Predefinito

Certo è vero anche il cristianesimo, oserei dire che c'è qualcosa sul Dio interiore anche sull'Antico Testamento. D'altronde se Gesù dice che siamo Tempio di Dio, se io sono il tempio, Dio sta più dentro che fuori secondo questa frase.
Non so forse mi è più semplice capire col suono o con i pensieri che sono sia fuori che dentro.

Dio è onnipresente, onniscente, è ovvio che non è una persona, non può stare in un posto, altrimenti non starebbe in un altro.
Ci sono però dei luoghi che si dicono più pieni di Dio ed altri meno.

La visione del Dio esteriore, è soltanto una nostra proiezione? Non so mi viene per esempio in mente la perfezione delle regole dell'Universo e di come si muovono i pianeti, e di come si creano le cose, questo Dio agisce, anche indipendentemente da noi.

L'anima di cui si parla nel cattolicesimo, è questo Dio interiore, o è un altra cosa ancora?
__________________
Astral
Astral non è connesso  
Vecchio 04-02-2012, 16.43.07   #4
Ray
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di Ray
 
Data registrazione: 10-08-2005
Messaggi: 7,218
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Astral Visualizza messaggio
L'anima di cui si parla nel cattolicesimo, è questo Dio interiore, o è un altra cosa ancora?
Beh, direi un'altra, dato che occorre salvarla. Mentre l'idea da salvare Dio mi suona un pochino strana...
__________________

Ray non è connesso  
Vecchio 04-02-2012, 17.54.26   #5
Fufi
Alloggiato/a
 
Data registrazione: 01-01-2012
Messaggi: 67
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Astral Visualizza messaggio
Apro qui, per non inquinare altre discussioni...

Conciliare queste due cose è difficile: è vero che l'uomo ha anche qualità divinità quando si risveglia nell'amore, nella compassione, e mi fa pensare che c'è un Dio interiore.
Tanti eventi, coincidenze, l'esistenza di gerarchie superiori, ed un percorso "religioso" però mi fa credere anche che ci sia un Dio "sopra".
Non dico che questo sia con la barba bianca, però come intelligenza superiore che è in grado anche di interagire e ascoltare.

Sembrano cavolate, ma in realtà cambia proprio l'approccio col divino.
Non so se può essere utile;
in Genesi è scritto:

"Dio creò l'uomo a sua immagine;
a immagine di Dio lo creò;
maschio e femmina li creò".

P.S.: l'uso dei pronomi in questa frase mi ha sempre incuriosito.
Fufi non è connesso  
Vecchio 04-02-2012, 18.04.14   #6
Kael
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Kael
 
Data registrazione: 06-08-2005
Messaggi: 3,153
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Astral Visualizza messaggio
D'altronde se Gesù dice che siamo Tempio di Dio, se io sono il tempio, Dio sta più dentro che fuori secondo questa frase.
Dice anche che bisogna prepararlo però... In qualche modo questo spiegherebbe come è normale partire da un Dio "esterno" per poi essere capaci di veicolarlo sempre più mano a mano che il tempio viene costruito e quindi parlare di un Dio "interno".

Ad ogni modo, finchè non farete del due uno e il dentro come il fuori...
__________________

Kael non è connesso  
Vecchio 04-02-2012, 19.57.19   #7
Astral
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Astral
 
Data registrazione: 01-08-2006
Residenza: Roma
Messaggi: 3,424
Predefinito

Si kael ma è come dire che devo diventare uno con mia sorella, forse con Dio è più facile, perchè è impemanente. Il preparare il tempio l'ho sempre pensata ad una fase come quella che si fa nei 10 comandamenti e nella grazia di Dio.

Fufi è interessante il discorso della Genesi, maschio e femmina mi sembra si riferisca più che altro alle due energie, oltre che ai due sessi, a meno che non è errata la traduzione, il maschio e la femmina, ma non credo.
__________________
Astral
Astral non è connesso  
Vecchio 10-02-2012, 00.57.50   #8
Astral
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Astral
 
Data registrazione: 01-08-2006
Residenza: Roma
Messaggi: 3,424
Predefinito

La questione rimane aperta, se esiste una divinità interiore, perchè fare riferimenti anche ad un Dio esteriore?

E' la nostra proiezione? Allora anche le persone che vedo, potrebbero non essere esteriori, ma far parte del mio universo?
__________________
Astral
Astral non è connesso  
Vecchio 10-02-2012, 12.10.24   #9
diamantea
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di diamantea
 
Data registrazione: 29-03-2010
Messaggi: 3,267
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Kael Visualizza messaggio
Dice anche che bisogna prepararlo però... In qualche modo questo spiegherebbe come è normale partire da un Dio "esterno" per poi essere capaci di veicolarlo sempre più mano a mano che il tempio viene costruito e quindi parlare di un Dio "interno".

Ad ogni modo, finchè non farete del due uno e il dentro come il fuori...

Potrebbe avere a che fare con il il discorso che si fa nel 3d Cerca fuori per trovare dentro e viceversa...
__________________
"Mi manca già la tua presenza, ma fai parte di me e per questo non sei mai andata via"
diamantea non è connesso  
Vecchio 10-02-2012, 12.16.27   #10
Kael
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Kael
 
Data registrazione: 06-08-2005
Messaggi: 3,153
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Astral Visualizza messaggio
La questione rimane aperta, se esiste una divinità interiore, perchè fare riferimenti anche ad un Dio esteriore?
Cosa ti impedisce di accettare l'esistenza di entrambe le realtà?

Tu sei solo esterno o solo interno?
O vivi su entrambi i livelli?
__________________

Kael non è connesso  
Vecchio 10-02-2012, 12.18.56   #11
nikelise
Organizza eventi
 
L'avatar di nikelise
 
Data registrazione: 29-09-2007
Messaggi: 2,329
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Astral Visualizza messaggio
E' la nostra proiezione? Allora anche le persone che vedo, potrebbero non essere esteriori, ma far parte del mio universo?
Certo e' sempre cosi' , nel senso che sei tu che dai sostanza e valore alle cose che sono fuori di te .
nikelise non è connesso  
Vecchio 10-02-2012, 13.10.18   #12
Astral
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Astral
 
Data registrazione: 01-08-2006
Residenza: Roma
Messaggi: 3,424
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Kael Visualizza messaggio
Cosa ti impedisce di accettare l'esistenza di entrambe le realtà?

Tu sei solo esterno o solo interno?
O vivi su entrambi i livelli?
Più che esterno ed interno, intendo personale e impersonale. per personale intendo una forza intelligente che ascolta ed interagisce nel destino dell'uomo, per impersonale un energia casuale, che dipende da chi la controlla.

Nike l'universo però esiste a prescindere dal valore che gli do io.
__________________
Astral
Astral non è connesso  
Vecchio 10-02-2012, 13.17.07   #13
Sole
Conosce ogni vicolo
 
Data registrazione: 31-08-2005
Messaggi: 5,653
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Astral Visualizza messaggio
Più che esterno ed interno, intendo personale e impersonale. per personale intendo una forza intelligente che ascolta ed interagisce nel destino dell'uomo, per impersonale un energia casuale, che dipende da chi la controlla.

Sai forse dove sta l'inghippo? E' che non tieni conto che c'è un Dio, ci sono gli dei e c'è un Assoluto e ne fai un muscuglio.
Non è una critica eh, ma è per cercare di capire dove puntare l'attenzione per cominciare a far luce e non scrivere tomi che girano intondo. Forse ragionando un pò su questo o prendendo spunto da altri thread che ne parlono riusciamo a chiarire dei punti.
Ripasso dopo... era solo per intanto capir questo.
__________________
Se non sarò me stesso chi lo sarà per me? E se non ora, quando?
Sole non è connesso  
Vecchio 10-02-2012, 13.27.09   #14
nikelise
Organizza eventi
 
L'avatar di nikelise
 
Data registrazione: 29-09-2007
Messaggi: 2,329
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Astral Visualizza messaggio
Nike l'universo però esiste a prescindere dal valore che gli do io.
E' possibile .
Alcuni dicono di no .....e non hanno bevuto .
nikelise non è connesso  
Vecchio 10-02-2012, 13.48.50   #15
Faltea
Partecipa agli eventi
 
Data registrazione: 18-03-2007
Messaggi: 1,164
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da nikelise Visualizza messaggio
E' possibile .
Alcuni dicono di no .....e non hanno bevuto .
Stavo per scrivere la stessa cosa..
__________________
Non ho bisogno di chi la pensa come me, ma di crescere aprendo la mente a diversi modi di vedere e di pensare.
Faltea non è connesso  
Vecchio 10-02-2012, 14.06.09   #16
luke
Organizza eventi
 
L'avatar di luke
 
Data registrazione: 27-03-2009
Messaggi: 2,273
Predefinito

Parlare di esterno e interno credo sia utile sotto l'aspetto discorsivo anche se magari non corrispondente poi ai fatti.
L'idea che mi sono fatto nelle mie solitarie elucubrazioni è che DIo, o forse meglio l'Assoluto, sia tutto e dappertutto , dentro ,fuori, il confine, immanente e trascendente, anche perchè il fuori il dentro ecc sono distinzioni nostre, umane, artificiose....

Il proiettarlo fuori da un lato forse facilità le cose, fa compiere uno "stacco", che ha i suoi pro e contro...puntare solo sul io interno avrebbe forse comportato il rischio di vederlo trascinare, confondere dall'uomo nelle sue limitatezze e piccolezze.
Solo un Dio esterno avrebbe avuto effetti lo stesso negativi, ma sono tutti passaggi graduali che si presume servano all'inizio e poi debbano venire abbandonati, specie una volta che l'uomo riesca a compiere ciò che serve per renderselo "commensurabile " il più possibile, per quello che gli permette la sua condizione umana.
__________________
in tenebris lux factus sum
luke non è connesso  
Vecchio 10-02-2012, 14.28.10   #17
Astral
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Astral
 
Data registrazione: 01-08-2006
Residenza: Roma
Messaggi: 3,424
Predefinito

Qui credo subentrano le nostre credenze, io non credo negli dei come qualcuno qui dice, lo trovo piuttosto in antitesi con il cristianesimo, sebbene ci sono angeli e santi, ma non sono comunque divinità come Venere, e Giove, occorrerebbe comunque approfondire, secondo me la differenza è sostanziale.
__________________
Astral
Astral non è connesso  
Vecchio 10-02-2012, 17.24.03   #18
Sole
Conosce ogni vicolo
 
Data registrazione: 31-08-2005
Messaggi: 5,653
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Astral Visualizza messaggio
Qui credo subentrano le nostre credenze, io non credo negli dei come qualcuno qui dice,
Chi ha detto di credere negli dei? Io non l'ho detto e non l'ho letto da parte di nessuno.
Quote:
lo trovo piuttosto in antitesi con il cristianesimo,
Ma stiamo parlando della percezione di Dio o del Cristianesimo? Si impronterebbero due discorsi con basi diverse
Quote:
occorrerebbe comunque approfondire, secondo me la differenza è sostanziale.
Ascolto volentieri il tuo approfondimento.
__________________
Se non sarò me stesso chi lo sarà per me? E se non ora, quando?
Sole non è connesso  
Vecchio 10-02-2012, 17.54.24   #19
griselda
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di griselda
 
Data registrazione: 07-01-2006
Messaggi: 8,030
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Astral Visualizza messaggio
Qui credo subentrano le nostre credenze, io non credo negli dei come qualcuno qui dice, lo trovo piuttosto in antitesi con il cristianesimo, sebbene ci sono angeli e santi, ma non sono comunque divinità come Venere, e Giove, occorrerebbe comunque approfondire, secondo me la differenza è sostanziale.
In pratica per me ti sei risposto da solo, quando si parla di dei siamo nei miti e nella mitologia mentre se parliamo di Cristianesimo parliamo di Angeologia.

Dio come Essenza è dentro ogni cosa vivente quindi dentro di me e fuori e per sentire questo a me piace il Vangelo di Tommaso
__________________
------------------------

ORDINE RITMO ARMONIA
griselda è connesso ora  
Vecchio 10-02-2012, 18.06.38   #20
Astral
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Astral
 
Data registrazione: 01-08-2006
Residenza: Roma
Messaggi: 3,424
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Sole Visualizza messaggio
Ascolto volentieri il tuo approfondimento.
Esattamente nel cristianesimo, ma possiamo dire in altre religioni il Dio esterno è qualcosa con cui dialogare, rapportarsi, ADORARE in alcuni casi.
Mi ha detto che faccio confusione con gli dei, ma io non li ho mai nominati gli dei, ribadisco che non ci credo.

Vedere la presenza di Dio in tutto invece è un altro concetto, potrei dire l'energia divina permea tutto, quindi Dio è in tutto, ma non è Dio.
E' come se io sanguino, e sporco dapertutto, c'è parti di me e del mio sangue, ma non sono io quello, soltanto la mia energia. Ora l'esempio è un po' cruento.

Griselda sugli angeli ho sentito di tutto, chi dice che sono anime evolute, chi alieni, grazie ora quella che sono dei, era una definizione che mi mancava.

Se parliamo di percezione del divino, appunto è fondamentale per me comprendere la differenza tra lui e la sua energia, perchè per me non sono esattamente la stessa cosa.
Se Dio è in tutto, però io vedo la differenza da come lo manifesta un santo e da come lo manifesta un impostore, allora potrei dire quanto Dio c'è li? O forse non sarebbe più corretto di parlare di energia divina?

Scusa se cito il cristianesimo, ma mi sembra la religione più vicina da cui partire, sopratutto se si parla di fedeltà e devozione a Dio, deve essere per forza esterno, perchè se è qualcosa di interno, lo chiamerei più una fiducia nelle proprie capacità che le si vedono divine.

Eh io volevo aprirla sta discussione, perchè le risposte da come era partita, mi sembravano troppo semplici.
__________________
Astral
Astral non è connesso  
Vecchio 10-02-2012, 18.55.10   #21
Ray
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di Ray
 
Data registrazione: 10-08-2005
Messaggi: 7,218
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Sole Visualizza messaggio
Chi ha detto di credere negli dei? Io non l'ho detto e non l'ho letto da parte di nessuno
Io ci credo.

Citazione:
Originalmente inviato da Astral Visualizza messaggio
Eh io volevo aprirla sta discussione, perchè le risposte da come era partita, mi sembravano troppo semplici.
E fai benissimo. Questi sono argomenti che agitano il nostro bisogno di comprendere e, per quanto la nostra capacità sia limitata e forse non potremmo mai comprendere a fondo cose come questa, i tentativi sicuramente possono aprirci a dei miglioramenti.

Provo a prenderlo da un altro punto di vista... uno come un altro, tutto fa brodo.
Dio esterno o interno di che? E anche, Dio che?

Vediamo la cosa dell'interno. Se ammetti che una scintilla-particella o come vuoi chiamarla di Dio è in ognuno di noi allora già solo per questo è sia interna che esterna. Se Dio è in Ray e anche in Astral, per quanto riguarda Ray è interna ma anche esterna, dato che Astral è esterno a Ray (almeno così ci sembra, ma lasciamo questo per ora).
Adesso, se Dio è in Ray e anche in Astral a questo punto dobbiamo metterlo anche iin tutti gli altri (Gigi, Caio, Erminia eccetera...).
Se così non fosse limitiamo sia quel "a sua immagine" sia Lui proprio che sta in Gigi e non in Erminia...
Ma allora, dobbiamo metterlo anche in tutte le altre cose? Intendo nella pesca che Astral mangia, nel gatto di Ray, nell'aria che Ray respira... tutte queste cose sono connesse a Ray e Astral e, facilmente, passano da interne ad esterne e viceversa.
Stesso discorso vale per i pensieri di Ray e le emozioni di Astral... vanno dall'ambiente interno a quello esterno e viceversa, o per dirla in altro modo, ne influenzano tutto e da tutto sono influenzati.
Non so se vedi questo ragionamento, posso provare a spiegarlo meglio, ma in questo modo Dio è dappertutto, dal momento che lo metti da qualche parte.
E così abbiamo costruito l'idea di un Dio immanente.

Poi esiste l'idea di un Dio trascendente, ossia che sta oltre ed al di là di qualunque cosa, sia come "posizione" che come possibilità, potere, infinitezza eccetera.

Ora, non so se il dubbio che ti ha spinto ad aprire il tread sia legato alla questione Dio immanente o trascendente (ti consiglio di fare una ricerchina su questi due termini, è parecchio interessante), che poi è una diatriba che ha impegnato i teologi per secoli, anche all'interno del Cristianesimo, o se ti limitavi effettivamente a interno-esterno ad Astral, in ogni caso è un argomento da considerare.
__________________

Ray non è connesso  
Vecchio 10-02-2012, 19.14.47   #22
luke
Organizza eventi
 
L'avatar di luke
 
Data registrazione: 27-03-2009
Messaggi: 2,273
Predefinito

Pensavo alla temperatura....
Si dice temperatura esterna, interna, fuori casa dentro casa, ecc ma alla fine sempre temperatura è , c'è dappertutto.
Poi magari col termometro hai un minimo elemento per "quagliare", ma non è che la temperatura è solo il termometro....
__________________
in tenebris lux factus sum
luke non è connesso  
Vecchio 10-02-2012, 19.17.00   #23
griselda
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di griselda
 
Data registrazione: 07-01-2006
Messaggi: 8,030
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Astral Visualizza messaggio
Griselda sugli angeli ho sentito di tutto, chi dice che sono anime evolute, chi alieni, grazie ora quella che sono dei, era una definizione che mi mancava.
Felice di esserti stata utile se fai caso in ogni tradizione le stesse cose vengono nominate diversamente e da qui la confusione

Credo anche che il Dio che cerchiamo vada prima di tutto cercato (onorato e rispettato ) dentro per poi riconoscerlo fuori
__________________
------------------------

ORDINE RITMO ARMONIA
griselda è connesso ora  
Vecchio 10-02-2012, 19.28.40   #24
Astral
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Astral
 
Data registrazione: 01-08-2006
Residenza: Roma
Messaggi: 3,424
Predefinito

Grazie per gli interventi, in realtà è che mi impiccio con i termini e come al solito non do i titoli appropriati ai topics.

Credo che Ray però mi abbia compreso, la differenza tra Dio Immanente e Dio trascendente. Per il primo credo che è quello che state intendendo un po' tutti, e che Ray ha spiegato bene, il fatto che è sia interno che esterno forse ha poca rilevanza.

Poi c'è un Dio trascendente, che è quello delle religioni, qualcuno lo definisce "personale" che si arrabbia, che ama, che protegge che ascolta. Qualcuno lo definisce impersonale, ma che sia appunto un entità a se stante ma collegato al Dio dentro di dentro.

Si l'argomento mi interessa perchè si parla spesso di Dio, ma a questo punto ha preso cosi tanti significati diversi.
Comunque farò quella ricerca (anzi rifarò) sulla trascendenza e sulla immanenza divina.

Poi mi domandavo se oltre a quello che dicono varie e tradizioni e religioni, subentrano anche le nostre esperienze personali che abbiamo fatto di Dio.

Se un Dio esteriore per esempio non c'è, che senso hanno certe preghiere? Non è una critica, è un osservazione.
__________________
Astral
Astral non è connesso  
Vecchio 10-02-2012, 20.44.10   #25
Sole
Conosce ogni vicolo
 
Data registrazione: 31-08-2005
Messaggi: 5,653
Predefinito

Adesso ho capito

Citazione:
Originalmente inviato da Astral Visualizza messaggio
Esattamente nel cristianesimo, ma possiamo dire in altre religioni il Dio esterno è qualcosa con cui dialogare, rapportarsi, ADORARE in alcuni casi.
Mi ha detto che faccio confusione con gli dei, ma io non li ho mai nominati gli dei, ribadisco che non ci credo.
Si è vero che non li hai nominati, ti ho detto che mescolavi (mi puoi dare del tu tranquillo ) perchè parlavi insieme di un dio personalizzato o umanizzato e di un Dio che è al di sopra di ogni cosa e dello stesso di nuovo umanizzato. Ma insomma l'importante è che adesso ho capito di cosa stiamo parlando
Quote:


Vedere la presenza di Dio in tutto invece è un altro concetto, potrei dire l'energia divina permea tutto, quindi Dio è in tutto, ma non è Dio.
E' come se io sanguino, e sporco dapertutto, c'è parti di me e del mio sangue, ma non sono io quello, soltanto la mia energia. Ora l'esempio è un po' cruento.

Se parliamo di percezione del divino, appunto è fondamentale per me comprendere la differenza tra lui e la sua energia, perchè per me non sono esattamente la stessa cosa.

Se Dio è in tutto, però io vedo la differenza da come lo manifesta un santo e da come lo manifesta un impostore, allora potrei dire quanto Dio c'è li? O forse non sarebbe più corretto di parlare di energia divina?
Si, anche io penso qualcosa del genere, infatti noi siamo a sua immagine ma non siamo Lui. In qualche modo Lui comprende tutto anche se stesso e quindi è qui, è lì, è dentro ed è fuori. Per me non è Lui ma è qualcosa che tende a Lui. Penso che in ogni cosa capace di evolvere ci sia la sua spinta o scintilla ed energia.
Quote:



Scusa se cito il cristianesimo, ma mi sembra la religione più vicina da cui partire, sopratutto se si parla di fedeltà e devozione a Dio, deve essere per forza esterno, perchè se è qualcosa di interno, lo chiamerei più una fiducia nelle proprie capacità che le si vedono divine.
No no, non scusarti, va benissimo parlarne da dove vuoi, ti chiedevo solo perchè avevo io bisogno di capire da quale punto di vista guardare la cosa, perchè si rischia di parlarsi e non capirsi pur dicendosi la stessa cosa... perchè alla fine il discorso è unico per tutte le Religioni e Tradizioni, ma è utile approfondirlo da un punto di vista alla volta.

Però se sono devota è da dentro che mi parte la spinta verso il fuori.
Io credo moltissimo in un detto: aiutati che Dio Ti aiuta. Lo interpreto nell'applicare il massimo impegno possibile nel fare le cose, di modo che l'Energia che è emanata dall'Altissimo arrivi a "toccarmi" e possa aiutarmi.. mi "tocca" ma anche mi penetra e mi mette in moto risorse, altri tipi di risorse e non è merito mio, ma ho cercato però di entrare in contatto con quella Energia o contatto divino. In fondo anche quando ci si rivolge alla Madonna ci si rivolge ad un certo tipo di energia che intercede per farci poi comunicare con una energia sempre più "alta". Ma se non permettiamo che qualcosa passi attraverso di noi saremo sempre aridi.
Spero si capisca cosa voglio dire.
__________________
Se non sarò me stesso chi lo sarà per me? E se non ora, quando?
Sole non è connesso  
 


Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire nuovi messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare files
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice vB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Vai al forum

Discussioni simili
Discussione Autore discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Dio in senso filosofico Uno Filosofia 9 10-02-2012 21.12.56
L'immortalità stella Tradizioni Spirituali ed Esoteriche 183 09-04-2011 14.42.30
Litigare con dio dafne Esperienze 37 21-03-2011 10.36.51
L'uomo: il meglio o il peggio della creazione? Enoch Esoterismo 102 07-04-2010 09.29.45
Considerare Kael Psicologia moderna e antica 27 14-06-2007 17.21.19


Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 20.31.50.




Powered by vBulletin Copyright ©2000 - 2024, Jelsoft Enterprises Ltd.
Questo sito non è, nè può ritenersi assimilabile ad una testata giornalistica, viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità del materiale. Pertanto, non è un prodotto editoriale sottoposto alla disciplina della l. n. 62 del 2001. Il materiale pubblicato è sotto la responsabilità dei rispettivi autori, tutti i diritti sono di Ermopoli.it che incoraggia la diffusione dei contenuti, purchè siano rispettati i seguenti principi: sia citata la fonte, non sia alterato il contenuto e non siano usati a scopo di lucro. P.iva 02268700271